La stampa locale ci racconta così

LCFC. 2^ CATEGORIA

GAMBERO, DUE PASSI INDIETRO

Clamorosa sconfitta casalinga per opera dell’Arcobaleno

 

BAR AL GAMBERO – ARCOBALENO 1-2

BAR AL GAMBERO: Pascolo, Vinci, Tolazzi (Di Monte), Anzilutti, Galante (Bongiorno), Rainis, Zarabara, Maichoal Cescutti, Gregorutti, Urban, Restifo (Valentino Paschini).

ARCOBALENO: Claudio Venchiarutti, Donada (Venturini), Claudio Paschini, Fabro (Simeone), Chiaiutta, Stefano Forgiarini (Giancarlo Venchiarutti), Lenna (Masoli), Collini (Alex Forgiarini), Bologna, Nesich, De Simon (Picco).

ARBITRO: Massimo Cescutti di Tolmezzo.

MARCATORI: al 24’ Maichoal Cescutti su rigore; nella ripresa al 6’ Collini, al 34’ De Simon.

Amaro.  Pareva una partita scontata nell’immediata vigilia per la corposa campagna acquisti messa in atto dal Bar al Gambero con l’arrivo in squadra di giocatori di qualità ed invece il campo ancora una volta si è dimostrato giudice inflessibile e l’Arcobaleno sfruttando al meglio le poche occasioni gol avute, ha sovvertito ogni pronostico portandosi a casa due inaspettati punti. Gli amaresi devono solo recitare il mea culpa per le clamorose opportunità realizzate avute e non finalizzate, vuoi per imprecisione, vuoi per eccessivi personalismi ed infine anche per un po’ di sfortuna quando nella ripresa dopo aver subito il pareggio ospite usufruivano del secondo sacrosanto penalty che Paschini in doppia battuta mandava prima sul palo e poi sul fondo. La prima palla gol capitava sui piedi di Bologna che però non riusciva a deviare in rete un cross di Donada, poi al 24’ il vantaggio locale: atterramento di Restifo da parte di Collini ed il conseguenterigore veniva trasformato da  Cescutti. Al 38’ clamorosa la palla gol per Gregorutti ma a due passi dalla porta mandava a lato e stessa sorte poi capitava ad un colpo di testa di  Restifo. Al 6’ della ripresa su angolo di De Simon, Collini trovava in tutta libertà l’inzuccata vincente, quindi al 16’ botta su calcio piazzato di Cescutti ed era traversa piena ed al 24’ l’episodio del già raccontato secondo penalty per gli amaresi.  Al 34’ punizione non irresistibile di De Simon che sorprendeva il portiere Pascolo e nel finale ancora opportunità per Gregorutti, ma il risultato non cambiava.  

                                                             Re.Dam

Pubblicato sul Messaggero Veneto in data 07/10/2010

 

La stampa locale ci racconta così

GIR A: Il Farla tiene alta la bandiera delle neopromosse

GIR B: Gorgo e San Vito al Torre si vestono da Corsari

Girone A. Un solo successo all’esordio con protagonista

il neo promosso Farla che ad Orgnano dopo aver subito

il vantaggio locale ha saputo con molta personalità prima

trovare il pareggio con Tarelli e poi operare nella ripresa

il sorpasso con Forte e Delle Case, mentre l’altra matricola

Ss 463 Majano viene sonoramente sconfitta dal Campeglio

che ringrazia il tridente composto da Sinuello-Galvani e

Bortolò. Successo di misura dei carnici della CoopCa ed

Extrem ko per l’eurogol di Topan, poi grande prestazione

difensiva dei gialli del presidente Serini, quindi la giornata

ha fatto registrare la beneaugurante vittoria interna del Sos

Putiferio con vittima gli udinesi degli Anni 80 che nulla

hanno potuto sulle conclusioni di Saccavini e Dugaro.

Unico pareggio quello uscito dal confronto tra Carpacco

e Pizzeria le Valli con il botta e risposta tra Orlando e Dugaro.   

Girone B. Le pessime condizioni atmosferiche  allagano

il comunale di Cargnacco costringendo al rinvio del match

con l’Edil Quattro, mentre Climassistance-Osteria al

Gardilin in pieno accordo tra le due squadre viene preventivamente

posticipata a data da destinarsi. Nelle altre partite, blitz

esterni per Gorgo e S. Vito al Torre con i primi a ringraziare

la doppietta di Cassan per superare l’Officina Zanon ed i

secondi a rendere fruttifera la botta di Gardin per vincere in

casa della new-entry Caffè Colonna. Poche le emozioni in

quel di Lestizza con la sola eccezione al momento della decisiva

rete di Turco, mentre la Dimensione Giardino mette sotto il

Nobile Impianti con Simionato e Ziraldo, ma ospiti sempre in

partita ma non è bastata la rete di Passalenti.

                                                       red

 

Articolo e foto pubblicati sul Messaggero Veneto del 06/10/2010

La stampa locale ci racconta così

 

