Le voci dei protagonisti: Highlander Torriana vs Pertegada c5

Gradisca d’Isonzo: Buona anche la prima in casa per l’Highlander Torriana in una gara in equilibrio per un tempo; poi nella ripresa due reti in rapida successione hanno indirizzato il risultato in maniera inequivocabile.
Le due squadre si studiano nella parte iniziale di gara, si conoscono troppo bene visti i precedenti e, per sbloccare il risultato, ci vuole una palla inattiva. Un calcio d’angolo raccolto da Cignacco (fresco di notizia di futura paternità…!!) abile al 9’a farsi  trovare pronto sul secondo palo per il facile tap-in. La conseguente esultanza  e sotto maglia al pubblico per festeggiare il futuro evento gli costa però  la fiscalissima ammonizione del direttore di gara (neanche fossimo in serie A…vabbè). Regeni al 13′ ha l’occasionissima per pareggiare ma calcia a lato dopo uno smarcante lancio che lo manda davanti a Pettenà.  Salis e Ferrazzo in contropiede, soli davanti a Milan, non hanno la lucidità per insaccare il raddoppio e così, prima della pausa, è Pettenà provvidenziale col piede sinistro a salvare sempre su Regeni.
La Torriana chiude la gara ad inizio ripresa: Cussigh prima concretizza il lancio in profondità di Ferman e batte Milan in uscita, poi tre minuti dopo realizza su calcio di rigore conquistato da Ferman la rete della sicurezza. Il Pertegada ci prova a riaprire la gara, ma manca di lucidità, Pettenà respinge di petto su Neri, poi la squadra di casa va ancora a segno. Salis al 16′ ribadisce in rete con una sassata di potenza la respinta di Milan sulla sua precedente conclusione ed,  infine,  capitan Cussigh con un’azione analoga a quella di inizio ripresa mette la ciliegina sulla sua perfetta prestazione battendo il neo entrato Scanferla, portandosi a casa il pallone e la palma di miglior in campo.
Settimana vivace in casa Highlander Torriana, dove non sono mancate le novità positive e, ahimè, negative. Partiamo dalle negative: una fortuita caduta in bicicletta è costata la rottura della clavicola a Miha Bazato, il bomber che, dopo una sola gara di campionato, deve dare forfait per almeno tre/quattro mesi. Operazione immediata riuscita. Ora inizia la fase di riabilitazione che ci si augura possa essere più veloce del previsto;  dovrà attendere invece ancora un paio di settimane Francesco Donda prima di finire anche lui sotto i ferri per un guaio al ginocchio, problema già noto da tempo. Tant’è che due dei tre nuovi acquisti sono già out. Motivo per cui il Presidente Verzegnassi si è già mosso sul mercato:  è in corso una trattativa per un attaccante ex-nazionale con molti anni di esperienza tra serie A e B, si attendono gli sviluppi. Finiamo invece con la notizia positiva: l’attesa poteva essere lunga (per un giocatore da 4/5 reti a stagione c’era questo rischio) ed invece ci ha messo solo 10 minuti nella gara con il Pertegada prima di farsi trovare pronto sul secondo palo a insaccare quella sfera che gli ha permesso di togliere la maglia di gioco ed annunciare con una t-shirt  alla squadra, ignara di tutto, l’arrivo di un prossimo/a erede . Gioia irrefrenabile, subito smorzata dall’immediata ammonizione di un direttore di gara dal cuore di pietra, resta tuttavia la lieta notizia ed i più grandi auguri ai neo genitori Michele Cignacco e Patrizia Strizzolo. Ma non dimentichiamo di estendere gli stessi auguri, questa volta di pronta guarigione, a Francesco e Miha. E forza Highlander, vinciamo anche per Voi!

Campionato collinare di calcio a 5 eccellenza, 2a giornata

Highlander Torriana – Prertegada c5  5-0
Highlander Torriana: Pettenà, Cignacco, Madonna, Cussigh, Salis, Piasenzotto, Donda, Ferman, Ferrazzo,  Vitiello, Marcuzzi, Arcamone. All. Tirelli
Pertegada c5 : Milan, Regeni, Pascutto, Urban, Buonocore, Neri, Mauro, Saviano, Scanferla. All. Prataviera
Arbitro: Beltrame
Marcatori:  3 Cussigh (1r), Cignacco, Salis.
Continua...

