Super Bosco trascina il San Lorenzo

San Lorenzo – Torsa  4-2

 San Lorenzo: Peressini, Picotti, Ferreri, Tonero, Pettarini, Gaspardo, Della Mora (Codramaz), Bon (Sambo), Don, De Sabbata (Misano), Bosco (Bernardis).

Torsa : Paron, Tonasso (Pidalà), Marello (Pestrin), Tempo (Zanello), Gigante, Pallamin, Sacripanti, Deganis, Bandiziol (Metaj), Zoccolan, Cecconi.  

Arbitro: Russian di Capriva.

Marcatori: all’8’ Bandiziol, al 9’ e al 20’ Bosco, al 23’ Sacripanti; nella ripresa al 34’ Sambo, al 36’ Bosco.

Manzano. Sembra finito il periodo di ambientamento nella nuova categoria per la matricola San Lorenzo (nella passata stagione ad un passo dalla finalissima) e contro il Torsa i ragazzi di mister Desinano hanno incamerato i due punti al termine di una partita dagli alti contenuti agonistici con soventi ribaltamenti di fronte ed occasioni gol sui due fronti. Ha vinto la squadra di casa con il momento topico del match che si è consumato nei minuti finali ed il convincimento che i manzanesi hanno tutte le carte in regola per recitare un ruolo di primo piano, ma pure l’ossatura del Torsa consente un certo ottimismo. Partita tirata sin dalle prime battute e all’8’ Torsa in vantaggio con un perfetto cross a rientrare di Sacripanti corretto in rete di testa da Bandiziol, ma dovevano passare solo 60” per il pareggio del San Lorenzo con un piatto destro di Bosco dopo una bella manovra corale. Al 20’ locali al sorpasso ed era ancora Bosco a superare Paron, ma il primo tempo si chiudeva in perfetta parità in quanto il Torsa trovava il pareggio con una conclusione di Sacripanti che finiva imparabile alla sx di Peressini. Nella ripresa le due squadre davano la netta sensazione di vicendevolmente temersi con difese molte attente e gioco a consumarsi prevalentemente a centrocampo, poi al 34’ Sambo dopo una disattenzione degli avversari conquistava la palla e dai 25 mt. trovava la bordata che Paron intuiva ma non tratteneva. Dopo soli 2’ sfruttando un giusto vantaggio, Bosco si confermava match-vinner inventandosi la botta da fuori area che andava a finire nelle vicinanze del sette alla dx di un  incolpevole Paron, poi nulla più accadeva sino al fischio di chiusura.

                                                                                                                Renato Damiani

Pubblicato nche sul Messaggero Veneto del 09/11/2010

Zuccolotto, il Flaibano nel cuore

Più che buona la partenza del Flaibano nel girone di Eccellenza del Collinare con la difesa a sinora dimostrarsi reparto molto affidabile ed uno dei suoi protagonisti è certamente Luca Zuccolotto, classe 1979, convivente con la fidanzata Elena e figlio di Gianni, arbitro di punta della Lcfc negli anni passati ed attuale allenatore del Dignano dopo una lunga parentesi sulla panchina del Cisterna. Calcisticamente Luca inizia e gioca sino ai 14 anni nei settori giovanili del Flaibano, poi decide di cambiare aria approdando in successione a Sedegliano e Coseano, ma in questo cammino deve purtroppo combattere con due brutti infortuni che lo costringono a quasi due anni di inattività con le ginocchia di entrambe le gambe ad accusare la lesione ai legamenti. La forte tempra del giocatore e la grande voglia di ritornare in campo gli consentono di superare queste momenti difficili e quindi ritrovare il “suo” Flaibano dicendo sì alla avance degli amatori, formazione che da tre anni è divenuta la sua seconda famiglia. Questo feeling con gli amici e l’amore verso Elena, lo portano alla decisone di metter su casa a Flaibano proprio nelle vicinanze del campo sportivo. Per il suo ruolo di difensore centrale poche le reti realizzate, ma quella messo a segno in Coppa Regione nelle file del Flaibano, resta nell’album delle cose da ricordare.

                                                                                                                        Redam

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 09/11/2010

I vostri commenti (calcio a 11)

A.C.Gunners `95 – C.D.A. Flumignano    0 – 1   

 per una mancanza di zuccheri clarotti sviene in area e l’arbitro concede il rigore,lo stesso clarotti privo di forze lo realizza.

 Coopca Tolmezzo – AC Carpacco    3 – 1   

 bella partita, combattuta con molte occasioni da gol e pali, pero’ la coopca aveva un di lena in piu’

Latteria Tricesimo – Bar Pizzeria “Le Valli”    1 – 0   

si gioca a raspano la partita tra la latteria tricesimo e la pizzeria le “valli”tra due squadre di centro classifica.partenza con le due squadre molto contratte e con poche occasioni da gol.apre le ostilita’ la latteria tricesimo che al 14’con snaidero in contropiede va’ vicino al gol con un tiro ben parato dal portiere ospite. al 17′ su cross al centro area grande occasione con mellinch che di testa impegna il portiere. Al 20′ occasione per “le valli” che battono una punizione a sorpresa e mettono rucchin davanti al portiere che calcia alto. al 30′ la latteria passa in vantaggio,gran tiro di mellinch da fuori area che colpisce la traversa,la palla cade in area piccola dove fanti ribatte in rete.nella ripresa al 11’tiro da fuori area di dorligh alzato sopra la traversa da novach che nega il pareggio agli ospiti.la latteria si difende con ordine e lascia poche occasioni per gli ospiti e in contropiede rischia in piu’ di qualche occasione il raddoppio.

Turkey Pub – SS 463 Majano    5 – 2   

prima vittoria del turkey con punteggio che penalizza eccessivamente la statale in partita fino a venti minuti dalla fine . vantaggio locale con clochiatti pareggio con punizione di macoritto e nuovo vantaggio turkey con domenis su lancio di braidotti. nel secondo tempo parte meglio la statale che trova il pareggio con una super azione personale di celotti daniele. poi il turkey trova le energie per reagire e va a segno tre volte con domenis perabo’ e flaibani che poi non pago esce per doppia ammonizione

A.C. Farla – Extrem    2 – 1   

partita combatutta risolta a 5 minuti dal termine con punizione maestrale del mister giocatore forte alessandro

Anni 80 – Polisportiva Orgnano A.D.    2 – 1   

partita di buon livello e ben arbitrata.primo tempo con 2 grandi gol (uno per parte) secondo tempo i locali passano cn motta su rigore.da segnalare negli anni 80 il gradito ritorno in campo dopo lunga assenza di una bandiera come michele picogna

Officina Zanon/A.R.S. Galli – Osteria al Gardilin    2 – 1   

vittoria cercata, voluta dai galli che dopo quattro pareggi la ottiene meritatamente primo tempo tutto dei galli con diverse azioni da gol 1 a 0 secondo tempo con qualche cambio i galli soffrono un po ed il gardelin ottiene il pareggio ma dopo i locali riacciuffono il meritato vantaggio finale di partita un po duro con due espulsioni i galli hanno meritato la vittoria……terzo tempo al chiosco con pastasciutta per tutti e la bevuta offerta da fasso per i suoi 32 anni che compie lunedi’ otto novembre….auguri…..

