Settore attività: inizia il nuovo corso

Il nuovo responsabile del Settore Attività, Ivan Zanello, sta cercando di fare un restailing alla gestione organizzativa della Lega Calcio Friuli Collinare adottando una nuova metodologia che prevede la collaborazione  di soci al di fuori del Consiglio Direttivo.

Continua...

Strappo con lo Csen, la Lcfc ora è…Libertas

Si dividono le strade della Lega Calcio Friuli Collinare e dello Csen. Il provvedimento è  maturato nel Consiglio direttivo del 31 luglio, seduta dove si è deciso l’uscita da un Ente di promozione sportiva con cui c’è stata collaborazione per dieci anni.

Continua...

Squalifiche e lista gara

Testata per un anno,  la  pubblicazione della squalifica di un tesserato nella lista gara diventa norma. Come delibera del Consiglio del 31/07, dalla stagione 2018/2019,  la squalifica visualizzata sulla lista gara affianco del nome del tesserato  diventa ufficiale (Art 65 ter RA http://www.lcfc.it/normativa/?stagione=2018-2019). Importante sapere che sarà ufficiale solo se la lista sarà scaricata solo dopo l’uscita del comunicato Ufficiale che riguarda la settimana precedente alla  gara da giocare. In quest’ottica  particolare attenzione dovranno prestare  le squadre che giocano il venerdi.

Il sistema gestionale  recepisce l‘ufficialità della decisione del giudice sportivo  solo dalle 00.01 del venerdì e quindi, le  liste stampate prima dell’uscita del comunicato ufficiale e/o le liste fotocopiate, non avranno valore e l’associazione rea potrà essere sanzionata come previsto dall’articolo 43 RD, lettera m (http://www.lcfc.it/normativa/?stagione=2018-2019)

Stella: Lo STU raddoppia

In controtendenza rispetto a qualche squadra che fatica a comporre una rosa discreta per poter iscrivere una squadra, lo STU Fagagna raddoppia.  Il team collinare, una delle squadre più solide nel panorama del calcio a 5, dopo aver centrato due finali consecutive nel campionato amatori e aver lanciato Federico Nobile nel “ghota” dei marcatori, consapevole che diventa sempre più faticoso sostenere certi ritmi, magari contro ragazzi molto più giovani,  ha iscritto alla Lcfc due squadre: una al campionato amatori, l’altra nel torneo over 40. Ci racconta il motivo di questa scelta il capitano Stefano Stella:
Quali i motivi che vi hanno spinto a iscrivere una seconda squadra?
>>L’età avanza inesorabilmente e l’idea di creare una “cantera” con lo scopo di prepararci alla pensione era nell’aria da tempo. Ora, grazie alla collaborazione di nuove persone che hanno sposato il nostro credo, si è potuto realizzare questo progetto.>>
Proviamo a scommettere su qualche giocatore. Su quale puntereste?
>>I nuovi giocatori li dobbiamo ancora scoprire,  per cui se dovessi scommettere punterei sulla vecchia guardia che, in base alla reale disponibilità, sono sicuro, si sdoppierà tra amatori e over per garantire il regolare svolgimento della stagione. >>
Quali obiettivi vi siete prefissati per questa nuova stagione nel campionato Over 40 ?
 >>Non abbiamo obiettivi precisi. Non conosciamo bene le caratteristiche tecniche delle squadre partecipanti per cui , man mano che la stagione proseguirà, fisseremo gli obiettivi. Ovvio che non partecipiamo per fare le belle statuine>>
Avendo due formazioni non avete paura, a un certo punto della stagione, di andare in difficoltà?
>>Le difficoltà ci sono e ci saranno sempre. La nostra è una prova. Noi ci mettiamo passione e impegno poi se va bene ok, altrimenti, amici come prima.>>
Credi che la Lcfc, divedendo i campionati per fasce d’età,  faccia una scelta saggia?
>>Chiaro che si. Come già  detto, l’età avanza veloce ed è importante e stimolante  potersi confrontare con dei pari età  e non con gente più  giovane che, in diversi casi, non disdegna di prenderti in giro solo perché  sei di qualche anno più vecchio.>>
Siete da anni ai vertici nel campionato amatori e spesso avete raggiunto la finale. Negli over 40, l’anno scorso si sono potute notare grandissime individualità. Pensate che le vostre qualità tecniche possano esaltarsi anche in questa competizione?
>>La nostra tecnica, non sempre sublime, viene compensata dalla compattezza del gruppo. Speriamo che anche quest’anno sia così!>>

