Lodolo sveglia il Newell’s

FRiuli Collinare calcio a 5

NEWELL’S – PAGNACCO 5-2

NEWELL’S: De Matteo, Louhenapessy, Cernetti, Perini, Monai, Hakiraj, Lodolo, Cecotti, Tessarin.

PAGNACCO: Polla, Pevere, Zucchiatti, Londero, Margarit, Vittori, Giacomini, Nardini, Balestra.

ARBITRO: Cettolo di Cividale.

MARCATORI: al 10’ Cernetti, al 15’ e al 24 Lodolo; nella ripresa al 10’ Pevere, al 13’ Lodolo, al 18’ Perini.

Feletto Umberto. Partenza stranamente contratta da parte dei campioni nazionali del Newell’s e Pagnacco subito ad approfittarne andando in vantaggio con Pevere, ma la formazione di mister Pittini ha avuto la reazione di una una vera squadra di spessore con il pareggio di Cernetti e quindi operare il sorpasso con due perfette punizione dal limite di Lodolo e chiudere così il primo tempo in  vantaggio per 3-1. Nella ripresa il Pagnacco tenta riuscendovi di rientrare in partita con la seconda personale realizzazione di Pevere, ma i locali hanno subito ristabilito le distanze costringendo sulla difensiva gli ospiti che nulla potevano contro un avversario decisamente più in palla e diventava conseguente la terza rete di Lodolo quindi toccava a Perini firmare la definitiva cinquina. Senza sbavature la direzionedi gara di Cettolo.

                                                                                                                         Renato Damiani

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 22/10/2010

Carpacco (gir A) approfitta dei pareggi delle prime. Il Gorgo (B) resiste agli assalti dello Sclaunicco

Girone A. Campeglio e Sos Putiferio si confermano al comando pur dovendosi accontentare di un sol punto nelle trasferte di Raspano e Tolmezzo. Nulla di fatto con la Latteria Tricesimo nel contesto di una partita che ha visto i locali sfiorare il gol nel primo tempo poi molta attenzione da parte dei rispettivi reparti difensivi. Il Carpacco raggiunge al terzo posto la Pizzeria le Valli fermata sullo 0-0 dagli udinesi degli Anni 80, mentre i verdi superano un ostico Orgnano con le reti di Di Stefano e Orlando. Sale in classifica l’Extrem grazie al suo primo successo sulla statale propiziato dal rigore di Molaro ma avversari che in questa ouverture di stagione non paiono baciati dalla fortuna. Pareggio anche a Mels tra Farla e Turkey Pub con il botta e risposta tra Barnaba e Domenis

Girone B. Resiste al solitario primo posto il Gorgo nonostante il senza reti in casa dello Sclaunicco, mentre alle sue spalle sono costrette alla divisione della posta anche S. Vito al Torre e Nobile Impianti. In casa del Cargnacco il S. Vito con una doppietta di Gardin risponde alle reti locali di Pigani e De Dominicis, mentre il Nobile passa a condurre con Fagotto, poi viene rimontato e sorpassato dall’Officina Zanon (reti di Cappelletto e Morettin), ma ci pensa Sguazzini a mettere dentro il gol del 2-2 finale. Blitz esterni per Birago Bar (Climassistance sconfitto dal rigore di Zarbano) e Osteria al Gardilin che passa a Lavariano con Falcomer e la doppietta di Chiccaro. Infine netto successo del neo promossi Caffè Colonna ed Edil Quattro ko per le reti di Bonutto (2) e Randi.

                                                                   red

Pubblicato sul Messaggero Veneto del 20/10/2010

CoopCa e SOS Putiferio decidono di non farsi male

 

COOPCA – SOS PUTIFERIO 1-1

COOP-CA: Cenedese, Nait (Canciani), Radina, Veritti, Bertoldi (Plazzotta), Bortoletto, Radina, (Cuzzi), Sovrano (Scarsini), Bano (Capellari), Durigon, Bearzi.

SOS PUTIFERIO: Birtig, Bledig, Cattarossi, Claric, Qualizza, Mulloni, Corredig (Bastiancig), Crast, Osgnach (Sturam), Bergnach, Dugaro.

ARBITRO: Pirioni di Pradamano.

MARCATORI: al 37’ Dugaro; nella ripresa al 27’ Durigon.

Tolmezzo. Pareggio sostanzialmente giusto tra due squadre che hanno fatto vedere un buon calcio nella gelida serata tolmezzina, ma sono i carnici che possono recriminare per la loro poco lucidità e precisione al momento delle finalizzazioni. Dopo pochi minuti la prima palla gol capita sui piedi di Bergnach ma Cenedese frappone il proprio corpo sul tiro del giocatore ospite, quindi si deve attendere il 27’ per assistere alla prima conclusione della CoopCa con una bordata fuori di poco di Durigon. Al 37’ ospiti in rete con Dugaro abile nello sfruttare di testa un cross di Claric, ma difesa locale troppo accondiscendente. Nella ripresa supremazia territoriale dei carnici che vanno vicini al pareggio al 15’ con due tentativi in successione di Bearzi che però non producono gli effetti sperati, poi ancora Scarsini tenta di sorprendere Birtig non riuscendovi. Il meritato pareggio arriva subito dopo con un calcio d’angolo battuto da Bearzi che viene raccolto a centro area da Durigon la cui inzuccata non lascia scampo al portiere ospite. Sul finire della gara ancora Bearzi ma per lui non è serata e dal dischetto fa partire un rasoterra che va a lambire il palo alla sx di Birtig. Più che sufficiente la direzione di Pirioni.  

                                                              redam

Pubblicato sul Messaggero Veneto del 20/10/2010

Cornocalcio azzecca il Tris con l’Amaranto

 

Terzo consecutivo successo per la capolista Cornocalcio con vittima l’As Amaranto che chiude il primo tempo sotto di due reti per l’azione personale di Cappello ed il raddoppio di Dinic, poi nella ripresa  ospiti ad accorciare a 10’ dal termine con un tiro cross di Youndi che prende il palo ed entra in rete. Affollata la seconda piazza dove trova posto il Thermokey costretto al pari nella sfida in casa dello Ziracco con i locali in vantaggio per la rete di Stefanutti dopo che i campioni hanno fallito un penalty, quindi il pareggio di Simone Bozza. Altro pareggio in quel di Flaibano e tutto accade nella ripresa con il vantaggio di Chirilo e la risposta di Malisan ma grande prestazione del portiere Paron degli ospiti capace di interventi davvero decisivi. Stesso identico punteggio anche a Palmanova con molto equilibrio nella prima frazione di gioco quindi dopo l’intervallo micidiale contropiede di Tuan per il vantaggio locale ma immediata è stata la reazione dei guerrieri” con la botta vincente dal limite di Vidotti nel contesto di un match che ha visto le due squadre colpire pali e traverse. Primi successi per Cda Flumignano e San Lorenzo rispettivamente con il Sedilis tra le pareti amiche ed i Gunners in trasferta. I manzanesi passano grazie ad un ottimo primo tempo contrassegnato dalle reti di ottima fattura di Bosco prima e Don poi, quindi nella ripresa partita di contenimento, mentre il Cda ha la meglio sul Sedilis con l’accoppiata Clarotti-Toneatto.               