AIUTO, C’E’ IL FLAIBANO DI CHIVILO’ E FONGIONE

Tutto è pronto per la 26ma edizione del Friuli Collinare calcio a 11 che vedrà ai  blocchi di partenza 148 squadre. Si apre ufficialmente la “caccia” ai campioni in carica del Thermokey Rivarotta in un campionato che, alla luce delle nuove iscritte – alcune delle quali con grosse potenzialità tecniche – potrebbe riservare qualche sorpresa. In Eccellenza le favorite sono Thermokey e  Ziracco. I primi difenderanno con i denti il titolo mentre lo Ziracco, dopo aver ottenuto un secondo posto sia a livello regionale che nazionale, cercherà di risalire sul gradino più alto del podio. Attenzione anche al Corno e  al Flaibano. La rosa di quest’ultimo è stata potenziata  dagli arrivi del trequartista Lorenzo Chivilò, dall’attaccante Alberto Micoli, da un centrocampista offensivo come Dimitri Zuttion, e da due difensori del calibro di Marco Di Bin e Diego Fongione. Giocatori di buon livello tecnico che hanno dato un valore aggiunto a una squadra già di per se ben amalgamata. Nella massima serie si affaccia per la prima volta l’Amaranto. “Il gol promozione arrivò negli ultimi 5 minuti dell’ultimo turno per cui  il salto di categoria, come racconta Renzo Rossi, è percepito come un regalo della fortuna. E noi c’è lo vogliamo godere, anche se non riuscissimo a salvarci. Vola basso Rossi perchè che dopo aver perso giocatori come il bomber Antonino Monorchio, Riccardo Batesta e Simone Sabot, tutti passati a Cussignacco, sponda dilettanti, deve anche fare a meno di quel mister, Paolo Faleschini, che per 6 anni ne è stato il condottiero. Agli Amaranto sono però arrivati Luca Balloch, Giuseppe Antonacci, Fabio Pugnale e Davide Scheckter, mentre la guida tecnica è affidata al tandem Stefano Rizzi/Giovanni Turco. Ragazzi che andranno ad alimentare un gruppo già consolidato e sul quale si punterà per raggiungere la salvezza. Anche i Warriors sono neopromossi. I guerrieri, che per molti anni sono stati in categoria hanno deciso, come tradizione, di puntare su quei ragazzi che hanno ottenuto la promozione. Tutti confermati quindi in una rosa a cui si sono aggiunti Paolo Bresolin e Nicolò Picotti. Rientrano invece a casa, dopo un anno sabatico, Sandro Paviola e Miconi Mauro. Occhio anche a San Lorenzo e Jalmicco, matricole che pare si siano rinforzate con l’obiettivo di stupire.

Prima Categoria: Va segnalato una ricorrenza importante: gli Anni 80 compiono 18 anni. Sono tanti i campionati disputati in lcfc e, per questo, il presidente Roberto Anselmi ha voluto presentarsi al via con una rosa competitiva arricchita non solo dai ritorni di Marco Mattelloni e Michele Picogna, ma anche dai nuovi arrivi: Massimiliano Centa, Simone Ronco e G.Valent.

Buone chance per un campionato da protagonista anche per la Pizz. Alle Valli. ‘L’ idea – chiosa Cristian Rucchin- è di migliorare il campionato della passata stagione e quindi provare a centrare la promozione” A una squadra già molto competitiva si sono aggiunti un paio difensori, un centrocampista d’esperienza come Mauro Dorligh, e il ritorno di un importante uomo di fascia come Alessandro Corredig. Nel gruppo B pare che il San Vito si sia attrezzato bene per la categoria: “Siamo consapevoli di essere una neopromossa – racconta Simone Cecchin– ma vogliamo provare a  centrare una posizione medio alta anche alla luce dei nuovi giocatori che sono venuti a darci una mano. Atleti che vengono tutti dai dilettanti e che speriamo  possano fornirci un identità importante”. E allora conosciamo i nuovi arrivi: il portiere Diego Galliussi (ex Aquileia), il centrocampista Davide Trivellato (ha giocato in 1a categoria nel Veneto), gli attaccanti Paolo Bergnagna (ex Trivignano) e Rudi Pontel (ex Aiello). Toccherà al nuovo mister Dionisio Bergamin, che potrà contare sull’aiuto di Alessandro Menon, trovare subito la ricetta giusta per far decollare il S.Vito.

Chi ha sete di rivincita, dopo la retrocessione dello scorso anno sono gli Am. Villa Primavera. Nessuno della vecchia rosa ha abbandonato la nave. Anzi si lavora per ritornare in Eccellenza. “Non sarà facile – dichiara Marco Nistri – ma ci proveremo. Il nostro obiettivo primario è divertirci anche se siamo consapevoli che abbiamo le possibilità per ritentare la scalata”. E per cercare di cogliere l’obiettivo i biancoverdi puntano sugli arrivi di Alessandro Cavassi e Massimo Zorzi, sul rientro a tempo pieno di Marco Nistri, ma soprattutto sui ritorni del picici Nicola Tea e Fabio Antoniacomi, entrambi guariti dopo lunghi infortuni.
SECONDA E TERZA CATEGORIA: Qui regnano molte incognite. Squadre che sono ancora in fase di costruzione, altre già pronte per la partenza, qualcuna che nasconde le carte per non scoprirsi le virtù. Se poi diciamo che in Terza ci sono formazioni che, sulla carta, hanno potenziali da serie superiori, ecco che i play off potrebbe regalare qualche sorpresa. Sarà sicuramente un campionato all’insegna dell’equilibrio dove, con l’andar del tempo, si potranno scoprire giocatori e formazioni che potranno fare la storia di questa edizione. A tutte un grandissimo in bocca al lupo.

    Paolo Comini

Pubblicato su Tremila Sport in data 01/10/2010

Domini salva lo Ziracco

ZIRACCO – SEDILIS 1-0

ZIRACCO: Tavano, Giaiotti, Franzil, Domini, Micottis,Bertolano, Bonafin (Fuenzalida)(Bernardis), Mascia, Pontoni (Rosa), Stefanutti, De Biasio
SEDILIS: Stojanovic, Mattiuzza (Mario Tubetti), Fabretti,Vidoni (Qualizza), Picogna, Grassi, Arnoldo, Giovanni Tubetti, Canciani, Vattolo, Orlando (Piccini).

ARBITRO: Palumbo di Udine.
MARCATORE: al 37’ Domini.

ZIRACCO. I vicecampioni nazionali con in panchina il neoallenatore

Aurelio Ermacora cominciano la stagione vincendo di misura contro

un Sedilis che per quanto fatto vedere in particolare nella ripresa

avrebbe forse meritato il pareggio, ma la prodezza balistica di capitan

Domini ha deciso un match molto equilibrato e ben giocato dalle

due formazioni che presentavano qualche volto nuovo.
Dopo soli 5’ bordata di Vattolo di poco a lato, quindi sino al 35’il gioco si sviluppava prevalentemente a centrocampo offrendo poche emozioni, la maggiore delle quali quando Giaiotti, raccogliendo una punizione battuta da posizione laterale, non  riusciva a deviare il pallone in rete.

