Assemblea LCFC, le voci degli ospiti

Assemblea LCFC, le voci degli ospiti

Mercoledi 30 giugno, presso l’area festeggiamenti di Monte di Buja si è tenuta l’Assemblea elettiva della Lega Calcio Friuli Collinare. Alla presenza dei rappresentanti di arbitri e  dirigenti delle squadre molti gli ospiti in una serata evento presentata da Eleonora Nocent dove hanno partecipato anche il noto giornalista friulano Bruno Pizzul e l’intrattenitore Sergio Galantini, in arte Galax

Daniele Tonino, rieletto alla presidenza per le stagioni 2021/2024, fatto una breve presentazione su quello che la lcfc è riuscita a fare nel precedente triennio, ha presentando le molte personalità intervenute.

Gli interventi sono iniziati con il sindaco di Buja Stefano Bergagna, il vicesindaco Giovanni Calligari e l’assessore allo sport Marco Zontone i quali hanno portato il saluto  dell’amministrazione comunale e, oltre ad apprezzare il lavoro svolto dal lcfc  le cui origini partono proprio dalla zona collinare, si sono dichiarati felici perchè dopo molto tempo c’è la possibilità di ritrovarsi e lavorare insieme.

Anche la Regione FVG ha voluto essere al fianco della Lega Calcio Friuli Collinare con un  videomessaggio inviato dal presidente Massimiliano Fedriga.

Interessante anche l’intervento dell’europarlamentare Elena Lizzi. “ la vostra ripartenza è un segnale forte che inviate. E’ giunto il momento di rinascere, di riprendere le proprie vite dopo la pandemia. Personalmente ho vissuto questa situazione dal fulcro e nel luogo in cui si prendevano le massime  decisioni. Un contesto difficile perchè l’Europa non era preparata ad affrontare in modo globale un emergenza sanitaria di questo tipo. E’ stato ed è tuttora un momento complicato. Vorrei spendere anche due parole per quelli che non c’è l’hanno fatta.  Non abbassiamo la guardia ma guardiamo con fiducia verso il futuro. E voi ne avete le potenzialità. Quella che voi chiamate associazione ma che definisco il mondo del collinare, da me conosciuto anche per vicissitudini personali da qualche decennio, ha se sempre testimoniato una grande capacità di socialità oltre che di pratica sportiva ed ha alimentato sempre le fila del volontariato. E’ un bel messaggio il vostro, che parte dall’assemblea, ed è bellissimo trovarsi qui per cercare di riprendere in sicurezza, mostrare i muscoli, allenarsi tenersi in salute e stare insieme“.

In sintonia le dichiarazioni di Mauro Bordin, Consigliere regionale del FVG che esordisce dicendo che molti anni fa è stato un buon portiere e lo sport lo conosce perchè vissuto di persona. “Non era scontato essere qui – dichiara Bordin. Si è sottovalutato non solo l’effetto diretto ma anche quello indiretto di questo anno e mezzo di stop e chi operava nello sport, nella cultura, nelle varie associazioni ha difficoltà a riprendere. Sono due settori fondamentali che hanno sofferto più di altre questa situazione. Per tanti motivi. Il fatto che la LCFC sia qua è fondamentale. Quello che dobbiamo cercare di fare è in questo periodo è ripartire: con forza, decisione, impegno e passione. Ci si dimentica spesso che anche sport e cultura sono economia. Quando fate attività c’è un mondo economico che si muove e questo è fermo da inizio pandemia. Ma non è solo economia. C’è un mondo di associazionismo, di volontariato di gente che ha voglia di rimettersi in gioco. Per questo sono orgoglioso di portare la vicinanza del Consiglio regionale a questo bel mondo, importantissimo per tutta la nostra comunità”.

Amabile Bonafede, responsabile nazionale attività Libertas ha ringraziato la LCFC in quanto è stata da stimolo per  “risvegliare” la voglia di centri provinciali e regionali a rinvestire sul calcio amatoriale. Nella Lcfc abbiamo riscontrato quei valori che deve rappresentare un Ente, lo sport di tutti, lo sport per tutti. L’ottimo lavoro fatto dai dirigenti friulani ci ha stupito tanto che abbiamo deciso di nominare Daniele Tonino responsabile nazionale del settore calcio nazionale Libertas.

Stimolante anche l’intervento di Lorenzo Cella presidente regionale Libertas che dichiara: “mi fa piacere siano presenti ci siano tutti i vari gradi delle autorità e colgo l’opportunità di evidenziare come sia importante lavorare insieme per sensibilizzare come le associazioni abbiano bisogno di impianti ed attrezzature. L’impianto è indispensabile per fare attività, lo sport è un prezioso momento di educazione e formazione. Per quanto riguarda il vostro coinvolgimento nel tessuto regionale Libertas, siccome organizzeremo le Libertiadi a tappe (incontri tra realtà Libertas) mi auguro che una tappa la possiamo fare con le vostre associazioni”.

Si è parlato anche di fair play con Mario Virgili ed Ermes Meret e presidente e vicepresidente del comitato Fair Play FVG.  In particolare è stato ricordato che  con la Lcfc è iniziata una bella collaborazione al momento, causa pandemia, non decollata ma che in futuro prenderà quota con delle iniziative già pianificate in passato.

Giovanni De Piero presidente regionale Comitato Italiano Paralimpico ha illustrato come si stia avviando una collaborazione per integrare persone con disabilità all’attività della Lcfc.  L’idea è di formare degli arbitri per il calcio a 5 e dei giudici sportivi che possano essere inseriti nel movimento amatoriale specificando che uno degli obiettivi del C.I.P è  la volontà di far cambiare  la società facendo in modo che vengano accettate le persone con disabilità in ogni luogo e in ogni condizione.

Infine Marcello Pensa, presidente Polisportiva Ermanno Lizzi, ha annunciato l’inizio di una collaborazione per  l’organizzazione da parte di corsi BLSD dedicati ai tesserati della LCFC.

L’Assemblea ha proseguito con l’elezione del Presidente della LCFC  E’ seguita una cena allietata dal bel confronto tra Daniele Tonino e Bruno Pizzul e dal barzelettiere, portabandiera dei colori friulani a La sai l’ultima (programma di Canale 5), Sergio Galantini. Un incontro istituzionale diverso dal solito che ha riscosso un notevole successo.

Print Friendly, PDF & Email
We have placed cookies on your computer to help make this website better. Read the cookies policy
yes, I accept the cookies