normativa

Normativa - Regolamento Calcio a 5
In vigore dal 02/09/2010
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 10/08/2006, 26/07/2000

13 Calcio di punizione

a) Il calcio di punizione deve essere battuto, nel punto indicato dall’Arbitro e a palla ferma, entro 4 secondi dal momento in cui la stessa può essere giocata, pena un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria da battere nello stesso punto.
b) Se un calcio di punizione viene battuto con il pallone in movimento o da un punto diverso da quello indicato dall’arbitro, quest’ultimo interrompe il gioco e fa ripetere il calcio di punizione.
c) Quando un calciatore batte un calcio di punizione, tutti i calciatori della squadra avversaria devono trovarsi a una distanza non inferiore a mt. 5 dal pallone, fino a quando questo non sia in gioco. Se il calcio di punizione indiretto è battuto sulla linea dell’area di rigore e questa è posta a una distanza inferiore a mt. 5, i calciatori difendenti hanno la facoltà di disporsi sulla linea di porta.
d) È facoltà del giocatore che usufruisce del calcio di punizione di batterlo senza che sia rispettata tale distanza.
e) Un giocatore della squadra a favore della quale è stato disposto il calcio di punizione può chiedere all’Arbitro la verifica della distanza. In tal caso la punizione non deve essere battuta prima del fischio dell’arbitro, pena la ripetizione della stessa.
Sempre in questo caso, la punizione deve essere calciata entro 4 secondi dal fischio dell’Arbitro, pena la concessione di un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria nello stesso punto.
f) Se un calciatore della squadra avversaria si avvicina a meno di mt. 5 dal pallone, prima che il calcio di punizione sia stato battuto, l’Arbitro deve far ripetere la sua esecuzione.
g) Chi calcia la punizione non può toccare una seconda volta il pallone prima che lo stesso sia stato toccato da un altro calciatore, pena un calcio di punizione indiretto dal punto in cui è stata commessa l’infrazione.
h) Nel calcio di punizione battuto dalla squadra difendente dall'interno della propria area di rigore, il pallone è in gioco dal momento in cui esce interamente dalla medesima area.
i) Qualora un giocatore, dal di fuori dell’area di rigore, calci direttamente nella propria porta un calcio di punizione la rete non deve essere convalidata e il gioco deve essere ripreso con un calcio d’angolo.
Se invece il calcio di punizione è stato battuto dall’interno della propria area di rigore, lo stesso deve essere ripetuto, perché il pallone non è in gioco.
j) Il calcio di punizione può essere diretto o indiretto.
In tale ultimo caso, l’Arbitro segnala la sua decisione alzando un braccio al di sopra della testa. Questa posizione deve essere mantenuta finché il pallone non sia stato toccato da un altro giocatore o abbia cessato di essere in gioco.

