Cordignano, buona la prima. Spaccaterra: implacabile!

Ciak si gira! Buona la prima. Si, perché il Cordignano, alla sua prima apparizione in manifestazioni targate LCFC, inizia a girare la prima scena del suo campionato presentando subito alcuni suoi attori, Mario Della Libera, classe 53,  e Marchioni, protagonisti contro il mai domo team dei Veterani. “Il nostro impatto nel torneo – racconta il dirigente veneto Carlo Benedetti – è stato positivo anche se , dopo il 2-0 maturato nel primo tempo, abbiamo sofferto il ritorno dei Veterani. Stiamo cercando di conoscere le nuove regole, dalla gestione generale della squadra al cartellino verde. Per noi è un mondo completamente nuovo per cui cercheremo, strada facendo, di imparare e capire anche le nostre potenzialità. In passato abbiamo giocato campionati over 40 ma, considerato l’età media della nostra compagine, la scelta più logica è stata aderire ad un campionato in cui gli avversari siano più simili alle nostre caratteristiche atletiche e fisiche. Ora pensiamo a divertirci.”

La manifestazione è appena agli inizi ma già si intravedono alcune potenzialità. Come quella del Da Nando che può proporre un attacco atomico in cui è già esplosa la vena realizzativa di Renato Spaccaterra, sua la tripletta che ha steso il Passons, e il passo costante dell’ASA Isotecno,  alla sua seconda vittoria consecutiva. Bene anche il Pozzuolo che, pur faticando nel primo atto contro un buon Forever in vantaggio con Gressani, è uscito nella ripresa, mettendo in crisi gli ospiti con una serie di sostituzioni che hanno dato maggior f1reschezza e spinta. Soluzioni tattiche che hanno permesso , nella seconda parte della ripresa, di invertire il punteggio grazie ad un autorete e ad un gran siluro da fuori area di Sponga.

 

Print Friendly
css.php