                                                                  Renato Damiani

Pubblicato sul Messaggero del 20/10/2010

 

 

.         

Il Campagna sbanca il campo di Branco

Dopo due vittorie consecutive conseguite in quel di Branco, il Friulclean spera di continuare il filotto stavolta a spese dei pordenonesi del Campagna di Maniago, in tenuta bianco celeste. Tra i disponibili dei padroni di casa non c’è per la prima volta il mediano Bonzo Rosolen, un’assenza che si poi rivelerà pesante.
Rispetto a quanto successe nei due confronti precedenti è l’Effe 84 a sbloccare il punteggio; Alex “Chef” Marangone tira una stafillata su punizione, il portiere avversario respinge male facendo stazionare la palla nell’area piccola, si fiondano quidni un paio di calciatori locali – in muta gialla – e il più lesto si rivela Maverick Alby Zanon il quale realizza l’1-0.

Gli avversari poco dopo reagiscono cogliendo una traversa con una specie di tiro cross ed in più occasioni tentano di pareggiare con tiri più o meno precisi dalla distanza.
L’Effe 84 non si crogiuola sugli allori, infatti, attraverso alcune incursioni di Super Loris, suggerito specialmente dai passaggi deliziosi dello Chef e dai lunghi rinvii di Boggio, produce delle azioni pericolose, preannunciando così il raddoppio; il 2-0 nasce da un’azione manovrata da manuale in cui Maverick s’inventa un numero d’alta scuola che gli consente di dribblare il marcatore, lasciato quest’ultimo sul posto scarica per Super Loris che crossa impeccabilmente per Ruben (della Zepeda Brothers) il quale ringrazia e insacca di capoccia.
Nella prima frazione c’è spazio per una prodezza del Boggio che s’immola per la causa del Friulclean salvando sulla linea una palla velenosa proveniente da un calcio di punizione dal limite, rischiando di prendere una legnata contro il palo; insomma disputando un discreto primo tempo la squadra di Branco va al riposo con il 2-0 a suo favore.
Nella ripresa l’Effe 84 pecca in quanto a tenuta di concentrazione, ignorando i vari campanelli d’allarme che il Mr Bernard aveva già lanciato nell’ultimo allenamento con riferimento alla cura di questo aspetto; i goal che subirà il team del Pres Mansutti saranno una dimostrazione lampante del problema citato dal momento che tutti deriveranno da calci da fermo.
Il 2-1 arriva da un corner che i maniaghesi si procurano dopo che un suo terminale, sfruttato un buco in difesa e scartato l’estremo difensore, batte a colpo sicuro a porta praticamente vuota solo che in extremis il capitano Alejandro Zanon riesce a salvare deviando sul palo esterno e quindi in angolo; sugli sviluppi del corner la difesa del Friulclean sbaglia marcature ed un avversario indisturbato a metà area piazza un colpo di testa vincente a mo’ di pallonetto. Non trascorre molto tempo per vedere l’impattamento del risultato: sempre su tiro dalla bandierina e nuovamente di testa un maniaghese, liberissimo nell’area piccola, non ha problemi a concretizzare l’occasione.

Il Friulclean cerca di riprendere in mano il gioco per riportarsi in avanti con il punteggio senza però arrecare grossi patemi agli ospiti che anzi trovano la rete del sorpasso a seguito di un calcio di punizione; il pallone giunge ad un giocatore della compagine maniaghese che, liberissimo, capitalizza l’opportunità calciando al volo con il destro.
I ragazzi in casacca gialla si buttano all’arrembaggio cercando di conquistare quanto meno un punto, le più grandi occasioni arrivano su una punizione potente battuta di prima da Thiago Motta Feliziani, respinta dal n.1 opposto, e su un inserimento di Cona che viene atterrato in area ma il direttore di gara non ravvisa gli estremi del fallo.

L’Effe 84 prova ripetutamente a scardinare il muro avversario fin’anche nei 5 minuti di recupero, tuttavia non trova il bandolo della matassa e torna negli spogliatoi cogliendo la sua prima sconfitta stagionale.

La prossima giornata prevede il riposo per il Friulclean che tornerà in campo venerdì 29 per sfidare il Biauzzo.
Formazione Titolare: Boggio, Zanon Alessandro (C), Zepeda Lara J., Cona, Zanon Alberto, Marangone, Feliziani, Zepeda Lara R., Burlon, Panigutti, Di Giorgio. Entrati dalla panchina:
Bellavere, Ventriglia, Roverano, Sgrazzutti, Del Bianco.
Redatto da Mauro Gaspardo

Un concreto San Lorenzo passa a Povoletto

 

GUNNERS – SAN LORENZO 1-3 

GUNNERS: Zangirolami, Buiatti, Deganutto, Negroni,Daniele Flebus, Petri, Leschiutta (Andrea Flebus), Pentima, Pascolo, Giorgiutti, Argiolas (Boezio).

SAN LORENZO: Peressini, Zuliani (Pitassi), Ferreri, Paravano, Picotti, Tonero (Codramaz), Bon, Gaspardo,Don (Misano), De Sabbata (Sambo), Bosco (Ierman).

ARBITRO: Mossenta di Pasian di Prato.

MARCATORI: al 17’ Bosco, al 25’ Giorgiutti, al 26’ Don; nella ripresa al 28’ Gaspardo.

POVOLETTO.  Dopo due sconfitte di fila la matricola San Lorenzo trova i suoi primi due punti stagionali andando a vincere meritatamente in casa dei Gunners dopo una partita ben giocata nel primo tempo, mentre nella ripresa gli ospiti hanno contenuto gli attacchi dei padroni di casa che però hanno messo in evidenza qualche lacuna in fase offensiva ma a loro scusante c’è l’assenza di qualche pedina essenziale per il loro modo di giocare. Buone le individualità dei manzanesi soprattutto concentrate nel reparto avanzato con il duo Don-Bosco, ben supportato alle loro spalle da Gaspardo  e sono stati proprio questi tre giocatori a firmare il 3-1 di chiusura. Molto equilibrio nei primi 15’ di gara poi al 17’ il risultato si sblocca con una punizione dal limite di Gaspardo che pesca a centro aerea Bosco, il quale di prima intenzione lascia partire una botta a mezza altezza che va ad infilarsi nell’angolino alla sx di un immobile (perché coperto) angirolami. Al 25’i Gunners trovano il pareggio con Giorgiutti reattivo nello sfruttare una disattenzione difensiva dei neroarancio e battere con facilità Peressini. Passano solamente 60” ed il San Lorenzo ritorna in vantaggio con un eurogol di Don: bordata dal limite che centra il sette alla sx di un incredulo Zangirolami. Al 35’ locali vicini al nuovo pareggio ma la rasoiata di Pascolo va a sbattere  sulla traversa nei pressi del sette alla dx di Peressini.  Nella ripresa San Lorenzo molto meno effervescente ed i Gunners vanno al predominio territoriale ma i loro tentativi offensivi peccano di lucidità e l’estremo Perssini non corre soverchi pericoli, mentre al 28’ gli ospiti trovano la loro terza rete firnata da Gaspardo abile a riprendere una maldestra respinta di Zangirolami su punizione di Don. Senza particolari sbavature la direzione di Mossenta.

