Carnico. Tolmezzo e Paularo: è corsa a due

Nella giornata di riposo dei primi della classe, il Real Tolmezzo, sembra essersi delineato lo scenario che ci accompagnerà fino alla fine del campionato di Eccellenza.


E’ sempre più una corsa a due, un testa a testa tra il già citato Tolmezzo e il Paularo, quest’ultimo indietro di due lunghezze e con una partita giocata in più all’attivo. In questa giornata il Paularo ospitava il Calgaretto, formazione in piena corsa per la salvezza. Ci ha pensato Di Gleria a trascinare la squadra di casa verso la vittoria con una tripletta, accompagnata poi dai gol di De Palma e Indrigo. Nel Calgaretto si distingue Dalla Mora con una buona prestazione personale, condita con una doppietta buona però solo per le statistiche. Ennesimi inciampi nella corsa dell’Arta Terme e del Betania, terze forze di questo campionato ma distanti dalla lotta per il titolo. Finisce a reti bianche la partita dell’Arta Terme contro un buon Malborghetto, stabile a metà classifica. Il Betania invece raccoglie in casa un solo punto nella sfida contro un Tilly’s Pub Sutrio che ha saputo colpire con De Luisa, al quale ha risposto Scarsini. Il Sutrio strappa così un punto che vale oro in chiave salvezza, nonostante l’ultimo posto, occupato dagli Sclapeciocs, sia ancora molto vicino. Bisogna dare merito agli Sclapeciocs stessi di questo, una squadra che non vuole certo mollare, anzi, supera in trasferta l’Ibligine con due reti di Collavini, l’eroe della serata. Dalla lotta salvezza sembrano essersi tirati fuori gli Amatori Verzegnis, travolgenti in casa contro l’AM Rigolato. Bordignon, Gallucci e Paschini firmano il definitivo 3-0 che regala al Verzegnis i due importantissimi punti in palio.

Il Celtic Sclûse crolla in casa contro l’ASD SPQR e lascia strada aperta a Dognese e Atletico Bancone che ora corrono per il titolo con un margine, ancora minimo in ogni caso, sulle inseguitrici. L’ASD Dognese comanda ancora il girone di Prima Categoria grazie al successo targato Picco a domicilio del Mueç. Ivan Gallizia del Mueç descrive così la partita dei suoi contro i primi della classe: “Parliamo di una gran bella partita, molto combattuta e dura con gli ospiti che durante tutto l’arco del match hanno avuto quel qualcosa in più per metterci in difficoltà, merito dei giocatori di qualità che scendono in campo. Qualche occasione durante l’arco del match l’abbiamo avuta, ma solo a metà secondo tempo sembravamo avere quel momento in cui potevamo realmente sbloccare il risultato. Dognese invece molte volte in zona gol ma sempre neutralizzata dalle parate del portiere. Solo una girata al volo su un cross nel finale ci ha beffati e ha portato il risultato pieno alla capolista”. Se un gol basta ai ragazzi di capitan Tommasi, l’Atletico Bancone gonfia per tre volte la rete avversaria, in questo caso dell’ospite Ter.Ca.L., per guadagnare due punti e il secondo posto solitario nel tabellone. La doppietta di Faraci e il gol di Sevo, queste le marcature dell’Atletico. Il Celtic, infilato dalle reti di Menia, Alberto Vidoni ed Elia Vidoni dell’SPQR, scende solitario al terzo posto, mentre i ragazzi di Zuglio risalgono al quarto posto, agganciando il Socchieve. Il Socchieve, appunto, sconfitto pesantemente dai Nolas e Lops, abili a sfruttare appieno il fattore campo, oltre che a sfruttare quel filone aurifero che porta il nome di Donato Gervasi che regala quattro pepite ai suoi, alle quali va aggiunta la singola rete di Fachin. Nel Socchieve vanno in gol solo Orlando e Treu. Roboante prestazione dell’Ampezzo contro i Crots con cinque reti che valgono la vittoria e i punti in palio. “E’ stata una partita nata sotto una cattiva stella” racconta Alberto Dorigo, allenatore dei Crots, “Veramente tante le assenze da parte nostra tra infortuni, ferie e turni lavorativi. In campo è scesa comunque una formazione competitiva, contro però c’era un Ampezzo con tanta qualità. A mio parere la squadra vista stasera meriterebbe senz’altro una classifica diversa. La partita è stata equilibrata solo nel primo tempo, quando ci vuole una gran punizione di Alberto Spangaro per sbloccare il punteggio. Immediato il 2-0, in cui non abbiamo dato adeguata protezione al portiere su una sua respinta, messa in rete da Sticotti. All’inizio del secondo arriva il 3-0, su tiro innocuo deviato da un difensore, a confermare la nostra giornata storta. Poi è accademia Ampezzo, ancora in gol con Alberto Spangaro sempre su punizione e con Carlo Spangaro. Nonostante il punteggio, la mia squadra ha dato tutto fino alla fine, pur senza riuscire a fare il gol della bandiera. Peccato per l’episodio che ha determinato un’espulsione per parte, ma l’arbitro è stato ineccepibile”. La 15ª giornata si chiude con il successo esterno del Preone Becs sul campo del Davar con un Zanier sugli scudi in virtù dei due gol decisivi segnati contro la retroguardia del Davar. Soltanto Straulino trova il gol per i locali.

Print Friendly, PDF & Email
css.php