Turco, Forgiarini, Tramontano, Gortana… Bene, bravi, bis

Fair Play è il nome di un impegno ufficiale preso dalla Fifa per aumentare l’etica all’interno del calcio e per prevenire la discriminazione in questo sport. Ma è anche un compito che, molti anni fa, anche la lcfc si è assegnato. Attraverso il progetto Gioco Leale., che ogni anno premia le associazioni e i tesserati autori di gesti virtuosi, sta cercando di diffondere una cultura sportiva in cui il gioco, inteso nel senso più ludico del termine, sia alimentato soprattutto da un sano divertimento. E’ chiaro che tutti vanno in campo con l’intenzione di vincere, questo è assolutamente normale, ma è altrettanto vero che bisogna anche saper accettare la sconfitta. E molte volte digerire una gara persa, magari per una serie di situazioni non favorevoli, è faticoso. Ma in Lcfc sono tantissime le squadre che hanno sposato la lealtà e la correttezza sportiva dando dimostrazione, turno dopo turno, di condividere gli ideali e di aver capito di albergare in un mondo dove non ci sono diritti televisivi, moviole o processi alle intenzioni. Qui si vince al massimo una coppa per aver raggiunto un titolo e c’è solo la soddisfazione personale di aver centrato un obiettivo. Ma gli obiettivi di moltissime squadre sono il mantenimento di un gruppo, l’amicizia, la voglia di ritrovarsi per uscire dagli stress quotidiani. Insomma passare un paio d’ore in compagnia. E talvolta, giocare con grande serenità, permette a tesserati e associazioni di rendersi partecipi di gesti significativi che valorizzano il calcio in generale. E proprio a queste persone, e alle squadre che hanno fornito dimostrazione reale di fair play che, in occasione dell’Assemblea Generale della LCFC del 29 settembre 2011, sono stati offerti dei riconoscimenti. Ecco episodi e protagonisti che nella stagione 2010/2011 hanno evidenziato positivamente la loro cultura dello sport.

Friuli Collinare calcio a 11: Rott Ferr – Pozzecco

Mattia Turco, su azione di gioco, scartato il difensore del Pozzecco e trovatosi da solo davanti al portiere ha l’occasione per fare goal, ma accortosi che l’avversario precedentemente dribblato era caduto a terra in malo modo e dolorante, calcia volutamente a lato.

 

Premiato Mattia Turco con il premio “Fair Play individuale”

 

*************************************************************************

 

Friuli Collinare calcio a 11: [email protected] Gemona-amatori Braulins.

Poco dopo la metà del primo tempo, sul risultato di 1-0 per il [email protected], il giocatore Londero Denis ([email protected]), nel tentativo di fermare Ivan Forgiarini (Braulins) che si stava involando verso la porta, entra in scivolata nella propria area. Nel contrasto vanno a terra entrambi i giocatori. A questo punto l’ arbitro assegna il rigore a favore degli amatori Braulins. Ivan Forgiarini però ammette che l’ avversario ha colpito nettamente il pallone facendo cambiare la decisione all’ arbitro.

Premiato il Ivan Forgiarini (Braulins) con il premio “Fair Play”

*************************************************************************

Friuli Collinare calcio a 11: APD Valmeduna – Biauzzo

La gara tra APD Valmeduna e Biauzzo è ferma sullo 0-0 quando a centrocampo c’è uno scontro di gioco. La peggio c’è l’ha un giocatore ospite che rimane a lungo a terra. L’arbitro concede il vantaggio e l’azione prosegue. I locali però, per dare modo di soccorrere l’infortunato, si fermano mentre l’attaccante ospite, che nella concitazione dell’azione non si è accorto di nulla, va a rete e realizza il vantaggio per il Biauzzo. La squadra ospite si rende conto dell’accaduto e lascia che il Valmeduna, ripartito da centrocampo, vada indisturbato a segno e pareggi le sorti dell’incontro.

Premiato il BIazzo con il premio Amatori si diventa

Fair Play come stile di vita

*************************************************************************

Friuli Collinare calcio a 11: Risano – Il Gabbiano 1 – 0

Al 25° della ripresa, Romanin (Risano) si prende un ammonizione che per dinamica avrebbe dovuta essere attribuita a un altro suo compagno. L’arbitro di spalle, sente dei commenti evidentemente non proprio consoni ed estrae il cartellino verde per l’attaccante di casa. Mauro Tramontano e Ugo Gortana del Gabbiano, richiamano l’arbitro e gli spiegano l’accaduto. L’intervento porta l’arbitro ad annullare l’espulsione al Romanin e a sanzionare correttamente il colpevole.

Premiati Mauro Tramontano e Ugo Gortana (Gabbiano) con il premio “Fair Play individuale”

*************************************************************************

Friuli Collinare amatori calcio a 5

In programma la gara tra DLF Udine e i Fiocco boys. Gli ospiti, causa una copiosa nevicata caduta nella giornata, hanno difficoltà per muoversi e rinunciano a presentarsi alla gara. Il DLF Udine capisce la situazione, manda una lettera alla LCFC dove si dice pronta a ripetere la gara. Il giudice sportivo, che altrimenti avrebbe emesso una sentenza che prevedeva sconfitta a tavolino per i Fiocco boys,con una serie di sanzioni economiche e in Coppa Disciplina, capisce la situazione e permette la ripetizione della gara.

Premiato il Dopo Lavoro Ferroviario Udine con il premio Etica dello sport

*************************************************************************

 

 

 

 

Friuli Collinare calcio a 11: Bar Pizzeria “Le Valli” – Turkey Pub

Sul punteggio di 1 a 1 (raggiunto dagli ospiti a 4 minuti dal temine), – dichiara l’arbitro della gara Loris Di Giorgio – a pochi minuti dalla fine, sento il portiere di casa Clocchiatti Massimo urlare “disonesto”. Il gioco è fermo per una fallo da me sanzionato a metà campo. Sapendo che la decisione disciplinare nei confronti del Clocchiatti avrebbe sicuramente condizionato il prosieguo dell’ incontro, anche se mancavano pochi minuti al termine, mi sono preso qualche secondo per decidere il da farsi, ma soprattutto per capire se quanto detto era rivolto al sottoscritto. Presi la decisione espellerlo. Il portiere, visto la sanzione a suo carico, mi si avvicinava e in modo educato e senza alzare la voce mi giurò che la frase non era rivolta a me. Fortunatamente mi si avvicina il numero 9 ospite Peddis Gianluca, autore del gol del pareggio, dicendomi che il “disonesto” non era rivolto all’indirizzo dell’arbitro ma allo stesso Peddis per una richiesta di fallo non sanzionato e che il Clocchiatti aveva riconosciuto come una simulazione. Capito la topica che stavo prendendo, ringrazio il giocatore ospite ritornando sulla mia decisione. Da notare che si trattava di un derbyssimo quindi il gesto del Peddis è doppiamente encomiabile.

Premiato Gianluca Peddis (Turkey Pub) con il premio “Fair Play individuale”

Premio Sport per Tutti: Redskins (calcio a 11) e Fagagna (calcio a 5)

Questo riconoscimento è riservato alle associazioni che hanno sempre rispettato i principi proposti dalla Lcfc, dimostrando sul campo, a livello organizzativo, e nei comportamenti atteggiamenti positivi che valorizzano il calcio amatoriale.

 

Paolo Comini

Pubblicato anche su Tremila Sport del 30/04/2011

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento