Al Santa Maria c5 il derby. Bon, una furia sotto porta

 

La giornata propone il big match tra le due formazioni che fino ad oggi hanno espresso, oltre al miglior gioco, anche grande continuità di risultati: Bild e Old Wild West . In palio non solo la vetta della classifica ma anche la sfida tra i due marcatori principe della manifestazione, Jonny Bortolussi e Matteo Di Benedetti, prima del match rispettivamente primo e secondo con 16 e 13 timbri.   

La sfida, intensa dalle prime battute, è vinta dai cowboy metropolitani del presidente Daniele Tonino, capaci di affrontare gli insidiosi avversari subito concentrati e colpirli nei momenti topici del match.  Se la Bild (in una foto di repertorio)  perde l’ imbattibilità stagionale dimostrando però di avere carattere e orgoglio, armi che gli saranno utili per il proseguo della manifestazione, l’Old Wild West conferma che ha molte frecce al suo arco grazie a una rosa di qualità che gli garantisce continuità di rendimento. Finisce  6 a 9  in una gara raccontata cosi dai protagonisti delle due fazioni: ” Partita subito intensa – racconta  il capitano locale Luca Domini–  resa nervosa dal primo gol degli ospiti, realizzato con un tiro effettuato e convalidato dopo che l’arbitro aveva già fischiato un fallo.  Episodio che ci ha innervosito e  fatto perdere testa e concentrazione, frangente in cui siamo andati sotto di tre lunghezze. Una buona reazione ci porta sul 3 a 1, rete a cui ha fa seguito un palo e alcune occasioni per accorciare. Ma in contropiede gli ospiti segnano il 4° gol.  La partita è nervosa anche nella ripresa per qualche decisione arbitrale discutibile, e seppur si alternino le marcature,  gli ospiti mantengono sempre il vantaggio. A metà secondo tempo lieve contusione per il  nostro portiere Alberto Cocetta che mi costringe a sostituirlo tra i pali.”  “Bella partita – replica Daniele Tonino – con Old Wild West che  va in vantaggio  mantenendo per tutta la gara con margine minimo di tre reti. Nel primo tempo, giocato con molta concentrazione, siamo riusciti ad essere molto pericolosi in avanti e ben chiusi dietro, tattica che ha dato ottimi frutti fino a regalarci un parziale di 1 a 5.  Nella ripresa siamo riusciti ad allungare fino all’ 8 a 3  con la Bild che paga l’uscita, per infortunio, del portiere.  Sembra fatta ma cala la concentrazione e la Bild si riporta sotto. Ma il tempo rimasto è poco e il forcing finale non può fare miracoli. 

Da segnalare l’exploit dell’ospite Camillo Bon , autore di 5 reti ai quali si aggiungono quelli di  Mauro Dri,  Andrea Luis Della Pietà  e Jonny Bortolussi. Prezioso il sigillo di quest’ultimo perché  consente al picici dei cowboys metropolitani di mantenere la leadership della classifica marcatori con una lunghezza di vantaggio  sull’avversario odierno, quel  Matteo De Benedetto, oggi tripletta, in grande rimonta. Per le camisete bianche della Bild a segno anche Carlo Ceppa, Lorenzo Braida e Mauro Peressini.

Sale al terzo posto in classifica la Prost che rialza la testa e  cala il settebello su un Abramo impianti che non riesce ancora a trovare punti per muovere la classifica. ll team  di Gianni Miani, oggi nelle insolite vesti di dirigente accompagnatore,  non trova grosse difficoltà nel trovare spazi offensivi e concretizza la sua mole di gioco grazie alla tripletta di Cristian Bianchin, al duplice sigillo di Andrea Biribin e alle reti di Giorgio Pagani e del capitano Livio Viola. Sull’altro fronte da segnalare la solita caparbietà di Marino Blason, autore di due marcature e di una ottima prestazione.

Cresce anche lo Stappo anche se inizialmente  fatica a superare l’altra squadra del girone ancora a secco di punti, la Mima Sporting. ” I ragazzi,  stanchi e reduci dalla dura (atleticamente parlando) partita contro i Bild di  48 ore prima – racconta Alessandro Fabrohanno inizialmente faticato a trovare i ritmi  giusti. Avanti  di tre lunghezze alla fine ci siamo fatti accorciare dal Mima e, a fine primo tempo, la frazione si chiude sul 3 a 2. Nella seconda frazione siamo riusciti ad alzare il ritmo, la prestazione è stata di un altro spessore e i gol sono arrivati come logica conseguenza”. Per la cronaca il singolar tenzone si è concluso  8 a 3 grazie alle reti locali di Stefano Di Benedetto (3), Andrea Mattei(2), Stefano Tavaris (2) e Rudi del Frate a cui hanno replicato quelle del solito Franco Tuti(2) e Giorgio Collinassi.

A Santa Maria la Longa andava in scena un derby, opposte Santa Maria c5 e Narciso Group. Gioisce la squadra di casa che, di misura, supera i cugini dopo una partita giocata sui binari dell’equilibrio. La racconta il locale Gianpaolo Milocco.  ” Partita equilibrata, nel segno del fair play tra due compagini che iniziano studiandosi, fase che dura fino al vantaggio locale maturato con Fabio Pettenà.  A metà primo tempo  mister Dusso mette in campo il bomber Giuliano Tessaro che non  smentisce la sua fame di gol  e, a pochi secondi dall’ingresso in campo,  porta i suoi sul 2-0. Passa qualche minuto e il team di Bicinicco accorcia: gran botta su punizione di Nicola Bulfon,  ribattuta dal portiere Borini che la respinge nei pressi dello stesso Bulfon che, con un gran tiro al volo, sigla il 2 a 1. La ripresa inizia con conclusioni da ambo le parti ma  con un rinvio maldestro di Borini fa nascere il pareggio ospite: da referto il gol è assegnato a Vito Vazzaz. La sfida è vibrante ma bisogna attendere un po’ perché  Nicola Grattoni, con un gran tiro, chiuda il risultato sul 3-2. Inutile il pressing finale dei Narciso”.

 

Print Friendly, PDF & Email
css.php