A.S.D. San Vito al Torre – Edil Quattro Palut/Prissinins    1 – 0   

gara al di sopra delle aspettative in quel di san vito al torre in una serata umida, con la compagine dei padroni di casa che parte subito all’arrembaggio ma una retroguardia ben ordinata non gli permette di affondare il colpo per tutto il primo tempo. nella ripresa dopo due bei tiri da fuori area di nardin e bergamin i sanvitesi fanno in vantaggio al 10° con il solito gardin che realizza un sacrosanto calcio di rigore decretato per l’aterramento di andrea rossi che viene falciato in area avversaria. altre due belle occasioni da rete poi con menon, minut e simeon che però non si concretizzano. dopo il triplice fischio finale di un buon arbitro i sanvitesi festeggiano la terza vittoria in campionato che gli permette di rimanere nei piani alti della classifica.

ASD Gorgo – Rangers/Birago Bar    0 – 0   

brutta partita giocata male da parte del gorgo anche senza rischiare niente in difesa ma non e stata capace di giocare bene come il solito un po per il campo molle e un po per la scarsa vena dei propri giocatori,comunque risultato giuso perche le due squadre non hanno quasi mai tirato in porta, arbitro con mania di protagonismo e non dato un rigore netto a 5 minuti dalla fine per il gorgo ammesso anche dalla squadra ospite.

A.C. Pozzecco – A.C. Ruda    0 – 1   

gara decisa al 1°minuto di gioco da un sinistro secco e preciso di scridel. nella prima frazione di gioco il pozzecco fatica ad organizzare una reazione decisa e continua, mentre il ruda si chiude bene con un reparto difensivo solido e sempre ben guidato da capitan bertocco. nella ripresa i locali riescono finalmente ad aumentare l’intensità della loro pressione mettendo più volte a dura prova la resistenza degli ospiti che si chiudono sempre più nella loro metà campo. soprattutto negli ultimi dieci minuti di gara si assiste ad un vero e proprio assalto all’area del ruda, ma il pozzecco non riesce a trovare la zampata vincente per trovare almeno un pari che alla fine sarebbe stato anche meritato.

 

A.C. Bressa – Colloredo Digas    4 – 1   

 una partita dove il risultato è legittimato da una bella prestazione del bressa molto ben organizzata a centrocampo e cinica in attacco.il primo tempo si chiude sul due a zero con le reti del solito geatti e da monterisi oltre ad alcune occasioni non sfruttate dai locali, mentre il colloredo digas cercava di impegnare gli avversari con delle ripartenze ben neutralizzate dalla difesa comandata dall’esperto bertuzzi. Il secondo tempo si apre subito con due reti del bressa con l’ottimo namio e dal bomber scherf. ormai rilassata dal risultato già acquisito, si faceva mettere in difficoltà un paio di volte, di cui una molto ben sfruttata dagli avversari che segnavano la rete della bandiera.da sottolineare l’ottima direzione di gara del sig. andriola.

 

Pol. Valnatisone – Over Gunners    1 – 3   

 I gunners di povoletto hanno vinto meritatamente.

  

 Dream Team ResiuttaA.R.S. Calcio    2 – 2   

 2 a 2 in quel g. stefanutti di alesso (ud), dove il dream team resiutta immagazzina il primo punto della stagione in un brutto pareggio. passano in vantaggio la squadra di casa con cecconello ivan con 1 tiro da fuori area. si arriva alla fine del primo tempo con la situazione capovolta, 1 a 2 a favore dell’ a.r.s. calcio. entra all’inizio del secondo tempo osellame daniele, che sarà la pedina importante di mister cristiano antonio, infatti prima tira un punizione sul palo del portiere che para in calcio d’angolo poi ne tira 1 altra che va alta, infine trova l’angolino dx del portiere siglando il 2 a 2. resta da segnalare un ottima parata dal portiere di casa respinta sui piedi dell’avversario che a botta sicura tira ma trovandosi sulla traiettoria adami sergio ad mandare fuori il pallone. concludendo le squadra di casa può dire giocando male i punti arrivano.

 

A.C. Montenars – Blues Fc    4 – 1   

 a montenars la sesta giornata di campionato metteva di fronte i padroni di casa degli amatori calcio montenars contro i blues di buia. squadre ancora a secco di vittorie: il team ospite in cinque incontri ne ha pareggiati due l’ultimo venerdì scorso nel derby contro l’a.r.s., e uscito sconfitto tre. i padroni di casa invece la prima bruciante sconfitta l’hanno subita sabato scorso presso il rettangolo di gioco di amaro mentre le restanti quattro partite le ha tutte pareggiate. nella squadra di mister marangoni mancavano diverse pedine per il suo scacchiere di gioco due nomi su tutti petris il portiere titolare era stato appiedato dall’giudice sportivo dopo i fatti di sabato passato e oggi si accomodava in tribuna così come capitan lucardi a cui era stato sventolato un cartellino verde e scontava solamente una giornava di squalifica. l’arbitro designato era il signor di lenarda. il montenars centra tra le mura amiche una preziossima vittoria per quattro a uno con le reti di tuti doppietta,giorgini e infine stefani che batteva nanino per il definitvo quattro a uno. per i buiesi aveva segnato neri. buona la direzione del fischietto di lenarda.

 Pingalongalong – Atletico Nazionale    7 – 1   

 partita che si mette subito bene per i padroni di casa che a meta’ del primo tempo conducono per 3 a 0. la prima frazione si conclude con i pingalongalong in vantaggio di 5 a 1. nel secondo tempo i ritmi calano e il moimacco amministra andando a segno ancora 2 reti. piu’ che sufficiente la direzione arbitrale del signor bazzaro.

 A.C. Pozzuolo – AC Risano    2 – 1   

 partita dominata dal pozzuolo; nel primo tempo dopo una traversa di monticoli passa in vantaggio con rigore conquistato e realizzato dallo stesso monticoli. sempre nel primo tempo il pozzuolo non riesce a concretizzare e spreca due occasioni con la ferrera e una con bulfon. nel secondo tempo altre tre occasioni fallite dal pozzuolo prima del raddoppio a cinque minuti dalla fine con berlasso; nel recupero accorcia le distanze il risano con passone su punizione a due in area.

  

A.P.D. Valmeduna – A.S.D. Biauzzo    1 – 3   

campo pesante ma praticabile. si segnala che il biauzzo dopo aver segnato 0-1 faceva fare il pareggio (1-1)al valmeduna che si era fermata per far soccorre un giocatore infortunato degli ostiti. grande fair-play.