 

                                                                                Renato Damiani

Pubblicato sul Messaggero Veneto del 19/10/2010

Birtigh, una famiglia nel pallone

In questa stagione la Savognese nel girone D della Seconda categoria del Collinare punta decisamente a fare megliodella passata stagione affidandosi alla famiglia Birtig ovvero Cristian quale allenatore e Patrick quale difensore sinistro. Patrick, classe 1978, sposato con Alessandra e papà da soli 13 mesi della piccola Chiara, comincia a giocare nelle giovanili del Vanatisone, poi dopo una stagione negli juniores decide di smettere: “ A tanti anni di distanza non sono in grado di dare una giustificazione a tale decisione”, e dopo quasi cinque anni di “isolamento” calcistico, decide di rientrare sempre nel Vanatisone per poi entrare nel mondo amatoriale, sempre in compagnia del fratello e dell’”assistenza tecnica” di papà Renzo e della appassionata “super-tifosa”sorella Sonia, entra a far parte dell’allora Drenchia, per poi passare con la formazione delle Valli del Natisone e qui il matrimonio dura quasi sette anni sino a quando l’allora presidente Clavora decide, che a causa della mancanza di dirigenti, di non più iscriversi al Collinare, dopo aver chiesto ai giocatori se qualcuno fosse stato disponibile a reggere la presidenza ottenendo però tutte risposte negative. La famiglia Birtig quindi passa dalla parte del Real Pulfero (per 2 anni) per poi approdare alla nascitura Savognese. Non c’è solo calcio a 11 nell’intensa vita calcistica di Patrick ma anche calcio a 5 con il Paradiso dei Golosi. Una domanda finale quindi è lecita: “ Ma di questa passonaccia di Patrick, cosa ne pensa la neo mamma Alessandra?”.

                                                                                            redam

Pubblicato sul Messaggero Veneto del 19/10/2010

 

I vostri commenti (calcio a 5)

Jungle – Rivignanense    5 – 7

Partita dura e combattuta tra le due formazioni, una battaglia durata 50 minuti: l’esperienza della squadra locale contro la velocità degli ospiti. La lucidità e rapidità della Rivignanese gli ha permesso di avere due goal di vantaggio per tutta la durata dell’incontro, e nonostante gli sforzi del Jungle per recuperare, ha portato a casa i primi tre punti della stagione.

No Name – Pizzeria La Torate    4 – 10

vittoria meritatissima della pizzeria La torate che stravince il derby carnico contro la matricola No Name di Villa Santina all’esordio in prima categoria. Il risultato puo sembrare un’umiliazione per la No Name ma la partita si è mantenuta in equilibrio fino a 15 minuti dalla fine,poi stanchezza dei locali e superiorità di gioco degli avversari hanno fatto si che il risultato diventasse in doppia cifra per i Pizzaioli. Ottima la prova di Dell’Oste per la Torate e buonissima quella di Mauro Fior della No Name,ma in genere buona prova di tutti quanti. Grande correttezza in campo nonostante si trattasse di un derby. Perfetto l’arbitraggio del signor Molon Roberto 

Emporio Ercole a.s. – Jolly Lauzacco    5 – 8

partita equilibrata, vinta dagli ospiti su singoli episodi di calcio da fermo. nel secondo tempo per l’emporio ercole d’aietti giampaolo, accortosi di un colpo al volto subito da un avversario, richiama l’attenzione dell’arbitro e mette la palla in fallo laterale per consentire i soccorsi. avvenuto ciò il jolli lauzacco restituisce la palla.

Rist. Alla Frasca Verde – La Bombonera    1 – 2

Anche se i ragazzi della FrascaVerde erano in difficoltà in quanto non riuscivano a fare la squadra e avendo chiesto il posticipo non concesso dalla squadra avversaria hanno riuscito a giocare una partita abb.equilibrata.

Drimex – Bar Erica C5    7 – 3

Partita condotta in tranquillità dai Drimex con moltissime occasioni da gol durante tutta la gara.

Pizzeria Al Collio Reana – Manzignel    1 – 3

Quando si dice che non sempre vince chi merita….

Venfri – Elettrotec    8 – 3

Primo tempo giocato alla pari, con leggera supremazia del Venfri. La ripresa ha visto gli inutili tentativi di segnare degli ospiti, che l’ottima disposizione dei giocatori del Venfri ha bloccato sul nascere ogni velleità, anzi, diverse volte sono ripartiti in contropiede quasi sempre fermati con un fallo tattico nonchè creato numerose occasioni da gol, mancate di un soffio. Partita davvero magistrale del Venfri.

Livercul – Bunker 3 C5    7 – 8

Partita iniziata male per i locali con un 4 a 0 su 4 tiri degli ospiti. Grande serata per Tilatti anche se un gol gli è stato “rubato” dall’arbitro assegnandolo a Gollino. Nel finale Livercul all’arrembaggio alla ricerca del pareggio che però non viene..Sistemando un po’ la difesa, la partenza si può dire buona, anche se un pareggio (meritato) poteva dare più animo!

Felettis United C5 – Friuli Antincendi    3 – 5

Partita intensa sul sintetico di Bicinicco dove Felettis United e Friuli Antincendi hanno dato vita ad una gara equilibrata e ricca di emozioni. Il primo tempo di chiara marca bianco – viola viene subito sbloccato da un preciso diagonale di capitan Burlon che raddoppia poco dopo siu assist di Dilena. Gli ospiti reagiscono e dimezzano le distanze, ma sul finale di tempo è Dilena imbeccato da Casrsa a portare sul 3 a 1 i padroni di casa. Nella ripresa salgono in cattedra i neri di Flaibano che accorciate le distanze e sventato du volte il pericolo di andare sotto 4 a 2 trovano prima il pari e poi dilagano chiudendo sul 3 a 5 una gara tutto sommato corretta tra due formazioni che reciteranno sicuramente un ruolo da protagoniste di questo girone.

