OVR50: Portover in formissima

Nel lungo weekend di Ognissanti si è disputata la quinta giornata del campionato over50 calcio a 11. Da notare la buona marcia del DaNando che continua a vincere assieme alla consolidata compagine delle Glorie Cordignano. La sorpresa Portover, vincitrice a Udine, si avvicina alle prime due assieme ai campioni in carica della Sangiorgina.

I veneti del Portover, come detto, espugnano il campo dei friulani Veterans con un sonoro tre a zero. La partita si preannuncia equilibrata, ma con l’andar del tempo i veneti costringono sempre di più i friulani nella propria metà campo. I Veterani non riescono ad imporre le proprie trame offensive, consegnando troppo spesso le redini del gioco agli avversari. Il gol è nell’aria, e arriva alla mezz’ora grazie ad un pallone che il portierone Giorgio Uliana non trattiene, agevolando Dario Pascotto al quale non resta che spingere il pallone in fondo alla rete. La sosta non riesce a scuotere gli udinesi che entrano in campo nel secondo tempo privi di una pedina fondamentale per la difesa, Giampaolo Lucca, rimasto negli spogliatoi vittima di uno stiramento. Portover allora sempre più padrone del campo e insistentemente ad insidiare la porta dei friulani che un bravo Uliana difende sventando un paio di occasioni pericolosissime. Al ventesimo, però, il Portover raddoppia con Marco Turchetto, ancora con la complicità del portierone friulano. Dieci minuti dopo di nuovo Turchetto pone fine alle speranze degli udinesi siglando la terza rete. Veterani in crisi, e mister Horacio Cabrera dovrà lavorare molto per ridare ai suoi la giusta concentrazione e motivazione.

In concomitanza, a Gris di Cuccana, si svolge l’incontro al vertice tra le due favorite del campionato, DaNando e Amasanda. Il DaNando si conferma squadra forte e compatta, ed inizia la partita col piede giusto. Il match, infatti, si fa subito in salita per i sandanielesi che, dopo appena cinque minuti, restano in dieci uomini per l’espulsione di Amorino Michelutti per fallo da ultimo uomo in area. Per l’Amasanda il danno non è comunque completo, dal momento che il calcio di rigore è sventato dall’ottimo Marco Nobile. I locali non ci stanno e, seppur in dieci, provano ad insidiare la porta avversaria ma il numero uno locale si rivela in giornata di forma splendida. A passare in vantaggio è invece il DaNando, al ventesimo, con Ivan Ermacora che, innescato sul filo del fuorigioco, non manca il bersaglio. Verso la fine della prima frazione ancora gli ospiti trovano il raddoppio con Armando Fiorenzo. I sandanielesi però non demordono, e anche nel secondo tempo si dimostrano mai domi, costruendo anche in dieci pregevoli trame di gioco. L’iniziativa non è però premiata dalla sorte, perchè su un ribaltamento di fronte Stefano Malisan porta a tre le marcature del DaNando, spegnendo ogni velleità di rimonta dei locali. Da segnalare l’assenza dell’arbitro, che comporta l’inizio dell’incontro ritardato di mezz’ora sotto la direzione di un sostituto.

In scena al Bepi Rigo di Udine l’incontro tra Black Stuff e il Pozzuolo. La partita assume ben presto i contorni dell’assedio, ma il fortino udinese non cede, e al novantesimo il tabellino recita zero a zero. Qui la cronaca dettagliata del match.

Sul campo “Mastella” presso località Villa di Villa va in scena l’incontro tra il Cordignano e il Farra. Si parte a ritmi lenti e di studio reciproco: pare sia la prima volta in assoluto che le due squadre si incontrano. Dopo dieci minuti, però, al seguito di un paio di calci d’angolo, Flavio Cancian con una precisa rasoiata da fuori area sblocca il risultato in favore dei veneti. Al ventesimo fa eco Pierluigi Marchioni che mette in mostra tutta la sua bravura tecnica insaccando il due a zero con uno splendido pallonetto. Nel secondo tempo il Farra prova a rientrare in partita e viene premiato, accorciando le distanze con Claudio Sclauzero grazie ad un calcio di rigore concesso per un fallo di mano in area. Mister Gastone Fardin capisce che deve inserire forze fresche in campo per non correre rischi. Mossa azzeccata, e il Cordignano allunga ancora le distanze dopo dieci minuti con Moreno Della Libera. Ci pensa quattro minuti dopo bomber Giuseppe Coan a mettere al sicuro il risultato sul quattro a uno, andando prima a prendersi il rigore e poi a realizzarlo. Il Cordignano consolida così anche quest’anno il suo posto ai piani alti della classifica.

L’ultima partita della giornata è quella tra ASA Sangiorgina e Rangers Terzo sul campo di Beivars. I padroni di casa mettono ancora una volta in evidenza il loro grande potenziale a suon di gol, imponendo un secco sei a uno e confermando per l’ennesimo anno che la squadra di mister Nivio Durisotto è la squadra da battere. Da segnalare la doppietta di Fabio De Bernardis, che vale la vetta temporanea nella classifica cannonieri. A seguire, marcature di Ivan Blasutto, Marco De Franceschi, Gildo De Toni e Albano Dorli. A rendere meno amaro il passivo per gli ospiti aquileiesi è la marcatura di Fabio Lanari.

A riposo la squadra dell’Afa Avasinis, mentre l’incontro tra il Passons e La Botte è stato posticipato a febbraio 2020.

Print Friendly, PDF & Email