Belfiore (2a cat.) ko, Atti Impuri nuova capolista. In Terza catergoria settima vittoria di fila per il Mereto di Capitolo. Primo stop per il Racchiuso.

FRiuli Collinare calcio a 11 – Seconda categoria

 

Girone A. Ribaltone in testa alla classifica con gli Atti Impuri a prendere il comando dopo il successo esterno sul Drink Team e la concomitante sconfitta interna del Belfiore ad opera del S. Marizza (doppietta di Pitton). Si porta a ridosso delle posizioni che contano la TecknoFin battendo di misura l’Atletico Pertegada con la rete decisiva di Moni.

Girone B. Mini fuga de La Fortezza dopo il netto successo casalingo sul Pozzecco (doppietta di Coccolo) ed ora sono tre i punti di vantaggio sul San Marco fermato sullo 0-0 dal Ruda. Farra al terzo posto dopo il blitz in casa del Romans (gol partita di Visintin), mentre il Passons strapazza il Morsano con Chicco in doppia marcatura.

Girone C. Pur di fronte al secondo pareggio di fila, il Dignano resta in testa mentre alle sue spalle Valcosa, Vacile e Bressa agganciano a quota 8 il Colloredo Digas infilzato dalla cinquina del Basaldella (tripletta di Bozzo e doppietta di Zuliani). Termina in parità il confronto tra Pizzeria Moby Dick e Orzano con il botta e risposta tra Del Piero e Delle Vedove.

Girone D. Non perde colpi la capolista Adorgnano, mentre crollano gli O. Gunners in casa del Bar al Gambero e la doppietta di De Luca regala il solitario secondo posto alla Dinamo Korda. Nel derby di Osoppo. tutto facile per l’Arcobaleno ed è cinquina nei confronti del fanalino Dream Team.  

Friuli Collinare – Terza  categoria.

 

Ottava di campionato con 11 vittorie interne, 9 successi esterni, 5 pareggi e 5 rinvii. Nel girone A prima sconfitta del Racchiuso ad opera del [email protected] con il gol partita di De Cecco, mentre il Mereto di Capitolo stradomina il girone D e contro il malcapitato Strassoldo mette in cascina il suo settimo successo di fila  (tripletta di Gregorutti, quindi Pez e Travaini).  

                                                                                        re.dam.

 

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 25/11/2010

 

Il Campeglio fa una sosta in pizzeria, ma resta in vetta. Cargnacco e Officine Zanon non stanno a guardare

Friuli Collinare – Prima Categoria

 

Girone A. Diventa sempre più consistente il numero di partite che vengono preventivamente rinviate per le veritiere o presunte impraticabilità dei terreni di gioco e quindi le classifiche devono tenere conto di un campionato a singhiozzo. Conserva la propria imbattibilità la solitaria capolista Campeglio ma a Scrutto deve accontentarsi del pareggio esterno con la Pizzeria le Valli con il botta e risposta tra Hrast e Calcaterra. Con identico punteggio si chiude il confronto tra Latteria Tricesimo ed Extrem  con gli ospiti ad andare in vantaggio con un contropiede di Spaggiari, quindi il pareggio dei locali giunge con un tiro sottomisura di Boschetti sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nulla da afre per gli Anni 80 nel tardo pomeriggio di Mels di Colloredo contro la matricola Farla che ringrazia il tridente formato da Forte, Herman e Vascotto; per gli udinesi l’inutile rete di Salvador.  Rinviate le partite in programma a Orgnano, Purgessimo e Tonzolano di Buia.  

Girone B. Il Gorgo vince largo lo scontro diretto con il S. Vito al Torre (quaterna di Cassan) agganciando l’avversario in testa alla classifica, mentre alle loro spalle si piazza il Cargnacco dopo aver superato l’Osteria al Gardilin con l’accoppiata Lesa-Zeneli. Guadagnano posizioni l’Officina Zanon garzie al successo di misura con il Birago Bar (gol partita di Gesnato) e il Nobile Impianti capace del blitz nella tana dello Sclaunicco con le reti di Marson e Roman. In fondo al raggruppamento punti pesanti per Climassistance e Caffè Colonna con vittime rispettivamente il fanalino Edil Quattro (gol di Cavassi e Zorzi) e la Dimensione Giardino (trafitta dalle reti di Beato e Cantarutti).  

                                                                                                    re.dam.

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 24/11/2010

Cassan gioca a poker e il Gorgo aggancia il San Vito al Torre

GORGO – SAN VITO AL TORRE 4-1

GORGO: William Mauro, Tornaghi, Marello, Gavin, Pradisitto, Perosa, Piccolo, Cassan, Fabrizio Fabbroni, Stefanutti (Matteo Fabbroni), Poletti (Sbrugnera).

S. VITO AL TORRE: Cettolo, Zamparo (Gennaro), Mian, Nardin, Federico Minut (Giorgio Minut), Bergamin, Rossi, Gratton (Pellizzari), Menon, Bergagna, Simeon (Chiappai).

ARBITRO: Conzutti di Gorizia.

MARCATORI:  al 33’ Cassan su rigore; nella ripresa al 5’ su rigore e al 40’ su rigore Cassan, al 10’ Menon, al 44’ Cassan.

Gorgo di Latisana. Operazione aggancio riuscita da parte del Gorgo nel big-match contro l’ex solitaria capolista S. Vito al Torre costretta a subire una pesante sconfitta nel contesto di una gara che ha sofferto la pesantezza del terreno di gioco, ma ciò nonostante non sono mancate emozioni e gol. Il filmato della partita nel racconto delle cinque reti. Al 33’ vantaggio locale con Cassan a procurarsi e poi trasformare un calcio di rigore, quindi nel finale ospiti a reclamare un penalty per un fallo di mano ma che però l’ottimo arbitro Conzutti considera involontario. Al 5’ della ripresa altro situazione irregolare nell’area del S. Vito con la concessione di un sacrosanto penalty per un netto fallo di mano di un difensore ospite ed anche in questo caso Cassan è implacabile dagli undici metri. Rientra in partita il S. Vito con una girata di Menon respinta oltre la linea bianca di porta e quindi rete da convalidare. Inutile poi il forcing degli ospiti ed al 40’ altro incredibile fallo di mano nell’area del S. Vito e concessione del terzo calcio di rigore della giornata con Cassan indiscusso cecchino. Al 4’ di recupero la quaterna dei “verdi” si concretizza con un facile contropiede finalizzato da un immarcabile Cassan. In evidenza poi le espulsioni di Stefanuutti per il Gorgo e di Federico Minut per il S. Vito al Torre.

                                                                                               redam  

 

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 24/11/2010

Lo Jalmicco fa progetti di alta quota

Il Flaibano viene fermato dalle pessime condizioni atmosferiche che hanno reso impraticabile il campo di Flumignano ed al comando virtuale passa lo Ziracco dopo la sonante vittoria sul Cornocalcio trafitto dalla decisiva doppietta del tornante Bonafin nel contesto di una gara che ha messo in evidenza le indubbie qualità tecniche delle due squadre ma i padroni di casa hanno fortemente e poi ottenuto la vittoria. Seconda consecutiva vittoria dello Jalmicco che a Paderno contro l’As Amaranto chiude in svantaggio il primo tempo per il gol di Rizzi, poi nella ripresa è corposa la rimonta della matricola con il pareggio di Cettolo, il sorpasso di Birri e nel finale di match Tuan trasforma il calcio di rigore del definitivo 3-1. Torna al successo il San Lorenzo ma contro i Warriors la partita non è stata certamente esaltante e dopo la palla gol sprecata nel primo tempo da Lancerotto per i “guerrieri”, nella ripresa è arrivata la rete di Gaspardo, il quale dopo essersi bevuto la difesa ospite ha battuto Vosca con una botta a mezza altezza dal limite. Le non certo ottimali condizioni del campo di Povoletto hanno inciso sulla disfida tra Gunners e Thermokey e lo 0-0 finale è stato lo specchio fedele di quanto successo durante gli 80’ con le due squadre molto ben impostate a livello difensivo ed occasioni gol davvero con il contagocce.  Già fissata la data del recupero tra Cda Flumigano e Flaibano: si giocherà mercoledì 15 dicembre alle 20.30.   