Millennium – A.C. Muzzana    3 – 0   

in questa occasione la millennium ha finalmente raccolto quanto seminato. intensita’ di gioco e concretezza sotto porta da parte delle punte hanno consentito di portare a casa una vittoria mai in discussione. un risultato che fa’ morale e consente di inseguire con maggior determinazione l’obiettivo che la squadra si e’ posta a inizio campionato.

A.S.D. Chiarisacco Calcio – Strassoldo Alcoolica    3 – 1   

vittoria netta del chiarisacco nonostante la pessima direzione dell’arbitro che usava anche nei confronti dei tesserati un linguaggio inappropriato

A.C. Gruaro – San Marco Iutizzo    7 – 1   

il risultato parla chiaro, gli amatori gruaro non hanno lasciato spazi agli avversari partendo con 3 gol nella prima mezz’ora. lo iutizzo però con qualche palla filtrante avrebbe potuto accorciare le distanze. nel secondo tempo il gruaro dilaga lasciando allo iutizzo solo il gol della bandiera su calcio di rigore.

 

A.C. Gorizia – A.C. Villesse    3 – 2   

partita maschia fondamentalmente corretta. elevato livello calcistico per la categoria di appartenenza. villesse poco cinico nelle conclusioni o dotato di poca fortuna.

A.C. Real Cervignano – A.S.D. Amatori Gonars    1 –

ottima partita giocate da entrambe le squadre. nel primo tempo, un ottimo real prende le misure ad un buon gonars e passa in vantaggio con un eurogoal siglato da biasiol sul filo del fuori gioco; forti le proteste degli ospiti ma inutili. passano 5 minuti, e nuovamente il real va a tu per tu con il portiere: sarebbe la fine della partita con il raddoppio se l’arbitro non avesse fischiato un fuori gioco inesistente. secondo tempo dominato dal gonars ma il real si difende con ordine e riparte in contropiede. da evidenziare un salvataggio sulla linea di finco al 30’s.t. circa, ed una traversa di mian 5 minuti dopo. la partita era giunta alla sua conclusione, quando bragagnini, a 15” dalla fine trova un eurogoal che nemmeno lui sa com’è riuscito. cmq, spettacolare partita, divertente ma peccato per quel goal sul finale. onore al gonars, che giocando così, può lottare per la vittoria finale in campionato.

 

Osteria da Daniela – Amatori Ronchi Calcio    3 – 2   

forse il pareggio era più giusto bisogna dare merito che l’ostaria da daniela ci ha creduto fino alla fina per vincere anche con un po di fortuna ce la fatta ha messo cuore e grinta specialmente nel secondo tempo che era in svantaggio di 2 a 1 trascinata da un fenomenale livon flavio un ragazzo di di 43 anni incredibile

Fobal – A.C. Gradisca    1 – 0   

partita leale da entrabe le squadre. il gioco espresso non e’ stato di alta qualita’ comunque entrambe le formazioni hanno tenuto un’ottima condizione atletica. risultato giusto visto le occasioni prodotte. arbitraggio molto buono.

 

                                              Campionato “Giancarlo Geretti” Over 40

 

F.C. Over Cjassa`GSA Don Bosco Plasencis    1 – 0

 dominio locale con diverse palle gol non sfruttate

Evraz Palini Bertoli – Amasanda 86    2 – 4   

 meritata vittoria dell’amasanda 86 che gioca in velocità e sfrutta tre gravi incertezze difensive dell’evraz.

I vostri commenti (calcio a 5)

Pura Vida Cafe` – Fagagna C5    5 – 8   

 buon primo tempo della pura vida che va avanti di 5 a 2 trascinata da 5 gol di lion. inizio secondo tempo in bambola e rimonta del fagagna che si porta addirittura sul 7 a 5. assalto del pura vida per poter rientrare ma gol che chiude le velleità sul finale portando il risultato sul definitivo 8 a 5 per i fagagnesi.

Marcatori: Lion Ivan (5) (Pura Vida Cafe`), D’Angelo Leonardo (Fagagna C5), Burelli Luca (2) (Fagagna C5), Narduzzi Alessandro (3) (Fagagna C5), Saro Andrea (2) (Fagagna C5)

Friuli Antincendi – I ragazzi del Tom    7 – 5   

la friuliantincendi porta a casa i 2 punti, con sofferenza, trovando la squadra i ragazzi del tom, molto agguerrita fino allo scadere dalla partita. locali, comunque, sempre avanti di due/tre lunghezze. da annotare la grande prova di diego fongione, autore di una doppietta e risolutore in molte situazioni di gioco in cui i compagni si ingarbugliavano. buono l’arbitraggio del sig. flocco, aiutato anche da tutti i giocatori.  

Marcatori: Cesca Sebastiano (I ragazzi del Tom), Pierobon Alessandro (2) (I ragazzi del Tom), Sbardella Marco (I ragazzi del Tom), Cecchini Michele (Friuli Antincendi), Fongione Diego (2) (Friuli Antincendi), Ponte Christian (3) (Friuli Antincendi), Scruzzi Igor (Friuli Antincendi), De Villa Alessio (I ragazzi del Tom)

 

F.C. Duronons – Manzignel    5 – 2   

partita delicata a carlino! da una parte i duronons vogliosi di confermarsi dopo la brillante vittoria su friuli antincendi, dall’altra un manzignel deciso a riprendersi dopo una sconfitta! prima parte di studio, con squadre bloccate che non riescono a trovare la via della rete anche per le parate dei due portieri! i duronons riescono a passare in vantaggio con battistella e pochi minuti dopo vanno di nuovo a segno con navarria. masuino cerca di dara la carica alla formazione ospite che allo scadere del primo tempo trova il gol con zamaro con un gran tiro dalla distanza e con la complicità di smania non sicurissimo! nella ripresa i duronons alzano il ritmo e il manzignel fa fatica a contenerli! navarria segna il 3-1, poi smania si riprende dall’errore del primo tempo e con una serie di belle parate tiene al sicuro il rìsultato! nel finale torna al gol bomber pauletto che per sbloccarsi ne fa addirittura 2! allo scadere il manzignel accorcia con zamaro!

Marcatori: Zamaro Paolo (2) (Manzignel), Pauletto Francesco (2) (F.C. Duronons), Battistella Alex (F.C. Duronons), Navarria Enrico (2) (F.C. Duronons)

Stella Moggese – Showbiz    4 – 5   

 partita combattuta da entrambi le formazioni, vinta dalla formazione atleticamente più fresca ma incontro rovinato dalla pessima prestazione dell’arbitro che ha continuato a fischiare interrompendo le azioni di gioco e ad emettere cartellini senza alcuna logica. non è possibile far arbitrare partite a certe persone, capaci di rovinare una partita che per fortuna non è stata mai nervosa ma solamente per la “maturità” dei giocatori in campo.

