FC11: Il punto su una piovosa sesta giornata

Il Collinare a 11 riprende a singhiozzo dopo la sosta della settimana scorsa provocata della forte perturbazione che ha colpito il Friuli nel weekend causando il rinvio di gran parte delle gare in programma.

Colugna al comando. Il Colugna si porta in vetta al girone A di Prima superando 0-1 la Dinamo Korda. Questa la partita nelle parole di Riccardo Rosa: “Grande equilibrio con entrambe le formazioni combattive su ogni pallone. I locali cercano di sfruttare soprattutto i lanci in verticale a scavalcare il centrocampo, gli ospiti invece, dopo un primo tempo intenso ma non bello dal punto di vista del gioco, nella seconda frazione trovano maggiore tranquillità e aumentano le trame. Buono l’arbitraggio: giusti il rigore per fallo di mano e l’espulsione a danno della Dinamo Korda per un brutto intervento nel finale“.

Continua...

Coppa Amatori, una nuova era

Parte con la stagione 2019/2020  la nuova Coppa Amatori. Sostituirà diverse premiazioni: la Coppa Disciplina, la Coppa dirigente e quella formazione.
Il calcolo dei punteggi premia i comportamenti virtuosi di collaborazione, partecipazione e formazione, incidono mentre invece negativamente solo quattro elementi: l’ammonizione, la squalifica,  la perdita della gara e l’assenza a riunioni.
In ogni manifestazione, chi otterrà il maggior numero di punti a fine stagione si aggiudicherà la Coppa Amatori.

Continua...

FC11: Lo Staranzano torna in LCFC e vuole fare bene

Lo Staranzano torna a calcare i campi del Collinare dopo qualche anno di assenza e lo fa ripartendo dal girone B della Terza, dove nelle prime quattro giornate ha raccolto altrettante vittorie.

Queste le parole della dirigenza sulla scelta di intraprendere questa nuova avventura: “Quest’anno abbiamo festeggiato i 30 anni di attività. Avevamo già partecipato al Collinare per poi passare al campionato Amatori FIGC, dove abbiamo pure vinto una Coppa Regione.

Continua...

FC11, voci dai campi: Aquile e Fossalon, che bel gemellaggio!

Le Aquile Cervignano – AC Fossalon   1 – 1

“Si ricomincia da dove si era terminato” – chiosa Nicola Pellizzari  “Opposte le due squadre che lo scorso anno chiusero la stagione con la festa promozione proprio sul campo di via Tolmezzo. Da una parte i padroni di casa, vogliosi di iniziare bene la stagione di fronte ai propri tifosi, dall’altra  il sodalizio giallo rosso di Fossalon, guidato dal confermatissimo Matteo Goiach, bellissima squadra costruita per il salto di categoria. Davanti a un pubblico eccezionale (ben 62 spettatori sono accorsi al comunale) per una partita di amatori tra due squadre amiche, le due contendenti si sono affrontate a viso aperto dando vita ad una bellissima partita”.

Continua...

Gran Premio Lcfc a Giancarla Mingone

Mix di energia, dinamismo e caparbietà, una persona  che pretende sempre il massimo, da sè stessa e dagli altri e che ottiene consensi nello sport e nella vita di tutti i giorni. Stiamo parlando di Giancarla Mingone, da 20 anni presidente degli Am. Racchiuso, da oltre 10 consigliere comunale del suo paese (Attimis). Giancarla ha avuto il coraggio di rompere quell”omertà” sportiva che purtroppo è a volte presente nei campi di gioco.
Lo ha fatto dopo una gara in cui gli avversari contestarono con forza l’operato dell’arbitro, accusandolo di non aver riportato nel  referto circostanze veritiere. Giancarla ha avuto il coraggio di assumere  spontaneamente l’iniziativa, di segnalare quanto accaduto in occasione della gara tra Am Braulins e Am. Racchiuso e di affrontare le conseguenze del suo gesto distinguendosi da chi, preferendo trincerarsi dietro scelte di comodo, sceglie di non denunciare comportamenti non conformi allo spirito amatoriale.

Continua...

A Ravascletto il raduno del settore arbitrale

È ancora estate, ma metereologicamente la due giorni di Ravascletto (7 e 8 settembre) ha presentato uno scenario decisamente autunnale per il gruppo arbitrale delle LCFC, pronto a radunarsi ancora una volta all’Hotel Sportur, abituale sede del “ritiro” conviviale di prestagione. Ne abbiamo parlato con il responsabile del settore Bruno Marcuzzi.

Quali gli obiettivi del raduno?

Sono molteplici: creare un momento di aggregazione, condividere e discutere alcune criticità, cercando nel contempo di migliorare alcuni aspetti delle performance arbitrali, ottenere un convivio per rendere ancora più coeso un gruppo che mette passione e amicizia ma vuole anche cercare di essere più professionale possibile.

C’è stata partecipazione?

Devo dire che abbiamo passato due giorni – nonostante si sia iniziato a lavorare sulla parte atletica e ci si sia confrontati su parecchi aspetti tecnici – in un clima di festa reso possibile anche dalla presenza di mogli e familiari, dalla squisita compagnia della Puzzoli’s band (da anni al nostro seguito) e dalla visita di alcuni Consiglieri e del Presidente della Lcfc Daniele Tonino. Direi che la partecipazione, nel complesso, è andata oltre le aspettative.

Quali sono i temi affrontati?

Sappiamo, inutile negarlo, che uniformità di giudizio non ci sarà mai, e quindi bisogna lavorare per limitare il più possibile gli errori. Che ci possono essere, ma che devono essere affrontati con serenità, cercando di mantenere con i tesserati un dialogo sereno e costruttivo. Il mio discorso e quello del Presidente hanno voluto centrare queste situazioni.

C’è qualcuno che vuoi ringraziare?

Certamente tutti i presenti per la partecipazione alla attività collaterali proposte (visita al museo della Carnia, tombola ecc), alle autorità locali, allo Sportur, ai dirigenti della Lcfc intervenuti ma soprattutto all’organizzatore principe di questo evento, Dino Lodolo.

Prossimo appuntamento per il settore?

La riunione del 24 settembre. Lì aspetto gli arbitri in massa!