                                                                              Renato Damiani

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 24/11/2010

Bertossio, mister e motivatore

Federico Bertossio (Adorgnano)

 

Adorgnano proiettato verso la promozione in Prima categoria? Visti i risultati di questa prima parte della stagione con un primo solitario primo posto frutto di sei vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, ci sono tutte le premesse affinchè il sogno si realizzi e sulla panchina di questa squadra si siede da due anni Federico Bertossio, sposato con  Silva e papà della piccola Alice. Come calciatore ha militato nelle fila delle formazioni giovanili del Tricesimo poi decide di farsi da parte e nel 1994 assieme agli amici Fumagalli, Botussi, Adami e Sommaro decide di fondare una squadra amatoriale e così nasce l’Adorgnano con l’immediata iscrizione ai campionati della Lega Calcio Friuli Collinare andando a ricoprire, per questioni di necessità, il ruolo di portiere pur avendo le caratteristiche di difensore puro. Ci vuole del tempo affinchè la squadra assuma una propria identità ma l’importante era formare un gruppo compatto in cui senso dell’amicizia e del stare assieme prevalesse sugli aspetti tecnici e questi sono stati i dettami portati avanti per lungo tempo dall’allenatore storico Valerio Merlino, poi due anni fa l’Adorgnano trovandosi all’ultimo posto, società e giocatori chiedono a Bertossio di prendere le redini della squadra ricevendone un convinto ed appassionato ok: “ Mi ritengo più un “motivatore” che un allenatore – precisa Bertossio – sentendomi onorato di poter gestire un gruppo davvero stupendo e che sono certo imarrà tale sino al termine del campionato, poi se arriverà la promozione, sia la benvenuta!”.

                                                                                                           redam

 

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 23/11/2010

Bonafin e Miani stendono il Cornocalcio

ZIRACCO – CORNOCALCIO  3 – 0

 

ZIRACCO: Tavano, Giaiotti, Franzil, Domenis (Kolacovic), Miani, Bertolano, Bonafin, Mascia, Domini (Fuenzaleda), Pontonutti, Devetak (Pontoni)(Tomadini).

CORNOCALCIO: Avian, Cudiz, Ventura (Chiappo), Ghermi, Pevere (Lorenzutti), Brugnola, Dinic, Cappello (Bernardo), Cappelletti, Del Negro (Cocetta), Valentincic. 

ARBITRO: Della Pietra di Sutrio.

MARCATORI: nella ripresa all’8’ e al 35’ Bonafin, al 29’ Miani.

Ziracco. Dopo la sconfitta di Flaibano, lo Ziracco era chiamato all’immediato riscatto ma di fronte c’era un Cornocalcio ancora arrabbiato per l’indigesta sconfitta patita tra le mura di casa contro la matricola Jalmicco. Con queste premesse il match si presentava molto equilibrato ed invece in campo si è visto una squadra di casa capace di sciorinare una prova di qualità e quantità soprattutto nella ripresa con in grande evidenza Bonafin autore di una decisiva doppietta. Inizio del match molto prudente poi al 13’ la prima conclusione a rete di Miani con una colombella che Avain para con molta sicurezza, poi al 17’ una girata al volo di Bonafin non sorprende un piazzato portiere ospite. La risposta del Corno giunge al 30’ ma il piazzato di Ghermi termina sopra la traversa mentre al 41’ Cappelletti sempre da calcio da fermo colpisce la parte superiore della traversa. La partita si sblocca dopo 8’ della ripresa ed è Bonafin che direttamente dal calcio d’angolo sorprende nettamente Avian con un tiro a rientrare alla “Massimo Palanca”. Rabbiosa la reazione del Corno che sfiora il pareggio con una rasoiata a pelo d’erba che va a lambire il palo alla dx di Tavano. Nei continui ribaltamenti di fronte un millimetrico lancio di Kolacovic pesca Miani il cui tiro termina però di poco fuori, ma è il preludio del raddoppio ziracchese che porta la firma di Miani che batte Avian dopo aver ricevuto un pennellato assist di Bonafin prima opportunista nello sfruttare una corta respinta della difesa ospite. Prima del triplice fischio di un perfetto arbitro Della Pietra, lo Ziracco trova il tempo di realizzare la terza rete con Miani a servire su un piatto d’argento una palla che Bonafin con molta freddezza non sbaglia.

                                                                                 Renato Damiani 

 Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 23/11/2010

I vostri commenti (calcio a 5)

                                                          Friuli Collinare c5

                       

Friuli Antincendi – Capo Horn    5 – 4   

 la friulisntincendi vince la gara con molta sofferenza, trovando nella capo horn, una squadra molto agguerrita che ha una classifica bugiarda. anche se il portiere ospite ha fatto molto bene, c,è voluto un guizzo di igor scruzzi, per dare la vittoria ai locali. partita molto equilibrata, ben arbitrata dal signor gerardo de leonardis.

 Top: Valente Salvatore (Capo Horn) portiere, Scruzzi Igor (Friuli Antincendi) universale

Marcatori: Tessitori Matteo (2) (Friuli Antincendi), Mansutti Jonni (2) (Capo Horn), Nonino Roberto (Capo Horn), Piccini Riccardo (Capo Horn), Cecchini Michele (Friuli Antincendi), Beltrame Luca (Friuli Antincendi), Zanin Alex (Friuli Antincendi)

Cinghiali di Zona – Troncos    3 – 2   

 ancora un successo per i cinghiali di zona che tengono botta all’ottima organizzazione dei troncos. gara disputata a viso aperto dalle due formazioni: i padroni di casa hanno fatto valere il fattore campo mentre gli ospiti si sono sempre trovati nella situazione di dover recuperare lo svantaggio. c’erano riusciti per due volte, portandosi prima sull’uno a uno poi conquistando il due a due. l’impresa non si è ripetuta dopo il terzo vantaggio dei granata di pradamano, soprattutto grazie ad un insuperabile cristian “kita” fattori (non a caso da anni porta con sé l’appellativo “gjat” per le movenze e istinti felini che lo fanno arrivare dove altri nemmeno ci provano). un plauso anche all’altro estremo difensore, marco codutti, che ha dato la possibilità ai suoi compagni di crederci fino alla fine, con veri e propri miracoli su stefano tion e cristiano martincigh in particolare. quest’ultimo si era però già fatto vedere dalle sue parti, trafiggendolo per ben due volte. i due punti conquistati oggi portano provvisoriamente i cdz in seconda posizione, aspettando la gara di martedì 23 (ndr) tra il borgorosso e cergneu che mette a confronto la prima e, per il momento, la terza forza del campionato.