Real Madracs – Pittibull    4 – 5

Gara combattuta a viso aperto tra le due formazioni.Gli ospiti risultano vincenti dimostrado un ottima amalgama di squadra ed avendo a disposizione più cambi.molto bravo il portiere Burelli Silvio.

Atletico De Eccher – A.S.D. Celtic Udine    3 – 3

Partita equilibrata e combattuta fino all’ultimo minuto.

GnauSport – Formentera Team    3 – 6
Inizia il campionato per lo GnauSport in maniera non del tutto sufficiente,di fronte ad una squadra (Formentera Team) che aveva un buon gioco e delle buone verticalizazzioni. Nel giro di 8 minuti la squadra locale subisce due reti (prima Cossettini e successivamente Ongaro). Lo Gnausport dopo una partenza in sordina,porta il risultato sul 2 a 2 grazie alle reti di Roccasalva e Larese che sfruttano delle buone giocate. Al 13′ e al 17′ il Formentera Team allunga le distanze grazie a Ongaro e D’Orlando. Il primo tempo si conclude sul 4 a 2 per gli ospiti. Nel secondo tempo i locali hanno un gioco più aggressivo,diverse occasioni sprecate & pali. La partita si conclude 6 a 3 a favore degli ospiti ( al 5′ gol di Ongaro, 14′ D’Orlando per gli ospiti e al 17′ per i locali). Direzione di gara non del tutto convincente,con diverse interpretazioni discutibili. Buona prestazione del Formentera,mentre i padroni di casa devono ancora migliorare.

CAMPIONATO AMATORI

A Sbregabalon – A.S.D. Tired Pigs C5    8 – 3

Esordio con il botto per gli A Sbregabalon, che in quel di Cividale superano agevolmente il Tired Pigs. All’iniziale vantaggio ospite replicano Volpe(5reti),Felettig (2reti)e tanti assist e Grion, e solo la bravura del portiere Meneghini evita un passivo ben più pesante. Ottimo esordio per gli A sbregabalon, che sicuramente vogliono puntare ad un campionato di vertice.

I vostri commenti (calcio a 11)

Jalmicco Calcio – Warriors    1 – 1

Partita quasi a senso unico, con un Jalmicco sprecone con Tuan al 16° del 1° tempo solo davanti al portiere. Tiro appena a lato al 19°. Al 37° splendido colpo di testa di Cristancig e parata altrettanto splendidaTre palle gol sciupate dagli attaccanti dello Jalmicco al 3°-4°- 6° poi Piani lanciati da Fabris si presenta da solo in area segnando la sua prima rete del campionato. Al 13° su capovolgimento di fronte pareggio di Vidotti in sospetta posizione di fuorigioco. Assalto finale dei padroni di casa con diversi occasioni sprecate. Si chiude la partita con l’ultimo tiro e la palla che dopo due rmbalzi sulla traversa ritorna in campo.
Officina Zanon/A.R.S. Galli – A.S. Nobile Impianti Calcio    2 – 2

ottimo derby il nobile parte meglio con un gol nei primi minuti di fagotto ma l’ars galli si rianima subito per riprendere la partita e va subito vicinissimo al pareggio con una punizione di d’odorico che colpisce l’inrocio dei pali e sulla stessa azione masi colpisce a botta sicura ma ragazzo dice no deviando sul palo il primo tempo finisce uno a zero per il nobile il secondo tempo è tutto dei galli che va a segno con cappelletto e grande punizione di morettin e un altro palo di masi ma come sabato scorso il nobile trova il gol della domenica anche si si gioca di sabato co sguazzin (gran gol). partita abbastanza corretta giusto il pareggio……

Am. Valcosa – A.C. Bressa    1 – 1

gara molto vivace dominata largamente nel primo tempo dai padroni di casa che si sono resi più volte pericolosi con Simonutti con due conclusioni da fuori area sventate dal bravo portiere avversario. Il gol sempre dal piede del centravanti dopo un bel fraseggio col compagno di squadra Natale. verso la fine del primo tempo, una punizione del solito Simonutti, ha messo a dura prova l’abilità del numero uno avversario. Si va al riposo con questo risultato. Nel secondo tempo, è la squadra avversaria che prende l’iniziativa, ed al decimo, pareggia con un rigore calciato da Bertuzzi, su dubbio fallo su Morassi. Prima della fine delle ostilità, si devono registrare altre due azioni dei padroni di casa con Del Gallo e Fada. Partita molto corretta ed arbitrata molto bene con il direttore di gara sempre presente nelle varie azioni di gioco.

Latteria Tricesimo – Amatori Campeglio    0 – 0

A Raspano buona partita tra due squadre che si sono affrontate a viso aperto con leggera supremazia della Latteria Tricesimo che nel primo tempo ha’ avuto un paio di occasioni per passare in vantaggio. Nella ripresa poche occasioni da gol con le due difese che hanno sempre avuto la meglio sui rispettivi attacchi.

Extrem – SS 463 Majano    1 – 0

Partita che l’Extrem vince con rigore realizzato da MolaroJ. Ma il risultato giusto sarebbe stato un pareggio, o forse qualcosa in più per i ragazzi del Majano. Il calcio è così. Giochi male e vinci, giochi bene e perdi. Certamente la squadra del Majano non è da ultimi posti. Prima o poi verranno anche i risultati per i ragazzi di mister Floreani. Troppi giocatori ancora non in condizione.

A.C. Gradisca – A.C. Villesse    1 – 1

Un tempo per uno e pari sostanzialmente giusto.

Osteria da Daniela – A.C. Gorizia    2 – 0

Bellissima partita. Molte occasioni da rete soprattutto dall’Osteria da Daniela che si è dimostrata uno scalino superiore agli amatori Gorizia che è una gran bella squadra. Ottima la direzione della gara del signor Bazzarro Roberto. Miglior in campo il centrocampista Davide Decorte dell’Ostaria da Daniela.

A.C. Independiente – Am San Domenico    2 – 1

Partita avvincente ed equilibrata, diretta egregiamente da un ottimo Sig. la Torre che ha gestito la gara con maestria. La prima frazione di gioco ha visto i locali all’arrembaggio in cerca del risultato pieno. Al 14′ Beltrame sbaglia clamorosamente il bersaglio da ottima posizione. Al 22′ Martina centra il bersaglio e porta in vantaggio i locali sfruttando la sua buona dose di fondoschiena. Lo stesso Martina, dopo qualche minuto, gonfia nuovamente la rete avversaria sfruttando al meglio un cross di Fattori dalla destra. La ripresa ha visto gli ospiti più concreti. Dopo alcune belle azioni da ambo le parti, al 35′ giunge la rete che da speranze agli ospiti grazie al sigillo di Nadalini. Da segnalare l’ottima prova del portiere locale Morassi che in diverse occasioni è riuscito ad annientare le pericolose incursioni nemiche.. Segnalo infine l’ottimo terzo tempo da parte di entrambe le squadre.