Le voci dei protagonisti: La Bombonera vs Highlander Torriana

Campionato collinare di calcio a 5 Eccellenza

1^GIORNATA LA BOMBONERA – HIGHLANDER TORRIANA 3-4
La Bombonera: Lardo, Santini, Tosolini, Zuccolo, Virgolin, Imazio, Diamante Davide, Diamante Dario. All. Abrusci
Highlander Torriana: Pettenà, Cignacco, Tel, Madonna, Cussigh, Piasenzotto, Ferman, Ferrazzo, Bazato, Vitiello, Marcuzzi, Arcamone. All. Tirelli
ARBITRO: Fusaz
MARCATORI: Diamante Dar, Imazio, Virgolin (Bombonera) 2 Ferman, Bazato, Ferrazzo (Torriana)
Udine. Inizia con una vittoria il primo campionato dell’Highlander Torriana nel girone d’Eccellenza. La squadra di mister Tirelli espugna il campo dei vice-campioni in carica, La bombonera di Udine. Dopo un’iniziale fase di studio, la gara la sblocca Ferman al 7′: il numero dieci riceve una palla in verticale e davanti a Lardo mantiene la giusta freddezza per eludere l’uscita del portiere e segnare a porta sguarnita. La Torriana trova il raddoppio al 14′ grazie al nuovo-arrivo Bazato che direttamente dal calcio d’angolo trova l’involontaria deviazione di un difensore locale e sorprende Lardo. Poche occasioni nella prima parte di gara per i locali. Da segnalare Dario Diamante che, al 17′, vince un rimpallo in area e solo davanti a Pettenà si fa stoppare dall’uscita del portiere ospite. Il duello si ripete al 4′ della ripresa, ed è ancora provvidenziale l’uscita bassa dell’estremo giallo-blu; la squadra di casa alza il baricentro, con gli isontini che arretrano con timore e sprecano molto in ripartenza, ed in cinque minuti la Bombonera pareggia l’incontro: prima è Dario Diamante a finalizzare un contropiede in superiorità numerica, poi, dopo un palo a porta sguarnita di Virgolin, è Imazio a trovare con un coast-to-coast la puntalata dal limite dell’area che vale il 2-2. Ferrazzo un minuto dopo riporta gli Highlander in vantaggio con un destro dalla distanza che si insacca sul palo lontano, ma al 18′ ancora una ripartenza in superiorità numerica innescata dallo sgusciante Imazio permette a Virgolin di trovare il pareggio da pochi passi. Come nella precedente situazione, la squadra isontina ci mette solo un minuto per tornare (questa volta definitivamente) in vantaggio, ancora con Ferman che si libera abilmente del  proprio marcatore e da dentro l’area batte Lardo imparabilmente per la rete che vale la vittoria, sudata nel convulso finale, ma meritata.
Ufficio stampa HIGHLANDER

Renato Damiani, nozze d’argento col carnico amatori

Un punto di riferimento per il calcio della montagna, un narratore che, attraverso i suoi articoli e le sue radiocronache, evidenzia le gesta di dilettanti e amatori. Ma anche un fine organizzatore che sa gestire con grande intraprendenza e competenza parecchi eventi. All’apparenza sembra una persona dal carattere autoritario, a volte forse un po’ burbero e schivo, anche se nella sostanza dimostra grande passione, dedizione e competenza. Non lascia nulla al caso, il suo controllo è sempre preciso e puntuale, la sua energia una fonte inesauribile per idee e progetti. Stiamo parlando di Renato Damiani, da 25 anni a capo dell’organizzazione del campionato carnico amatori targato Lega Calcio Friuli Collinare.

Continua...

Ass.Tre Castelli onlus di Attimis, ecco il contributo

Ogni anno il vincitore del gran Premio LCFC decide a chi destinare la somma che la Lega Calcio Friuli Collinare mette a disposizione per beneficenza. Quest’anno, l’importo di € 3791,00,  frutto delle sanzioni alle associazioni,è stato devoluto all’Associazione I Tre Castelli su indicazione di Giancarla Mingone. Conosciamone l’attività attraverso le parole della sua presidente, la signora Maria Lidia Brovedani.

Di cosa si occupa l’associazione “I Tre Castelli”?