 Top: Fattori Cristian (Cinghiali di Zona) portiere, Codutti Marco (Troncos) portiere

Marcatori: Giandomenico Ettore (Troncos), Martincigh Cristiano (2) (Cinghiali di Zona), Vicario Matteo (Cinghiali di Zona), Urdini Andrea (Troncos)

 A.S.D. Il Jungle – Mambo Football Club    7 – 8   

 una buona partita tra due compagini ben organizzate in campo. primo tempo che vede la formazione ospite piu cinica sotto rete e chiudere il parziale sul 6 a 4. secondo tempo decisamente emozionante grazie a un risveglio dei padroni di casa che fino all ultimo hanno tentato di agguantare il pareggio m,a senza successo.decisamente buona la conduzione arbitrale.

 Top: Chiccaro Elvis (Mambo Football Club) attaccante, Di Giusto Marco (A.S.D. Il Jungle) attaccante

Marcatori: Chiccaro Elvis (5) (Mambo Football Club), Zanini Marco (Mambo Football Club), Fontana David (A.S.D. Il Jungle), Di Giusto Marco (3) (A.S.D. Il Jungle), Micale Emiliano (A.S.D. Il Jungle), Piasenzotto Alan (2) (A.S.D. Il Jungle), Favalessa Eros (Mambo Football Club), Taverna Davide (Mambo Football Club)

Atletico De Eccher – GnauSport    3 – 6    del

 partenza sottotono della squadra di casa che va sotto (0-4) prima di cominciare a giocare e riuscire poi a portarsi sul 3-4. risultato finale dettato anche dalla notevole differenza tra le età medie delle due compagini.Inviato da: Fabio Demergazzi

 Top: Demergazzi Fabio (Atletico De Eccher) attaccante, Larese Roberto (GnauSport) universale

Marcatori: Rossitti Simone (2) (GnauSport), Demergazzi Fabio (Atletico De Eccher), Mattiussi Alessandro (Atletico De Eccher), Qualizza Alessandro (Atletico De Eccher), Larese Roberto (4) (GnauSport)

A.S.D. Celtic Udine – Nimis C5    6 – 3   

 bella partita e complimenti alla nostra squadra che si dimostra sempre più gruppo.

 Top: (Nimis C5) , Bencardino Michele (A.S.D. Celtic Udine) centrocampista

Marcatori: Lombardo Gabriele (A.S.D. Celtic Udine), Zoratti Ciro (A.S.D. Celtic Udine), De Brito Peres Thiago (A.S.D. Celtic Udine), Amato Michele (2) (A.S.D. Celtic Udine), Busolini Nicolas (Nimis C5), Gervasi Donato (Nimis C5), Albini Michele (A.S.D. Celtic Udine), Vazzaz Marco (Nimis C5)

 

 

 

 

 

                                                                          Campionato amatori c5

  

Rivignanense – Village Tarcento    7 – 2   

 lo storico romano livio narra di come,durante la campagna militare di sentino contro la grande coalizione celtico-sannita il console romano quinto massimo rulliano abbia usato una tattica attendista contro avversari che, fortissimi nell’impeto iniziale,con l’evolversi dello scontro valevano meno delle donne’ é forse questo l’esempio ancestrale seguito dal contemporanea livio nell’affrontare i pertegadesi nella trasferta infrasettimanale contro avversari che,desiderosi di bene figurare dinnanzi ai primi della classe,hanno schierato un’artiglieria pesante più adatta ai campi in erba,soccombendo poi alla manipolare tattica rivignanese .partita fotocopia ieri sera in quel di teor con gli ospiti tarcentini sugli scudi nel primo quarto d’incontro incontro e i locali ancora non così artisticamente maturi da essere consapevoli del proprio talento.col rientro di macor e l’eterno meneguzzi ai pennelli di roberto e de micco si aggiungono scalpelli morali e tecnici tanto da farci chiedere,come i contemporanei di michelangelo,se sia superiore la pittura o la scultura.il segreto delle due ultime dilaganti vittorie dei ragazzi di capitan comel sta forse nel fatto di aver nelle proprie corde la possibilità di esprimerle entrambe

 Top: Degano Christian (Village Tarcento) attaccante, Meneguzzi Nicola (Rivignanense) universale

Marcatori: Pascolini Amitabh (Village Tarcento), Degano Christian (Village Tarcento), De Micco Andrea (Rivignanense), Macor Alessandro (Rivignanense), Meneguzzi Nicola (Rivignanense), Roberto Enrico (4) (Rivignanense)

Amatori Forever – Pizz. Moby Dick    8 – 6   

 ottima partita degli amatori forever che fanno una prestazione al di la’ di ogni aspettativa. da mettere in risalto la prestazione di antonaci giuseppe autore di 7 goal

 Top: Antonaci Giuseppe (Amatori Forever) attaccante, Walem Johan (Pizz. Moby Dick) universale

Marcatori: Riva Romeo (Pizz. Moby Dick), Peruggia Paolo (2) (Pizz. Moby Dick), Antonaci Giuseppe (7) (Amatori Forever), Dose Walter (Amatori Forever), Walem Johan (2) (Pizz. Moby Dick), De Marchi Dionigi (Pizz. Moby Dick)

I vostri commenti (calcio a 11)

 

A.s. Amaranto – Jalmicco Calcio    1 – 3   

 primo tempo di marca amaranto con un centrocampo capace di impostare buone trame di gioco. nel finale, dopo un gol inspiegabilmente annullato, la squadra di casa passa con una percussione centrale di rizzi.nella ripresa è veemente la reazione degli ospiti e ci vogliono due eurogoal in sequenza di cettolo e birri a capovolgere il risultato. nel finale la reazione della squadra di casa porta herve al goal ma il direttore di gara lo considera in fuori gioco. sul rovesciamento di fronte un rigore concesso generosamente chiude la partita con tuan che trasforma. buona comunque la prestazione della squadra di casa che immeritatamente esce sconfitta da questo incontro con uno jalmicco molto determinato e più prestante fisicamente nel secondo tempo. spirito amatoriale tra le due compagini sia in campo che nel post-partita.Inviato da: Rossi Renzo

 Latteria Tricesimo – Extrem    1 – 1   

 a raspano partita su un campo leggermente pesante che comunque non ha impedito delle belle giocate. dopo una fase di studio al 10′ la latteria tricesimo va’ al tiro con oggian su bel cross di deagostini di poco alto.al 19’l’extrem va’ al tiro con spaggiari che si libera al limite dell’area e calcia alto. al 27’corner per i locali e ruzza di testa sfiora la rete.al 36′ ancora la latteria che con fanti va’ al tiro in diagonale e la palla lambisce il palo.al 39’doppia occasione per i locali che con ruzza in girata calcia in porta e il portiere respinge e poi para anche la ribattuta a colpo sicuro di dal passo.nella ripresa al 5’l’ extrem passa in vantaggio su un contropiede ben condotto dal ottimo spaggiari che batte novach in uscita. la latteria tricesimo si butta in avanti alla ricerca del pareggio che sfiora in diverse occasioni.al 18′ il pareggio arriva su calcio d’angolo con boschetti tiziano che batte il portiere con un tiro sotto misura.inutile l’assalto finale che con ruzza due volte fanti e oggian non riescono a dare la vittoria alla latteria tricesimo che avrebbe meritato ampiamente.

