FC5. Duelli, sorpassi e controsorpassi: nel Collinare l’equilibrio regna sovrano

ECCELLENZA

È sempre duello tra Highlander Torriana e Taverna Maiero ai piani altri del campionato di Eccellenza. Gradiscani e udinesi vincono anche nella 13a giornata e continuano il testa a testa per il primo posto. La vetta è attualmente in mano agli isontini, ma i friulani si trovano appena un punto sotto e hanno disputato una partita in meno.Questa settimana più difficile il compito degli Highlander, che hanno avuto ragione in trasferta di un avversario tosto come il Pertegada: 7 a 6 finale, mattatore assoluto Davide Vitiello. Il bomber classe ’88 ha infatti messo a segno una quaterna che si è rivelata fondamentale per espugnare il parquet di Latisana: un’impresa nell’impresa è stata quella di limitare più possibile il capocannoniere Beganovic, autore “solo” di una doppietta con cui però è riuscito a tenere alla larga in classifica marcatori gli avversari, in particolare quell’Alex Bearzi che ha realizzato una rete nel 3-1 con cui il suo Passons ha espugnato il campo della Bombonera. Ora Beganovic ha tre reti di vantaggio sul rivale (30 a 27), mentre da dietro arriva il solito Enrico Maiero, che sale a quota 21 con la sua tripletta nel 5-2 della sua Taverna contro il San Daniele. Da segnalare anche l’8-4 esterno con cui il Gold Feet Aquileia ha travolto i Forgjarins grazie alla serata di grazia di Denis Degrassi (poker anche per lui) e alle doppiette di Michael Mariano e Alessio Nardini. Tennistico invece il 6-0 con cui il New Team Lignano ha avuto la meglio su un Talmassons in grande difficoltà contro la qualità avversaria: non a caso i gol sono arrivati da sei giocatori diversi, a testimonianza della varietà tecnica a disposizione dei rivieraschi. Chiude il quadro il 5-3 del Real Madris sul campo della cenerentola Sporting Evergreen.

PRIMA CATEGORIA

GBN Futsal 17 punti, Paris Sangiorgin 16, Boca Juniors Risano 15, No al putra moderato 14, ad aprire una classifica capace di racchiudere tutte le undici squadre del girone A in appena nove lunghezze. Più di tutte le parole possibili, sono questi numeri a testimoniare l’incredibile equilibrio di questo raggruppamento che non riesce a trovare un padrone. Ogni settimana, d’altronde, cambia la vetta della classifica: sette giorni fa raccontavamo del duumvirato Gbn-Paris, mentre oggi siamo qui a narrare la frenata dei sangiorgini che permette al team di Lestizza di guardare tutti dall’alto. Dietro, però, incalzano gli “argentini” del Boca, che espugnano nel big match di giornata il campo del No al putra moderato al termine di una partita, ça va sans dire, vissuta sul filo del grande equilibrio. Ma andiamo con ordine: non si può non partire dall’omaggio alla nuova capolista solitaria, che si libera con un netto 10-2 del Lignano Futsal grazie alla serata-monstre di Gabriele Romano, autore di qualcosa come sei reti, e dall’ottimo apporto di Michael Tosone, che di gol ne ha fatti tre. Ed è proprio la vena realizzativa dei suoi bomber che sta trascinando in alto la GBN, mentre il Paris Sangiorgin rallenta clamorosamente nel quasi testacoda sul campo di un sorprendente Muzzana: non basta la doppietta di Valentin Donos per prendersi i due punti in un match (finito 3-3) che sulla carta pareva alla portata dei “parigini”. E così negli specchietti diventa sempre più grande il Boca Juniors, che al termine dell’ennesimo match spettacolare ed emozionante fino all’ultimo secondo espugna per 8-7 Fagagna nello scontro diretto contro il No al putra moderato, scavalcato così al terzo posto. Tra i padroni di casa è stata la partita di Michele Rovedo (quattro reti per lui) e soprattutto di Alberto Favero, autentico trascinatore degli ospiti con una cinquina di alta gamma. Sotto al quartetto di testa c’è tanta incertezza, minimo comun denominatore sia delle parti alte che di quelle basse della classifica: dal Lignano quinto a quota 12 al duo Real SellaMuzzana ultimo con 8 punti ci sono in tutto sette squadre. Non a caso le “cenerentole” – se così si può definire due squadre a quattro lunghezze dal quinto posto – nell’ultimo turno sono andate a punti, con i reali che hanno demolito con un secco 7-3 il Taxibar Codroipo grazie ad uno statuario Emanuele Zoccolan: per il giovane bomber classe 98 una tripletta a scavare il divario con i rivali.

Nel girone B la situazione non è molto diversa: anche qui non c’è un padrone assoluto, ed anzi la capolista Viola cade sul campo del Paluzza per 7-3 sotto i colpi del duo NodaleVezzi. Ora i vincitori braccano gli sconfitti a due sole lunghezze di distanza. In mezzo, ad un punto dal primato, c’è il Pagnacco che a Reana del Rojale batte al tie-break un indomito Rojal: nel 7-6 finale spicca la tripletta di Rolando Favella, fondamentale per regalare i due punti alla sua squadra. Risultato tennistico anche nel 6-3 dei BastardiSenzaGloria (quarti a -4 dalla vetta) sul Mereto, mentre AttimisPolisportiva Lizzi è stato il festival di San…gol: ben 16 quelli realizzati in un match vinto dagli ospiti 10-6 nonostante la cinquina di un immarcabile Alessandro Scubla. Ma sull’altra sponda hanno fatto tutto in quattro: Alberto Banello e Gleb Roussanov con i loro tre gol a testa, e il duo DedejSgura con una doppietta ciascuno.

Matteo Femia

 

Print Friendly, PDF & Email