AC Risano – Pingalongalong    2 – 1

Il Risano vince ma non convice: grazie a un’autorete e ad un gol del solito Cavallo, batte un Moimacco che non demerita, e, anzi, avrebbe meritato il pareggio. Nota di merito ulteriore agli ospiti per la sportività dimostrata nel far cambiare all’arbitro una decisione errata, che aveva portato alla immotivata espulsione del capitano locale Giavitto.

Dream Team Resiutta – A.S.D. Adorgnano    0 – 3

Risultato giusto, si vede che la squadra ospite durante la settimana fa allenamento, difatti è sempre prima sulla palla. Complimenti all’ A.S.D Adorgnano.

Dinamo Korda N.B. – Over Gunners    2 – 2

La partita è stata emozionante sul piano del risultato forse un pò meno u quello del gioco, molto spezzettato anche a causa dell’arbitraggio non proprio all’altezza. La Dinamo forse meritava qualcosa in più viste le occasioni create e sprecate davanti alla porta e il gol annullato ingiustamente a Massimo De Luca, vera spina nel fianco della difesa ospite.

Savognese – Blues Fc    1 – 0

In una partita contraddistinta da molti errori ed emozioni è la Savognese a spuntarla sui Blues. Nel primo tempo da segnalare un’occasione clamorosa per parte: un azione degli ospiti sventata sulla linea di porta e una traversa da pochi passi per i locali. Le due squadre non si accontentano del punto e in un secondo tempo ricco di capovolgimenti di fronte è la rete di Denis Gosgnach a decidere il match. Nel finale i Blues recriminano su alcune decisioni arbitrarie sfavorevoli ma sapranno rifarsi al chiosco (fino al “Bujo”) tornando a casa comunque sereni. Lo spirito amatoriale è soprattutto questo. 😉

G.S.D.Chiasiellis – A.C. Farra    0 – 1

Chiasiellis troppo sprecone punito dall’unica occasione degli ospiti
A.C. Flaibano – A.C. Torsa    1 – 1

Primo tempo equilibrato. Secondo tempo tante occasioni per il Flaibano. Bravo il portiere del Torsa para tutto.

A.S.D. Corno Calcio – A.s. Amaranto    2 – 1

Ha vinto il Cornocalcio contro gli Amaranto. Bella partita all’inizio il Corno va in gol con Cappello dopo una bellissima azione personale. A questo punto gli Amaranto reagiscono ma senza mai impensierire gli avversari. A pochi minuti alla fine del promo tempo va in gol per il Cornocalcio Dinic. Nella ripresa tanti cambi e a 10 dal termine accorcia le distanze per gli Amaranto Youndi Fumo che volendo fare un cross centra il palo e segna.

Climassistance – Rangers/Birago Bar    0 – 1

Partita piuttosto noiosa con le squadre che si chiudono a centrocampo impedendo così emozioni in fase offensiva. Primo tempo Climassistance fallisce un rigore con Santo al 10′. Poi Martinuzzi fallisce di testa nell’area piccola. Secondo tempo ancora noioso, con rigore er gli ospiti che invece non sbagliano.

Amatori Cisterna – Fancy Club A.S.D.    3 – 2

La squadra locale ha preso subito in mano la partita portandosi in vantaggio con Carlini, sbagliando poi tre palle gol clamorose. Nel momento migliore si faceva raggiungere dagli ospiti, da Tommasi, ma verso la fine del 1° tempo i locali tornavano in vantaggio con Graffi. Nel secondo tempo i locali controllavano agevolmente la partita senza subire, facendo anche il 3° gol (molto bello) con Zanier. Nei minuti di recupero disimpegno errato della difesa locale con gli avversari che accorciano con Ariemma.

AC Carpacco – Polisportiva Orgnano A.D.    2 – 1

Partita molto equilibrata fra due belle squadre ma alla fine ha vinto chi non ha mai smesso di credere nella vittoria.

A.C. Lignano – A.C. Sesto al Reghena    1 – 2

partita vivace che vede il Lignano in netta supremazia,ma il calcio è crudele e lo vede capitolare per due reti ad una a favore degli ospiti che ringraziano e portano a casa il malloppo…

Pizzeria Il Saraceno – ACS Buje    3 – 0

Magari tutte così non per il risultato favorevole alla squadra dello scrivente ma per il gioco pulito seguito da un ottimo arbitraggio.

Campionato “Giancarlo Geretti” Over 40

A.C. Passons – Axo Club Buia    4 – 2

Partita corretta. Il Passons, sotto di due reti, rimonta e vince senza demerito.

A.C. La Rosa – Bar Gardel Over 40    3 – 2

Nonostante la vittoria l’ AC La Rosa non ha offerto una prestazione brillante, mentre la squadra ospite è stata ordinata e manovriera. La vittoria locale si deve soprattutto alle prodezze del portiere  Pozzar e dalle intuizioni geniali di mister Gigante. L’AC La Rosa passa in vantaggio su calcio di punizione di Florit al 10° del Primo tempo, poi subisce l’uno – due di De Monte (ospiti). Si va al riposo con il Bar Gardel in vantaggio. Al rientro in campo il mister di casa cambia giocatori e modulo e subito, al 5°, ancora con azione personale di Florit, pareggia. Poi c’è la saga delle reti mancate da parte degli ospiti e sul finire di partita, un tiro ben indirizzato da fuori area di Macuglia, dà la vittoria ai cervignanesi. Partita corretta e diretta egregiamente dal sig. Cesca.

Calcio a 11: CDA Flumignano – Sedilis 2 – 1

Un calorosissimo saluto ai nostri super tifosi e naturalmente tifose, anche lunedi 18/10 sera stoici e presenti in quel di Flumignano. Doveva essere una serata gioiosa ed invece….ahimè!

Eh si cari supporter gialloverdi, serata appena trascorsa nella ridente località della bassa che non ha proprio portato benissimo al nostro amato team pallonaro.
Serata freschetta con comunque terreno di giuoco in buone condizioni, padroni di casa che si presentano a questa sfida con due sconfitte su due gare disputate fino a qua. I ragazzi di Cimenti arrivano in quel di Flumignano dopo le buone prestazioni di Ziracco e Manzano, con una vittoria all’attivo. Si diceva, clima artico e squadre belle calde già nel pre gara, si ride e si scherza su entrambi i fronti, alcune defezioni dell’ultimo minuto complicano però i piani al mitico tandem  Ermacora e Assaloni, che devono ridipingere la formazione iniziale e riadattarla con le pedine a loro disposizione…tetris.