A.C. Farla – Anni 80    3 – 1   

 partita dominata dal farla, sbagliando varie occasioni da gol nel primo tempo con bortolotti e tarelli nel secondo tempo con tarelli floreani traversa del mister forte e succesivamente con delle case e tarelli. ottima direzione di gara del sig. dino cadamuro

 Brigata Cargnacco – Osteria al Gardilin    2 – 2   

 partita ad alti ritmi e altamente spettacolare nel finale. la brigata cargnacco in 10 da meta’ del primo tempo, pareggia con due gol nei minuti di recupero

Officina Zanon/A.R.S. Galli – Rangers/Birago Bar    1 – 0

 i galli anche se con tanti infortunei ormai da tempo ci credono nella vittoria primo tempo tutto dei galli con tante azioni da reti una traversa di masi come sempre i galli creano tanto ma ottengono poco inizia il secondo tempo con qualche cambio da parte del birago bar e dei galli ma sono sempre i galli a fare la partita e verso il 20^ gesuato con un gran tiro dalla 3/4 risolve la partita vittoria meritata dei galli……..

 Climassistance – Edil Quattro Palut/Prissinins    2 – 1   

 ennesimo infortunio nel climassistance (giorgini) , attimo di sbandamento ed edilquattro in vantaggio al 10 con biasin. poi gara equilibrata con pareggio di zorzi su punizione. nel secondo tempo inizio meglio climassistance ed eurogol di cavassi da 30 metri,poi attacchi edilquattro e climassistance in contropiede a sfiorare il gol in più occasioni.

ASD Gorgo – A.S.D. San Vito al Torre    4 – 1   

 gran bella partita su un campo pesante che forse ha penalizzato di piu la squadra ospite ma vinta meritatamente dai locali per una maggiore determinazione e grinta, felicita per i locali per aver raggiunto in vetta della classifica gli ospiti,buono l’arbitraggio anche se esagerato sulle ammonizioni.

AC Belfiore – A.C. S. Marizza    2 – 3   

 belfiore, 19/11/2010 ac belfiore – ac s. marizza con il fischio d’inizio il sig. de cecco luca, sarà l’arbitro di una difficile partita. difficile in quanto si sta per giocare su di un campo al limite della praticabilità con zone in cui il piede affonda fino a “sparire”. i locali del belfiore partono molto contratti e subiscono spesso la supremazia fisica degli avversari i quali li sovrastano fisicamente in tutti i reparti. la partita è comunque intensa, più ordinata per il s. marizza che sembra trovarsi maggiormente a proprio agio su questo terreno difficile, riesce a calciare con più facilità, precisione e potenza. proprio con tre bordate riesce a battere il portiere domenin, tant’è che dopo circa 20 minuti il belfiore subisce già un netto 0-3. certo, assillati da un periodo no di alcuni giocatori e da vari infortuni, non ci si aspettava certo una partita cosi scialba dei locali. nella ripresa però le cose cambiano, sarà stata la predica di mister scortegagna o la voglia di riscatto, ma ora si vede il belfiore!. e’ il s. marizza a subire il pressing dei locali che conducono il gioco riuscendo a realizzare due belle reti, vedersi assegnare varie punizioni in posizione invitante (non sfruttate), a rischiare una sola volta su un tiro deviato che colpisce il palo a portiere battuto e quindi certamente possiamo dire a sfiorare l’impresa meritata. comunque due ottime squadre corrette e leali in campo, dirette da un buon arbitro che condotto la gara in modo equo, dove tutti hanno collaborato per dar vita ad discreta serata malgrado il campo.

Olimpica Passons – A.C. Morsano    4 – 1   

 il terreno era abbastanza pesante ,la partita tutto sommato è sembrata corretta.

Trattoria da Raffaele – G.S.D.Chiasiellis    2 – 1   

i padroni di casa iniziano la partita con ritmi veloci e sottomettono l’avversario nella propria metà campo, dopo qualche occasione fallita arriva il meritato gol. il chiasiellis reagisce e tiene il possesso palla per gli ultimi 10 minuti del primo tempo andando due volte a conclusione con tiri rasoterra angolati e rete salvata da pascolini. inizia il secondo tempo con la trattoria da raffaele subito in attacco. infatti quasi subito arriva il raddoppio per opera di lombardo. ancora tre nitide occasioni da gol sciupate dai padroni di casa che subiscono poi un gol in occasione di un rigore concesso dall’arbitro agli ospiti. rimane invariato il risultato con una meritata vittoria della trattoria da raffaele.

 

ASD Amatori Plaino – A.C. Bressa    4 – 3   

il plaino sta lentamente ritrovando i giocatori protagonisti della splendida cavalcata culminata con la promozione ,che erano fuori causa per una serie incredibile di infortuni e i risultati non tardano ad arrivare

Am. Valcosa – Am Ciconicco Villalta    5 – 1   

 netta vittoria dei padroni di casa sul ciconicco villalta. dopo un avvio arrembante e molte occasioni sprecate, è simonutti alessandro che al minuto trenta del primo tempo è lesto sottoporta a correggere un cross di ndiaye maktar. dopo quattro minuti il vicecapitano molinaro alessanro, sfrutta al meglio una mischia in area deponendo la palla in fondo al sacco. finito il primo tempo, la ripresa ricomincia con lo stesso tema: valcosa non pago del risultato che pressa i pur bravi atleti del ciconicco. al ventesimo grande sgroppata di simonutti sulla fascia destra e cross millimetrico, per la testa di ndiaye che salito fin al cielo deposita la palla alle spalle di rizzo. c’è posto anche per il quarto gol al opera del subentrato lorenzini mauro che conclude dal limite dell’area con un tiro imparabile una bella triangolazione con molinaro. rete anche per gli ospiti con zaninotti che risolve una mischia in area. infine gloria anche per del gallo ivan che dopo una magistrale azione partita dal piede di simonutti e moscarella alessandro, andava ad insaccare con un diagonale.

Axo Club Buja – Am. Sammardenchia    3 – 0   

gara disputata su un campo al limite della praticabilità, che non ha permesso di vedere un “bel gioco”. tornando al commento della gara, possiamo dire che il risultato finale di 3 a 0 la dice lunga sull’andamento della stessa. marcatori della gara sono stati, faldon marco allo scadere del primo tempo, e nella ripresa una doppietta dell’onnipresente lucardi fabio ha steso definitivamente gli ospiti.Inviato da: Mauro MISSIO

ACS Buje – Amatori Braulins    1 – 1   

partita coriacea tra due squadre in salute che si sono affrontate a viso aperto regalando scampoli di bel gioco su di un terreno pesante, minimo comun denominatore: la grinta,l’elemento essenziale. alla partenza, per il primo quarto d’ora sono stati gli amatori braulins ad impensierire la retroguardia bujese, con una costante pressione che sfociava in due pericolose punizioni al limite dell’area, successivamente il centrocampo granata recuperava terreno e la partita si assestava in varie giocate dall’uno all’altro fronte,con tre buone occasioni per i bujiesi; la sensazione, più ci si addentrava nella partita è che ci fosse un equilibrio sostanziale, sul filo del rasoio, così anche nel secondo tempo quando quasi allo scadere “el segna sempre lu”, also knowed as “caffa” alias manuel zanini assestava quella che poteva essere una zampata letale: lancio lungo, zanini guadagna preziosi centimetri sul difensore, vede il portiere uscire, ed assesta un micidiale pallonetto, rete! il braulins in vanataggio allo scadere della partita, ma il cuore granata non cede e vuol battere ancora!in pieno recupero punizione sulla tre quarti del braulins, la sfera è diretta nel cuore dell’area, incomprensione tra due difensori, ne approfitta “el ninho” macorigh con una zuccata vincente 1-1!e partita conclusa.

