Ass.Tre Castelli onlus di Attimis, ecco il contributo

Ogni anno il vincitore del gran Premio LCFC decide a chi destinare la somma che la Lega Calcio Friuli Collinare mette a disposizione per beneficenza. Quest’anno, l’importo di € 3791,00,  frutto delle sanzioni alle associazioni,è stato devoluto all’Associazione I Tre Castelli su indicazione di Giancarla Mingone. Conosciamone l’attività attraverso le parole della sua presidente, la signora Maria Lidia Brovedani.

Di cosa si occupa l’associazione “I Tre Castelli”?

Siamo una onlus e operiamo sul territorio del Comune di Attimis dal 1990. Le finalità per cui è sorta riguardano la socializzazione e l’aiuto verso  le persone anziane e quelle in difficoltà. Per raggiungere tali obiettivi nel corso degli anni abbiamo realizzato diversi incontri di carattere ludico, culturale e assistenziale: gite, rappresentazioni teatrali, incontri conviviali, gioco della tombola, corsi di ricamo, di acquerello, di ginnastica dolce, di biomusica, mostre fotografiche, ricerca dei toponimi del nostro territorio, ricerca di antichi soprannomi, gestione del Banco Alimentare. Oltre a queste iniziative, forse la più importante è l’organizzazione di un servizio di trasporto presso i centri sanitari per le persone che non possono usufruire di un mezzo proprio. Tale iniziativa è stata sostenuta economicamente, in parte, dalla generosità degli abitanti del Comune. Generosità che oggi ci viene dimostrata, tramite la signora Mingone Giancarla, dalla vostra Associazione a dimostrazione che lo sport vero forma persone vere. Grazie di cuore.

Avete già un idea di come verrà utilizzato l’importo ricevuto?

Il vostro contributo verrà utilizzato per la revisione totale del nostro mezzo di trasport0, una Doblò di oltre 10  anni.

Carnico: La disciplina salva i Crots, tanti gol in Prima

Ultimo triplice fischio della stagione per il campionato Carnico, giunto all’epilogo dopo ventidue giornate di passione.

Con il titolo già assegnato in Eccellenza, il focus dell’ultima giornata si sposta inevitabilmente sulla bagarre per evitare la retrocessione che vede pagare dazio, oltre a Betania e Malborghettone già precedentemente condannate, anche Real Tolmezzo e Verzegnis.

Continua...

AreaPN Premier League: Aurora e Borgo Palse, chi ben comincia…

Rispolverati gli scarpini e tolti i funghi porcini cresciuti nei borsoni fermi da maggio, è ripartito finalmente il campionato AreaPN.

Quest’anno si fa sul serio con le categorie di merito e quindi l’inserimento delle retrocessioni (in questa Premier League, composta da 12 squadre, saranno ben 4 le squadre costrette a salutare la massima divisione) non farà altro che rendere ancora più combattuta e divertente la stagione.

Continua...

AM5: tante le new entry, Modus subito in palla

Primo turno di campionato per i tre gironi degli Amatori a 5: al termine di questa fase, in base alle posizioni in classifica, verranno composti ulteriori tre gironi per assegnare i vari titoli.

Nel gruppo A partenza a razzo per Modus Stellare, Troncos e Danieli, capaci di cogliere le tre vittorie di giornata con scarti molto ampi. Addirittura undici, quattro di Rumiz e tre di Lendaro, le reti messe a segno dai primi contro la new entry Friul Coop (11-4).

Continua...

FC11, voci dai campi: Aquile e Fossalon, che bel gemellaggio!

Le Aquile Cervignano – AC Fossalon   1 – 1

“Si ricomincia da dove si era terminato” – chiosa Nicola Pellizzari  “Opposte le due squadre che lo scorso anno chiusero la stagione con la festa promozione proprio sul campo di via Tolmezzo. Da una parte i padroni di casa, vogliosi di iniziare bene la stagione di fronte ai propri tifosi, dall’altra  il sodalizio giallo rosso di Fossalon, guidato dal confermatissimo Matteo Goiach, bellissima squadra costruita per il salto di categoria. Davanti a un pubblico eccezionale (ben 62 spettatori sono accorsi al comunale) per una partita di amatori tra due squadre amiche, le due contendenti si sono affrontate a viso aperto dando vita ad una bellissima partita”.

Continua...

Trofeo Fair Play a Daniele Di Gleria

Il rispetto dei valori sportivi,  la forza di esprimere al meglio  le proprie i capacità sportive senza utilizzare cattiveria e aggressività, fa parte di una cultura sportiva a cui la Lega Calcio Friuli Collinare tiene particolarmente.

Chi sa porre il rispetto delle regole e di se stesso e degli altri davanti al risultato è una persona che merita di  essere portata ad esempio. È il caso di Daniele Di Gleria, a cui verrà assegnato in occasione dell’Assemblea il  Trofeo Fair Play.