 Marcatori: Sgubin Alessandro (Showbiz), Scicchitano Cristian (Showbiz), Pascoletti Mattia (2) (Showbiz), Di Lenardo Umberto (Stella Moggese), Saveri Matteo (3) (Stella Moggese), D’Andrea Lorenzo (Showbiz)

Cinghiali di Zona – Mambo Football Club    5 – 4   

 gara in bilico fino alla fine, vinta dai granata di pradamano all’ultimo respiro. il mambo football club ha inseguito il vantaggio per tutta la partita, trovandolo solo a dieci minuti dal termine. la squadra di casa però non ci sta. i cinghiali di zona offrono ai loro tifosi una prova di cuore e carattere che gli permette di aggiungere altri due punti alla classifica. ben altra partenza rispetto alla stagione scorsa dove, dopo quattro partite, i cdz si trovavano ancora al palo. ci auguriamo sia di buon auspicio per evitare di acquisire la salvezza solo all’ultima di campionato.

 Marcatori: Chiccaro Elvis (3) (Mambo Football Club), Martincigh Cristiano (Cinghiali di Zona), Nonino Alberto (Cinghiali di Zona), Tion Stefano (3) (Cinghiali di Zona), Taverna Davide (Mambo Football Club)

 A.S.D. Il Jungle – A.S.D. Cergneu    0 – 3   

partita che ha visto gli ospiti esprimere un bel gioco,padroni di casa spaesati e mal organizzati in campo e in piu con lo svantaggio di non aver sostituzioni. match molto corretto e ben arbitrato dal direttore di gara.

 Marcatori: Orlando Loris (2) (A.S.D. Cergneu), Capitan Alessandro (A.S.D. Cergneu)

Atletico De Eccher – Formentera Team    1 – 5   

 bella gara. formazione ospite di qualità. il match è stato comunque combattuto fino a metà ripresa (fino al risultato di 1-3).

 Marcatori: Grattoni Luca (Formentera Team), Tubetti Mario (Formentera Team), Ongaro Sergio (Formentera Team), Michelutti Mauro (Atletico De Eccher), D’Orlando Thomas (2) (Formentera Team)

A.S.D. Celtic Udine – Bar Il Bagatto Modus C5    4 – 3   

 partita entusiasmante,complimenti al portiere della squadra ospite che ha fatto numerose prodezze. risultato ampiamente meritato per il grande gioco di squadra svolto dai nostri giocatori.

 Marcatori: Bardus Massimo (2) (Bar Il Bagatto Modus C5), Cimbaro Andrea (Bar Il Bagatto Modus C5), Tikulin Andrea (A.S.D. Celtic Udine), Albini Michele (3) (A.S.D. Celtic Udine)

A Bicinicco l’allenatore non serve

Campionato “GIancarlo Geretti” over 40

 

Regina della nostra rubrica per questo numero di SportTremila è la squadra del Bicinicco Boys Over 40, in questo turno pronta a “matare” l’Axo Buja con gli exploit sotto rete di Maestrutti e Bravo (doppiette per loro), Urban e Cucignato. Il gruppo nato dalla semplice idea di passare un’ora in compagnia ormai compie quasi un decennio e ci viene presentato dalle parole del neo dirigente Strìzzolo Arno che con entusiasmo si è prestato al nostro questionario.

 –         Il calcio non è solo uno sport ma è anche una commistione di persone che puntano ad un obiettivo. Qual è il vostro punto di vista?

La nostra squadra non ha particolari ambizioni a livello sportivo, per noi l’elemento fondamentale è lo spirito di gruppo che ci ha portato fin qui in totale armonia.

 –         Quindi tra mister e giocatori mai nessuna remora?

No, la compagine addirittura non ha mai avuto un allenatore. Ci siamo sempre gestiti con intelligenza e nessuno è mai rimasto in panchina a prescindere dal valore tecnico.

–         Con quale atteggiamento affrontate il campionato?

Non guardiamo ai risultati, quello che ci preme di più è poterci divertire tenendo sempre però un occhio al risultato che cerchiamo di non rendere mai negativo. Anche per questo partecipiamo alla coppa Geretti.

 –         Ci parli della vita di un dirigente. Quali caratteristiche deve avere?

La mia esperienza da dirigente è iniziata quando per motivi fisici sono stato costretto ad abbandonare il calcio giocato. La sofferenza da fuori campo è sicuramente maggiore perché non è possibile sfogare le energie negative accumulate a causa della partita. E’ insomma necessario  possedere delle belle “spalle larghe” altrimenti…>>

                                                                                                               Valentina Bernardinis

 Pubblicato anche su Tremila Sport del 05/11/2010

Lord… Forgiarini. Real Sella macchina da gol

Friuli Collinare – Terza categoria

 

In terza va in scena anche il fair play. Nel gir. A, sul risultato di 1-0 a favore del [email protected] Gemona, dopo un contrasto in area tra Londero e Ivan Forgiarini l’ arbitro fischia il rigore per il Braulins. Il Forgiarini ammette che l’avversario ha colpito il pallone inducendo l’arbitro a cambiare la sua decisione. Complimenti. Per la cronaca la gara si è chiusa con la vittoria dei locali: Ballarini e Patat i risolutori. Qualche polemica nel girone B con la Virtus Udine che recrimina per un errore di valutazione dell’arbitro ma ammette lealmente che il Pingalongalong ha meritato di vincere anche se, forse, con un passivo troppo pesante. Sono 4 infatti le reti realizzate dalla compagine di Moimacco capace di realizzare con Pittioni(2), Vescul e Balus. Nel terzo gruppo è il Cisterna a scattare: la vittoria contro il Valmeduna, costretto alla corde dal rigore trasformato da Carlini e dal sigillo di Munini, vale l’aggancio in vetta al Colugna, oggi al palo per turno di riposo. Nel gruppo D alzano le proprie quotazioni Chiarisacco e Bagnaria Arsa. I primi espugnando il feudo del Morsan, il Bagnaria superando per 2-1 un coriaceo Strassoldo. Il Real Sella (E) continua a siglare gol a ripetizione. In questo turno è il San Marco Iutizzo a pagare dazio: Sgorlon, Comisso e  De Poi, confermano la buona vena offensiva della matricola di Rivignano. Se il Daniela governa solitario il girone F, alla sue spalle cominciano a fiorire nuove realtà: sono il Villesse, lesto a rifilare un poker d’assi, firmato Zonch(2), Fort e Altran, allo Staranzano, e i Rangers Terzo. I bianco verdi passano in scioltezza sul prato di un Gradisca messo all’angolo dai colpi di Saggin (2), Fiorin, e Bergamin.   