Ma andiamo per ordine con la fredda cronaca: Sedilis scende al Mangilli con Stojanovic tra i pali, difesa a tre composta da Grassi/Tubetti Mario e stasera novità Fabretti, al rientro dopo una brutta influenza, mediana composta da Manzocco,Tubetti Giova,Vattolo,Arnoldo, avantreno targato sedilis composto da Piccini,Canciani e Balgojevic.
Fischio d’inizio agli ordini del ottimo direttore di gara, e subito padroni di casa in vantaggio. Come inizio non è male direi… Brutta palla persa a centrocampo da uno sbadato Manzocco, lancio in profondità e  punta locale non marcato in modo ottimale in questa occasione, che si ritrova a tu per tu con Stoja, fulminandolo senza diritto di replica. Vabbè che tra non molto è Natale ma questi sono regali proprio da non fare cari ragazzi. 1 a 0 palla al centro. Ci si aspetta una reazione dei ramarri, ma l’impressione che tutto il popolo gialloverde ha stasera è quella di una formazione svogliata e incapace di reagire. Infatti i padroni vanno  vicinissimi al raddoppio, approfittando di un parapiglia al limite dell’area tra Stojanovic e Mancocco, che tra un TUA ed un MIA, dagli tu che gli do anche io, vengono anticipati dal centravanti locale, che indirizza la sfera versa la rete, e solamente uno scatto alla Usain Bolt di Grassi. con conseguente salvataggio sulla linea, evita il tracollo Sedilis. La partita pende tutta dalla parte del Flumignano, abile ad imbrigliare i giocatori in maglia gialloverde,comunque  sottotono stasera, ma quando meno tutti se lo aspettano arriva il pareggio ospite, con Canciani che dai 25 metri sgancia un razzo Terra Aria di sinistro ad incrociare su cui nulla può l’estremo di casa. Fulmine a ciel sereno e pareggio gialloverde: 1 a 1. Le cose sembrano sistemate, almeno per il momento, in casa Sedilis, ma al 28′ circa da un corner innocuo per i padroni di casa, nasce il 2 a 1 che si rivelerà poi il risultato finale. Corner dalla destra, spiovente in area degli ospiti, punta di casa che di petto, RIPETO DI PETTO ED INDISTURBATO, mette giù e con una semi finta ubriaca un comunque buon Fabretti e di sinistro suggella una bella azione personale: tiro ncrociato su cui il solito Grassi cerca di porre rimedio mettendoci il suo fisico statuario, ma la palla batte sul petto del giovane e comunque si insacca alle spalle di un incolpevole Stoja. Prima frazione che si conclude così sul 2 a 1 per i padroni di casa. Sussulti e schiamazzi al chiosco in cui,  come sempre accade dove ci passano i supporters gialloverdi, si crea un gemellaggio  tra le due fazioni. La ripresa inizia e si nota da subito che seguirà praticamente l’andamento del  primo tempo, certo è che il Sedilis cerca il pareggio, a volte in modo ordinato a volte alla viva il parroco, sempre ben controllato dai padroni di casa. Un
paio di ghiotte punizioni dal limite per i ramarri ed un apio per arrotondare a favore dei locali, ma nulla può togliere,questa sera, la prima vittoria stagionale al Flumignano. Gara che quindi finisce sul 2 a 1.Che dire. Stasera i nostri eroi non erano decisamente in partita, ed il fatto che i padroni di casa hanno vinto premia la loro voglia di portare a casa i 2 punti. Sedilis distratto e arruffone, sciupate un paio di buone opportunità per  raddrizzare il risultato ma si sa che quando una partita nasce storta è molto difficile rimetterla in piedi. Alla fine, onore al Flumignano, ottima squadra che ha veramente giocato un buon calcio stasera, persi due punti importanti in casa gialloverde e fatti due passi all’indietro per quanto riguarda il gioco.  Comunque, tutto fa esperienza e da questa serata sicuramente il team del Vulcanico Cimenti ne trarrà giovamento per un proseguio di campionato che si prevede roseo. Forza ragazzi, forza Sedilis.

Dal Mangilli è tutto….alla Prossima

 Inviato da Manuel Grassi

Calcio a 11: MIlan Club San Vito – Drink Team 1 -0

Debutto casalingo con i fiocchi per il Milan Club San Vito. 20:30 in punto e la partita inizia. Il Drink Team mette subito paura: già al primo minuto costringe il portiere locale Visentin a respingere di piede un tiro insidioso. Al 5 si fa vedere in avanti il Milan Club che sciupa un’invitante punizione dal limite con Tracanelli. Al 7 il locale Versolato da inizio a quella che, per lui, sarà una partita stregata: calcia al volo dal limite ma non impensierisce più di tanto il portiere ospite Zamparo. Al 9 gran tiro dell’ospite Tonutti e il difensore Daneluzzi libera in angolo. Al 13 la svolta: punizione dalla 3/4 battuta magistralmente da Boz: Tracanelli si trova da solo davanti al portiere e senza difficoltà insacca. Locali in vantaggio. Immediata replica del Drink Team che con Baldassi mette i brividi alla difesa locale. Da qui fino alla fine del primo tempo si registrano 3 palle gol clamorose sbagliate dai locali, due con Versolato ed una con Zanin. Gli ospiti giocano in contropiede ma l’ottima difesa locale e l’immenso portiere Visentin risolvono sempre. Il secondo tempo vede per i primi venti minuti i locali a fallire gol clamorosi, sempre con Versolato, mentre gli ultimi 20 minuti sono tutti degli ospiti che cercano il pareggio. Ma la difesa del Milan Club, questa sera, è stata perfetta e non ha avuto bisogno di “sparare” palle in tribuna. Molto contenti alla fine sia per il risultato che per l’andamento della partita: corretta e ben giocata dalle due formazioni. Nel complesso i locali sono apparsi leggermente superiori e il risultato sembra giusto. Ottimo anche l’arbitraggio del signor Santarossa, disposto al dialogo e sempre vicino alle azioni di gioco. Ha fischiato molto e mai la partita si è accesa negli animi. Complimenti a lui ed ai giocatori e dirigenti.

Top: Savian Cristian (Drink Team) centrocampista, Versolato Matteo (Milan Club S. Vito al T.) attaccante
Marcatori: Tracanelli Massimo (Milan Club S. Vito al T.)