Al 37’ l’episodio chiave del match: azione personale di Domini che, giunto nei pressi del limite dell’area, lasciava partire una rasoiata che andava a centrare il sette alla destra di Stojanovic. Davvero un eurogol! Prima del riposo, Sedilis vicino al pareggio, ma l’inzuccata di Arnoldo veniva respinta d’istinto da un attento Tavano. Nella ripresa Sedilis più intraprendente e Ziracco costretto ad arretrare il proprio baricentro, e al 20’ ancora Vattolo si rendeva pericoloso, ma la sua progressione non trovava la giusta finalizzazione, in quanto Tavano non si lasciava sorprendere, e al 26’ erano sempre i gialloverdi che cercavano il gol della parità, ma la conclusione sottomisura di Piccini non era fortunata.

La squadra di casa, nel frattempo  andava facendosi molto guardinga in fase difensiva, cercando poi di ripartite con qualche azione di rimessa, ma era ancora il Sedilis che cercava di sorprendere, senza riuscirci, Tavano, che si dimostrava sempre reattivo nelle respinte.

A pochi minuti dal triplice fischio di un sufficiente Palumbo, l’ultima palla gol della partita  giungeva da una punizione dai 25 metri di Franzil che però andava a lambire la parte alta della traversa.

Renato Damiani

Pubblicato anche dal Messaggero Veneto in data 05/10/2010

Anno sabatico per Gruer

Lestizza.  Dopo quasi sei anni di ininterrotta militanza nelle

fila dello Sclaunicco, Andrea Gruer, classe 1984 e nubile per

scelta di vita, non farà parte della formazione biancoviola,

almeno in questa stagione avendo rimediato nel torneo di Flambro

un brutto infortunio, con la rottura del crociato anteriore destro.

La sua innata disponibilità nei confronti degli altri non gli ha

però impedito di stare vicino agli ex compagni andando ad

occupare un posto di dirigente.
Nato calcisticamente nelle giovanili della Cometa Azzurra,

Gruer si accasa a San Giorgio, dove esordisce in prima squadra,

quindi una breve parentesi con il Flumignano, per poi

decidere di sposare il mondo amatoriale vestendo la maglia del

paese natio. In tutto questo tempo ha sempre avuto l’appoggio

incondizionato di mamma Daniela e papà Giacomo, sempre

presente al comunale di Lestizza.
Attaccante di razza, ha sempre saputo sfruttare la sua velocità

sulla fascia, mettendo a segno un buon numero di gol, e la sua

mancanza si farà sentire in questa stagione, come sottolinea

il presidente Valentino Tavano: “Una vera e propria tegola, in

quanto Andrea da sempre era il nostro riferimento offensivo,

e la sua indisponibilità inciderà non poco sul nostro campionato,

ma contiamo molto comunque sul suo contributo “esterno”,

sperando poi nel suo completo recupero fisico.

                                                                                             redam

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 05/10/2010

 

Le Protagoniste del Friuli Collinare c11: Pol. Bibione

Un altra veneta nella LCFC

ANCHE BIBIONE E’ IN “COLLINA”

Un’altra squadra del vicino Veneto si è iscritta al campionato amatoriale della Lega Calcio Friuli Collinare. Qualcuno la teme (sportivamente parlando), altri già la aditano a rivelazione. Probabilmente, nella Bassa, sono già in azione gli “osservatori” pronti a carpirne i segreti, le potenzialità, a ricercarne i punti di forza o l’anello debole…

Stiamo parlando del Bibione che ancora non è partita dai blocchi di partenza ma già nutre grande considerazione. Nella nota località balnerare c’è molta richiesta da parte dei ragazzi del posto di poter praticare calcio e ci sono anche delle strutture esistenti su cui poter cimentarsi. E  allora perché non provare a costituire una squadra che durante la stagione invernale possa essere un punto di ritrovo, un momento di aggregazione? L’idea è stata sottoscritta da molti e grazie alla disponibilità della Polisportiva Bibione, con in primis il Presidente Lorenzo Scodeller  e Mario Gargante, il nuovo progetto ha preso forma. Ne è nata una squadra relativamente giovane con una rosa di oltre 30 atleti pronti a trovare collocazione in un campionato a valenza amatoriale che non hanno mai affrontato.  Va sottolineato come tutti i partecipanti hanno avuto esperienze nei settori giovanili locali o in società dilettantistiche limitrofe per cui il quadro tecnico è da considerarsi di buon livello. A guidare dalla panchina il nuovo team ci sarà Emanuele Fornaro. Tutto è pronto per la nuova avventura anche se, come ci racconta un dirigente, l’obiettivo principale  è consolidare un gruppo che, attraverso il calcio amatoriale, vuole riscoprire e imparare i valori importanti che purtroppo oggi vanno scomparendo. Insomma c’è quella sana voglia di divertirsi giocando. Se poi arriveranno anche i risultati, tanto meglio.

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 01/10/2010

Le gare viste dai protagonisti

Da questa settimana vengono pubblicati i commenti lasciati, attraverso la compilazione del form invio risultati, nel dopo gara. Da questi vengono  tolti solo eventuali frasi che contengano insulti, parolacce, offese, o che possano dare adito a situazioni spiacevoli.

 

Jalmicco CalcioA.C.Gunners `95    2 – 0

VELOCE E CORRETTA 

Latteria TricesimoTurkey Pub    3 – 1

Buona partita a Raspano di Cassacco fra la Latteria Tricesimo e il Turkey Pub.Il primo tempo e’ stato molto equilibrato con diverse occasioni da ambo le parti.Al 38′ l’equlibrio si spezza grazie al goal realizzato dal ottimo Erman che realizza la rete del vantaggio battendo il portiere con un tiro da dentro l’area piccola.Nella ripresa la Latteria Tricesimo si butta in avanti per trovare il pareggio che arriva grazie a un fallo da rigore su Oggian. Snaidero realizza spiazzando il portiere ospite. Al 71′ arriva il vantaggio grazie a un eurogol di Dal Passo che con un tiro da fuori area coglie il sette alla destra del portiere.La squadra ospite cerca invano il pareggio ma al 80′ arriva il terzo goal con Oggian che realizza a porta vuota dopo una respinta del portiere su tiro di Snaidero. 
 