                                                                                                      Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 05/11/2010

Lusso S.Vito. E Bergagna…

Friuli Collinare – Prima Categoria

 

Nel girone B di Prima categoria c’è una squadra che stà vivendo una bella favola. E’ prima in classifica, è imbattuta, il suo attacco è il più prolifico della categoria (9 reti in cinque gare). Stiamo parlando del San Vito al Torre che stà sfruttando al meglio lo straordinario momento di forma di Francesco Gardin, autore di 6 reti, e del capitano Andrea Menon capace di tuonare in tre occasioni, due delle quali nella gara vinta per 3-0 sul Birago Bar. “Il nostro punto di forza, chiosa il dirigente Simone Cecchin, è l’attacco dove all’appello mancano solo i gol di un altro bomber, Paolo Bergagna. Centra pali, sfiora reti di un soffio ma non riesce a sbloccarsi. Ma non è solo il reparto offensivo a dare garanzie: è’ tutto il collettivo. A cominciare da un pacchetto difensivo cementato quest’anno dal rientro di Dario Zamparo e ben protetto da Diego Cettolo e Diego Galliussi, portieri di grande affidabilità. Va anche detto che si vede la mano di mister Dionisio Bergamin, capace di trovare soluzioni tattiche anche a gara in corso. Insomma– continua Cecchin – considerato che le presenze ad allenamenti e gare è sempre cospicua – reputo che il gruppo possa regalarci un torneo memorabile>>.

Sarà sicuramente un campionato avvincente con Gorgo, Nobile Impianti, Osteria al Gardilin e Sclaunicco pronti a lanciare il guanto di sfida. Nel gir A la lepre Campeglio sfidava gli Anni 80. Ne esce uno 0-0 scialbo e spigoloso acceso nel finale da un dubbio intervento in area ospite e per cui il team del presidente Basso ha lungamente recriminato. Non ne approfitta l’altra capolista il SOS Putiferio, costretta al pareggio da un sorprendente SS463: a Zambolin ha replicato Mottes. Rallenta anche la Pizz Le Valli costretta alla resa da un pimpante Orgnano: Pavan e Lei ridanno ossigeno alla classifica degli orange.

                                                                                                                      Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 05/11/2010

Bentornato Castagnaviz. Così vuol guarire il Torsa

Friuli Collinare – Eccellenza

Il cambio di allenatore può generare nuovi stimoli, può alzare il livello d’entusiasmo, rende il gruppo più attento a certe indicazioni. Anche se negli amatori gli obiettivi finali sono diversi, gli sviluppi mentali che si creano all’interno di un gruppo sono preziosi. Solitamente il nuovo mister cerca di portare serenità, consapevolezza dei propri mezzi, regala fiducia, cambia mentalità di gioco. E per una squadra che non riusciva a trovare una propria identità cambiare vuol dire rinascere. E’ quello che stà succedendo al Torsa, squadra che non è ancora riuscita a esprimersi secondo le proprie potenzialità. In questo turno, in panchina, ha esordito Marco Castagnaviz, un ritorno. È lui l’uomo che in passato è riuscito a portare il Torsa fino alla massima serie e che ora è chiamato a risollevarlo da una classifica precaria. >> Il nuovo mister – racconta Loris Ballamin, centrale difensivo del Torsa, ci conosce bene e sa quali sono le nostre caratteristiche. Il gioco che abbiamo adottato finora non ci calzava a pennello: per questo abbiamo spesso faticato anche se, a onor del vero, a parte la prima gara,  abbiamo sempre lottato come leoni.  Ora speriamo che il calcio che predica Castagnaviz,  fatto di fraseggi, gestione della palla e movimenti collettivi, la situazione possa cambiare. I primi segnali si sono visti in casa della capolista Corno – continua Ballamin. Abbiamo giocato con personalità e se uscivamo con un pareggio nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo. Purtroppo, invece, abbiamo dovuto digerire l’ennesimo ko per 1-0: paghiamo la poca concretezza in attacco. Lo dimostrano i  due gol finora al nostro all’attivo che ci hanno permesso di trovare tre punti. Sono estremamente convinto che fra poco si sbloccheranno i nostri “picici” Malisan e Bandiziol e saranno dolori per tutte le difese. Se poi diciamo che mancano ancora all’appello gli infortunati Gianni Stroppolo, Alessandro Cecconi e Enrico Montina, Torsa può guardare al futuro con grande serenità>>.

La classifica è corta, sono parecchie le  squadre che  ancora faticano a ingranare. E’ il caso dei Gunners 95, sempre in partita sul campo di un Warriors in cui i guerrieri, salvati in un paio di occasioni dalle parete di Vosca, hanno legittimato la vittoria colpendo due legni e siglando il gol pesante con Pezzetta, appena subentrato a Pontoni. Ziracco, sfruttando i due rigori realizzati da  Stefanutti, rimane in vetta dopo essersi liberata di un indomabile Jalmicco a segno con Tuan, mentre Flaibano e Sedilis si sono annullati a vicenda (1-1).

                                                                                                       Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 05/11/2010

Il “Giardino con gli artigli”

Dimensione Giardino – Sclaunicco  2 – 0

Marcatori: al 36° Vota, al 58° Urbanetti (autorete)

Sovvertendo il pronostico, la Dimensione Giardino batte quasi a sorpresa ma con merito lo Sclaunicco. Quest’ultimo è incappato in una giornata storta: troppi i passaggi sbagliati, difesa ballerina e poco efficaci le puntate offensive:pertanto i locali, grazie a una diligenbte conduzione di gara e sfruttando i punti deboli avversari hanno incamerato 2 punti importantissimi per risalire la classifica. Vota ha sfruttato al meglio i passaggi “all’indietro” dei difensori ospiti; al 33° si è inserito, come lama nel burro, nella linea difensiva dello Sclaunicco, segnando il gol del vantaggio. Si aspettava la reazione della squadra ospite, che però non è arrivata. Anzi, sono stati ancora i boys di Lavariano a raddoppiare con la complicità di Urbanetti e del portiere avversario.  Discreto l’arbitraggio di Contin di Risano.

Cosa va –  La grinta a centrocampo e la voglia di vincere per risalire la classifica della Dimensione Giardino

Cosa non va – Le amnesie in terza linea dello Sclaunicco: i due centrali difensivi non ne hanno azzeccata una.

                                                                                                                                Stefano Cossaro

Pubblicato anche su Tremila Sport del 05/11/2010

A Romans sono tornati i tempi d’oro

Friuli Collinare – Seconda categoria

 