Asd Carioca – A.C. Independiente    2 – 3   

primo ko stagionale per gli uomini di mister lestuzzi, che si arrendono ad un independiente sceso in quel di manzano concentrato ed agonisticamente preparato. dopo 21″ è subito vantaggio ospite, con fattori che approfitta di un’ingenuità della difesa carioca. poi grande reazione dei gialloblù che sfiorano più volte il pareggio con presotto e felettig (a cui viene anche annullata ingiustamente una rete), ma sono gli ospiti a raddoppiare con la rete di monopoli. prima della fine del tempo i carioca accorciano le distanze con il goal di presotto. nella ripresa solita girandola di sostituzioni da ambo le parti, i carioca hanno saldamente in mano il pallino del gioco, mentre l’independiente si affida al contropiede. dopo svariate occasioni arriva anche il 2-2 dei padroni di casa : lo sigla nonini con un bolide da fuori area che non lascia scampo a morassi.lestuzzi inserisce anche grion per boi, e i carioca si gettano in avanti alla ricerca dei 2 punti. ma a pochi minuti dalla fine ecco la beffa: marrocella sfrutta un’idecisione della difesa e batte dosualdo, fissando in 2-3 il risultato finale. da rivedere la direzione di gara del sig. mattellone.Inviato da: Felettig Luca

Pingalongalong – A. S. D. Dopolavoro Villaorba    3 – 1   

partita durante la quale i padroni di casa hanno sfruttato al meglio le occasioni da gol create. primo tempo si conclude con i boys si moimacco in vantaggio per 2 a 1. nel secondo tempo gli ospiti cercano il pareggio ma si scoprono e subiscono la terza rete.

 

A.C. Pozzuolo – Am San Domenico    3 – 1   

il pozzuolo parte subito forte e dopo un minuto ha due palle gol non sfruttate, il gol arriva dopo cinque minuti con iacuzzo dopo una bella combinazione. il pozzuolo potrebbe subito raddoppiare ma non sfrutta le occasioni e lascia troppo campo al s.domenico che si avvicina all’area in un paio di occasioni fino a che in un’incursione centrale ottiene un calcio di rigore che però viene calciato sul palo. sul ribaltamento di fronte altre due occasioni per il pozzuolo e calcio di rigore che i padroni di casa realizzano con monticoli. nel secondo tempo dopo venti minuti il terzo gol del pozzuolo con bulfon su bella incursione di egidi. a cinque minuti dalla fine il gol della bandiera per il s.domenico con un bel tiro da fuori area di de cecco.

A.P.D. Valmeduna – A.S.D. Campagna    0 – 3   

nessun ammonito, partita corretta con molto pubblico.

A.C. Muzzanella – A.S.D. Chiarisacco Calcio    2 – 2

si fanno subito avanti gli ospiti e circa al quarto d’ora del primo tempo trovano il goal con una bella azione di pines enrico che salta elegantemente due uomini e deposita il rete sotto lo sguardo dell’incolpevole tuan. replica della muzzanella verso il 30′ con bortolusso diego che approfitta di un’indecisione dei difensori del chiarisacco si invola verso la porta e saltato l’estremo difensore sangiorgino segna l’ 1-1. qualche minuto dopo, il centrocampo lancia in profondità le punte della muzzanella, il portiere milan maurizio sbaglia il tempo dell’uscita ed intercetta volontariamente con le mani il pallone fuori dell’area: (solo, ndr) ammonizione. il primo tempo finisce senza altri episodi. nella ripresa si fa subito vedere, per a.c. muzzanella, il sub-entrato lamanna che salta il diretto avversario che lo ferma in modo discutibile all’interno dell’area di rigore. al 10′ vantaggio del chiarisacco, magistrale punizione di carri marco, che dal vertice alto del’area mette la sfera sotto l’incrocio dei pali: 1 – 2. il pareggio muzzanella viene ottenuto grazie ad una insistita azione di biondin nicola che prima imposta l’azione e si procura una punizione alla trequarti e dagli sviluppi della stessa riceve la palla all’interno dell’area e con un diagonale chirurgico batte milan. la partita si conclude con alcuni contropiedi sciupati dalla muzzanella ed in particolare uno di essi viene interrotto dal portiere milan che disinteressandosi completamente della palla ostacola ed atterra fuori dall’area bellin moreno bravo ad approffittare dell’incertezza dei centrali del chiarisacco. da registrare infine uno scontro di gioco tra il portiere tuan sandro e vianello stefano in cui il primo è costretto ad uscire dal campo con un forte trauma all’avambraccio sinistro.

 

A.S.D. Real Sella F.C. – Polisportiva Bibione    1 – 0   

una bella partita di calcio, molto corretta nonostante il primo posto in classifica in palio, visto la presenza del lignano e del tisana a vedere l’incontro.Inviato da: Odorico Damiano

Fobal – A.C. Real Cervignano    1 – 0   

partita combattuta ed a tratti confusa. entrambi le formazioni non hanno espresso un calcio apprezzabile anche se da parte del fobal si e’ notato un leggero dominio dal punto di vista tecnico. partita corretta dal punto di vista disciplinare . campo di gioco in perfette condizioni.

E sei! Tante le vittorie di un Risano che ora tenta la fuga

Osuf – AC Risano 0 – 3

A Laipacco di fronte una nutrita presenza di pubblico va in scena Osuf vs AC Risano.

Mister Zuccolo può disporre dell’intera rosa a disposizione e schiera la migliore formazione possibile, uniche novità nell’undici titolare la presenza di Disnan a centrocampo al posto di Piasenzotto e Dorigo Mauro al centro della difesa al posto di Passone.

Partenza a razzo degli Ospiti, che con un pressing costante spingono l’Osuf nella propria metà campo. Il terreno di gioco stretto, non premia i lanci lunghi e quindi giocando palla a terra,  è il Risano che risulta più squadra dell’undici udinese. 12°esimo minuto il goal che mette subito in discesa il match per gli uomini di Zuccolo, scambio sulla sinistra veloce tra Novello e Piussi, che vede al centro il capitano Fasano botta da fuori, che sorprende il portierone di casa ed è 1 a 0. La reazione dell’Osuf non si fa attendere, ed un minuto dopo con un tiro dal limite dell’area va vicino al goal, pregevole e decisivo l’intervento di Dal Ben che devia in angolo. Passata la paura, il Risano si ributta in attacco, e prima con il Bomber Cavallo, poi con Piussi e ancora con Disnan va vicino al goal. L’imprecisione sotto porta non abbatte l’undici di Zuccolo che continua a premere sull’acceleratore  e al minuto 33 viene premiato. Scambio veloce ancora una volta sulla sinistra tra Fasano e l’ottimo Novello, palla a Piussi che con un’ottima conclusione a giro da fuori area insacca. Prima frazione che si conclude con una tegola per il Risano, lo stesso Novello è costretto ad uscire per un leggero infortunio,  al suo posto Tessaro.

