Ass.Tre Castelli onlus di Attimis, ecco il contributo

Ogni anno il vincitore del gran Premio LCFC decide a chi destinare la somma che la Lega Calcio Friuli Collinare mette a disposizione per beneficenza. Quest’anno, l’importo di € 3791,00,  frutto delle sanzioni alle associazioni,è stato devoluto all’Associazione I Tre Castelli su indicazione di Giancarla Mingone. Conosciamone l’attività attraverso le parole della sua presidente, la signora Maria Lidia Brovedani.

Di cosa si occupa l’associazione “I Tre Castelli”?

Siamo una onlus e operiamo sul territorio del Comune di Attimis dal 1990. Le finalità per cui è sorta riguardano la socializzazione e l’aiuto verso  le persone anziane e quelle in difficoltà. Per raggiungere tali obiettivi nel corso degli anni abbiamo realizzato diversi incontri di carattere ludico, culturale e assistenziale: gite, rappresentazioni teatrali, incontri conviviali, gioco della tombola, corsi di ricamo, di acquerello, di ginnastica dolce, di biomusica, mostre fotografiche, ricerca dei toponimi del nostro territorio, ricerca di antichi soprannomi, gestione del Banco Alimentare. Oltre a queste iniziative, forse la più importante è l’organizzazione di un servizio di trasporto presso i centri sanitari per le persone che non possono usufruire di un mezzo proprio. Tale iniziativa è stata sostenuta economicamente, in parte, dalla generosità degli abitanti del Comune. Generosità che oggi ci viene dimostrata, tramite la signora Mingone Giancarla, dalla vostra Associazione a dimostrazione che lo sport vero forma persone vere. Grazie di cuore.

Avete già un idea di come verrà utilizzato l’importo ricevuto?

Il vostro contributo verrà utilizzato per la revisione totale del nostro mezzo di trasport0, una Doblò di oltre 10  anni.

Gran Premio Lcfc a Giancarla Mingone

Mix di energia, dinamismo e caparbietà, una persona  che pretende sempre il massimo, da sè stessa e dagli altri e che ottiene consensi nello sport e nella vita di tutti i giorni. Stiamo parlando di Giancarla Mingone, da 20 anni presidente degli Am. Racchiuso, da oltre 10 consigliere comunale del suo paese (Attimis). Giancarla ha avuto il coraggio di rompere quell”omertà” sportiva che purtroppo è a volte presente nei campi di gioco.
Lo ha fatto dopo una gara in cui gli avversari contestarono con forza l’operato dell’arbitro, accusandolo di non aver riportato nel  referto circostanze veritiere. Giancarla ha avuto il coraggio di assumere  spontaneamente l’iniziativa, di segnalare quanto accaduto in occasione della gara tra Am Braulins e Am. Racchiuso e di affrontare le conseguenze del suo gesto distinguendosi da chi, preferendo trincerarsi dietro scelte di comodo, sceglie di non denunciare comportamenti non conformi allo spirito amatoriale.

Continua...