Il Sedilis usa la testa. E fa paura

 

 

Nils Liedholm lo diceva spesso: in dieci si gioca meglio che in 11. E forse, dalla forza di questo pensiero , il Sedilis ha tratto quell’energia, quella concentrazione, per estrapolare la vittoria contro il temuto SOS Putiferio. Ma il periodo è buono, il team di mister Ermacora viene da una striscia di tre risultati positivi, ottenuti contro alcune delle favorite del girone, e il morale è alle stelle. Nonostante i molti infortuni e impegni di lavoro costringano i gialloverdi  a presentarsi in formazione rimaneggiata, il team del Presidente Cimenti riesce a ingranare la marcia veloce e ottenere una vittoria che lo rilancia nelle zone nobili della classifica.  >> Abbiamo giocato con la testa, racconta mister Fernando Ermacora, cercando di attendere l’avversario e poi ripartire. Tattica che ha pagato soprattutto dopo il primo gol di Tubetti. Poi gli spazi si sono aperti e, nonostante la buona pressione degli ospiti, bella squadra, forse troppo leziosa, ma che secondo me paga l’inesperienza in categoria, siamo riusciti ad allungare con i contropiedi firmati da Vattolo e Manzocco. La classifica ora è buona ma non dobbiamo mollare. Peccato che d’ora in poi dovremo fare a meno di un bomber come Piccini, passato ai  dilettanti.  Sono contento per lui anche se davanti ci mancherà un punto di riferimento. Ma il nostro – continua il mister –  è un  collettivo, a prescindere dai singoli. Sono tranquillo, so che posso contare su uomini di grande esperienza e duttilità che hanno sempre dato dimostrazione di passione e affidabilità. >>.  Intanto, quatto quatto, Sedilis vola al quarto posto. A tenergli compagnia la  Latteria Tricesimo. Il team di mister Baiutti, dopo due sconfitte di fila, ha sete di rivincita e la partenza contro gli Amaranto è devastante e il primo tempo, grazie alla doppietta di Basaldella e al sigillo di Fanti, si chiude sul triplice vantaggio. Hervè prova a riaprire il match ma Fanti, due reti anche per lui, chiude definitivamente in conti. Da segnalare l’ottima prestazione di Calcinon, autore di due assist al bacio. Patta tra la sfida di vertice tra Ziracco e Thermokey. La sfida finisce 1-1 ma la gara è invalidata da un errore tecnico dell’arbitro. Sarà ripetuta. Corno prova la fuga dopo la vittoria in casa del San Lorenzo che gioca, ha più occasioni ma, a 10 dal termine, viene punito da un rimpallo sfavorevole concretizzato da Ventura. La doppietta di Martinuzzi dà respiro al Climassistance e vale la vittoria contro una diretta contendente alla salvezza, il Flaibano. Senza reti Jalmicco e Brigata Cargnacco.

PRIMA CATEGORIA. Nel gruppo A perde colpi l’SS463, punita in casa da un Adorgnano  che passa con Culetto, Cattarossi e Chiapolino. Leader indiscussi i Gunners, capaci di passare sul difficile campo di un Dignano, a rete con Della Vedova(2), ma costretto all’angolo da Stampetta, Giorgiutti e Gorenzach. Solo la Dinamo Korda, rincorsa anche dalla CoopCa (4-3 al Farla) tiene il passo della lepre.  I faedesi passano nel domicilio di una Pizz. Le Valli ora ufficialmente in corsa per la salvezza. Punti d’oro per i Warriors, soprattutto perché ottenuti contro una diretta contendente, quel Turkey che gioca spesso bene senza raccoglierne i frutti sperati. >> La posta in palio è importante per entrambe – dichiara Marco Tell e il primo tempo è giocato a viso aperto con grande intensità agonistica. Nella ripresa i guerrieri riescono a imprimere maggior continuità e , grazie al  neo entrato Di Prisco, trovano il vantaggio. Passano 5 minuti e Proietti ci regala il gol tranquillità>>.  Rallenta anche il Campeglio: Basso è soci non vanno oltre il pari contro un Valcosa, ancora a secco di vittorie, ma che dimostra carattere e orgoglio. Nel gruppo B spicca l’incontro tra Dimensione Giardino e La Fortezza. I locali, dopo una bellissima partita, devono abdicare. >>dopo un ottimo primo tempo – racconta un dirigente locale – in cui abbiamo centrato il vantaggio con Vota, a inizio ripresa abbiamo pagato 5 minuti di amnesia totale che ci sono costati le due reti di Regolin. Alla fine forse il pari era più giusto>>. Per effetto di questo risultato il team di Gradisca è solitario in vetta, tallonato a un punto da San Vito al Torre e Am. Carlino. I primi impattano contro un tosto Nobile Impianti, mentre il Carlino perde l’attimo fuggente e, a sorpresa, cade tra le mura amiche al cospetto degli Atti Impuri, capaci di realizzare un terno con Rinaldi, Morassi e Cargnello. Torsa gioca e Gorgo segna: questa la sintesi di un match deciso dall’ospite  Fabbroni(2) e dai sigilli locali di Cecconi e Zoccolan. Politica dei piccoli passi per Tre Fontane e Rott Ferr: pareggio che lascia invariata classifica e le conseguenti speranze di salvezza.   

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 16/12/2011

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php