Senatori: Cordignano, Sangiorgina, Portover, che bagarre

Senatori: Cordignano, Sangiorgina, Portover, che bagarre

Interessante l’evolversi della corsa alla seconda piazza dove le Glorie Cordignano e la Sangiorgina, due delle formazioni che si stanno contendendo l’accesso alla finale,  confermano il loro buon momento vincendo le rispettive sfide con la Virtus & old Friend e Amasanda 86.

I veneti si liberano della compagine udinese con un poker firmato da Giuseppe Coan, Daniele Piai, Maurizio Teccolo e Alessandro Toffoli, mentre la Sangiorgina gioisce in casa di una generosa Amasanda in una sfida raccontata dal collinare Silvio Della Vedova.La sfida tra Amasanda e Sangiorgina apre la 19esima giornata del campionato Senatori e il 6-2 inflitto dagli udinesi ai collinari è un’evidente candidatura alla finale. Bastano 10 minuti per capire che esito avrebbe avuto l’incontro. Al 5’ minuto è Francesco Manzella a replicare la prodezza della partita precedente trafiggendo Zucchiatti con un preciso spiovente dai quaranta metri. Dopo alcuni minuti Muser calcia una punizione dal vertice dell’area e sulla respinta del portiere è Dorlì a siglare il 2-0. Verso la fine della prima frazione di gioco, Manzella serve in verticale Blasutto che scatta sul filo del fuorigioco, dribbla l’estremo di casa e deposita in rete. Inizia il secondo tempo ma gli uomini di mister Pascoli non si danno per vinti e cercano di raddrizzare la partita, infatti la doppietta di Chiavutta riapre i giochi. Ci pensa Muser a spegnere le speranze dei sandanielesi con una punizione dai 25 metri. C’è ancora tempo per il sinistro di Cerutti che si insacca a fil di palo e per la doppietta di Manzella che con un piatto da centro area congela il 6-2 finale. Ottima la direzione di Bulfone, che tiene saldamente in mano le redini della partita. Terzo tempo per entrambe le squadre in un locale della zona”.

Può rientrare in gioco per l’epilogo del campionato anche il Portover. Il team del presidente Vittorio Ballan, vince a tavolino il recupero con il Passons e posticipa la gara con il Pozzuolo al 12/5. Se consideriamo che la formazione veneta deve ancora recuperare qualche gara ecco che, ipoteticamente, i granata possono diventare un cliente scomodo per le altre pretendenti alla finale.  Difficile invece che i Veterani possano rientrare in corsa nonostante la vittoria esterna in casa di un coriaceo VG La Botte maturata dopo le  prodezze di Gianni Graneri e Daniele Manganaro. Gli udinesi di Aldo Marchetti però non mollano, sperano negli scontri diretti delle contendenti per poi provare a giocarsela l’ultima giornata nel big match con la Sangiorgina.

Print Friendly, PDF & Email
We have placed cookies on your computer to help make this website better. Read the cookies policy
yes, I accept the cookies