FC5: Bearzi e Iob, i goleador si prendono la scena

ECCELLENZA

È sempre più la stagione di Alex Bearzi e del suo Passons nel campionato di Eccellenza. I gialloneri infatti imprimono il loro timbro alla classifica conquistandone la vetta grazie al rotondo 12-5 esterno rifilato al malcapitato Real Madris: protagonista assoluto il capocannoniere classe 1985, che con la cinquina di Rive d’Arcano si issa davanti a tutti anche in classifica marcatori toccando quota 13 centri.

Continua...

Coppa Amatori, una nuova era

Parte con la stagione 2019/2020  la nuova Coppa Amatori. Sostituirà diverse premiazioni: la Coppa Disciplina, la Coppa dirigente e quella formazione.
Il calcolo dei punteggi premia i comportamenti virtuosi di collaborazione, partecipazione e formazione, incidono mentre invece negativamente solo quattro elementi: l’ammonizione, la squalifica,  la perdita della gara e l’assenza a riunioni.
In ogni manifestazione, chi otterrà il maggior numero di punti a fine stagione si aggiudicherà la Coppa Amatori.

Continua...

FC5: Gli Ermacora furoreggiano, il Real Madris risorge

ECCELLENZA.

Udinese, prendi spunto dal Real Madris. É il consiglio che viene da dare ai bianconeri dopo la terribile tre-giorni tra Atalanta e Roma da 11 gol incassati in appena 180 minuti. Sì, perché l’esempio di come si possa rinascere dalle proprie ceneri nel giro di una partita lo può dare la squadra di Rive d’Arcano, che dopo essere stata seppellita nella terza giornata dalla Taverna Maiero 15-1 (ma giocando tutto il match in inferiorità numerica), nella quarta si è trasformata come l’Araba Fenice, risorgendo dalle proprie ceneri.

Continua...

FC5: Taverna Maiero alla Guardiola, Real Madris seppellito di gol

ECCELLENZA

Una prestazione semplicemente devastante. È quella messa in campo dalla Taverna Maiero nella terza giornata del campionato Collinare C5: i blaugrana hanno infatti onorato alla grandissima i propri colori sociali imitando in tutto e per tutto il più famoso Barcellona, demolendo con il proprio tiki-taka il malcapitato Real Madris in una sorta di clàsico in salsa friulana.

Continua...