Continua...

Gran Premio Lcfc a Giancarla Mingone

Mix di energia, dinamismo e caparbietà, una persona  che pretende sempre il massimo, da sè stessa e dagli altri e che ottiene consensi nello sport e nella vita di tutti i giorni. Stiamo parlando di Giancarla Mingone, da 20 anni presidente degli Am. Racchiuso, da oltre 10 consigliere comunale del suo paese (Attimis). Giancarla ha avuto il coraggio di rompere quell”omertà” sportiva che purtroppo è a volte presente nei campi di gioco.
Lo ha fatto dopo una gara in cui gli avversari contestarono con forza l’operato dell’arbitro, accusandolo di non aver riportato nel  referto circostanze veritiere. Giancarla ha avuto il coraggio di assumere  spontaneamente l’iniziativa, di segnalare quanto accaduto in occasione della gara tra Am Braulins e Am. Racchiuso e di affrontare le conseguenze del suo gesto distinguendosi da chi, preferendo trincerarsi dietro scelte di comodo, sceglie di non denunciare comportamenti non conformi allo spirito amatoriale.

Continua...

Carnico: Zuliani storico, Sclapeciocs provano ad inseguire

Si contano ormai sulle dita di una mano le gare che mancano al termine di una entusiasmante stagione del campionato Carnico.

In Eccellenza continua quella che potrebbe essere la corsa a due decisiva per l’assegnazione del titolo. Sia la capolista Dognese che il Paularo non vanno però oltre il pareggio rispettivamente contro Rigolato, 3-3 con Picco e Candido assoluti protagonisti, e Verzegnis, dove a Fior risponde Indrigo.

Continua...

A Ravascletto il raduno del settore arbitrale

È ancora estate, ma metereologicamente la due giorni di Ravascletto (7 e 8 settembre) ha presentato uno scenario decisamente autunnale per il gruppo arbitrale delle LCFC, pronto a radunarsi ancora una volta all’Hotel Sportur, abituale sede del “ritiro” conviviale di prestagione. Ne abbiamo parlato con il responsabile del settore Bruno Marcuzzi.

Quali gli obiettivi del raduno?

Sono molteplici: creare un momento di aggregazione, condividere e discutere alcune criticità, cercando nel contempo di migliorare alcuni aspetti delle performance arbitrali, ottenere un convivio per rendere ancora più coeso un gruppo che mette passione e amicizia ma vuole anche cercare di essere più professionale possibile.

C’è stata partecipazione?

Devo dire che abbiamo passato due giorni – nonostante si sia iniziato a lavorare sulla parte atletica e ci si sia confrontati su parecchi aspetti tecnici – in un clima di festa reso possibile anche dalla presenza di mogli e familiari, dalla squisita compagnia della Puzzoli’s band (da anni al nostro seguito) e dalla visita di alcuni Consiglieri e del Presidente della Lcfc Daniele Tonino. Direi che la partecipazione, nel complesso, è andata oltre le aspettative.

Quali sono i temi affrontati?

Sappiamo, inutile negarlo, che uniformità di giudizio non ci sarà mai, e quindi bisogna lavorare per limitare il più possibile gli errori. Che ci possono essere, ma che devono essere affrontati con serenità, cercando di mantenere con i tesserati un dialogo sereno e costruttivo. Il mio discorso e quello del Presidente hanno voluto centrare queste situazioni.

C’è qualcuno che vuoi ringraziare?

Certamente tutti i presenti per la partecipazione alla attività collaterali proposte (visita al museo della Carnia, tombola ecc), alle autorità locali, allo Sportur, ai dirigenti della Lcfc intervenuti ma soprattutto all’organizzatore principe di questo evento, Dino Lodolo.

Prossimo appuntamento per il settore?

La riunione del 24 settembre. Lì aspetto gli arbitri in massa!

 

 

Le interviste impossibili: due vs tre punti

La Lega Calcio Friuli Collinare, da sempre, adotta i due punti a vittoria. È uno dei valori imprescindibili per l’associazione la quale, talvolta, deve spiegare questa scelta a qualche nuovo tesserato che, magari condizionato dai media che parlano esclusivamente di calcio professionistico, non capisce perché tra gli amatori friulani ci siano regole differenti.

Continua...

Carnico: Ampezzo e Ibligine si annullano, sorridono gli Sclapeciocs

Il Real Tolmezzo, a sorpresa, interrompe il cammino della capolista del girone d’Eccellenza Dognese difendendo al meglio il fattore campo grazie alle quattro marcature di Candido, Copetti, Gressani e Nait. Alla squadra ospite non bastano le due reti firmate Benedetto ed Ermacora per evitare il riavvicinamento della batteria di inseguitrici, tra cui l’agguerritissimo Paularo.

Continua...