Senatori: Della Vedova, la nostra forza è il gruppo

Senatori: Della Vedova, la nostra forza è il gruppo

Silvio Della Vedova, dell’Amasanda 86 San Daniele è da moltissimi anni sugli scudi sia come giocatore che come dirigente. Un vero appassionato che, da oltre 20 anni, gestisce la sua squadra con grande attenzione e cura dei particolari e che con la quale si è tolto parecchie soddisfazioni.  Ci ha rilasciato questa dichiarazione.

Abbiamo un gruppo solido e coeso per cui quest’ anno la rosa è stata solo ritoccata per coprire le uscite di giocatori che hanno deciso di appendere le scarpe al chiodo, esordisce Della Vedova. Al loro posto sono arrivati tre centrocampisti  come Giuseppe Vesnaver, Marco Fabris – dei ritorni perchè in passato hanno già vestito la nostra maglia-  e Loris Molaro.  Guardando la nostra lista giocatori abbiamo un gruppo di atleti bravi e tecnici con i quali ci siamo posti l’obiettivo di arrivare almeno nelle prime quattro posizioni anche se quest’anno, devo ammettere, il livello si è alzato e le squadre sono diventate molto competitive. Per questo – continua – contiamo anche su un apporto più costante di uno dei nostri bomber, Massimo Degano, giocatore che potrebbe darci quel valore aggiunto per raggiungere i traguardi prefissi.  Confidiamo anche in Luca Rupil che nell’ultimo campionato ha lottato per la classifica marcatori ma soprattutto siamo sicuri di avere una squadra che fa leva su una difesa esperta e su un centrocampo ricco di qualità tecniche. Insomma, le potenzialità ci sono. Ora bisogna solo dare continuità ai risultati sperando di avere tutti i giocatori a disposizione. Ma sono fiducioso, mister Claudio Pascoli, nostro allenatore dal 2001, conosce le peculiarità di ogni atleta e saprà gestire il gruppo, come sempre, in modo ottimale. Vorrei fare anche una menzione particolare a Mauro Di Vincenzo che, assieme a me, da quasi 20 anni, si occupa della parte logistica e organizzativa della squadra. Vorrei concludere – chiosa della Vedova, dicendo che siamo un grande gruppo fuori e dentro il campo. Per cui squadra vincente non si tocca!”

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
We have placed cookies on your computer to help make this website better. Read the cookies policy
yes, I accept the cookies