Cimpello, buone sensazioni per il futuro

Nel girone Championship Paradiso il Cimpello potrebbe tentare il colpaccio per avvicinare la capolista V. Amore Montereale, ma la tenzone è equilibrata, le due contendenti ribattono colpo su colpo, e la sfida finisce senza vincitori.Aprono le danze gli ospiti grazie a un’indecisione della difesa cimpellese che lascia Luca Protti libero di saltare indisturbato e siglare l’ottavo sigillo stagionale per il vantaggio dei suoi. I padroni di casa però non demordono e, verso la fine del secondo tempo, agguantano il pareggio sfruttando una punizione ben calciata dal difensore centrale Andrea Mascherin. Per lui seconda gioia sotto rete. Il commento della partita parla di un pareggio tutto sommato giusto, che rimanda ai prossimi esami i verdetti definitivi. Dopo la gara abbiamo interpellato il presidente cimpellese Claudio Zoia. 

Claudio, facciamo un primo bilancio della vostra partecipazione al campionato LCFC.

“Credo che i risultati fin qui raggiunti siano più che soddisfacenti in un campionato dove la formula adottata, strutturata su più fasi, piace a tutti. Siamo una squadra giovane, questo è il nostro secondo anno di partecipazione al campionato LCFC Area Pordenone e l’obiettivo di quest’anno era sicuramente quello di migliorare il piazzamento dell’anno scorso. Fino ad oggi siamo riusciti a raggiungere questa meta, mantenendo sempre vivo l’aspetto amatoriale del campionato”.

Presidente, la vostra rosa ha buone qualità. Quali sono gli atleti più rappresentativi?

Sono quelli che già da due anni militano nella nostra squadra: Sandu Gabriel difensore centrale, Busetto Eric portiere, Trevisan Diego centrocampista, Bilboc Catalin attaccante, Cipriani Enrico difensore laterale sinistro, Chivari Daniel attaccante, Nastase Robert difensore laterale destro, Mascherin Andrea difensore centrale, Manias Matteo centrocampista”.

Invece chi è solitamente è propenso, come si dice in gergo, a fare gruppo?

Direi il capitano Manias Matteo, Mascherin Andrea, Costella Marco e via via tutti gli altri”.

Dietro a una squadra c’è sempre una buona organizzazione. C’è qualcuno che vorrebbe ringraziare?

Io spenderei due parole per ringraziare tutte le persone che lavorano per rendere possibile tutto questo: mister Rucco, i nostri collaboratori e collaboratrici Andrea, Vanni, Silvano, Ennio, Massimo, Rita, Patrizia, Chiara ed Alice. E infine un grazie ai nostri tifosi che ci seguono sempre capitanati dal nostro capo ultras Mattia!

 

Print Friendly, PDF & Email