A.C. Real CervignanoA.C. Staranzano    1 – 1
Real Cervignano che si presenta enormemente rimaneggiato, in 11 contati, con 2, 3 giocatori con qualche problemino fisico. A fronte di ciò, prima della partita, il Real avrebbe messo la firma per un pareggio, ma poi, vedendo l’andamento della gara, possiamo dire che il pareggio è stretto. Primo tempo, un goal del ritrovato Ripa (detto Tita) portqa in vantaggio la squadra locale al 20′ e durante tutto il primo tempo, il portiere Donati non subisce nemmeno un tiro in porta. Il secondo tempo si apre con la formazione ospite che schiera 3 punte e mezza, ovviamnete il Real soffre (in quanto senza cambi) ma tiente testa fino a 5 min dalla fine. Note dolenti: un fuorigioco inesistente fischiato che ha bloccato un contropiede dove Ripa andava a tu per tu con il portiere ed un rigore clamorosissimo non dato a favore del Real.

A.S.D. Chiarisacco CalcioA.C. Bagnaria Arsa    1 – 1

Partita ben giocata da entrambo le parti con un pareggio giusto. ” grandi interventi del portiere del bagnaria

 

A.S.D. Aprilia MarittimaA.C. Palazzolo    4 – 2

Grande Prestazione di tutti i giocatori. Nonostante tutto abbiamo dato l’anima per la vittoria impegnandoci come non mai. Spirito di squadra! Avanti così ragazzi! 

A.C. LignanoPolisportiva Bibione    2 – 3

partita vivace giocata a viso aperto corretta e tranquilla nonostante si trattasse di un derby 

 

 

A.C. TisanaA.C. Gruaro    2 – 0

Il campo è in buone condizioni;le squadre partono spregiudicate e il Tisana ad avere la migliore occasione del primo tempo, con Papallo che sbaglia da due passi. Il Gruaro reagisce e testa le abilità del portiere Latisanese che si dimostra in grandissima forma, deviando in calcio d’angolo una conclusione ravvicinata e molti tiri dalla distanza. Il Tisana passa alla mezz’ora con Papallo che inventa un tiro imprendibile da 30 metri. Dopo l’intervallo gli ospiti sono arrembanti e cercano il pareggio con tenacia; Sabatlao però, che nel frattempo aveva rilevato un generoso Morsanuto, coglie in contropiede la difesa avversaria, saltando difensore e portiere e insaccando il definitivo 2 a 0. 

 

Dream Team ResiuttaSavognese    0 – 1
Buona partiti dei locali fino fino al 68 min. quando sono passati in vantaggio la Savognese su calcio d’angolo con tiro del n13 sul rimpallo del arbitro, che naturalmente fa parte del gioco. Da li in poi il Dream Team Resiutta ha attaccato lasciando alla squadra ospite le ripartite in contropiede. Infine arriva triplice fischio finale sullo o a 1. Una nota di merito va dato al portiere di casa Micelli Marco che sul calcio d’angolo dove maturato il goal ammetteva che aveva toccato la palla, facendosi che l’arbitro tornasse indietro sulla sua decisione e gli diede la mano.

Over GunnersA.S.D. Adorgnano    1 – 2
Partita vinta dagli ospiti all’ultimo minuto con una punizione dalla distanza. Gara dove i padroni di casa non meritavano di perdere, andando in vantaggio con rigore di Peresutti e pareggio sempre nel primo tempo dell’Adorgnano e sempre su rigore. entrambi giustamente sanzionati dall’arbitro. In mezzo un paio di occasioni per i Gunners sciupate a tu per tu con il portiere. Nel secondo tempo gli ospiti colgono il palo su punizione e poco altro dato che nella ripresa si è giocato davvero poco.

A.C. MorsanoMerce Rara FC    1 – 2

Bella partita. Un pareggio ci stava. Peccato il gol annullato dall’arbitro per un fuori gioco inesistente a detta di tutti…

A.S.D. Corno CalcioAmatori San Lorenzo    1 – 0

Corno Calcio squadra esperta, San Lorenzo squadra giovane.. Inizia la partita e dopo tre minuti il Corno poteva essere già due a zero. Due errori di Valentincic davanti al portiere. Alla mezzora sempre Valentincic di testa insacca alla sinistra del portiere. Nel secondo tempo dopo dieci minuti un palo di Cappelletti. IL portiere del Corno inoperoso per quasi tutta la partita soltanto nel finale si vede il San Lorenzo con un tiro su punizione a tre metri dal palo.

 
Dimensione GiardinoA.S. Nobile Impianti Calcio    2 – 1

Bella gara, corretta, ben giocata dalle due squadre e ottimamente arbitrata. Risultato giusto (più occasioni da gol e miglior gioco espresso da Dimensione) ma anche Nobile fatto la sua parte.

Amatori CisternaCollettivo Savio FCB    2 – 1
Inizio equilibrato,goal meritato della squadra ospite,subito il goal la squadra locale ha preso l’iniziativa sprecando diverse occasioni,nel secondo tempo codesta meritava il vantaggio nei minuti finali

 

Asd CariocaPingalongalong    1 – 0
Vittoria meritata dei padroni di casa, che sprecano anche diverse altre occasioni da rete. Solo la bravura dell’estremo ospite Peressutti evita al Pingalongalong un passivo ben più pesante.

A.C. Collerumiz ACS Buje    1 – 1
Partita tranquilla. pareggio risultato equo

Am Ciconicco VillaltaS.S.D. Orzano    0 – 1
Per la prima gara della stagione 2010/2011 si affrontano al campo vecchio di Fagagna gli Amatori Calcio Ciconicco-Villalta, retrocessi dopo una stagione in 1a categoria, e i neopromossi dell’S.S.D. Orzano. Gara subito molto viva, con gli ospiti per nulla intimoriti e pronti a ripartire verso l’area avversaria sfruttando la fascia destra. La manovra dell’ACCV è fluente, ma quasi mai riesce ad impensierire seriamente Ciani. L’Orzano si affida alle ripartenze veloci e in questo modo riesce a guadagnarsi un calcio d’angolo; proprio dal corner vanno in vantaggio, con Specia che coglie impreparata la retroguardia dei padroni di casa, insaccando di testa. L’ACCV non si perde d’animo e continua a tessere la manovra, senza però riuscire a creare occasioni vere e proprie. L’Orzano si copre e riparte quando ne ha l’occasione, creando più di qualche apprensione. La ripresa continua con la stessa trama: i padroni di casa abili nel posseso palla e nell’impostazione, ma ancora in cerca della giusta intesa tra i due centravanti Causero e Zanetti, e gli ospiti ben coperti e dinamici a centrocampo. L’ACCV non riesce di fatto a concretizzare un paio di palle vaganti in area avversaria, mentre l’Orzano sfiora il raddoppio nel finale con gli ospiti sbilanciati in cerca del pari. La partita termina cosi sullo 0 a 1, premiando gli ospiti per la loro concretezza. Partita molto viva e corretta da ambo le parti, ben diretta del sig. Lombardi.

AC CarpaccoBar Pizzeria “Le Valli”    1 – 1
Partita molto equilibrata dove la squadra locale è brava nelle ripartenze mentre la squadra ospite forse fa più gioco. Il pareggio è il risultato giusto. Molto bravi ed attenti entrambi i portieri. Il sig. Di Lenarda bravo ed attento.

A.R.S. CalcioA.C. Montenars    1 – 1

I locali partono subito con sprint, e dopo pochi minuti di studio a centrocampo, si fanno vedere presso la porta avversaria in tre occasioni di fila con Guerra e Pashencko; tiri ribattuti da un ottimo portiere.Poi di nuovol’ARS con Buttazzoni che intercetta una palla della sua squadra destinata ad entrare in rete. Gli ospiti fanno sporadiche apparizioni dalle parti di Felice, con Giorgini, marcato però da un ottimo Della Mea. Altre occasioni per l’Ars prima con Uliana che fallisce da distanza ravvicinata, poi con Guerra, su cui il portiere avversario fa un ottima parata, e infine con un tiro dalla distanza di Nicoli che sfiora la traversa. Nelle azioni spesso c’è lo zampino dei centrocampisti Artico e Zuliani. Ma nel calcio si sa, se non si concretizza poi si paga,e sugli sviluppi di un corner dopo una breve mischia in area c’è l autogol di Buttazzoni. L’Ars dopo subito il gol gioca con un po di troppa frenesia, ma non ci sta a lasciare l’intera posta agli ospiti. Nella ripresa entrano Leonetti,Lorenzetti, e Tonello a dare nuova linfa al centrocampo arsiano, e dopo vari tentativi Paschenko va in gol con un bel diagonale. La partita finisce con un pareggio che sta molto stretto ai locali per la quantità di occasioni create.

 

AC BelfioreDrink Team    1 – 1
Smette di piovere ed inizia il campionato !!! potremmo proprio illustrare così la serata. Dopo i vari acquazzoni che si sono scatenati in zona prima dell’inizio della partita, una auspicata tregua ha permesso l’inizio al campionato. Il campo nonostante la situazione meteorologica si presentava in discrete condizioni ed allo scadere delle 20.30 ha inizio la partita, gara attesa da entrambi le compagini per partire col piede giusto. Tanta attesa però ha contratto le squadre che non sono riuscite a sviluppare gioco, pensando più a rompere che a costruire. Poco precisi i locali a centrocampo che pagavano diversi centimetri agli avversari ed al secondo errore nella linea mediana, il primo graziati da una palla che esce di poco, si lasciano sorprendere e si fanno infilare nell’unico tiro del Drink Team, di tutta la serata, nello specchio della porta. D’altro canto neanche il Belfiore non ha impegnato il portiere ospite, ma ha avuto un maggior possesso palla ed è riuscito a realizzare con Nardo. Il giocatore è stato lesto sul portiere in uscita a raccogliere un colpo di testa di Pittis su una delle tante punizioni calciate dai locali dalla mediana ospite. Emozioni poche, gioco spezzettato e fischio finale su un’azione dubbia in area ospite con Vidotto che viene spinto da dietro mentre si appresta a calciare in porta. obbiettivamente ci poteva stare anche il penaltì ma al primo fischio l’arbitro ne a seguiti altri due… e tutti negli spogliatoi con il rimpianto d’esser partiti non proprio col piede giusto. Una partita sostanzialmente corretta ed anche ben arbitrata, da un arbitro che ha ben letto nelle pieghe della gara ed ha saputo non sentire alcune parole in più che venivano proferite inutilmente dai giocatori in campo. Complimenti!

Le protagoniste del Friuli Collinare c11: Villesse

IL VILLESSE E FORT. DIVERTIMENTO E AMICIZIA…

A Villesse calcio dilettantistico e amatoriale hanno felicemente convissuto per molti anni. Il sodalizio includeva entrambe le compagini, c’era unità d’intenti, esisteva collaborazione, e bei rapporti umani. Ma da qualche tempo non c’era più grande armonia tra alcuni dirigenti delle due componenti. Non grandi cose. Ma quando un rapporto comincia a scricchiolare, per il bene comune, è meglio prendere delle decisioni.  Magari anche drastiche. E allora la fazione amatoriale, che riconosce e ringrazia il Villesse calcio per quanto di buono maturato  in 5 anni di convivenza, cambia strada. La filosofia del calcio “alternativo”  gli è sempre piaciuta. Costituisce una nuova Associazione, valuta le varie proposte sportive e poi si fa attrarre dal campionato amatoriale della Lega Calcio Friuli Collinare. Ora la  nuova dirigenza si dichiara carica di nuovo entusiasmo e, anche se riconosce che esiste qualche  preoccupazione, conferma l’immensa voglia di rimettersi in gioco. Questa nuova realtà la presenta il neo presidente Nicola Moschion. “ La nostra è una storia che dura da oltre 20 anni. Essa racconta come nei primi 16 anni abbiamo partecipato solo a semplici tornei mentre nelle ultime quattro stagioni ci siamo cimentati nel campionato amatori della FIGC. Questo divorzio però ci ha fatto riflettere – continua Moschion. Per questo abbiamo deciso di fare una nuova esperienza, conoscere nuove organizzazioni sportive, confrontarci con altre squadre. L’input di iscriverci al Collinare è venuto da un ragazzo che gioca con noi e contemporaneamente partecipava alle manifestazioni della LCFC. Questa struttura ci è stata descritta positivamente per cui ci siamo imbarcati in questa nuova sfida. Una sfida che, posso affermare con orgoglio, sarà affrontata con un nucleo di 23 persone di cui ben 17 sono del paese. Insomma una squadra di amici che punterà sulla coesione del gruppo e sull’amicizia. Obiettivi? Essendo la prima stagione, chiosa ancora il presidente, non conoscendo la forza delle altre compagini, cercheremo di capire prima di tutto le nostre potenzialità. La nostra squadra non ha grandi stelle, a parte Stefano Fort, unico ad aver giocato a buoni livelli nei dilettanti, per cui punteremo prima di tutto a divertirci cercando nel contempo di offrire un buon calcio amatoriale”.     

Pubblicato anche su Tremila Sport il 10 settembre 2010

Over 40 pronti al via

C’ E’ PIU’ GUSTO NEGLI OVER 40 

 La voglia di non appendere le classiche scarpette al chiodo, la consapevolezza che scendere in campo contribuisce a  migliorare il fisico e la mente, l’intento di cimentarsi in un calcio giocato a ritmi più lenti dove prevale la tecnica e l’esperienza, sono alcuni aspetti che albergano tra i giocatori degli Over 40. E’ un campionato interessante nel quale i pedatores che hanno frequentato i migliori “salotti” dilettantistici, fanno da contraltare ad atleti meno dotati. Tutti però uniti da un unico comun denominatore: la passione per il calcio. E in questo contesto convivono in un campionato dove ci sono squadre dalle grandi capacità tecniche e organizzative  ed altre il cui  sogno principale è quello di essere ancora protagoniste. Non necessariamente per vincere ma per partecipare, magari con una rosa di amici ultraquarantenni. E questo è già un successo in un ordine di idee dove la sconfitta non è certo perdere una partita ma non riuscire più a fare la squadra. D’altronde gli impegni famigliari e lavorativi, l’età che avanza, il fisico che comincia a dare segni di stanchezza porta a fare considerazioni diverse da quando, in età giovanile, si calcavano le scene calcistiche. E allora per by passare i vari problemi che, per le ragioni sopracitate, si potrebbero verificare,  ecco che quasi tutte le rose delle squadre sono composte da oltre trenta giocatori. Un numero elevato certo, ma che dà la tranquillità di poter giocare senza patemi d’animo un campionato che, a ottobre, ripartirà dai blocchi di partenza. Rispetto alla passata stagione una novità: l’ingresso della Brigata Brovada che, dopo aver militato a lungo nel Friuli Collinare, raggiunto i limiti d’età, ha deciso di migrare nel campionato Over. Ecco le 24 protagoniste del prossimo campionato,  stagione che inizierà con venerdi 8 ottobre 2010. 

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 24 settembre 2010 

 ECCO I PROTAGONISTI:

  AMATORI BEIVARS
  LA ROSA
  TOTO E GLI AMICI
  PREMARIACCO
  COOPCA TOLMEZZO
  ZIRACCO CALCIO
  OVER SANGIORGINA CALCIO
  DON BOSCO
  BICINICCO BOYS
  BRIGATA BROVADA
  AMASANDA 86
  V.G. SAN DANIELE
  FELETTO 90
  PASSONS
  BAR GARDEL ARTEGNA
  BASALDELLA OVER
  PIZZ.DA PIPPO UNO
  LA TAVERNETTA REMANZAC
  AXO CLUB BUIA
  EVRAZ PALINI BERTOLI
  OVER CJASSA’
  OSTERIA DA LODIA
  ASD ASA
  CANARINO OVER 40
   

Premiati i protagonisti del fair play

 Fair play. Spesso questa parola e questo concetto fanno bella mostra di se solo nelle intenzioni. Soprattutto dove esiste un calcio in cui gli interessi non sono solo quelli del divertimento e della passione. Doti invece che arricchiscono il campo amatoriale. Qui si gioca con un obiettivo primario, quello del divertimento, in cui moltissimi atleti, pur cercando di ottenere la vittoria (è naturale che in qualsiasi sport si scenda in campo per vincere)  sanno anche accettare la sconfitta. E non è poco. Qui non ci sono pressioni, diritti televisivi o plusvalenze. La sconfitta, anche se talvolta non viene digerita, ha un sapore meno amaro e la vittoria esalta la prestazione, non gli obiettivi.  Ma c’è anche chi arriva nei campionati amatoriali pensando di entrare in un mondo dove l’unico obiettivo è il risultato. Un obiettivo a volte troppo sfidante, se non raggiunto, crea disarmonia e frustrazione, produce crepe all’interno di un gruppo, fa calare la propria autostima e rischia di compromettere l’aggregazione di squadra. E allora, soprattutto in campo amatoriale, perché non cercare di posi degli obiettivi meno performanti ma sicuramente più raggiungibili? D’altronde uno solo vince mentre gli altri stanno a guardare. Bisognerebbe puntare a cercare dei piccoli traguardi personali (migliorare la prestazione, non perdere la fiducia in se stessi, divertirsi). Sono delle piccole mete migliorabili gara dopo gara. Sicuramente questi piccoli obiettivi porterebbero a una motivazione diversa che aiuterebbe anche un contesto di gruppo e che farebbe crescere, anche sotto l’aspetto mentale, il giocatore. Vivere quindi delle sensazioni positive senza lasciarsi trascinare dalla vittoria a tutti i costi è sicuramente possibile. Lo dimostrano i gesti virtuosi accaduti durante la passata stagione sportiva. Non solo atleti artefici di questo tipo di prestazione, ma addirittura delle squadre. E proprio questi protagonisti sono stati premiati davanti al pubblico che ha presenziato all’Assemblea Generale del 30 settembre. Ecco gli episodi che hanno portato al riconoscimento:  

GLI EPISODI

 Friuli Collinare calcio a 11 : Amaranto – Latteria Tricesimo  3-1 (1a categoria 2a giornata

 Si gioca il big match tra Amaranto e Latteria Tricesimo. Il punteggio, quando mancano 10 minuti dal termine, è di 2-1 per la squadra di casa. I locali creano un azione di superiorità numerica e lanciano il loro capitano, Simone Rizzi, in contropiede. Rizzi salta un avversario e s’invola verso la porta ma quando arriva sul limite dell’area si accorge che il giocatore dribblato risente di un problema muscolare. Interrompe l’azione, che forse gli avrebbe dato il 3-1,  e lancia la palla in fallo laterale offrendo la possibilità all’avversario di essere soccorso.

