Come rodaggio non c’è male, Livercul. Bomber Gentili: qui nessuno mollerà

 

Ormai è una certezza. Nel calcio amatoriale alberga grande fantasia. La squadra non sempre ha una definizione”istituzionale”, spesso  è frutto della goliardia, dell’immaginazione di chi la crea. E allora perché non correre con  la creatività? Magari pensando di storpiare il nome di una big del calcio mondiale in friulano, o  solo per abbinare il nome di una grande squadra a una parte del corpo che, si dice, porti fortuna. Qui fermiamo le nostre supposizioni. Solo l’autore ha la risposta giusta. In questo caso voci di corridoio dicono che l’ideatore di questa squadra, il Livercul appunto, sia Giacomo Gollino, capitano di una formazione che, dal 2008, calca le scene del Friuli Collinare calcio a 5.  Un sodalizio fatto principalmente da amici, quelle stesse persone che qualche anno fa si ritrovavano in un campetto di periferia dando luogo a interminabili partite. Molti hanno giocato in qualche settore giovanile, altri non hanno esperienze. Ma il trend d’union è forte, il condividere la stessa passione con obiettivi comuni, negli anni, ha fortificato il gruppo. E i risultati sono arrivati. In poco tempo i tarcentini hanno scalato le classifiche e raggiunto la prima Categoria, serie che quest’anno “assaggiano” per la prima volta. >> Nonostante la classifica sia asfittica – racconta uno dei bomber, quel Francesco Gentili capace di andare a segno 19 volte in 11 volte, stiamo cercando di conoscere la categoria. A parte con Bombonera e Grifoni, abbiamo giocato alla pari con molte squadre e questo ci ha dato la percezione che possiamo ancora credere alla salvezza, obiettivo principale della stagione. Ci conosciamo tutti, la rosa è stata solo integrata da un nuovo portiere, Manuel Biasizzo, e dal mister Giuseppe Chirico, per cui sappiamo quali sono le nostre capacità. E il gruppo storico, composto anche da capitan Gollino, da Paolo Cantoni e Giovanni Mauro, è deciso a non mollare>>. E allora bisogna rimboccarsi le maniche, cercare di trovare i giusti equilibri per ritrovare quella continuità di risultati che potrebbe riaprire la corsa salvezza. Diciamo che forse il team celeste blu avrà bisogno di sfruttare al meglio la seconda parte del suo nome… In bocca al lupo.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php