La storia di una squadra può essere vissuta come un bioritmo, ovvero con delle curve sinusoidali che vanno a evidenziare i cicli della vita sportiva. Ci sono  periodi positivi, altri negativi con le curve a dare un idea di quale è lo stato attuale del sodalizio. Ebbene se analizziamo quello dell’ASAR Romans (Sec. Cat. Gir B), terzo in classifica, possiamo presupporre che la sinusoide stia ritornando verso l’alto, alla rincorsa del vertice. Infatti gli amici di Romans, da qualche anno hanno intrapreso un nuovo progetto, hanno ritrovato gente e stimoli. Lo sa Giampaolo De Toni, dirigente delle camisete bianco blu. >> Sono orgoglioso nell’affermare che il nuovo corso stà funzionando. Prova ne è il grande pubblico che segue, ovunque, le nostre partite. L’obiettivo è ritornare a vivere i fasti di un tempo percorrendo la vera via amatoriale: coinvolgere la gente del paese, avere un gruppo dove tutti possano giocare e in cui i pedatores si sentano partecipi di un progetto, come in una grande famiglia. La squadra è affidata a mister Giampiero Budicin il quale condivide la nostra filosofia e la applica senza remore. Quest’anno hanno sposato la nostra idea giocatori con passati dilettantistici come Massimo Da Rio, Nicola Zorin e Roberto Lepre per cui, insieme a molti ragazzi giovani, polmoni della squadra, speriamo di fare un buon campionato. Finora, vedendo anche l’ultima, gara risolta dal gol di Gianluca Solidoro – conclude De Toni – siamo stati efficaci sotto porta. Speriamo che l’effetto concretezza rimanga sino alla fine>>. Nel gruppo A riflettori accesi per Atti Impuri (1-0 al Pocenia) e Pol. Tre Fontane, costretta al pareggio (2-2) in casa della quotata Drink Team. Dignano, corsaro a Orzano grazie a Della Vedova e D’Amato, guida il girone C mentre il Al Gambero risulta la squadra più in forma del gruppo D: la tripletta firmata da Maichol Cescutti blocca il Montenars e lancia la squadra di Amaro al vertice.   

                                                                                                                           Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 05/11/2010

Il Celtic sogna in grande, il Bagatto per la prima volta alza bandiera bianca

Friuli Collinare calcio a 5 – Terza categoria

ASD Celtic Udine – Bar il Bagatto Modus c5   4 – 3

Dopo una attenta consultazione di tutti gli almanacchi sportivi in nostro possesso, possiamo affermare con certezza che non si ricorda peggiore inizio di stagione per i tutti neri di Tarcento. C’è chi storceva il naso per i tre pareggi consecutivi, c’è chi chiede la testa dell’allenatore anche se non c’è, insomma sono giorni di grande fermento in casa modussina per cercare di fermare questa emorragia di risultati. Analizzando la partita con il Celtic Udine il giorno dopo a mente fredda, possiamo dire che la sconfitta ci può stare, anche se resta il rammarico per come è maturata. Il Celtic si è dimostrata più squadra, più forti tecnicamente e con un discreto giro palla, cosa mancata totalmente ieri sera ai ragazzi del Bagatto che hanno subito per tutta la partita, nonostante si siano trovati in doppio vantaggio dopo pochi minuti grazie alla doppietta di un ritrovato capitan Bardus (c’è una certa assonanza con un altro famoso capitano, scoprite chi è…) Il Bagatto è andato al riposo avanti di 2 gol a 1 tenuto a galla da uno strepitoso Morandini, ritornato sui livelli degli scorsi anni. Poi, come spesso è accaduto in questa stagione, nella ripresa c’è stato il tracollo che ha visto il Celtic portarsi avanti per 3 a 2. Solita reazione nervosa dei tutti neri che trovano il punto del 3 a 3 con il solito Cimbaro che timbra con regolarità il suo cartellino, ma purtroppo a questo punto della partita non ce n’era più (che avesse avuto ragione la meteora Busutti?) e così è arrivato anche il gol del 4 a 3 finale al quale non si è saputo porre rimedio. Guardando il bicchiere come mezzo pieno e qui un po’ di ottimismo è d’obbligo, diciamo che non si può che migliorare visto quanto fatto finora. Serve solo un po’ di fortuna e vi assicuro che arriverà lunedì.
                                                                                                                                       Raffaele Anzil

Pozzuolo sgambetta Risano e riapre la corsa al vertice

 

Friuli Collinare – Terza Categoria

 

AC Pozzuolo- AC Risano 2-1

Al Comunale di Pozzuolo davanti ad una nutrita tifoseria della squadra di casa arriva il Risano reduce da 4 vittorie consecutive. Assente ancora una volta il bomber Cavallo, in panchina Piussi affaticato, Zuccolo ripropone per 10/11 la squadra che 7 giorni fa ha battuto il Villorba. Squadra corta e ben impostata quella del Pozzuolo che fin dalle prime battute impone il proprio gioco. Tre sono in fatti le occasioni  che fanno da preludio al goal dei padroni di casa che arriva dopo un lancio dalle retrovie:  la punta anticipa la difesa del Risano che insacca alle spalle dell’incolpevole Dal Ben. Subìto il goal il Risano sbanda e in più di un’occasione sfiora il raddoppio. Ripresa che si apre con 2cambi per il Risano fuori Ambrosini e Romanin dentro Piussi e Tessaro. Risano ci prova quindi a riaprire la partita gioca bene ma è inconcludente nei ultimi 30 metri.

La partita si incattivisce e in più occasioni dei interventi dei giocatori della squadra di casa diventano azioni cattive che l’arbitro sanziona in poche occasioni. Mister Zuccolo cambia modulo e ha 20 minuti dalla fine rischia tutto fuori Novello un difensore, dentro una punta De Matteis. La partita non cambia ed un Risano sbilanciato a 2 minuti dalla fine, dopo essere andato vicinissimo al pareggio con Piussi, subisce il 2 goal, in un’azione di contropiede che beffa l’incolpevole Dal Ben. Nel finale con una punizione dentro l’area, nei minuti di recupero il Risano accorcia le distanze (goal di Passone), ma ormai è troppo tardi.

                                                                                                        Tami William

Adorgnano si aggiudica il big match contro l’Arcobaleno. Ora è solo al comando

Friuli Collinare – Seconda categoria girone D

Il big match della sesta giornata nel campionato di seconda categoria girone d si conclude con la meritata vittoria dell’ adorgnano che regola con un perentorio 2 a 0 i padroni di casa dell’ arcobaleno. gli ospiti  partono subito bene e con un gioco a tratti spumeggiante mettono i brividi alla difesa osovana in più di una occasione. il vantaggio arriva al 21′ grazie al gol di cattarossi che si presenta solo davanti al portiere su perfetto assist di pellarini e insacca con freddezza. l’ adorgnano non pago del risultato continua a macinare gioco e raddoppia con una perla del “marsigliese” dordolo che su una corta respinta della difesa di casa calcia al volo e la mette là dove il  portiere non ci può arrivare. l’arccobaleno accusa il colpo e barcolla come un pugile che aspetta la fine del round. nel secondo tempo l’adorgnano controlla la gara senza grossi problemi lasciando l’iniziativa agli avversari che concedono  ampi spazi al contropiede. i ragazzi di mister bertossio potrebbero arrotondare il risultado in almeno due occasioni grazie alle incursioni di ermir budla miglior uomo in campo. nel finale l’ arcobaleno tenta il tutto per tutto ma è una reazione sterile e infruttuosa. si arriva cosi al fischio finale con l’ adorgnano che festeggia vittoria e primato in classifica alla fine di una bella partita convincente sopratutto dal punto di vista del gioco.
 federico bertossio

Duronons, missione compiuta

Duronons Friuli Antincendi   6-4

 Duronons: Smania, Tattoli, Ferigutti, Pinatto, Fadini, Pauletto, Battistella, Miolo, Navarria, Vicentini. 