Siamo una onlus e operiamo sul territorio del Comune di Attimis dal 1990. Le finalità per cui è sorta riguardano la socializzazione e l’aiuto verso  le persone anziane e quelle in difficoltà. Per raggiungere tali obiettivi nel corso degli anni abbiamo realizzato diversi incontri di carattere ludico, culturale e assistenziale: gite, rappresentazioni teatrali, incontri conviviali, gioco della tombola, corsi di ricamo, di acquerello, di ginnastica dolce, di biomusica, mostre fotografiche, ricerca dei toponimi del nostro territorio, ricerca di antichi soprannomi, gestione del Banco Alimentare. Oltre a queste iniziative, forse la più importante è l’organizzazione di un servizio di trasporto presso i centri sanitari per le persone che non possono usufruire di un mezzo proprio. Tale iniziativa è stata sostenuta economicamente, in parte, dalla generosità degli abitanti del Comune. Generosità che oggi ci viene dimostrata, tramite la signora Mingone Giancarla, dalla vostra Associazione a dimostrazione che lo sport vero forma persone vere. Grazie di cuore.

Avete già un idea di come verrà utilizzato l’importo ricevuto?

Il vostro contributo verrà utilizzato per la revisione totale del nostro mezzo di trasport0, una Doblò di oltre 10  anni.

FC11, voci dai campi: Aquile e Fossalon, che bel gemellaggio!

Le Aquile Cervignano – AC Fossalon   1 – 1

“Si ricomincia da dove si era terminato” – chiosa Nicola Pellizzari  “Opposte le due squadre che lo scorso anno chiusero la stagione con la festa promozione proprio sul campo di via Tolmezzo. Da una parte i padroni di casa, vogliosi di iniziare bene la stagione di fronte ai propri tifosi, dall’altra  il sodalizio giallo rosso di Fossalon, guidato dal confermatissimo Matteo Goiach, bellissima squadra costruita per il salto di categoria. Davanti a un pubblico eccezionale (ben 62 spettatori sono accorsi al comunale) per una partita di amatori tra due squadre amiche, le due contendenti si sono affrontate a viso aperto dando vita ad una bellissima partita”.

Continua...

Assemblea Lcfc: novità e tanti ospiti

L’assemblea della Lega Calcio Friuli Collinare apre la nuova stagione sportiva 2019/20.

Al classico appuntamento istituzionale, tenutosi nell’auditorium di San Vito al Tagliamento, erano presenti oltre ai delegati degli arbitri e ai dirigenti di oltre 250 squadre molti ospiti in rappresentanza delle amministrazioni regionali e locali e delle componenti sportive nazionali e regionali.

Continua...

Trofeo Fair Play a Daniele Di Gleria

Il rispetto dei valori sportivi,  la forza di esprimere al meglio  le proprie i capacità sportive senza utilizzare cattiveria e aggressività, fa parte di una cultura sportiva a cui la Lega Calcio Friuli Collinare tiene particolarmente.

Chi sa porre il rispetto delle regole e di se stesso e degli altri davanti al risultato è una persona che merita di  essere portata ad esempio. È il caso di Daniele Di Gleria, a cui verrà assegnato in occasione dell’Assemblea il  Trofeo Fair Play.

Continua...

Gran Premio Lcfc a Giancarla Mingone

Mix di energia, dinamismo e caparbietà, una persona  che pretende sempre il massimo, da sè stessa e dagli altri e che ottiene consensi nello sport e nella vita di tutti i giorni. Stiamo parlando di Giancarla Mingone, da 20 anni presidente degli Am. Racchiuso, da oltre 10 consigliere comunale del suo paese (Attimis). Giancarla ha avuto il coraggio di rompere quell”omertà” sportiva che purtroppo è a volte presente nei campi di gioco.
Lo ha fatto dopo una gara in cui gli avversari contestarono con forza l’operato dell’arbitro, accusandolo di non aver riportato nel  referto circostanze veritiere. Giancarla ha avuto il coraggio di assumere  spontaneamente l’iniziativa, di segnalare quanto accaduto in occasione della gara tra Am Braulins e Am. Racchiuso e di affrontare le conseguenze del suo gesto distinguendosi da chi, preferendo trincerarsi dietro scelte di comodo, sceglie di non denunciare comportamenti non conformi allo spirito amatoriale.