Le voci dei protagonisti: Highlander Torriana vs Pertegada c5

Gradisca d’Isonzo: Buona anche la prima in casa per l’Highlander Torriana in una gara in equilibrio per un tempo. Poi, nella ripresa, due reti in rapida successione hanno indirizzato il risultato in maniera inequivocabile.
Le due squadre si studiano nella parte iniziale di gara, si conoscono troppo bene visti i precedenti e, per sbloccare il risultato, ci vuole una palla inattiva. A inaugurare il tabellino è allora un calcio d’angolo sfruttato da Cignacco (fresco di notizia di futura paternità…!!), abile al 9’a farsi  trovare pronto sul secondo palo per il facile tap-in. La conseguente esultanza con sotto maglia esibito al pubblico per festeggiare il futuro evento gli costa però la fiscalissima ammonizione del direttore di gara (neanche fossimo in serie A…vabbè). Regeni al 13′ ha l’occasionissima per pareggiare, ma calcia a lato dopo uno smarcante lancio che lo manda davanti a Pettenà.  Salis e Ferrazzo in contropiede, soli davanti a Milan, non hanno la lucidità per insaccare il raddoppio e così, prima della pausa, è Pettenà provvidenziale col piede sinistro a salvare sempre su Regeni.
La Torriana chiude la gara ad inizio ripresa: Cussigh prima concretizza il lancio in profondità di Ferman e batte Milan in uscita poi, tre minuti dopo, realizza su calcio di rigore conquistato da Ferman la rete della sicurezza. Il Pertegada ci prova a riaprire la gara, ma manca di lucidità. Pettenà respinge di petto su Neri, poi la squadra di casa va ancora a segno. Salis al 16′ ribadisce in rete con una sassata di potenza la respinta di Milan sulla sua precedente conclusione e, infine, capitan Cussigh con un’azione analoga a quella di inizio ripresa mette la ciliegina sulla sua perfetta prestazione battendo il neo entrato Scanferla, portandosi a casa il pallone e la palma di miglior in campo.
Settimana vivace in casa Highlander Torriana, dove non sono mancate le novità positive e, ahimè, negative. Partiamo dalle negative: una fortuita caduta in bicicletta è costata la rottura della clavicola a Miha Bazato, il bomber che, dopo una sola gara di campionato, deve dare forfait per almeno tre/quattro mesi. Operazione immediata riuscita. Ora inizia la fase di riabilitazione che ci si augura possa essere più veloce del previsto. Dovrà attendere invece ancora un paio di settimane Francesco Donda prima di finire anche lui sotto i ferri per un guaio al ginocchio, problema già noto da tempo. Tant’è che due dei tre nuovi acquisti sono già out. Motivo per cui il Presidente Verzegnassi si è già mosso sul mercato: è in corso una trattativa per un attaccante ex-nazionale con molti anni di esperienza tra serie A e B, si attendono gli sviluppi. Finiamo invece con la notizia positiva. L’attesa poteva essere lunga (per un giocatore da 4/5 reti a stagione c’era questo rischio) ed invece Cignacco ci ha messo solo 10 minuti nella gara con il Pertegada per farsi trovare pronto a insaccare quella sfera che gli ha permesso di togliere la maglia di gioco ed annunciare alla squadra, ignara di tutto,con una t-shirt l’arrivo di un prossimo/a erede. Gioia irrefrenabile, subito smorzata dall’immediata ammonizione di un direttore di gara dal “cuore di pietra”. Resta tuttavia la lieta notizia ed i più grandi auguri ai neo genitori Michele Cignacco e Patrizia Strizzolo. Ma non dimentichiamo di estendere gli stessi auguri, questa volta di pronta guarigione, a Francesco e Miha. E forza Highlander, vinciamo anche per Voi!
Campionato collinare di calcio a 5 eccellenza, 2a giornata
Highlander Torriana – Prertegada c5  5-0
Highlander Torriana: Pettenà, Cignacco, Madonna, Cussigh, Salis, Piasenzotto, Donda, Ferman, Ferrazzo,  Vitiello, Marcuzzi, Arcamone. All. Tirelli
Pertegada c5 : Milan, Regeni, Pascutto, Urban, Buonocore, Neri, Mauro, Saviano, Scanferla. All. Prataviera
Arbitro: Beltrame
Marcatori:  3 Cussigh (1r), Cignacco, Salis.