Friuli Antincendi: Martin, Matteo Tessitori, Simone Tessitori, Ponte, Forgione, Cecchini. 

Arbitro: Marcuzzi di Pradamano.

Marcatori: Battistella, Miolo, Tattoli e Ferigutti (2) per i Duronons; Matteo Tessitori e Miolo (3) per il Friuli Antincendi.

 Carlino. Per la sua deficitaria classifica i Duronons dovevano cercare la vittoria anche se di fronte c’era la corazzata Friuli Antincendi, pur giunta a Carlino con gli uomini contati. Nel  primo tempo dopo l’illusorio vantaggio di Battistella, ospiti in cattedra con la doppietta di un immarcabile Ponte e Matteo Tessitori. Nella ripresa, i locali sfruttando la possibilità di attuare più di qualche cambio, operano un asfissiante pressing e tale atteggiamento tattico viene premiato dal pareggio raggiunto con i gol di Fadini e Ferigutti. Il sorpasso arriva attraverso un calcio di rigore procurato da  Miolo e poi trasformato con freddezza da Tattoli. Finale di match molto tirato con i Duronons ad ulteriormente allungare con Miolo, poi ospiti a rientrare in partita con la terza rete di Ponte e poco prima del fischio di chiusura di un ottimo Marcuzzi, Ferigutti  mette dentro la rete della definitiva tranquillità.

                                                                                                 red

 

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 05/11/2010

Di Lena e Clara sono i trascinatori della CoopCa

 

Coopca Tolmezzo – Canarino  3 – 0

Coopca: Jaconissi, Rossitti, De Toni, Urban, Copetti, Mainardis, Blanzan, Vidali, Di Lena, Clara, Felice, Casali, Cescutti, D’Andrea, Durigon, Polzot.

CANARINO: Mestriner, Salvatori, Sias, Cabrera, Dri, Bronzin, Chiarandinbi, Vit, Durisotto, Marchetti, Lozito, Campaniello, Durisotto, Menegatti, Zanini. 

ARBITRO: Mesaglio di Cavazzo.

MARCATORI: al 22’ Di lena, al 36’ Clara; nella ripresa al 32’ Di Lena.

 Tolmezzo. Comincia con un minuto di raccoglimento il match tra la CoopCa ed il Canarino e tale momento di sentita partecipazione è tutto per la scomparsa della signora Alba, moglie di Alvio Agarinis vice presidente storico della formazione carnica. Partita dagli alti contenuti tecnici, vista la presenza tra le due squadre di calciatori che hanno calcato palcoscenici regionali, e che si sblocca al 22’ con un preciso colpo di testa di Di Lena su invitante cross di Blanzan. Il raddoppio giunge al 36’ con l’opportunista Clara capace di testa di anticipare portiere e difensori avversari e poi centrare la porta incustodita. Gioca bene il Canarino, ma i  suoi problemi sono nella non finalizzazione in fase offensiva.  Nella ripresa al 32’ applausi per l’eurogol di Di Lena (pallonetto da posizione decentrata a scavalcare il portiere Mestriner), quindi il triplice
fischio di un positivo Mesaglio.

                                                                                        redam

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 05/11/2010

 

Vendemmia di gol per la Coop. Premariacco

Campionato Over 40 – girone Unico. La Rosa superstar in questo avvio di campionato e contro il Feletto ‘90 archivia la sua quarta vittoria consecutiva firmata da Benvengù e Macuglia, ma alle sue spalle si sono piazzate tre corazzate quali le Vg San Daniele (sei reti all’Osteria da Lodia firmate da Migotti, Barnaba, Dreossi, Oro, Tambosco ed una autorete), la CoopCa (Canarino ko per i gol di Clara e l’uno-due di Paolo Di Lena) e la Sangiorgina in cinquina con la Tavernetta con i gol di Lucca, Marsico, Zoffi e Manente (2). Quarta giornata che ha fatto registrare un solo successo esterno ovvero quello dello Ziracco in casa del Passons battuto dal rigore di Flumiani e dalla punizione dello specialista Bortolutti. Vendemmiate per Bicinicco Boys (doppiette di Bravo e Maestrutti, indi Cucignatto e Urban) e  Coop Premariacco (in doppia marcatura Ermacora e Tomasin), mentre a Plasencis Don Bosco e Bar Gardel si dividono la posta in palio con il botta e risposta tra Scagnettti e Varutti, e  stessa sorte tocca a Bressa con il Basaldella costretto ad accontentarsi di un sol  punto con gli O. Cjassà: per i locali in gol Cestari e Gavin, per gli ospiti Domini e Mauro. Per le pessime condizioni dei terreni di gioco sono state costrette al rinvio le partite programmate a Beivars (recupero già fissato per il 17 gennaio 2011), Ragogna e ai Rizzi di Udine.

                                                                                                                     Renato Damiani

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 05/11/2010

IL Moby Dick costringe Dignano alla prima battuta d’arresto

Clamorosa sconfitta del Dignano che si fa superare a 8’ minuti dallo scadere dal fanalino di coda Moby Dick.
Il Dignano inizia molto bene, costringe da subito il Mobiy Dick nella propria metàcampo. Gli ospiti si affidano alle ripartenze ma mai nel primo tempo impensieriscono la difesa Viola. Anzi è’ il portiere del Reana a fare gli straordinari e a copiere un vero miracolo prima  su tiro di D’Amato allungandosi sulla sua destra e deviando sul palo, e poi su tiro di Della Vedova. Il Dignano nella ripresa si ripresenta ancora piu’ combattivo e sfiora il gol , uscita maldestra dell’estremo
difensore Amaranto su lancio dalla metà campo di Barbui, uscita a  vuoto e palla dentro il sacco..no, ancora un grande intervento di un difensore del Reana che spazza sulla linea di porta e soffoca l’urlo di gioia dei Viola. La partita è corretta ma frammentata spesso dal direttore di gara che sanziona ogni cont atto futile da ambo le parti, ma non prende decisioni importanti quando Della Vedova prima e D’amato poi vengono atterrati in area e nemmeno quando un difensore del Dignano compie un intervento al limite del cartellino rosso. Poi una serie di tiri si infrangono sui difensori del Mobydick che non riesce piu ad uscire dalla metà campo, soffre ma non molla e a otto minuti dalla fine su un contropiede la punta ospite colpisce portando in vantaggio gli amaranto.
Il Dignano non demorde, attacca ancora ma non riesce a segnare, innumerevoli palle vagano nell’area della formazione  reanese che riesce a ribattere colpo su colpo, da segnalare un rovesciata di D’Amato spettacolare finita fuori di poco. Ben cinque i minuti di recupero ma gli amaranto portano a casa la piena posta in palio. Sicuramente il Dignano avrebbe meritato la vittoria ma non ci sentiamo di dire che il Mobidick abbia rubato nulla, anzi si è dimostrata una formazione ordinata e combattiva a cui vanno i complimenti per la prima vittoria in un campo difficilissimo, il Dignano nonostante la sconfitta resta ancora la capolista e nulla si puo dire alla formazione di Zuccolotto apparsa sempre in grande forma.
                                                                                                                       Simone Dreosto

Uno-due e il Dignano fugge

Lega Calcio Friuli Collinare – Seconda categoria

Orzano – Am. Dignano  0-2

 Orzano: Ciani, Mauro Pantarotto (Petrizzo), Vincenzutti,Di Virgilio (Grimaz), Stucchio, Stefano Pantarotto, Cantarutti, Pontarini, Novello (Max Pantarotto), Sandro Pontonutti (Stefano Pontonutti), Delle Vedove.

