FC5: Gli Ermacora furoreggiano, il Real Madris risorge

ECCELLENZA.

Udinese, prendi spunto dal Real Madris. É il consiglio che viene da dare ai bianconeri dopo la terribile tre-giorni tra Atalanta e Roma da 11 gol incassati in appena 180 minuti. Sì, perché l’esempio di come si possa rinascere dalle proprie ceneri nel giro di una partita lo può dare la squadra di Rive d’Arcano, che dopo essere stata seppellita nella terza giornata dalla Taverna Maiero 15-1 (ma giocando tutto il match in inferiorità numerica), nella quarta si è trasformata come l’Araba Fenice, risorgendo dalle proprie ceneri. L’8-3 con cui i rosanero si sono rifatti contro la Bombonera ha però un protagonista indiscusso: Marco Ermacora, classe 1985, ha firmato ben sette degli otto gol realizzati dalla sua squadra, salendo così prepotentemente in vetta alla classifica cannonieri dell’Eccellenza. É stata indubbiamente la partita degli Ermacora, perché anche l’ultimo gol dei padroni di casa è stato segnato da un giocatore che porta questo cognome, il gemello Simone. Insomma, è stata festa in famiglia, ed ora il Real Madris con questo successo si aggancia alla pancia di una classifica dominata da un inarrestabile Passons: quarta vittoria su altrettante esibizioni per la capolista, che batte anche lo Sporting Evergreen per 7-5 trascinato dalle doppiette dei sempre più decisivi Bearzi e Varutti. Perde lo scettro del primato invece l’Highlander Torriana: i gradiscani vengono fermati in casa sul 2-2 da uno dei quintetti più in forma al momento, quella Taverna Maiero di cui sopra.

PRIMA CATEGORIA.

C’è solo una squadra a punteggio pieno nel girone A: i Banana Five però non sono in testa da soli, perché devono ancora recuperare una partita e quindi a quota 6 punti sono al momento accompagnati dal Taxibar Codroipo, reduce dal primo ko stagionale in casa contro il No al putra moderato per 6-5. Finora, quindi, l’unico percorso netto è stato quello dei gialloneri: tre partite, altrettante vittorie, l’ultima peraltro larghissima nel terrificante 7-0 con cui i Boca Juniors Risano sono stati demoliti a domicilio. Protagonista assoluto è stato un fenomeno del calcio regionale come Simone Motta, autore di una magistrale tripletta e di tante belle giocate che hanno illuminato il terreno di Manzano. Occhio però al Lignano Futsal, che riesce a vincere anche senza la presenza in campo del capocannoniere del campionato Tavian: i rivieraschi si sono imposti per 4-2 sull’ostico Borgorosso F.C. e tengono a tiro le prime posizioni.

Nel girone B invece è regnato sovrano l’equilibrio in questo quarto turno. Una sola eccezione: il 4-1 con cui la capolista Attimis ha vinto anche a Tarcento contro l’Asd Adorgnano: anche in questo caso non c’era il capocannoniere Messina, ma i suoi compagni non hanno avuto ugualmente grosse difficoltà, anche perché a prendersi la palma di protagonista assoluto è stato comunque Micco, autore di una bella doppietta. Per il resto, partite tiratissime con il Pagnacco che ha vinto a Gemona per 5-3 contro il Taboga, i pareggi tra Lizzi e Paluzza da una parte (uno spettacolare 6-6) e Mereto e Rojal dall’altra (un più “morigerato” 2-2) ed i BastardiSenzaGloria che si sono imposti con un italogermanico 4-3 a Villa Santina sull’ASD Viola.

Matteo Femia

Print Friendly, PDF & Email