Anche la sposa in campo: immaginifici Warriors

Quando guardiamo una partita la esaminiamo in modo asettico, osservando quello che è il puro avvenimento sportivo, senza valutare che esistono delle dinamiche di spogliatoio, aneddoti, motivazioni. Elementi che possono mentalmente rinforzare o indebolire una squadra. Ebbene a Laipacco si è consumata una partita diversa. Nella stessa giornata di gara si è sposato il “guerriero” Mauro Miconi, un ragazzo che ha il numero 10 quasi come una seconda pelle, e che ha voluto convolare a nozze proprio in una data dove quel numero si ripete per tre volte: 10/10/2010. Voci di corridoio dicono che avrebbe gradito giocare un tempo prima di andare all’altare ma è stato “sconsigliato” dalla futura moglie. Valentina, però, prima di pronunciare il fatidico si ha voluto far partecipi i giocatori della sua gioia. Si è presentata in campo in abito da sposa, ha indossato la felpa dei Warriors e ha dato il calcio d’inizio della ripresa. Ma non è finita li con il programma: nel dopo gara,s’è proseguito con i festeggiamenti per i 40 anni del Presidente dei guerrieri Marco Tell .Insomma un appuntamento veramente amatoriale dove il campo è stato giudice severo per i Warriors, costretti a giocare con un portiere non di ruolo; Vosca, infatti, appena rientrato dal Brasile, non ha potuto scendere in campo. Dopo il minuto di silenzio in onore dei caduti in Afghanistan si comincia. I guerrieri dimostrano vivacità, ma vengono trafitti. Rialzano subito la testa e pareggiano con uno strepitoso gol di Lancerotto, rimanendo in gara fino a metà ripresa. Poi il crollo. Alla fine pesanti i colpi di Cappelletti(2), Valentincic e Bernardo. Gran bella squadra questo Corno: sarà sicuramente una delle contendenti alla vittoria finale. Rallenta il Flaibano, in rete con una perla di rara bellezza di Dimitri Zuttion. E impatta in casa dei Gunners, in vantaggio con Davide Leschiutta nel miglior momento ospite: << Appena recupereremo tutti gli infortunati- chiosa il mister dei Gunners Mario Bertoni- sarò in grado di valutare le potenzialità di una squadra che contro un avversario di rango ha comunque dimostrato carattere.>> Sorride il Torsa: la rete di Simone Malisan mette ko un Flumignano ancora al palo. I pareggi delle favorite Ziracco e Thermokey, bloccate da Amaranto e Jalmicco, e il successo esterno del Sedilis, confermano che sarà un campionato alquanto equilibrato.

                                                                                                                         Paolo Comini

Pubblicato su Tremila Sport del 15/10/2010

Grazie Boreaniz. E l’Acs Buje rompe il ghiaccio. Risano a tutto gol; il macedone Defrim fa sognare Gorizia

Se gli am. Racchiuso (A) si godono solitari il primato, motivi di soddisfazione può vantarli anche l’ ACS  Buie che, come racconta un dirigente collinare – si getta alle spalle tutti i patemi sofferti nello scorso biennio giocando una partita perfetta contro la titolata [email protected], sconfitta grazie a Boreaniz (2) e Bernardinis.

Continua a dimostrare il suo potenziale offensivo il Risano (10 gol in due gare) in un gruppo (B) dove comincia a pensare in grande il San Domenico. Friulclean, Colugna e Cisterna viaggiano in vetta, a braccetto, nel terzo plotone. Mereto (D) liquida la pratica Morsan nel primo tempo: Travaini(3) e Clauiano i notai della gara. Grande avvio anche per il Lovariangeles che getta sul tavolo il poker contro lo Strassoldo. Ottima partenza per il Sesto Al Reghena, leadership di un girone (E) in cui il Gruaro ci prova, ma poi deve abdicare innanzi a un Portogruaro che porta a casa bottino pieno con il minimo sforzo.

E Gorizia (girone F) sogna. Il primo posto, condiviso con l’osteria Daniela, è frutto di un graduale consolidamento della squadra anche se quest’anno uno  dei valori aggiunti è dato dal nuovo arrivo. E’ una “prima donna”, non vuole essere mai sostituito, ma è un giocatore che fa la differenza. Stiamo parlando del macedone Sadiku Defrim  che in due giornate ha realizzato la bellezza di 7 reti, quattro delle quali nell’ultimo turno. Un attaccante veloce e rapido nei movimenti, una vera spina nel fianco per tutte le difese. Gorizia se lo coccola. Con lui e il fantasista Davide Calafiore, pure in grande spolvero, potrebbe essere l’anno buono per compiere il salto di qualità.  

                                                     Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 15/10/2010

Prima categoria – il Campeglio sa mordere

Nel gir A della prima categoria del Collinare si registra già la prima fuga. O, almeno il primo tentativo di prendere il largo.  Lo inscenano SOS Putiferio (vittoria di misura sulla Latteria Tricesimo) e un Campeglio, lesto a pescare il Jolly, contro il Farla,grazie a un tiro-cross di Manuel Bortolò. <<I ritorni di Daniele Balutto e Davide Decorti, i nuovi arrivi di Alessandro Boemo, Simone Piccaro e di Gashi Kushtrim, ci aiutano ad avere una rosa competitiva – dichiara il presidente Denis Basso. Peccato che in allenamento abbiamo perso per qualche mese Enrico Di Gaspero (rottura di tibia e perone) a cui vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione. Per quanto riguarda il match – continua – dopo un primo tempo equilibrato dove abbiamo centrato una traversa con Decorti e siamo stati salvati da una prodezza del portiere Manuel Piccaro, nella ripresa non c’è stata storia con il Campeglio che ha dettato legge. Abbiamo vinto le prime gare a spese di due neopromosse per cui non mi pare proprio il caso di montarci la testa.>>

Comincia a ingranare anche la Pizz. Le Valli, lesta ad espugnare il terreno dell’SS463. Il Gorgo, (B) è la rivelazione. Soffre contro la Climassistance, rea di aver centrato una traversa e fallito un rigore, ma poi accelera con l’incornata di Piccolo e la punizione vincente di Pradissitto. Ora è a punteggio pieno. Con un punto di ritardo Sclaunicco, S.Vito al Torre e Nobile Impianti. Quest’ultima lotta come un leone e acciuffa il pari contro l’Osteria Gardilin. Alla fine due reti per parte, tre delle quali maturate in zona Cesarini: per i sangiorgini assoluto protagonista Tommaso Roccia che, subentrato, è riuscito a siglare una doppietta al cardiopalma.

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila sport del 15/10/2010

A Morsano la solidarietà ha trovato casa

Anche tra gli amatori ci sono belle storie, molte delle quali meritano di essere raccontate. Una di queste è quella del Morsano, ruspante realtà del girone B di Seconda categoria. La squadra dello scorso anno, per diversità di vedute, si è divisa. Sono nate due compagini, una delle quali è ripartita dalla Terza categoria. Nella categoria superiore è’ rimasta la vecchia società ma sono cambiati quasi tutti i giocatori. << Si parla tanto di aggregazione e solidarietà, racconta Simona Aere. Ma pochi fanno seguire le parole ai fatti. Noi abbiamo avuto l’occasione per dimostrare concretamente che il calcio è un grosso veicolo di integrazione sociale e abbiamo colto l’opportunità al volo. In estate, eravamo alla ricerca di ragazzi per rimpolpare la nostra rosa, e durante un torneo, abbiamo osservato alcune gare tra extracomunitari del Primo centro accoglienza Balducci. Vederli giocare con passione ci ha fatto maturare l’idea di coinvolgerli nel nostro gruppo. Dodici ragazzi africani hanno raccolto il nostro invito. Gli abbiamo regalato scarpe, vestiari, pagato le visite mediche. Ora si stanno adattando giocando un campionato per loro completamente nuovo. Sono ragazzi di buon talento – continua la segretaria del Morsano – che per caratteristiche fanno leva sulla prestanza fisica. Gli stiamo insegnando i valori a cui crediamo e loro ci stanno ripagando con grande dedizione>>. Intanto sono arrivate le prime conferme nei vari gironi: vanno segnalati il secondo successo consecutivo colto da Merce Rara, Dignano, Bressa e Pol. Valnatisone, che hanno cominciato una stagione che, comunque, si annuncia assai lunga e impegnativa, nel migliore dei modi.