Le voci dei protagonisti: La Bombonera vs Highlander Torriana

Campionato collinare di calcio a 5 Eccellenza

1^GIORNATA LA BOMBONERA – HIGHLANDER TORRIANA 3-4
La Bombonera: Lardo, Santini, Tosolini, Zuccolo, Virgolin, Imazio, Diamante Davide, Diamante Dario. All. Abrusci
Highlander Torriana: Pettenà, Cignacco, Tel, Madonna, Cussigh, Piasenzotto, Ferman, Ferrazzo, Bazato, Vitiello, Marcuzzi, Arcamone. All. Tirelli
ARBITRO: Fusaz
MARCATORI: Diamante Dar, Imazio, Virgolin (Bombonera) 2 Ferman, Bazato, Ferrazzo (Torriana)
Udine. Inizia con una vittoria il primo campionato dell’Highlander Torriana nel girone d’Eccellenza. La squadra di mister Tirelli espugna il campo dei vice-campioni in carica, La bombonera di Udine. Dopo un’iniziale fase di studio, la gara la sblocca Ferman al 7′: il numero dieci riceve una palla in verticale e davanti a Lardo mantiene la giusta freddezza per eludere l’uscita del portiere e segnare a porta sguarnita. La Torriana trova il raddoppio al 14′ grazie al nuovo-arrivo Bazato che direttamente dal calcio d’angolo trova l’involontaria deviazione di un difensore locale e sorprende Lardo. Poche occasioni nella prima parte di gara per i locali. Da segnalare Dario Diamante che, al 17′, vince un rimpallo in area e solo davanti a Pettenà si fa stoppare dall’uscita del portiere ospite. Il duello si ripete al 4′ della ripresa, ed è ancora provvidenziale l’uscita bassa dell’estremo giallo-blu; la squadra di casa alza il baricentro, con gli isontini che arretrano con timore e sprecano molto in ripartenza, ed in cinque minuti la Bombonera pareggia l’incontro: prima è Dario Diamante a finalizzare un contropiede in superiorità numerica, poi, dopo un palo a porta sguarnita di Virgolin, è Imazio a trovare con un coast-to-coast la puntalata dal limite dell’area che vale il 2-2. Ferrazzo un minuto dopo riporta gli Highlander in vantaggio con un destro dalla distanza che si insacca sul palo lontano, ma al 18′ ancora una ripartenza in superiorità numerica innescata dallo sgusciante Imazio permette a Virgolin di trovare il pareggio da pochi passi. Come nella precedente situazione, la squadra isontina ci mette solo un minuto per tornare (questa volta definitivamente) in vantaggio, ancora con Ferman che si libera abilmente del  proprio marcatore e da dentro l’area batte Lardo imparabilmente per la rete che vale la vittoria, sudata nel convulso finale, ma meritata.
Ufficio stampa HIGHLANDER

A Ravascletto il raduno del settore arbitrale

È ancora estate, ma metereologicamente la due giorni di Ravascletto (7 e 8 settembre) ha presentato uno scenario decisamente autunnale per il gruppo arbitrale delle LCFC, pronto a radunarsi ancora una volta all’Hotel Sportur, abituale sede del “ritiro” conviviale di prestagione. Ne abbiamo parlato con il responsabile del settore Bruno Marcuzzi.

Quali gli obiettivi del raduno?

Sono molteplici: creare un momento di aggregazione, condividere e discutere alcune criticità, cercando nel contempo di migliorare alcuni aspetti delle performance arbitrali, ottenere un convivio per rendere ancora più coeso un gruppo che mette passione e amicizia ma vuole anche cercare di essere più professionale possibile.

C’è stata partecipazione?

Devo dire che abbiamo passato due giorni – nonostante si sia iniziato a lavorare sulla parte atletica e ci si sia confrontati su parecchi aspetti tecnici – in un clima di festa reso possibile anche dalla presenza di mogli e familiari, dalla squisita compagnia della Puzzoli’s band (da anni al nostro seguito) e dalla visita di alcuni Consiglieri e del Presidente della Lcfc Daniele Tonino. Direi che la partecipazione, nel complesso, è andata oltre le aspettative.

Quali sono i temi affrontati?

Sappiamo, inutile negarlo, che uniformità di giudizio non ci sarà mai, e quindi bisogna lavorare per limitare il più possibile gli errori. Che ci possono essere, ma che devono essere affrontati con serenità, cercando di mantenere con i tesserati un dialogo sereno e costruttivo. Il mio discorso e quello del Presidente hanno voluto centrare queste situazioni.

C’è qualcuno che vuoi ringraziare?

Certamente tutti i presenti per la partecipazione alla attività collaterali proposte (visita al museo della Carnia, tombola ecc), alle autorità locali, allo Sportur, ai dirigenti della Lcfc intervenuti ma soprattutto all’organizzatore principe di questo evento, Dino Lodolo.

Prossimo appuntamento per il settore?

La riunione del 24 settembre. Lì aspetto gli arbitri in massa!

 

 

CFC5: Rovedo stellare, sette reti per far volare il Putra

La Coppa Friuli C5 giunge alla penultima giornata della prima fase: dai due gruppi da quattro squadre ciascuno usciranno le semifinaliste per la vittoria finale. Nel Girone A è colpo a sorpresa del San Daniele che, in casa, sorprende il leader del tabellone Passons Calcio a 5, trovando in Capuano e Fabio Iengo le triplette decisive, alle quali si aggiungono le reti di Carlo Iengo e Passon.

Continua...