OVR50: Amasanda versione Caterpillar

La quinta giornata del girone B della seconda fase del campionato over50 inizia sabato 16 a Precenicco con la sfida tra Veterani Udine e Black Stuff. I padroni di casa vogliono riscattare il pareggio del turno precedente (2 a 2 col Portover) e, sopratutto, mantenere il passo della capolista Cordignano. Almeno sulla carta l’incontro non dovrebbe essere troppo impegnativo per i Veterani, che però faticano ad imporre il proprio gioco soprattutto a centrocampo e mister Bruno Menegatti deve fare del suo meglio per far ritrovare ai suoi uomini il giusto ritmo ed un assetto efficace. Alla fine la spuntano comunque i locali, che con la doppietta del capocannoniere Fabrizio Visentin e la realizzazione di bomber Gabriele Marsico fissano il finale sul 3 a 0. Da segnalare almeno un’occasione fallita dal Black Stuff per accorciare le distanze. Gli ospiti infatti si vedono concedere un rigore per un fallo del portiere Giorgio Ulliana, che si fa però immediatamente perdonare neutralizzando il tiro dagli undici metri.

Un altro match con implicazioni pesanti per i piani alti della classifica è senza dubbio quello tra i veneti del Portover ed il Da Nando. Quest’ultima compagine in particolare non può più sbagliare se vuole ambire ad un posto tra le finaliste. L’incontro, inizalmente previsto per il 18 marzo, è stato però rinviato al 28 dello stesso mese.

Stessa sorte per la partita di Cordignano tra i locali delle Glorie ed il Passons, con le ostilità rimandate al prossimo 25 marzo.

Si gioca di più nel girone C. Ad aprire le danze venerdì 15 Marzo la bella sorpresa Amasanda, che in casa si impone per 3 a 1 e risolve nel migliore dei modi la pratica Sangiorgina. Nei collinari decisivo ancora una volta Andrea Rupil, capace di una splendida doppietta. Commenta così la partita uno dei protagonisti dell’incontro, il locale Silvio Della Vedova: “La Sangiorgina si presenta con diverse assenze importanti e lascia l’intera posta ai padroni di casa, capaci di portarsi in vantaggio con un tiro da fuori area di Ziraldo. Entrambe le squadre hanno poi diverse occasioni, ma sono i collinari a portarsi sul 2-0 con un tiro di Rupil che si stampa sul palo per poi carambolare su un difensore udinese e, infine, finire alle spalle dell’incolpevole Zucchiatti. Nessuna novità fino alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo Rupil sigla il 3-0 con un pregevole tiro da fuori che scheggia la traversa e si insacca. I locali trovano il gol del 3-1 finale con una bella azione poi finalizzata da Dorli“. Nota stonata qualche polemica nei confronti del direttore di gara per una condotta apparentemente non perfetta che, però, non condiziona il risultato.

Sul neutro di Lavariano si sfidano poi Pozzuolo e Feletto ’90. Il pronostico è tutto per i padroni di casa che però, nonostante un assedio continuo alla porta ospite, non riescono a trovare la via del gol. Il risultato finale è così un pareggio a reti inviolate che va senza dubbio molto stretto al Pozzuolo.

Anche in questo girone viene rinviata una partita: si tratta del match tra LaBotte ed Afa Avasinis, da recuperare a maggio.

Print Friendly, PDF & Email