                          Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 15/10/2010

Vendetta La Rosa. Che Sangiorgina!

Sembrano “vecchietti”. Sembrano… A dispetto dei loro passa 40 anni si sono visti in questo avvio di stagione, nel torneo riservato ai “giovani vecchiacci”, giocatori preparati, con grandi doti di corsa, resistenza e ottime capacita tecniche. Insomma pedatores che non hanno nulla da invidiare a ragazzi più giovani e ai quali potrebbero insegnare molto, soprattutto sul piano dell’impegno. Nel carnet c’era parecchia carne al fuoco a partire dalla rivincita tra Isotecno e la Rosa, solo quattro mesi fa affrontatesi con in palio la Coppa Geretti.  E i cervignanesi, che comunque soffrono dei locali che gettano al vento un occasione dal dischetto,  si prendono la rivincita, passando a Udine con i sigilli doc di Florit, Macuglia e Bramuzzo. Prima giornata ed è  subito derby a San Daniele. L’Amasanda, con la rete di Stroili, punge i locali che improvvisamente si ridestano e cominciano a creare occasioni a raffica. La sfida, divertente, si chiude con un tennistico 6-3. Per i locali triplette di Dreossi (da segnalare il primo gol di tacco) e Tambosco. Altro derby, altra goleada. Sorride la corazzata Sangiorgina che sul campo del Da Lodia passa con una cinquina. Bella squadra quella di mister Buttazzi. Gran collettivo e giocatori di ottima levatura.  Esordio ricco di reti anche per Ziracco (4-0 all’Evraz palini Bertoli) e per la Coop Premariacco (3-2 in casa della Tavernetta). Ottimo l’exploit del Cjassà: sotto di una rete ribalta il punteggio con la tripletta di Goran Ilic e spegne gli ardori del  Passons.  Successo rotondo per Gardel (3-0 al Bicinicco), esordio con pareggio per la matricola Brigata Brovada sul campo del Feletto 90, mentre il Canarino sbatte tre volte le ali contro il Totò e gli Amici.

                                                                                                                         Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 15/10/2010

Calcio a 5: F.C. Duronons – Polisportiva Valnatisone 3 – 4

 
Esordio assoluto in prima categoria sfortunato per i Duronons! Parte forte la Polisportiva Valnatisone che preme fin dall’inizio e trova subito sulla sua strada un ottimo Smania! Nel primo tempo i ragazzi di mister Ptric sono bravi a sfruttare due errori dei locali e portarsi sul 2-0! Nella ripresa però i Duronons iniziano a macinare gioco e prima accorciano con Vicentini e poi trovano con Miolo il gol del pari! Passano pochi secondi e Zabreszach con una grande giocata riporta in vantaggio la Polisportiva! Sembra finita ma a 2 minuti dal termine l’arbitro assegna un dubbio rigore ai padroni di casa che con Tattoli raggiungono l’insperato pareggio! Ma le emozioni non sono finite e in pieno recupero l’arbitro assegna agli ospiti una punizione assai discutibile con la quale trovano il vantaggio finale! Nel complesso una partita corretta con qualche errore arbitrale da entrambe le parti! Alla fine è prevalsa la maggiore esperienza degli ospiti! Per i padroni di casa troppe assenze!!!
Top: Miolo Michele (F.C. Duronons) universale, Medved Tine (Polisportiva Valnatisone) attaccante
Marcatori: Zabreszach Primos (2) (Polisportiva Valnatisone), Stulin Adriano (Polisportiva Valnatisone), Vicentini Loris (F.C. Duronons), Medved Tine (Polisportiva Valnatisone), Miolo Michele (F.C. Duronons), Tattoli Gianpaolo (F.C. Duronons)

Calcio a 5: Bar Il Bagatto Modus C5 – Taboga C5 4 – 4

 

Bar Il Bagatto Modus C5 e Taboga C5 hanno offerto al discreto pubblico accorso al PalaModus una sfida ricca di altalenanti emozioni. I padroni di casa vengono colpiti a freddo in contropiede dal gol di Forgiarini su una palla persa a metà campo da Cimbaro, croce e delizia della sua squadra. Il Bagatto prova a reagire sfiorando il gol in un paio di occasioni e rischiando di subire il secondo con gli ospiti sempre pericolosi in contropiede. Il primo tempo si chiude sul risultato di 0-1. Ad inizio ripresa il Taboga trova subito il gol del 2 a 0 con un astuto tocco di punta dal limite dell’area di Pecoraro. Da qui in poi i padroni di casa assumo il comando della partita e con uno straripante Cimbaro, autore di una tripletta (favoloso il suo secondo gol personale con il tanto “agognato” cucchiaio) e di un assist per il bellissimo 2 a 2 firmato da Stefanutti, portano il risultato sul 4 a 2 a loro favore. Quando ormai il risultato sembrava messo in cassaforte, a 5 minuti dal termine e avanti di due gol dopo una spettacolare rimonta che aveva infiammato il pubblico di casa, i ragazzi del Bagatto sono ricaduti nei soliti errori che gli hanno accompagnati nell’ultima stagione, subendo il gol di Cocconi su un assurdo contropiede che ha così riacceso le speranze degli ospiti. All’ultimo assalto poi è arrivato il gol siglato da Bressan che ha fissato il risultato sul 4 a 4 finale, sugli sviluppi di una mischia in area originata da una discussa punizione dal limite. Alla grande delusione finale per il Bar Bagatto Modus C5 per una vittoria tanto cercata e sfumata all’ultimo secondo, faceva contrapposizione la gioia dei ragazzi del Taboga C5 per un pareggio acciuffato in extremis dopo essere stati in doppio vantaggio per gran parte della partita.
Top: Cimbaro Andrea (Bar Il Bagatto Modus C5) attaccante, Cenacchi Alessando (Taboga C5) difensore
Marcatori: Bressan Luca (Taboga C5), Forgiarini Massimo (Taboga C5), Cimbaro Andrea (3) (Bar Il Bagatto Modus C5), Stefanutti Fausto (Bar Il Bagatto Modus C5), Cocconi Mauro (Taboga C5), Pecoraro Paride (Taboga C5)