Continua...

Coppa Amatori, una nuova era

Parte con la stagione 2019/2020  la nuova Coppa Amatori. Sostituirà diverse premiazioni: la Coppa Disciplina, la Coppa dirigente e quella formazione.
Il calcolo dei punteggi premia i comportamenti virtuosi di collaborazione, partecipazione e formazione, incidono mentre invece negativamente solo quattro elementi: l’ammonizione, la squalifica,  la perdita della gara e l’assenza a riunioni.
In ogni manifestazione, chi otterrà il maggior numero di punti a fine stagione si aggiudicherà la Coppa Amatori.

Continua...

A Ravascletto il raduno del settore arbitrale

È ancora estate, ma metereologicamente la due giorni di Ravascletto (7 e 8 settembre) ha presentato uno scenario decisamente autunnale per il gruppo arbitrale delle LCFC, pronto a radunarsi ancora una volta all’Hotel Sportur, abituale sede del “ritiro” conviviale di prestagione. Ne abbiamo parlato con il responsabile del settore Bruno Marcuzzi.

Quali gli obiettivi del raduno?

Sono molteplici: creare un momento di aggregazione, condividere e discutere alcune criticità, cercando nel contempo di migliorare alcuni aspetti delle performance arbitrali, ottenere un convivio per rendere ancora più coeso un gruppo che mette passione e amicizia ma vuole anche cercare di essere più professionale possibile.

C’è stata partecipazione?

Devo dire che abbiamo passato due giorni – nonostante si sia iniziato a lavorare sulla parte atletica e ci si sia confrontati su parecchi aspetti tecnici – in un clima di festa reso possibile anche dalla presenza di mogli e familiari, dalla squisita compagnia della Puzzoli’s band (da anni al nostro seguito) e dalla visita di alcuni Consiglieri e del Presidente della Lcfc Daniele Tonino. Direi che la partecipazione, nel complesso, è andata oltre le aspettative.

Quali sono i temi affrontati?

Sappiamo, inutile negarlo, che uniformità di giudizio non ci sarà mai, e quindi bisogna lavorare per limitare il più possibile gli errori. Che ci possono essere, ma che devono essere affrontati con serenità, cercando di mantenere con i tesserati un dialogo sereno e costruttivo. Il mio discorso e quello del Presidente hanno voluto centrare queste situazioni.

C’è qualcuno che vuoi ringraziare?

Certamente tutti i presenti per la partecipazione alla attività collaterali proposte (visita al museo della Carnia, tombola ecc), alle autorità locali, allo Sportur, ai dirigenti della Lcfc intervenuti ma soprattutto all’organizzatore principe di questo evento, Dino Lodolo.

Prossimo appuntamento per il settore?

La riunione del 24 settembre. Lì aspetto gli arbitri in massa!

 

 

Le interviste impossibili: due vs tre punti

La Lega Calcio Friuli Collinare, da sempre, adotta i due punti a vittoria. È uno dei valori imprescindibili per l’associazione la quale, talvolta, deve spiegare questa scelta a qualche nuovo tesserato che, magari condizionato dai media che parlano esclusivamente di calcio professionistico, non capisce perché tra gli amatori friulani ci siano regole differenti.

Continua...

Settore attività, ore calde per preparare i campionati

Il Settore attività della Lega Calcio Friuli Collinare è sempre in fermento. Il suo compito è gestire i campionati, capirne le criticità per poi modulare nuove proposte, ma anche valutare la possibilità di creare nuove manifestazioni, organizzare eventi, proporre iniziative che possano coinvolgere i tesserati. A supervisionare l’attività c‘è Roberto Valerio, responsabile dell’ufficio di presidenza, il cui compito è coordinare e controllare che tutto venga svolto in maniera corretta.

Continua...

Approvata la norma sulle variazioni

Il Consiglio direttivo del 13 giugno 2019, preso atto delle richieste pervenute nelle riunioni non obbligatorie di gennaio, letto le considerazioni/proposte di alcune squadre (Dognese, Axo Club Buja e Colloredo pin up) giunte a seguito della pubblicazione della proposta di variazione pubblicata su questo portale, ha approvato le norme che disciplinano variazioni di data, ora e luogo. https://www.lcfc.it/regola-variazioni-2019

Continua...