 ***************************************************************

 Campionato Friuli Collinare

ARS Calcio – ASD Campagna  4 – 3 

 Devis Felice, dopo uno scontro fortuito è lanciato a rete. L’avversario rimane a terra ma quando l’attaccante buiese si accorge delle condizioni dell’avversario, a due passi dalla porta, si ferma e calcia fuori.

***************************************************************

Campionato Friuli Collinare calcio a 11

AS Warriors – Latteria Tricesimo 1 – 1 

 La gara è di quelle che valgono la leadership. Per il girone A di prima categoria sono opposte Warriors, che insegue a un punto la vetta, e la capolista Latteria Tricesimo. A differenza di quanto ci si possa aspettare la sfida  è corretta e senza alcuna esasperazione. Merito di tutti gli attori in campo, bravi a interpretare una partita come un gioco e dimostrando con i fatti qual è il significato di correttezza e lealtà sportiva. Un plauso anche all’arbitro, Franco Conzutti,  umile e bravo a interpretare la gara.  Ma veniamo a quelli che sono stati gli episodi virtuosi che hanno illuminato, in ottica fair play il match: Nel primo tempo, sul punteggio di 1-0 a favore dei guerrieri, l’ospite Fabio Fanti cade in area. L’arbitro assegna il rigore e si dirige verso la lunetta. Fabio Fanti però si rivolge al direttore di gara, dichiara che non era stato commesso dal difensore alcun fallo. Ammissione che fa cambiare decisione al direttore di gara. Ma non è finita. Nella ripresa Angelo Del Gobbo raccoglie un traversone e in tuffo gonfia il sacco. L’arbitro convalida. Poteva essere il 2-0 per i locali. Invece Angelo, di nome e di fatto, si dirige dall’arbitro e lo informa che non ha segnato di testa, come percepito in un primo momento, ma con la mano. L’arbitro ne prende atto, non convalida la segnatura, ammonisce Del Gobbo (forse, visto il gesto, l’arbitro avrebbe potuto sorvolare sul cartellino giallo anche se nessuno può contestare una sanzione prevista da regolamento) Per la cronaca la gara finisce con una rete per parte con i gol siglati, guarda le coincidenze, proprio dagli autori dei due gesti. Ma le fatalità non finiscono qui: il minuto in cui si sono verificati gli episodi coincidono con il 20° rispettivamente del primo e secondo tempo. Insomma, vince lo sport, quello sport che ha saputo coniugare divertimento, agonismo e amicizia, fair play proprio in una delle gare più importanti del loro campionato. Complimenti a tutti.  

*********************************************************************************** 

Campionato Friuli Collinare calcio a 11

Millennium – Am. Calcio Ruda 3-4 

 Si gioca la gara tra Millennium e Am. Calcio Ruda, valida per il gruppo B di seconda categoria. La sfida vede i padroni di casa in vantaggio per 2-1 quando l’arbitro concede, tra le proteste locali, un calcio di rigore al Ruda. L’occasione per portarsi sul pareggio è ghiotta ma Kristian Pilon, interpellato dall’arbitro su sollecitazione dei giocatori di casa, ammette di non avere subito il fallo. Il direttore di gara cambia la sua decisione, gli animi si rasserenano, e la partita si riapre. Complimenti all’arbitro, per avere cambiato decisione, ma soprattutto a Pilon che con un gesto virtuoso ha dimostrato come i valori dello sport possano emergere anche nei momenti critici di una gara.

************************************************************************************

 Campionato Friuli Collinare calcio a 11

Moby Dick Rojalese e Turkey Pub Cividale 0 – 2

 Si gioca la gara di recupero tra Moby Dick Rojalese e Turkey Pub. Il punteggio era sullo 0-1 e  Matteo Messere del Turkey Pub viene atterrato. Il direttore di gara assegna il penalty alla squadra ospite che, con l’eventuale realizzazione, avrebbe potuto chiudere definitivamente l’incontro. Messere però comunica all’arbitro che il fallo è avvenuto fuori dall’area di rigore. Il direttore di gara cambia la sua decisione tra gli applausi convinti degli avversari.

 ********************************************************************************** 

Campionato Friuli Collinare c11

Gara di Eccellenza tra AC Gunners 95– Ziracco Calcio 1 – 1

 E’ un derby. Il punteggio è ancorato sul 1-1. Al 10 ° della ripresa c’è un rilancio dello Ziracco. Il pallone arriva all’ultimo difensore dei Gunners Andrea Deganutto che difende palla ma s’infortuna (stiramento). A questo punto non riesce più a difendere il pallone dal pressing portatogli da Carlo Bonafin il quale ruba palla e s’invola indisturbato verso il portiere locale. L’attaccante, che in un primo momento non si è accorto dell’infortunio del difensore, capisce la difficoltà dell’avversario e appena entrato in area si ferma e calcia volutamente a lato.

 ************************************************************************************

 Campionato “Giancarlo Geretti” over 40

Bar Gardel Artegna – La Rosa  2 – 1 

 Al 15° del primo tempo, Roberto Spanghero segna un gol viziato da un netto controllo della mano. L’episodio sfugge all’arbitro. Ma con grande lealtà il giocatore della Rosa, ammette l’accaduto e fa cambiare la decisione dell’arbitro.