Seconda frazione che si apre come la prima, gli ospiti che attaccano e l’Osuf che si difende. Nella ripresa sale in cattedra l’ottimo Menotti, che grazie alla sua proprietà di palleggio e velocità mette diverse volte Cavallo in condizione di concludere. Pregevole l’azione del 10° minuto quando il numero 10 ospite con due dribbling veloci, libera ancora una volta Cavallo alla conclusione che spara di poco al lato. Osuf che subisce la voglia e l’intraprendenza del Risano e rischia tantissimo, per ben 2 volte infatti è il palo a salvare i padroni di casa, nella prima è ancora una volta Cavallo (sfortunato) che con un bellissimo colpo di testa centra la traversa, nella seconda è il capitano Fasano su angolo del “professionista” Tessaro  a colpire la base del palo a portiere battuto. Goal che si fa attendere e al 20° finalmente il Risano chiude la partita. Ottima  la combinazione a centrocampo tra Disnan e Fasano lancio per Cavallo che fa di sponda a Menotti, dribbling  secco e destro che si insacca alle spalle dell’ incolpevole portiere.  Zuccolo sicuro del risultato cambia in vista dell’importante match di sabato con l’indipendiente, Passone per Dorigo (gran ritorno), Ferraioli per Piussi (una sicurezza), Piasenzotto per Salvi (ottimo acquisto), Romanin per Menotti (migliore in campo) e infine Tami per Cavallo (sfortunato). Partita che scende di ritmo, ma si mantiene nella metà campo udinese per il Risano, anche per una difesa arcigna e solida che basa parte delle sue vittorie  su Contin, Giavitto (ieri in tribuna a riposare), Novello, Ambrosini  e ieri Passone e Dorigo. Si chiude il match con la voglia dei neo entrati, che con un paio di buone combinazioni hanno l’occasione d’incrementare il risultato ma non riescono a concludere. Soddisfazione al fischio finale per il ragazzi di Zuccolo con la consapevolezza di poter essere una grande protagonista di questo torneo.

 Tami William

AC Risano

Disnan senza tempo, e il Risano scappa

Mereto di Capitolo (D), dopo il successo maturato in casa del Muzzanella firmato da Travaini, uno dei bomber del campionato, è l’unica squadra a punteggio pieno in una serie dove è impressionante la facilità con cui va a segno la pizz al Saraceno (20 gol in sei gare) costretta però a cedere in questo turno contro un [email protected] Gemona lesto a imporsi con Veritti, Patat e Pontelli. Di questo risultato ne beneficia il Racchiuso: i sigilli di Said Achbani e Abdelkhrim Achbani permettono ai blu della presidente Mingone di allungare in vetta.  Nel gir B continua la rincorsa al vertice della Pingalongalong. Il team di Moimacco soffre il continuo arrembaggio dell’Independiente, poco lucido sotto porta, ma poi è cinico ad affondare i colpi con Rizzi(2). La capolista Risano resiste al Gabbiano, reo di aver sbagliato un rigore, ma poi trova la zampata vincente con Disnan, classe 63. Friulclean ©, grazie a Ventriglia e Roverano riassapora il sapore del successo in un plotone dove il Biauzzo costringe la capolista Colugna alla divisione della posta. Se nel gruppo D troviamo in ottima forma, oltre al già citato Mereto, squadre quali Drag Store e Chiarisacco, entrambi a bottino pieno raccolto sui campi di Strassoldo e Millennium, nel girone E segnaliamo la prima vittoria del Lignano (Pozzatello, Bulfon, Vozza, Ermacora i picici) sul San Marco Iutizzo. Chissà se il mister, racconta un dirigente, come promesso, si taglierà la barba che aveva lasciato incolta in attesa del primo squillo stagionale?  Esulta anche l’Aprilia Marittima a spese del Tisana:  Martella, tripletta, è  il suo “Di Natale”.  Bellissima la lotta di testa (F) tra Ost. Da Daniela, quest’oggi caduta per mano di un rigenerato Gonars, e Gorizia, a braccetto in pole position. Attenzione al Rangers Terzo: deve recuperare alcune gare e insegue con tre punti di ritardo.

                                                                                                     Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 19/11/2010

Al Pertegada manca solo la testa

La giovane formazione di cui vi parleremo questa settimana è il Pertegada calcio a 5, team che annovera una squadra anche nel campionato amatori c5.  Nonostante la breve storia il sodalizio ha vissuto parecchie situazioni dalle quali ora si sta riprendendo. Ne parliamo con Devid Meotto,  dirigente della società,  gentilmente prestatosi alle nostre domande.

Parliamo degli inizi. Com’è nata la vostra formazione?

Nata dalle ceneri del Lignano Beach, dopo due stagioni sfortunate frutto di una cattiva gestione,  grazie all’amore per il calcio, la squadra ha saputo rigenerarsi rimboccandosi le maniche e creando un gruppo con la voglia di mettersi in gioco. Ora vantiamo ben due squadre.

State raccogliendo soddisfazioni durante questa prima parte di campionato?

Le aspettative con cui eravamo partiti erano alte ma purtroppo la classifica parla da sé e non a nostro favore. Al momento abbiamo realizzato pochi punti perciò speriamo la situazione possa volgere al meglio al più presto.

 Alla luce di queste difficoltà quali modifiche apporterebbe alla squadra?

A mio parere le qualità tecniche non ci mancano perciò dovremmo semplicemente migliorare l’aspetto mentale: una concentrazione maggiore ci eviterebbe i cattivi risultati. Ci servirebbe più attenzione senza perdere preziose energie in inutili discussione con il direttore di gara di turno.

  Quanto conta quindi l’aspetto disciplinare soprattutto in uno ambìto amatoriale per lei?

Credo che con l’educazione si possa ottenere tutto. La correttezza è fondamentale e deve essere mantenuta nei confronti di tutti: avversari e compagni di squadra, senza contare l’arbitro che deve essere rispettato qualunque decisione possa aver preso.

                                                                                               Valentina Bernardinis

Pubblicato anche su Tremila Sport del 19/11/2010

De Rosa (Dignano), il terrore dei rigoristi

La comunicazione è’ un veicolo essenziale per far capire le proprie idee e  promuoverle . Se  non è efficace si creano  percezioni sbagliate e i messaggi, magari riportati, vengono distorti. E a Dignano (Seconda Categoria gir C) pare che un problema comunicativo abbia portato la decisione, consensuale, di cambiare guida tecnica. A sorpresa, nonostante la corazzata bianco blu veleggi in vetta del girone, mister Zuccolotto è sostituito da “Nado” Pressacco e Riccardo Sovrano. << Il primo – racconta Simone Dreosto, affidabile centrale difensivo, seguirà gli allenamenti mentre Sovrano si dedicherà alla parte tattica. A parte la vicenda legata al tecnico, il gruppo è in buona salute. I molti nuovi arrivi pare si siano integrati bene anche se soffriamo ancora di qualche amnesia di concentrazione. Aspetto che ci è costato alcuni punti, soprattutto nei finali di partita. Ma considerato che in rosa abbiamo parecchie soluzioni, tra cui il bomber Tiziano Berton (7 gol all’attivo) e il nostro Simone De Rosa detto “Super Pippo”, portiere che in queste prime giornate ha parato 5 rigori su 6, credoche possiamo ambire a un futuro roseo. Il collettivo – continua – oltre che di ottime qualità tecniche è molto affiatato: lo vediamo negli allenamenti e nelle iniziative (calendario, sito internet) che proponiamo e gestiamo. Se poi aggiungiamo che abbiamo la fortuna di avere una struttura sportiva a disposizione, posso sperare che il campionato ci regali belle emozioni e soddisfazioni.>>   

Nel gruppo A la classifica, considerato i molti recuperi in programma, non è ancora delineata. Al momento a tirare la fuga ci sono Atti Impuri e Belfiore. Nel girone B La Fortezza consolida la leadership passando a Romans (2-3) mentre l’Olimpica Passons, approfitta di un pessimo primo tempo del Chiasiellis, per ottenere il primo successo stagionale. Grande momento per la capolista Adorgnano(D): sono le reti di  Luca Culetto (3) e Luca Cattarossi ad affondare la Pol. Valnatisone. Non mollano l’inseguimento Dinamo Korda e Over Gunners che mantengono un punto di ritardo dalla vetta.

