Rigolato: che impresa! L’Ibligine spera

Ad una sola giornata dalla fine del campionato è il Rigolato ad avere il destino tra le proprie mani. Roboante è stata infatti la vittoria su una delle dirette concorrenti, il Real Tolmezzo, che si trova ora costretto ad abbandonare ogni velleità di successo. Dopo un girone d’andata al top e una leggera flessione nella prima parte del ritorno l’attuale capolista giocherà il proprio matchpoint venerdì sera sul campo del Tilly’s Pub Sutrio; in caso di mancata vittoria il Verzegnis tornerà in corsa e potrà aggiudicarsi il titolo superando il Muec nel match di sabato prossimo. Tornando al turno appena concluso, della partita ha parlato un entusiasta Francesco Candoni, senza però fare accenno a questo traguardo davvero ormai ad un passo: “Grande vittoria per i ragazzi di mister Cicutti al cospetto di un Real quadrato e ben messo in campo. Primo tempo in mano ai locali che però non sfondano l’attenta retroguardia ospite, sbagliando anche qualcosina sottoporta. Ripresa che si apre con un netto rigore assegnato al Rigolato. Picco dal dischetto spiazza il portiere ed è 1-0. Lo stesso giocatore rigolatese subito dopo disegna una perfetta traiettoria su calcio piazzato dai venti metri, pallone angolatissimo ed è 2-0. Quando ormai la partita sembra segnata esce l’orgoglio tolmezzino: Pettarin con una legnata dal limite accorcia le distanze a coronamento di una bella azione d’attacco. Rigolato pungolato e nuovamente in avanti rabbiosamente. Prima Buzzo ristabilisce le distanze e sul fil di sirena Fanti sigla il goal della staffa per il 4-1 finale. Molto ma molto buona la direzione del sig. Alessio che si è fatto apprezzare sia per le decisioni prese sia per lo stile di arbitraggio“.  Come detto, il Verzegnis rimane l’ultima squadra in grado di lottare ancora per il titolo nonostante il pareggio per 1-1 contro l’Ibligine ( in una foto di repertorio): a segno Massimo Bordignon ed Eugenio Valent. 3-4 scoppiettante tra Calgaretto e Tilly’s Pub Sutrio, due squadre in acque tranquille che hanno potuto giocarsi la partita a viso aperto, mandando a segno ben sette marcatori diversi. La sfida tra le ormai retrocesse SPQR e Muec viene vinta dalla formazione di Zuglio, a cui va dato il merito di non aver mai mollato e aver onorato fino in fondo il campionato: 2-1 con doppia firma di capitan Massimo Quaglia e goal della bandiera di Simone Romanin.

Cristian Tulissi

Print Friendly, PDF & Email
css.php