Mima Sporting pronta al via

C’è  una nuova squadra negli over 40 c5,  una formazione che vuole provare a rinverdire i vecchi ricordi calcistici dei suoi componenti attraverso il calcio a 5, disciplina a cui si affacciano per la prima volta. Si chiama Mima Sporting. Il nome vuole ricordare Mima, Emidia all’anagrafe, storica proprietaria di uno dei locali di riferimento e  di ritrovo di Colloredo di Monte Albano e valorizzare nel contempo la nuova struttura, in cui c’è un nuovo campo di calcio a 5,  creata per trovare altri spunti di aggregazione e di integrazione nel territorio limitrofo. Per conoscere questa nuova squadra abbiamo fatto quattro chiacchere con Luca Marcuzzo, Presidente e accompagnatore di questo nuovo gruppo di amatori.
Luca, avete una nuova struttura che vi permette di creare un nuovo progetto. Con quali obiettivi?

“Dopo la costruzioni del campo di calcio a 5 sono riemersi, tra alcuni amici, entusiasmi sopiti e la voglia di provare a creare una situazione sportiva che possa essere in primis un momento di divertimento. In passato abbiamo calcato palcoscenici dilettantistici e amatoriali e la comune passione per il calcio è ancora pulsante e  ci spinge ancora a trovare nuovi stimoli e a metterci in gioco”.

Come mai proprio il calcio a 5 over 40?

“Essenzialmente perché siamo tutti sopra gli anta e vorremmo confrontarci, anche atleticamente, con persone della nostra età. Ma anche perché a livello organizzativo servono meno giocatori per poter gestire la squadra”.

Parlaci della rosa…

“Posso solo dirti che il coordinatore è Ivan Di Giusto. Al momento in lista siamo una decina e dobbiamo ancora completare lo scacchiere. Ci sono ancora lavori in corso per definire l’organico e per completare una rosa che vorremmo fosse omogenea alla nostra idea di calcio”.

Potreste essere una delle sorprese del campionato?

“Difficile dirlo. L’idea è di sparare le cartucce a nostra disposizione cercando in primis di conoscere questa disciplina, di imparare i movimenti, di scoprire gli avversari, di trovare un paio d’ore di spensieratezza e di far vivere con entusiasmo il terzo tempo”.

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
css.php