Trofeo Fair Play a Daniele Di Gleria

Il rispetto dei valori sportivi,  la forza di esprimere al meglio  le proprie i capacità sportive senza utilizzare cattiveria e aggressività, fa parte di una cultura sportiva a cui la Lega Calcio Friuli Collinare tiene particolarmente.

Chi sa porre il rispetto delle regole e di se stesso e degli altri davanti al risultato è una persona che merita di  essere portata ad esempio. È il caso di Daniele Di Gleria, a cui verrà assegnato in occasione dell’Assemblea il  Trofeo Fair Play.

Continua...

Gran Premio Lcfc a Giancarla Mingone

Mix di energia, dinamismo e caparbietà, una persona  che pretende sempre il massimo, da sè stessa e dagli altri e che ottiene consensi nello sport e nella vita di tutti i giorni. Stiamo parlando di Giancarla Mingone, da 20 anni presidente degli Am. Racchiuso, da oltre 10 consigliere comunale del suo paese (Attimis). Giancarla ha avuto il coraggio di rompere quell”omertà” sportiva che purtroppo è a volte presente nei campi di gioco.
Lo ha fatto dopo una gara in cui gli avversari contestarono con forza l’operato dell’arbitro, accusandolo di non aver riportato nel  referto circostanze veritiere. Giancarla ha avuto il coraggio di assumere  spontaneamente l’iniziativa, di segnalare quanto accaduto in occasione della gara tra Am Braulins e Am. Racchiuso e di affrontare le conseguenze del suo gesto distinguendosi da chi, preferendo trincerarsi dietro scelte di comodo, sceglie di non denunciare comportamenti non conformi allo spirito amatoriale.

Continua...

Carnico: Zuliani storico, Sclapeciocs provano ad inseguire

Si contano ormai sulle dita di una mano le gare che mancano al termine di una entusiasmante stagione del campionato Carnico.

In Eccellenza continua quella che potrebbe essere la corsa a due decisiva per l’assegnazione del titolo. Sia la capolista Dognese che il Paularo non vanno però oltre il pareggio rispettivamente contro Rigolato, 3-3 con Picco e Candido assoluti protagonisti, e Verzegnis, dove a Fior risponde Indrigo.

Continua...

A Ravascletto il raduno del settore arbitrale

È ancora estate, ma metereologicamente la due giorni di Ravascletto (7 e 8 settembre) ha presentato uno scenario decisamente autunnale per il gruppo arbitrale delle LCFC, pronto a radunarsi ancora una volta all’Hotel Sportur, abituale sede del “ritiro” conviviale di prestagione. Ne abbiamo parlato con il responsabile del settore Bruno Marcuzzi.

Quali gli obiettivi del raduno?

Sono molteplici: creare un momento di aggregazione, condividere e discutere alcune criticità, cercando nel contempo di migliorare alcuni aspetti delle performance arbitrali, ottenere un convivio per rendere ancora più coeso un gruppo che mette passione e amicizia ma vuole anche cercare di essere più professionale possibile.

C’è stata partecipazione?

Devo dire che abbiamo passato due giorni – nonostante si sia iniziato a lavorare sulla parte atletica e ci si sia confrontati su parecchi aspetti tecnici – in un clima di festa reso possibile anche dalla presenza di mogli e familiari, dalla squisita compagnia della Puzzoli’s band (da anni al nostro seguito) e dalla visita di alcuni Consiglieri e del Presidente della Lcfc Daniele Tonino. Direi che la partecipazione, nel complesso, è andata oltre le aspettative.

Quali sono i temi affrontati?

Sappiamo, inutile negarlo, che uniformità di giudizio non ci sarà mai, e quindi bisogna lavorare per limitare il più possibile gli errori. Che ci possono essere, ma che devono essere affrontati con serenità, cercando di mantenere con i tesserati un dialogo sereno e costruttivo. Il mio discorso e quello del Presidente hanno voluto centrare queste situazioni.

C’è qualcuno che vuoi ringraziare?

Certamente tutti i presenti per la partecipazione alla attività collaterali proposte (visita al museo della Carnia, tombola ecc), alle autorità locali, allo Sportur, ai dirigenti della Lcfc intervenuti ma soprattutto all’organizzatore principe di questo evento, Dino Lodolo.

Prossimo appuntamento per il settore?

La riunione del 24 settembre. Lì aspetto gli arbitri in massa!

 

 

Le interviste impossibili: due vs tre punti

La Lega Calcio Friuli Collinare, da sempre, adotta i due punti a vittoria. È uno dei valori imprescindibili per l’associazione la quale, talvolta, deve spiegare questa scelta a qualche nuovo tesserato che, magari condizionato dai media che parlano esclusivamente di calcio professionistico, non capisce perché tra gli amatori friulani ci siano regole differenti.

Continua...

Carnico: Ampezzo e Ibligine si annullano, sorridono gli Sclapeciocs

Il Real Tolmezzo, a sorpresa, interrompe il cammino della capolista del girone d’Eccellenza Dognese difendendo al meglio il fattore campo grazie alle quattro marcature di Candido, Copetti, Gressani e Nait. Alla squadra ospite non bastano le due reti firmate Benedetto ed Ermacora per evitare il riavvicinamento della batteria di inseguitrici, tra cui l’agguerritissimo Paularo.

Continua...

Settore attività, ore calde per preparare i campionati

Il Settore attività della Lega Calcio Friuli Collinare è sempre in fermento. Il suo compito è gestire i campionati, capirne le criticità per poi modulare nuove proposte, ma anche valutare la possibilità di creare nuove manifestazioni, organizzare eventi, proporre iniziative che possano coinvolgere i tesserati. A supervisionare l’attività c‘è Roberto Valerio, responsabile dell’ufficio di presidenza, il cui compito è coordinare e controllare che tutto venga svolto in maniera corretta.

Continua...

Carnico: Rodrigues e Spangaro, poker d’autore

Quattordicesima giornata di campionato agli annali per il Carnico che si avvia così verso l’ultimo terzo della stagione.

La Dognese riesce a respingere i tentativi di aggancio delle dirette concorrenti al titolo espugnando il difficile campo dell’Arta Terme per 2-3. Il Paularo comunque non demorde, e non fallisce lo scontro diretto di alta classifica contro il Celtic Scluse – 3-1 il finale con doppietta per Di Gleria – creando così un gap di tre punti nei confronti degli avversari di giornata, ora al terzo posto in classifica.

Continua...

Carnico: Ballarini fa volare la Dognese

La sfida tra Dognese e Paularo, giocata a Gemona del Friuli, ha il valore di uno scontro diretto tra le due maggiori forze del campionato d’Eccellenza. Proprio i padroni di casa, al termine di un match molto combattuto, strappano il successo grazie alla strepitosa performance di Ballarini, autore di un poker di reti decisivo contro cui nemmeno la tripletta del paularino Forgiarini può nulla.

Continua...

Carnico: Radina numeri da maestro, Ibligine in sorpasso

Dodicesima giornata di campionato nel Carnico.

In Eccellenza la Dognese riesce a riagganciare la vetta! Il gol di Cecon vale il bottino pieno sul campo del Betania e il primato, anche se in coabitazione. In vetta, infatti, c’è anche il Paularo fermato sul 3-3 nella bella gara contro il Real Tolmezzo. A Daniele Di Gleria (2) e Indrigo rispondono Cumbo (2) e Tomacello per un punto che fa sicuramente più felici gli ospiti, in piena lotta salvaezza ma in ripresa dopo un inizio a singhiozzo.

Continua...