13 Calcio di punizione

a) Il calcio di punizione deve essere battuto, nel punto indicato dall’Arbitro e a palla ferma, entro 4 secondi dal momento in cui la stessa può essere giocata, pena un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria da battere nello stesso punto.
b) Se un calcio di punizione viene battuto con il pallone in movimento o da un punto diverso da quello indicato dall’arbitro, quest’ultimo interrompe il gioco e fa ripetere il calcio di punizione.
c) Quando un calciatore batte un calcio di punizione, tutti i calciatori della squadra avversaria devono trovarsi a una distanza non inferiore a mt. 5 dal pallone, fino a quando questo non sia in gioco. Se il calcio di punizione indiretto è battuto sulla linea dell’area di rigore e questa è posta a una distanza inferiore a mt. 5, i calciatori difendenti hanno la facoltà di disporsi sulla linea di porta.
d) È facoltà del giocatore che usufruisce del calcio di punizione di batterlo senza che sia rispettata tale distanza.
e) Un giocatore della squadra a favore della quale è stato disposto il calcio di punizione può chiedere all’Arbitro la verifica della distanza. In tal caso la punizione non deve essere battuta prima del fischio dell’arbitro, pena la ripetizione della stessa.
Sempre in questo caso, la punizione deve essere calciata entro 4 secondi dal fischio dell’Arbitro, pena la concessione di un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria nello stesso punto.
f) Se un calciatore della squadra avversaria si avvicina a meno di mt. 5 dal pallone, prima che il calcio di punizione sia stato battuto, l’Arbitro deve far ripetere la sua esecuzione.
g) Chi calcia la punizione non può toccare una seconda volta il pallone prima che lo stesso sia stato toccato da un altro calciatore, pena un calcio di punizione indiretto dal punto in cui è stata commessa l’infrazione (art.14/2/c).
h) Nel calcio di punizione battuto dalla squadra difendente dall'interno della propria area di rigore, il pallone è in gioco dal momento in cui esce interamente dalla medesima area.
i) Qualora un giocatore, dal di fuori dell’area di rigore, calci direttamente nella propria porta un calcio di punizione la rete non deve essere convalidata e il gioco deve essere ripreso con un calcio d’angolo.Se invece il calcio di punizione è stato battuto dall’interno della propria area di rigore, lo stesso deve essere ripetuto, perché il pallone non è in gioco.
j) Il calcio di punizione può essere diretto o indiretto.
In tale ultimo caso, l’Arbitro segnala la sua decisione alzando un braccio al di sopra della testa. Questa posizione deve essere mantenuta finché il pallone non sia stato toccato da un altro giocatore o abbia cessato di essere in gioco.

13 Calcio di punizione

a) Il calcio di punizione deve essere battuto, nel punto indicato dall’Arbitro e a palla ferma, entro 4 secondi dal momento in cui la stessa può essere giocata, pena un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria da battere nello stesso punto.
b) Se un calcio di punizione viene battuto con il pallone in movimento o da un punto diverso da quello indicato dall’arbitro, quest’ultimo interrompe il gioco e fa ripetere il calcio di punizione.
c) Quando un calciatore batte un calcio di punizione, tutti i calciatori della squadra avversaria devono trovarsi a una distanza non inferiore a mt. 5 dal pallone, fino a quando questo non sia in gioco. Se il calcio di punizione indiretto è battuto sulla linea dell’area di rigore e questa è posta a una distanza inferiore a mt. 5, i calciatori difendenti hanno la facoltà di disporsi sulla linea di porta.
d) È facoltà del giocatore che usufruisce del calcio di punizione di batterlo senza che sia rispettata tale distanza.
e) Un giocatore della squadra a favore della quale è stato disposto il calcio di punizione può chiedere all’Arbitro la verifica della distanza. In tal caso la punizione non deve essere battuta prima del fischio dell’arbitro, pena la ripetizione della stessa.
Sempre in questo caso, la punizione deve essere calciata entro 4 secondi dal fischio dell’Arbitro, pena la concessione di un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria nello stesso punto.
f) Se un calciatore della squadra avversaria si avvicina a meno di mt. 5 dal pallone, prima che il calcio di punizione sia stato battuto, l’Arbitro deve far ripetere la sua esecuzione.
g) Chi calcia la punizione non può toccare una seconda volta il pallone prima che lo stesso sia stato toccato da un altro calciatore, pena un calcio di punizione indiretto dal punto in cui è stata commessa l’infrazione.
h) Nel calcio di punizione battuto dalla squadra difendente dall'interno della propria area di rigore, il pallone è in gioco dal momento in cui esce interamente dalla medesima area.
i) Qualora un giocatore, dal di fuori dell’area di rigore, calci direttamente nella propria porta un calcio di punizione la rete non deve essere convalidata e il gioco deve essere ripreso con un calcio d’angolo.Se invece il calcio di punizione è stato battuto dall’interno della propria area di rigore, lo stesso deve essere ripetuto, perché il pallone non è in gioco.
j) Il calcio di punizione può essere diretto o indiretto.
In tale ultimo caso, l’Arbitro segnala la sua decisione alzando un braccio al di sopra della testa. Questa posizione deve essere mantenuta finché il pallone non sia stato toccato da un altro giocatore o abbia cessato di essere in gioco.

Articolo precedente: 12 Segnatura di una rete
Articolo successivo: 14 Punizioni dirette
Print Friendly, PDF & Email