                                                                                                           Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 19/11/2010

A Tricesimo splende il sole

L’inizio di stagione non è stato tra i più facili per la Latteria Tricesimo (Prima categoria gir A) che ha dovuto fare i conti con le dimissioni del presidente Occhipinti e con la ricerca di una location dove giocare. Ma ora la situazione si è risolta. Luca Pertoldi ha assunto la carica più alta, il terreno di gioco recuperato (Raspano). Ora la squadra, quarta in classifica e lesta a pareggiare con la terza forza, gli Anni 80, sta cercando di ritrovare una sua identità. <<In campionato siamo partiti bene – dichiara mister Enrico Baiutti.  Giocatori d’esperienza e di spessore tecnico come Tiziano Boschetti, Andrea Ruzzan, Fabio Fanti e Alessandro Oggian, sono del resto  sinonimo di garanzia. Se poi diciamo che abbiamo trovato anche un sostituto al  portierone  Roberto Novach, a volte costretto ad assentarsi per motivi di lavoro, oserei dire che siamo coperti in tutti i ruoli. Il nostro obiettivo è quello di giocare un buon calcio senza pensare troppo alla classifica: giocando bene ci si diverte ed è più facile essere premiati dal risultato. Il mio compito più difficile? E’ quello di riuscire a stimolare tutti, soprattutto quelli che giocano meno. Ma la nutrita presenza agli allenamenti mi conforta. Lo leggo come segnale di grande coesione.>>  Classifica corta quella del gir A. Al comando c’è il Campeglio (2-0 all’Orgnano) che allunga su un SOS putiferio bloccato sul pareggio da un sorprendente Turkey Pub. Rientra nel lotto promozione anche la Pizz. Le Valli corsara sul Farla grazie a Rossi e Corredig. Nel gir B San Vito conferma il suo attuale strapotere vincendo sul terreno del Nobile Impianti, castigato da Gardin(2) e Minut. Dimensione Giardino, quatta quatta, sta risalendo la china: il successo targato Toppano vale lo scalpo pregiato dell’ Off,.Zanon e l’avvicinamento alla zona play off. Mica poco, no?

                                                                                                     Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 19/11/2010

Il “nuovo Amaranto” va anche senza allenatore

L’Amaranto è una pianta ornamentale con infiorescenze a spiga di colore rosso scuro, comunemente detta “erba meraviglia”. Ma non solo. E’ anche il nome di una squadra che, per trovare un nesso alla definizione, sta meravigliando per un inizio di stagione inaspettato. E pensare che a luglio era in bilico la sua iscrizione al campionato. Aveva appena conquistato una promozione storica ma alcuni dei suoi uomini, sollecitati da altre realtà, avevano deciso di cambiare casacca. Mister Faleschini, il bomber Monorchio, Bordini, Batesta e Sabot non c’erano più. Trovare all’ultimo dei sostituti all’altezza non era facile. Ma il sodalizio fece una scelta coraggiosa e si iscrisse. Durante l’estate si gettò alla ricerca di nuovi ragazzi che potessero integrare la rosa e rimpiazzò i partenti con Antonaci, Pugnale, Balloch e il furetto di centrocampo, studente universitario del Camerun, Youmbi Fumo Herve. >>Se consideriamo che era in ballo l’iscrizione – racconta il presidente Renzo Rossi -, i risultati fin qui ottenuti sono una lieta conferma della scelta fatta a inizio stagione. La squadra ha buone potenzialità anche se, al momento ci manca un mister di ruolo. Infatti, la conduzione tecnica è di gestione interna al gruppo anche se non abbiamo fretta: alcuni contatti in essere dovrebbero trovare forma a breve e il nuovo allenatore diventare realtà. Per il momento ci godiamo – continua – il successo sul San Lorenzo.  Dopo aver sofferto il team di casa, per primo in vantaggio, nella ripresa c’è stata la svolta. Non abbiamo cambiato ne modulo ne tattica. Coperto meglio le zone del campo siamo riusciti a prendere in mano le redini della gara e affondato i colpi grazie a  Mulinaris;  l’attaccante pareggia risolvendo una mischia e poi, partito sul filo del fuori gioco, ha raddoppiato evitando  l’uscita del portiere>>.

La giornata aspettava alcuni verdetti importanti sia in testa che in coda. In vetta riflettori accesi sul big match tra Flaibano e Ziracco. La gara, incerta, ha visto premiare i padroni di casa, ora solitari al comando e più propositivi in zona d’attacco: Pressacco e Di Bin i realizzatori. Cade il Corno per mano di Tuan. La sua rete decide il match a favore dello Jalmicco. Esulta anche Sedilis, lesto a violare il campo di un Thermokey probabilmente distratto dalle sentenze disciplinari. Nelle retrovie esulta il Gunners che forse ha preso l’onda giusta per risalire la corrente: finito il digiuno di vittorie dopo la vittoria in quel di Torsa firmata da Giorgiutti(2), Pascolo e Sich. Riecco i Warriors: i guerrieri, dopo il vantaggio di Lancerotto, allungano con Massimiliano Spina e Miconi. Per il Flumignano non c’è stato nulla da fare.

                                                                                                                      Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 19/11/2010

La Latteria Tricesimo gioca bene ma raccoglie poco

Friuli Collinare calcio a 11 – Prima Categoria gir A

Latteria Tricesimo – Extrem  1 – 1

In un campo che ha tenuto bene nonostante le piogge settimanali si sono affrontate le due squadre divise da un solo punto. La Latteria Tricesimo parte forte e gioca palla a terra, crea molto la squadra di casa in particolare sulla fascia sinistra dove le incursioni di capitan De Agostini creano molte difficoltà agli ospiti. Anche sulle palle da fermo la Latteria domina anticipando sempre gli avversari ma non riuscendo a trovare la deviazione vincente. Sempre dalla sinistra parte una palla per Fanti che incrocia dopo un bell’aggancio ma la sfera sfiora il palo alla sinistra di Ligorio. Il primo tempo scorre veloce e le porte rimangono inviolate. La ripresa inizia sempre con il possesso palla della squadra di casa e i lanci lunghi degli ospiti e proprio su uno di questi Spaggiari con un grande controllo elude l’intervento di Boschetti e trafigge un’incolpevole Novach. Il calcio è anche questo, una squadra gioca e l’altra segna. Pochi minuti dopo però la Latteria trova il meritato pareggio su azione d’angolo dove Boschetti Tiziano lasciato solo sul secondo palo insacca di piatto destro. Mancano 20 minuti alla fine e il pallino del gioco è sempre nelle mani del Tricesimo che però non trova con Ruzza prima e con Oggian A. poi la deviazione vincente. I numeri parlano chiaro 0 calci d’angolo per gli ospiti e 10 per la Latteria, tutto questo però non serve per portare a casa due punti alla squadra di Cassacco. il bel gioco però conforta e i punti pesanti arriveranno. Complimenti agli avversari per aver difeso con carattere la loro porta e all’arbitro Comuzzi per la direzione impeccabile.
Enrico Baiutti (Latteria Tricesimo)

Il sigillo pesante di Petrizzo regala il sorriso alla Pol. Valnatisone

2° categoria – girone D

Pol. Valnatisone – AC Montenars   1-0

Valnatisone: Lunari, Fattori, Boer (L.Nigro), F. Debegnach (Martinig), Clavora, Andresini, Nigro, Zanutta, Susca, Di Nardo (cap) (Bait), Petrizzo.