 ************************************************************************************

 Campionato “Giancarlo Geretti” Over 40

Evraz Palini Bertoli – Il Canarino  0 – 3    (2°  giornata – prima fase)

 Ancora un bel gesto di grande lealtà sportiva. Questa volta nel campionato Geretti over 40. La gara è Evraz Palini Bertoli vs Canarino. La gara vede i locali sciupare, per imprecisione, nitide occasioni di fronte al portiere ospite. Il Canarino gioca bene di rimessa e al primo affondo passa con un incornata precisa di Lozito. L’Evraz gioca a un campo ma è ancora il team ospite a passare su punizione di Marchetti. Due minuti dopo l’episodio che potrebbe riaprire il match: Iacuzzo va sulla linea di fondo e crossa per l’accorrente Roberto Bissacco, lesto a insaccare. L’arbitro convalida la rete. E qui esce l’educazione sportiva e il fair play di Bissacco che chiama il direttore di gara e lo informa che, quando è stato fatto il cross dal suo compagno di squadra, la palla era completamente fuori. L’arbitro accetta la sua dichiarazione e annulla il gol tra i complimenti dei giocatori ospiti. Bravo.

************************************************************************************ 

Campionato amatori calcio a 5

DLF Energia e Natura – Amatori Forever 5 – 3 (1° giornata)

 E’ il 13° della prima frazione (punteggio 2-0) quando il portiere del DLF, Vito Barbera, blocca un tiro avversario con una parata a terra. L’arbitro impallato dallo stesso portiere, caduto con la palla verso la riga e la schiena verso il campo, non riesce a valutare esattamente se la palla ha varcato la linea. Si avvicina all’estremo difensore e gli chiede se la palla ha effettivamente superato la linea di porta. Il portiere, con grande sportività e fair play, conferma e la rete viene convalidata tra i complimenti di avversari e compagni di squadra. 

 *************************************************************************************

Coppa amatori c5

Bild – Rosanna e Maurizio  3 – 6  

 Viene assegnato un rigore alla squadra ospite del Rosanna e Maurizio. Il giocatore Cristian Bianchin ammette di non aver subito fallo, dichiarazione che induce l’arbitro a cambiare la sua decisione.  Ammirevole

 ************************************************************************************

 Campionato carnico amatori

Gara tra Socchieve eAtletico Bancone 4-3

Roberto Polonia  (Am. Socchieve)

 Siamo sul 3 a 3. Atletico Bancone è in difesa. La palla è rincorsa  da Fabrizio Michelotti,  in vantaggio rispetto agli altri. Il difensore si strappa  prima di raggiungere una palla che giunge a Claudio Polonia che, solo,  potrebbe concludere a rete. Polonia però si accorge che l’avversario è dolorante a terra e calcia la palla in fallo laterale.  

 ***********************************************************************************

Premio “Amatori si diventa –

Fair play come stile di vita ”

 Campionato Friuli Collinare c5

Atletico de Eccher – Gnau Sport  3-1

 La squadra ospite dello Gnau Sport, dopo che le era stata assegnata una rete dall’arbitro, ha segnalato allo stesso che la palla non aveva completamente superato la linea di porta entrando in rete. L’arbitro ha cambiato la sua decisione ed ha fatto riprendere il gioco con una rimessa del portiere.

 ************************************************************************************

Campionato Friuli Collinare c5

Gara 3° categoria tra Futsal Club 50 – Real Madracs  6 – 4

 A due minuti dalla fine il portiere del Futsal, Gottardo, ha un malore. La squadra del Real Madracs, su invito del capitano Marco Pontoni, nonostante il Futsal fosse in vantaggio e senza portiere (portato in pronto soccorso) chiede all`arbitro di finire la partita in anticipo. Al rifiuto del direttore di gara il Real Madracs, nonostante fosse sotto di due reti, rinuncia a giocare facendo trascorrere il tempo fino al triplice fischio.

 ***************************************************************

 Friuli Collinare c11 – 3a Categoria

Enoteca Sandi – Paura&Delirio a Collosomano 3 -2

Gli ospiti sono in vantaggio di una rete. Poco dopo trovano il raddoppio ma nell’azione che porta al secondo gol, non si accorgono che a terra c’è un giocatore dell’Enoteca Sandi. Nemmeno l’arbitro, impegnato a seguire l’evolversi dell’azione, si accorge e convalida la rete. Gli ospiti, a gol realizzato, sentono le lamentele avversarie e si rendono conto dell’accaduto. Decidono così di lasciare palla all’attaccante del team locale, che indisturbato, realizza la rete del 1-2. Un grandissimo gesto di correttezza sportiva, difficilmente visibile sui campi. Complimenti alla squadra dal nome lunghissimo dove alberga un etica sportiva di elevatissimo spessore.

 ************************************************************************************

Premio Etica dello Sport

                                               La Tavernetta Remanzacco

Campionato Geretti Over 40

VG San Daniele – La Tavernetta

 Si gioca la semifinale d’andata del campionato tra VG San Daniele e La Tavernetta Remanzacco. Durante la gara, causa un problema tecnico, si spegne l’impianto di illuminazione. La partita è sospesa. A termini di regolamento, se la squadra ospitata non accettasse la ripetizione, ci sarebbe la perdita della gara per il team ospitante. La Tavernetta, che con la vittoria a tavolino avrebbe potuto ipotecare la finale, accetta di rigiocarla. Complimenti al team di Remanzacco che con questo gesto ha dato una grande dimostrazione di quali siano i veri valori dello sport.

***********************************************************************************

Premi Fair play e Sport per Tutti

 Questi premi sono riservati alle Associazioni che hanno sempre rispettato i princìpi del calcio amatoriale, contribuendo anche al miglioramento del nostro movimento 

 Premio Fair Play:  Virtus Udine 93

Premio Sport Per Tutti:    Effe 84 Friulclean   

                                                                                              Paolo Comini

                                                        Pubblicato anche su Tremila sport del 24/09/2010

Tremila Sport

Dal 2007 TremilaSport è uno dei punti di riferimento dell`informazione sportiva regionale. Prossimamente, è intenzione del settimanale, al fine di darci maggiore visibilità, intensificare la collaborazione con le squadre iscritte alla Lega Calcio Friuli Collinare. Anche per questo vorrebbe offrire a tutte le Associazioni la possibilità di vedere realizzato e pubblicato, in formato 1/2 pagina e a colori, il proprio poster. Un servizio che potrà dare maggior risalto ai protagonisti del torneo. Per maggiori informazioni invita le Associazioni interessate a chiamare la redazione allo 0432 3330893, oppure a inviare i recapiti telefonici dove volete essere contattati, via mail, ad [email protected]