Trofeo regionale Lcfc

Novità anche per l’Attività della Lega Calcio Friuli Collinare. Da più parti arrivavano input dalle squadre del calcio a 11 per organizzare una finale, per rendere ancora più emozionante la stagione, per trovare stimoli nuovi che derivino dal confronto tra realtà diverse e forse mai incontrare. Recepite le istanze e valutato la possibilità di creare un breve torneo, magari da disputarsi in una giornata unica, il Consiglio del 31/7 ha deliberato che per la stagione 2018/2019 venga organizzata una manifestazione, la cui formula è da definire, tra le vincenti o le prime classificate dei campionati Friuli Collinare, Area Pn e Campionato carnico amatori. Un momento di confronto per un trofeo che darà il titolo simbolico di “campione regionale”, ma anche un momento dove conoscersi, scambiarsi opinioni sui rispettivi campionati e valutare le rispettive capacità tecniche.

 

 

Area Pordenone, ecco i referenti

Comincia a prendere forma il progetto Area Pn. Un idea che si sta sviluppando soprattutto grazie al contributo di persone che, oltre a condividere una strada comune con la Lcfc, si stanno impegnando nel proprio territorio per far decollare il nuovo campionato. In quest’ottica il Consiglio direttivo del 31/07  ha nominato i referenti del nuovo campionato territoriale della destra Tagliamento:  Luca Canciani, Remo Chiaradia, Dennis Facchin e Igor Polo Friz. A questi ragazzi, capaci da subito di mostrare entusiasmo, passione, competenza  e coinvolgimento,  gli auguri di buon lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

Le interviste impossibili: FIFA vs Coppa Disciplina

Associare i risultati sportivi a un comportamento corretto non è utopia. La Lega Calcio Friuli Collinare persegue da sempre i valori  legati alla Coppa Disciplina, istituto imprescindibile rispetto alla propria attività. Anche la FIFA  ha voluto dare un segnale, purtroppo apprezzato da pochi, relativo ai  valori fondanti dello sport come correttezza e lealtà sportiva.

Continua...

Importanti modifiche normative

Come anticipato nel precedente articolo, il primo Consiglio direttivo del nuovo mandato di Daniele Tonino ha deliberato le modiche alla Normativa che entreranno in vigore la prossima stagione. Molte variazioni sono conseguenti alle proposte pervenute dalle associazioni negli incontri di inizio anno, altre vengono dal Consiglio e sono decisamente innovative.

Continua...

Assemblea 5 luglio, la fotogallery

Tonino al secondo mandato

Giovedì 5 luglio scorso, presso l’auditorium di Povoletto, si  è tenuta l’Assemblea elettiva della LCFC. I rappresentanti delle associazioni e i delegati del settore arbitrale hanno riconfermato Daniele Tonino alla massima carica.

L’Assemblea è stata preceduta dalle premiazioni delle squadre vincitrici la Coppa disciplina, dei campionati Friuli Collinare c11, Friuli Collinare c5 e “Geretti” over 40, di quelle promosse durante la scorsa stagione e dei capocannonieri.

La relazione di Daniele Tonino sul mandato appena concluso ha aperto i lavori istituzionali. Il Presidente ha evidenziato il sostanziale rispetto del programma e alcuni grandi risultati ottenuti, come la modifica della normativa nazionale sui defibrillatori. Ha rilevato come i dirigenti delle associazioni siano oggi chiamati a una maggior impegno, anche in considerazione delle responsabilità che derivano dalla normativa nazionale e dai regolamenti del CONI. Ha inoltre invitato tutti a essere innovativi, come lo è stato il progetto Calcioxenia. E infine ha sottolineato la grande trasparenza della LCFC che consente a tutti i soci di accedere a ogni dato e informazione della nostra Associazione.

