Stella: Lo STU raddoppia

In controtendenza rispetto a qualche squadra che fatica a comporre una rosa discreta per poter iscrivere una squadra, lo STU Fagagna raddoppia.  Il team collinare, una delle squadre più solide nel panorama del calcio a 5, dopo aver centrato due finali consecutive nel campionato amatori e aver lanciato Federico Nobile nel “ghota” dei marcatori, consapevole che diventa sempre più faticoso sostenere certi ritmi, magari contro ragazzi molto più giovani,  ha iscritto alla Lcfc due squadre: una al campionato amatori, l’altra nel torneo over 40. Ci racconta il motivo di questa scelta il capitano Stefano Stella:
Quali i motivi che vi hanno spinto a iscrivere una seconda squadra?
>>L’età avanza inesorabilmente e l’idea di creare una “cantera” con lo scopo di prepararci alla pensione era nell’aria da tempo. Ora, grazie alla collaborazione di nuove persone che hanno sposato il nostro credo, si è potuto realizzare questo progetto.>>
Proviamo a scommettere su qualche giocatore. Su quale puntereste?
>>I nuovi giocatori li dobbiamo ancora scoprire,  per cui se dovessi scommettere punterei sulla vecchia guardia che, in base alla reale disponibilità, sono sicuro, si sdoppierà tra amatori e over per garantire il regolare svolgimento della stagione. >>
Quali obiettivi vi siete prefissati per questa nuova stagione nel campionato Over 40 ?
 >>Non abbiamo obiettivi precisi. Non conosciamo bene le caratteristiche tecniche delle squadre partecipanti per cui , man mano che la stagione proseguirà, fisseremo gli obiettivi. Ovvio che non partecipiamo per fare le belle statuine>>
Avendo due formazioni non avete paura, a un certo punto della stagione, di andare in difficoltà?
>>Le difficoltà ci sono e ci saranno sempre. La nostra è una prova. Noi ci mettiamo passione e impegno poi se va bene ok, altrimenti, amici come prima.>>
Credi che la Lcfc, divedendo i campionati per fasce d’età,  faccia una scelta saggia?
>>Chiaro che si. Come già  detto, l’età avanza veloce ed è importante e stimolante  potersi confrontare con dei pari età  e non con gente più  giovane che, in diversi casi, non disdegna di prenderti in giro solo perché  sei di qualche anno più vecchio.>>
Siete da anni ai vertici nel campionato amatori e spesso avete raggiunto la finale. Negli over 40, l’anno scorso si sono potute notare grandissime individualità. Pensate che le vostre qualità tecniche possano esaltarsi anche in questa competizione?
>>La nostra tecnica, non sempre sublime, viene compensata dalla compattezza del gruppo. Speriamo che anche quest’anno sia così!>>
Print Friendly, PDF & Email