A Risano gli attaccanti volano

 

Il Sette Sorelle scende in campo ricordando un lutto. Il clima è particolare, la gara di quelle impegnative. Ma il team di San Stino di Livenza trova orgoglio e forza interiore e, nel primo tempo, raccoglie le due reti  (Carli e Lucchese) che chiudono  strada agli Highlanders. Per i locali punti d’oro per la salvezza, per gli ospiti forse la consapevolezza di aver perso una chance per rimanere agganciati al treno promozione.  Fenice e Kyrie Eleison fermano sul pareggio rispettivamente la prima e la seconda forza, Bressa e pol. Bibione, in una giornata dove il Milan Club cade, nello scontro salvezza, sul terreno del Biauzzo.  Grande equilibrio in vetta al gruppo B con Merce Rara Monfalcone (2-0 al San Marco) e ARS Galli a guidare il plotone. I sangiorgini però pare avessero preso sotto gamba l’avversario di turno rischiando la debacle visto che l’osteria da Daniela conduceva per 2-1- Poi, dopo la strigliata del mister, nella ripresa si è visto un altro ARS Galli, capace di ribaltare il punteggio e vincere per 3-2 grazie alle reti di Berlendis(2) e Orso. La sorpresa arriva dal Fobal, caduto a sorpresa sotto i colpi dei un Millennium a segno con Vizzutti e Corgnali. Un passo falso per i granata di Cervignano che scivola al terzo posto. Pol. Valtramontina ©sempre in lotta per la promozione. Soprattutto dopo essersi liberata della Ittica Udinese, ormai dietro a lei con sei punti di ritardo. Ora è seconda, a braccetto del rag Store, quest’oggi bloccata sul pari da un volitivo Anni 80, in un gruppo dove il Colugna, largamente vittoriosa sul Moby Dick, mantiene la vetta.  Se la Savognese (D) non perde colpi dopo il successo di misura sul Gambero targato Hrast, scivola il Racchiuso. Sconfitta che non compromette la seconda piazza ma permette ai vincitori, l’Extrem Alta Val Torre, di guadagnare punti preziosi per uscire dalle sabbie mobili. >> E’ stata una bella partita con tante emozioni, racconta un dirigente dell’Extrem,  vinta dai locali  con i timbri di Molaro (entrambi dal dischetto) e Lendaro. Merito di un dominio netto evidenziato fino al doppio vantaggio. A fine atto rigore per gli ospiti e Struja che riapre  il match. La ripresa è combattuta sino al secondo rigore di Molaro.  Poi, sul 3 a1., non succede più nulla>>  A Povoletto la vittoria mancava da tre mesi. Mister Chiandetti e soci sono chiamati a invertire la tendenza per provare a ripartire. La voglia paga, tanto che gli over  Gunners ritrovano sorriso e punti. “ Vittima” un Arcobaleno messo quattro volte alle corde da Peressutti(2), Bassi e Intilia.

 In terza categoria(A)  si materializza la fuga dell’AXo Club Buja dopo la vittoria, targata Marcuzzi e Lucardi, sul Sole 2. Se Billerio, sconfitto in casa dal Braulins, recrimina per la mancata concessione di alcuni penalty, il Mai@letto non riesce a superare un quadrato Collerumiz, squadra che in questo periodo pare essere in palla. Nel gruppo B indiscusso lo strapotere del Valmeduna, con l’Orzano bravo a mantenere la seconda piazza dopo la vittoria su un Fancy Club castigato da Specia. Attenzione al Cisterna. E’ a quattro lunghezze di ritardo dalla seconda ma deve giocare due recuperi. In fondo alla classifica c’è l’ACS Buja: la squadra è in netta cresciuta e il nuovo trend positivo si è visto contro l’Osuf. Un pareggio frutto di una gara aperta dove i locali hanno avuto, nel finale, molti match point, annientati dall’estremo ospite Smiriglia. Straripa il Risano (C): il suo attacco a mitraglia(61 reti in 16 gare)  non delude nemmeno in questo turno: Menotti, De Paoli, Salvi, Stanicic, oltre un autogol, regalano la “manita” alla Virtus e lo confermano prim’attore di un girone in cui, a lottare per la seconda piazza, troviamo il Lovariangeles (3-0 in casa dell’Independiente)) e il Gonars (1-0 sul Morsan). C’era attesa per il big match del gir D  tra Gorizia e Chiarisacco, dall’esito del quale si attendeva un verdetto più eloquente per capire chi poteva tentare lo strappo in vetta. Finisce invece 2-2 con le due formazioni che mantengono le stesse distanze. Alla doppietta di Pines hanno replicato Marconi e Terpin. Pareggio sfruttato dal Villesse che,vincendo a Cervignano, aggancia il secondo gradino del podio. Ma non è stata una gara facile con il Cervignano che ha  dimostrto, al di la della battuta d’arresto,  di potersela giocare con tutti. Real Sella impatta il big match con il San Marco Iutizzo e rimane tranquillamente seduta sul trono del girone E. Anche alla luce della sconfitta della seconda forza, l’Atletico Pertegada, scivolata a sorpresa in casa con un Gruaro che rientra prepotentemente in corsa promozione, e del successo del Belfiore sul Muzzana, ora la classifica lascia spazio a molte ipotesi. Si preannuncia un finale incandescente.  

 Pubblicato anche su Tremila Sport del  16/03/2012

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php