Chiusa la relazione si è entrato nel vivo dei lavori istituzionali con la nomine, nell’ordine,  del Presidente dell’Assemblea (Giampaolo Bertoli) e dei componenti la commissione elettorale. Espletate queste votazioni Bertoli ha ricordato che l’unica candidatura alla Presidenza è quella proposta da Daniele Tonino, che prevede come consiglieri i seguenti soci: Paolo Comini, Fabrizio Pettoello, Luca Arsellini, Adriano Cantoni, Bruno Marcuzzi, Carla Pascutti, Andrea Peressoni, Renzo Rossi, Roberto Valerio, Ivan Zanello, Paolo Zorattini. Bertoli ha fatto presente che in caso di unica candidatura, la votazione è effettuata con voto palese per alzata di mano e sono eletti i  Consiglieri iscritti nella lista costituente il Consiglio direttivo presentato dal presidente eletto. Bertoli ha quindi proposto all’Assemblea di votare il Presidente e il Consiglio direttivo composto dai nominativi indicati nella lista. La votazione ha eletto Daniele Tonino come Presidente e il Consiglio direttivo composto dai nominativi indicati nella lista con  187 voti favorevoli, 2 astenuti e 0 contrari. Ricordiamo che erano presenti 181 associazioni ( su 224), 8 delegati del Settore arbitrale (su 10) e 0 del Settore disciplinare (su 1) per un totale di 189 voti su 235.

Conclusa la parte burocratica Pettoello ha presentato il nuovo campionato territoriale nella destra Tagliamento, che si chiamerà Area PN.  Ha ricordato che le squadre  Campionato pordenonese Amici del Calcio hanno scelto di entrare a far parte della LCFC dopo aver valutato le proposte della FIGC e di alcuni Enti di promozione sportiva.  La LCFC ha proposto il mantenimento delle regole del precedente campionato, per dare una segnale di rispetto della storia trentennale dell’organizzazione pordenonese. In seguito tali norme andranno tendenzialmente a uniformarsi con quelle della LCFC, con qualche differenza giustificata dalle peculiarità territoriali, come avviene per la Carnia. Pettoello ha infine sensibilizzato le squadre della LCFC che si trovano nel territorio ad aderire al nuovo campionato.

Peressoni ha presentato l’innovativa e apprezzatissima App della LCFC che si può scaricare dagli store Android e Apple e che darà la possibilità ai tesserati di essere sempre aggiornati su tutta l’attività amatoriale.

Tonino: libertà, coraggio, passione

Daniele Tonino, non essendoci liste concorrenti, si avvia verso il suo secondo mandato. Subentrato a Corrado Lunetta, durante il suo primo triennio ha trovato parecchie perturbazioni gestionali da superare, una su tutte la   “tempesta” che avrebbe potuto mettere in crisi l’organizzazione di molte associazioni (leggasi  l’obbligo dei defibribillatori).

Continua...

Grande novità, apre il campionato pordenonese Area PN

Grandi novità in casa Lega Calcio Friuli Collinare che annuncia l’apertura di un campionato della destra Tagliamento. Si chiamerà Area PN e vedrà impegnate circa 20 formazioni a cui potrebbero aggiungersi delle altre. Il campionato sarà presentato ufficialmente in occasione dell’Assemblea elettiva del 5 luglio. Ma andiamo con ordine.

Continua...

Intervista doppia: Fabro vs Bittolo

Sabato 26 maggio si accenderanno i riflettori sulla finale del campionato dedicato al campionato over 40 di calcio a 5. Alle ore 19,00, nella palestra di Santa Maria la Longa, a contendersi il titolo i campioni in carica dell’Old Wild West, guidati da Tiziano Bittolo  contro la rivelazione di questo campionato, quello Stappo sulla cui panchina siete Alessandro Fabro. Sarà una partita nella partita con i due mister che, non potendo scendere in campo, vivranno sicuramente un mare di indescrivibili emozioni ma nel contempo dovranno mantenere una certa razionalità per leggere la partita, fare i cambi giusti e motivare i propri giocatori.

Continua...

I Fiocco Boys esultano con un settebello

Tavagnacco. A sorpresa, ma meritatamente, il Fiocco Boys si aggiudica la Coppa Purgatorio anche se i pronostici iniziali erano per il Fagagna c5, formazione da oltre 20 anni sulla breccia del calcio a 5 targato Lcfc e con un palmares di tutto rispetto tra cui quattro podi nelle manifestazioni a cui si è iscritta. Ma il campo si è espresso diversamente  mettendo in evidenza l’intraprendenza e la  freschezza atletica delle “camisete bianche, caratteristiche che hanno bloccato le iniziative di un Fagagna stranamente poco concreto sotto porta.

Continua...