Dignano: De Rosa, Durighello (Strzelec), Fabbro (Sati),  Petris, Vignuda (Cortello), Dreosto (Barbui), Berton, Gosparini, Della Vedova (Bel), D’Amato (Pilloni), De Candido.

Arbitro: Comuzzi di Tavagnacco.

Marcatori: al 9’ Della Vedova, al 16’ D’Amato.

Orzano. Il Dignano del neo mister Gianni Zuccolotto si conferma al solitario comando della classifica del girone C della Seconda categoria, dopo aver con merito superato un Orzano dimostratosi poco concreto in fase offensiva con la scusante però di aver dovuto fronteggiare un reparto arretrato degli ospiti poco incline ad alcuna concessione.  Poteva avere ben altre proporzioni il punteggio a proprio favore per la formazione ospite in particolare dopo il primo tempo, ma sono ugualmente bastate le realizzazioni di Della Vedova e D’Amato, per portare a casa in maniera anticipata una vittoria che non lascia spazio ad alcuna discussione. Dopo soli 9’ i bianco viola vanno in vantaggio con una bordata da fuori area di Della Vedova che viene intuita ma non trattenuta da De Rosa. Clamorosa al 14’ la palla del raddoppio capitata e poi fallita da Berton, il quale davanti alla porta spalancata decide di mandare a lato. Al 16’ ospiti ancora in gol  con una pregevole azione corale del fronte offensivo che trova la perfetta finalizzazione di D’Amato. Nel finale di tempo buona opportunità per i locali di rientrare in partita con Delle Vedove ma sul suo tentativo c’è la provvidenziale deviazione in angolo di Dreosto. Nella ripresa nonostante i molti cambi attuati dalla panchina del Dignano, la fisionomia tattica del match non muta e sono ancora gli ospiti a fallire facili opportunità con Petris prima e Santi poi, mentre nel finale di partita c’è tempo di annotare l’espulsione per doppia ammonizione del capitano dei locali Alex Novello. Senza sbavature la direzione di Comuzzi.     

                                                                                          red

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 04/11/2010

 

Il Chiasiellis si sveglia e lascia l’ultimo posto. Terza categoria: testa di Canturan e il Muzzana fa la festa al Lovariangeles

 

Seconda categoria

Girone A. Girone condizionato dai molti rinvii quindi la classifica resta virtuale in cui il Tre Fontane grazie al pareggio colto in casa del Drink Team (reti di Valvason e Vendrame) si affianca agli Atti Impuri. Pareggio anche nel confronto che vedeva di fronte TecknoFin e S. Marizza. Girone B. Il gol di Morassi vale il solitario primato per il San Marco anche perché il Ruda esce sonoramente sconfitto dal big-match con la Fortezza in gol con Erzetti, Medelin e Zamagni. Scala posizioni l’Asar Romans, mentre in coda primo sonante successo per il Chiasiellis con vittima il Morsano che così resta a reggere il fanalino di coda. Girone C. Mini allungo della capolista Dignano, mentre alle sue spalle si forma un terzetto in cui trova posto il Vacile che batte ed aggancia il Tramonti grazie all’accoppiata Bonutto-Pischiutta. A centro classifica successi interni per Ciconicco Villlata e Valcosa che sfrutta la verve realizzativa di Ndiyae a segno con la vincente tripletta.  Girone D. La sconfitta della Savognese in casa dell’Adorgnano ed il pareggio dell’Arcobaleno a Povoletto, lanciano al comando il Bar al Gambero facile vincitore sul Montenars con il determinante contributo del triplettista Cescutti. Ennesima sconfitta del Dream Team su un Valnatisone dimostratosi nettamente superiore, mentre si chiude in parità il derby tra Ars calcio e Blues.    

Terza  categoria.

 

Una terza categoria del Collinare martoriata dalle avverse condizioni atmosferiche che anche in questa quinta giornata ha costretto ben sette partite al preventivo rinvio mentre negli incontri che si sono potuti giocare sono state 11 le vittorie interne, 8 i successi esterni e 4 i pareggi.  Nel girone D prima sconfitta del Lovariangeles ad opera del Muzzana con il decisivo colpo di testa di Carturan, mentre nel girone E la matricola Real Sella passa al solitario comando grazie al blitz messo in atto nella tana del  San Marco e 3-1 di chiusura firmato dai gol di Comisso, De Pol e Sgorlon.

                                                                                                           Red

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 04/11/2010

Il Gorgo, in vetta, deve fare posto al S.Vito al Torre. Extrem e Latteria Tricesimo provano ad alzare la voce

 

Friuli Collinare calcio a 11 – Prima categoria

 

Girone A. Pur pareggiando i loro rispettivi appuntamenti, Campeglio e Sos Putiferio rimangono al comando, mentre alle loro spalle la Pizzeria le Valli, sconfitta tra le pareti amiche  da un redivivo Orgnano, viene raggiunta dagli Anni 80. Ha molto deluso il big-match di Campeglio e lo 0-0 di chiusura è stato la naturale conseguenza di un match soporifico e probabilmente condizionato dalla paura di perdere, mentre  la Statale con il suo portabandiera Zambolin strappa un punto nella tana del Putiferio. Passai avanti in classifica per Extrem e Latteria Tricesimo grazie alle convincenti vittorie rispettivamente con Turkey Pub (reti di Blasutto e Spaggiari che centra pure un palo) e Carpacco che va ko per il gol di Fanti e la doppietta di Alex Oggian.  Primo sostanzioso successo dell’Orgnano e a San Leonardo decidono le reti di Bertolin e Del Giudice. Girone B. Il Gorgo non va oltre lo 0-0 in casa del Nobile Impianti e tale risultato gli costa l’aggancio da parte del S. Vito al Torre che invece travolge il Birago Bar con la punizione ed il colpo di testa di capitan Andrea Menon nel primo tempo ed il rasoterra di Gardin nella ripresa. Primo successo per la Dimensione Giardino con vittima indiretta lo Sclaunicco che alza bandiera bianca sulle conclusioni di Simionato e Vota, mentre a Castions di Strada non sono certamente mancate emozioni e gol nel confronto tra Climassistance e Caffè Colonna. Per i padroni di casa le reti sono state firmate da Martinuzzi, Romanello e Zori; per gli ospiti doppietta di Basello.

                                                                                                                       Renato Damiani

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 03/11/2010