Raul Straulino ai saluti

Raul Straulino lascia gli amatori Sutrio. Forse un fulmine a ciel sereno per chi lo conosce, per chi ha condiviso con lui tante battaglie sportive ma che sicuramente ha capito la sua scelta. Probabilmente sofferta, forse rimandata più volte ma oggi definitiva. Raul, supportato e – come dice lui – sopportato spesso anche dalla moglie, lascia un bell’album dei ricordi: in 20 anni è riuscito a scrivere pagine importanti per gli Am. Sutrio, ha potuto vivere gioie e dolori (sportivi s’intende), ha visto centinaia di partite del “suo” Tillys Pub, ci ha messo passione, partecipazione e tanta organizzazione. Ora però la sua strada è arrivata a un bivio. Raul lavora in proprio, l’attività gli assorbe molte forze, fisiche e mentali. Proprio per questo non può più accavallare il suo lavoro ad un’attività sportiva che esige parecchie attenzioni, dalla fase burocratica, a quella fiscale, fino a quella organizzativa. Ora il timone passerà ai giovani, sarà loro il compito di dare continuità agli amatori Sutrio. Ma Raul vuole chiudere salutando tutti gli amici di questi 20 anni. Lo fa con un messaggio sintetico ma significativo:

Ciao a tutti, questo sarà il mio ultimo messaggio da presidente del Tilly’s Pub amatori Sutrio. Come ho detto durante le premiazioni del campionato carnico amatori, ringrazio tutti per questi 20 anni di Lcfc. Spero che vi rimanga un bel ricordo della mia squadra e anche di me. Auguro a tutti il meglio per il futuro e sicuramente ci rivedremo per i campi di gioco anche se solo da spettatore. Mandi, il presidente del Tilly’s Raul Straulino“.

Print Friendly, PDF & Email