Montenars: Iacuzzi, Ermacora, Fabro, Mattiussi, Polato, L. Lucardi (cap), Giorgini, Venturini, I. Zanitti, E. Zanitti, Tuti.

 Marcatore: Petrizzo al 60’

Ammoniti: Iacuzzi, Lucardi e Venturini.

 Pulfero 20 novembre: Match delicato quello che si disputa a Pulfero tra due compagini che occupano la stessa posizione in classifica e che si trovano per vari motivi entrambe in emergenza formazione, tant’è che la partita inizia con qualche minuto di ritardo per attendere l’arrivo di qualche giocatore del Montenars. Il match è molto equilibrato e giocato a ritmi amatoriali, un po’ per l’età media dei partecipanti ma anche a causa del terreno di gioco, sempre pesante a queste latitudini. La Valnatisone cerca di fare la partita, il Montenars si chiude e si affida al contropiede ed è proprio in uno di questi che gli ospiti sfiorano il gol a metà primo tempo, ma Zanitti solo davanti a Lunari “pensa” troppo e si fa chiudere dalla difesa Cividalese in disperata rincorsa. Sventato il pericolo la Valnatisone prova a pungere con Susca, che si libera bene del difensore ma tira centralmente, poi ci prova Petrizzo, ben servito da Debegnach ma il suo colpo di testa a tu-per-tu con Iacuzzi è debole. Il filone della ripresa è il medesimo con le squadre molto attente a non subire gol, alla ricerca del punto che farebbe comodo ad entrambe, ma gli equilibri si rompono al 20’ quando il subentrato Leonardo Nigro si invola sulla fascia e centra per l’accorrente Petrizzo che batte l’estremo difensore Iacuzzi, ingannato anche da una deviazione di un difensore. Rotti gli equilibri il Montenars si scopre per cercare il pareggio e rischia di subire un’altra marcatura poco dopo per merito dello stesso Petrizzo che si trova solo davanti al portiere ma tira debolmente e si fa neutralizzare facilmente il possibile raddoppio. Nel finale gli ospiti ci provano creando qualche mischia ma senza impensierire troppo la retroguardia grigio-rossa. Partita sostanzialmente bruttina decisa da un episodio che permette alla Valnatisone di respirare dopo le recenti sconfitte e di distanziare una diretta concorrente come il Montenars. Ottima la direzione dell’arbitro Chiara Chiapolino.

 Maurizio Boer

Alla Miniera il derby spettacolo

IL MERCANTE NEL MONDO – LA MINIERA 3-5

IL MERCANTE NEL MONDO: Plazzotta, Zearo, Taddio, Rainis, Fruch, Martinis, Marini, Paschini, Londero.

LA MINIERA: Bruno, Menia, Petterin, Francesco Mazzolini, Pellizzari, Lorenzo Mazzolini.

ARBITRO: Buiatti di Pavia di Udine.

MARCATORI: al 3’ Paschini, al 19’Frezza, al 21’ Petterin; nella ripresa al 3’ Paschini, al 7’ F. Mazzolini, al 14’ Fruch, al 20’ Pellizzari, al 22’ Frezza.

 Sutrio. Non è mancato proprio niente nel sentito derby tra Il Mercante nel mondo e La Miniera con otto reti totali, complessivi sei legni colpiti tra pali e traverse, punteggio in continua altalena ed a chiudere questa piacevole serata, due strepitose prestazioni dei due portieri con maggiore prevalenza degli interventi salva-macth da parte di Bruno per gli ospiti. A livelli di singoli più squadra la formazione del presidente Rozzi, mentre più collettivo e più determinazione per i ragazzi del mister-giocatore Menia. La partita sin dalle prime battute è sempre stata in bilico e primo tempo a chiudersi sul 2-1 a favore degli ospiti capaci di rimontare con Frezza e Petterin il momentaneo vantaggio di Paschini. Nella ripresa massimo equilibrio sino a 5’ dal termine poi l’allungo decisivo della Miniera con i due di Pellizzari e Frezza. Nonostante la palpabile tensione, incontro molto corretto e sufficientemente ben diretto da Buiatti.

                                                                                                       red

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 19/11/2010

 

Doppio Stroili, L’ Amasanda supera Totò e gli Amici. Buon esordio di Ingemi

 

TOTO’ E GLI AMICI – AMASANDA 0-2

TOTO’ E GLI AMICI: Ingemi, Toffoletti, Del Bo, Gentilini, De Gregorio, Pettinella, Cunta, Pizzutti, Fantino, Calligaris, Di mauro, Sortbello, Vidal, Zucchini, Mansutti.

AMASANDA: Cardona, Bassi, Di Vincenzo, Bianchizza, Bressan, Bruno, Cossettini, Madotto, Stroili, Fabris, Macoritto, Mugiati, Persoglia, Presello.

ARBITRO: Sivieri di Udine.

MARCATORI: al 12’ Stroili; nella ripresa al 24’ Stroli.

 Colugna. Anche contro l’Amasanda il fanalino di coda del campionato riservato agli Over 40, deve rinviare l’appuntamento con i primi punti stagionali, ma almeno in casa Totò e gli Amici si è potuto festeggiare l’esordio del portiere Francesco Ingemi (classe 1970) che con i suoi decisivi interventi ha limitato il passivo sui tentativi in successione di Macoritto, Stroli e Madotto. La partita si è sbloccata dopo soli 12’ con un preciso diagonale da dentro l’area di Stroili su cui nulla ha potuto Ingemi, mentre la reazione dei locali si manifestava esclusivamente con tiri da lunga gittata o attraverso qualche debole punizione. Il raddoppio per gli ospiti giungeva al 24’ della ripresa ed era ancora Stroli che raccogliendo un cross proveniente dall’out destro del campo, inzuccava di precisione. La partita estremamente corretta ha facilitato la direzione di Sivieri.

                                                                                                        Red

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 19/11/2010

Anche la CoopCa nel quartetto al comando

Campionato “Giancarlo Geretti” Over 40

 

 

Girone Unico. In attesa dei molti recuperi, la sosta forzata de La Rosa, la sconfitta della Sangiorgina ad opera di un concreto Premariacco (tripletta di Franzil) ed il pareggio delle VG San Daniele con il Bar Gardel (botta e risposta tra Tambosco e Crapiz), al comando si è formato un quartetto in cui hanno preso posto anche i i carnici della CoopCa  grazie al blitz in casa della Brigata Brovada firmato da Blanzan e Clara. Sesta giornata con in evidenza la quaterna esterna del Feletto 90 con vittima il Passons (doppietta di Tommasi), quindi i successi esterni della Pizzeria da Pippo Uno contro il Canarino  (decisivo il contropiede di Elia), del Beivars nella tana dell’Osteria da Lodia con in gol il tandem carnico Urbano-Vesanaver, del Basaldella al fotofinish sull’Isotenco serramenti (in doppia marcaturaCestari) e quello dell’Amasanda nei confronti di Totò e gli Amici battuto dall’uno-due di Stroili. Molto equilibrio nel match notturno di Ziracco ma l’hanno spuntata i padroni di casa con i gol di Bonafin, Dorlì e Zuliani; per gli ospiti del Cjassà doppietta di Farsigi. Anche a Plasencis non sono mancate emozioni e gol nella disfida tra Don Bosco ed Axo Buia con protagonisti assoluti i triplettisti Franzin per i locali e Dervishi per gli ospiti. Si è chiuso invece senza reti l’incontro tra Bicinicco Boys e La Tavernetta.   

                                                                                                               Renato Damiani

Pubblicato anche sul Messaggero Veneto del 19/11/2010