Over 50: DaNando a tutta birra

Concluso anche il quarto turno del campionato Over50 calcio a 11, iniziato venerdi sera con l’incontro clou della giornata tra Amasanda e Cordignano, entrambe squadre intenzionate a posizionarsi da subito nelle parti alte della classifica.

A San Daniele, dopo le prime fasi di dovuto studio, Luca Rupil fa subito vedere quali sono le intenzioni dei padroni di casa, ma la sfortuna prima ed il palo poi mandano in fumo il vantaggio amaranto. Sull’altro fronte non fallisce Pierluigi Marchioni, lesto nell’infilarsi tra difensore e portiere per insaccare l’unico gol della giornata. L’Amasanda ci prova in tutte le maniere a riagguantare il meritato pareggio, ma l’attenta difesa veneta e la traversa negano il gol ai locali. Bottino pieno quindi per la compagine di mister Maurizio Teccolo che si conferma anche quest’anno squadra ben organizzata e sempre difficile da battere.

A Trasaghis i Veterani si sbarazzano con un sonoro sei a uno dei locali dell’Afa Avasinis. Poco può la difesa di casa contro bomber di razza come i due Andrea degli udinesi: Zoffi ne insacca tre mentre l’altro, Tomadini, si limita a due. Enrico Durigon, infine, chiude le sei marcature. Gol della bandiera per l’Afa Avasinis di Giannino Zuliani. Partita senza storia, con un Avasinis ancora poco consistente.

Sul comunale di Villa Vicentina Rangers Terzo e Black Stuff si dividono la posta, consentendo a entrambe di scrollarsi di dosso l’etichetta di ultime della classifica. Le marcature sono di Dario Gaddi  per i locali e di Mauro Leita per gli udinesi (gol all’esordio).

A primeggiare in cima alla classifica c’è però il DaNando che quest’anno non fa sconti a nessuno, inanellando una serie ininterrotta di risultati utili. Sabato pomeriggio, sul campo di Sammardenchia, a farne le spese è il ben equipaggiato Pozzuolo che però si vede sopraffare da una cinquina. Doppietta di Armando Fiorenzo per gli ospiti, seguito dalle marcature di Camillo Bon, Gioacchino CantaruttiIvo Zanin. I padroni di casa si devono accontentare del gol della bandiera messo a segno da Michele Turco. Di questo passo il Nando darà filo da torcere alle già favorite Cordignano, Amasanda, Sangiorgina, Botte e Veterani. Eloquente il commento del dirigente del Pozzuolo Sandro Bianco: “C’è poco da dire. A dispetto di una squadra ordinata e decisa si è contrapposta un’altra decisamente demotivata e avulsa: dopo 8 minuti avevamo già regalato nel vero senso del gioco 2 reti. Il resto è stata solo tanta confusione da parte nostra, avessero voluto ci avrebbero sommersi di goal… giornata da dimenticare“.

Lunedì sera chiudono il weekend le vecchie glorie La Botte che superano la compagine del Farra per due gol a uno grazie alle reti di bomber Luca Montina. Accorcia le distanze per il Farra la rete di Elio Grande.

Una passeggiata a suon di gol per i veneti del Portover che affossano il Passons in un imbarazzante nove a uno, nonostante la presenza del sempre bravo Diby  Niang. L’affollato taccuino marcatori dell’arbitro vede annotare due triplette, quella di Simone Bozza e quella di Mirco Sutto. Le altre tre marcature venete sono di Enrico Angeli, Dario Pascotto e Claudio Venier. Rete di consolazione per il Passons siglata da Emanuele Pinto.

Turno di riposo per la ASA Sangiorgina.

Anche in questa giornata tantissimi gol messi a segno, segnale che il campionato over50 sta diventando sempre più affascinante e avvincente. In aumento le squadre raggruppate ai vertici della classifica a contendersi un primato sempre più prestigioso ma difficile da raggiungere.  In bocca al lupo a tutti i protagonisti.

Print Friendly, PDF & Email