normativa

Normativa - Regolamento Attività - Classifiche e qualificazioni
In vigore dal 16/09/2019
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 13/09/2018, 17/07/2014, 20/06/2013, 02/09/2010, 03/09/2009, 31/07/2007, 10/08/2006, 26/07/2000

33 Promozioni,ripescaggi,retrocessioni e qualificazioni

Nel caso di campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione, di retrocessione e di qualificazione devono prevedere i seguenti criteri:
a)un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle associazioni che partecipano a ciascun livello;
b)nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le associazioni iscritte, mentre le qualificate sono determinate in relazione alla classifica dell'ultima fase a cui hanno partecipato.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie può essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra non iscritta.
Le squadre non hanno la facoltà di rinunciare al ripescaggio.
Per il ripescaggio e la promozione delle squadre meglio classificate in gironi diversi valgono i seguenti criteri, in ordine progressivo, riferiti alla prima fase:
1)migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2)miglior quoziente tra punti in Coppa amatori e numero gare disputate;
3)nel caso in cui vi sia la possibilità di disputarlo lo spareggio tra due o più squadre (la decisione spetta al responsabile del settore attività ed è insindacabile);
4)miglior quoziente tra punti ottenuti e gare disputate;
5)sorteggio.
Per determinare le qualificazioni delle squadre meglio classificate in gironi diversi e su campionati a più livelli, valgono i seguenti criteri, in ordine progressivo, riferiti all'ultima fase a cui hanno partecipato.
1)migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2)miglior quoziente tra punti in Coppa amatori e numero gare disputate;
3)nel caso in cui vi sia la possibilità di disputarlo lo spareggio tra due o più squadre (la decisione spetta al responsabile del settore attività ed è insindacabile);
4)miglior quoziente tra punti ottenuti e gare disputate;
5)sorteggio.

33 Promozioni,ripescaggi,retrocessioni e qualificazioni

Nel caso di campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione, di retrocessione e di qualificazione devono prevedere i seguenti criteri:
a)un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle associazioni che partecipano a ciascun livello;
b)nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le associazioni iscritte, mentre le qualificate sono determinate in relazione alla classifica dell'ultima fase a cui hanno partecipato.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie può essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra non iscritta.
Le squadre non hanno la facoltà di rinunciare al ripescaggio.
Per il ripescaggio e la promozione delle squadre meglio classificate in gironi diversi valgono i seguenti criteri, in ordine progressivo, riferiti alla prima fase:
1)migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2)miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3)miglior quoziente tra punti ottenuti e gare disputate;
4)miglior quoziente tra differenza reti e gare disputate;
5)miglior quoziente tra reti segnate e gare disputate;
6)sorteggio.
Per determinare le qualificazioni delle squadre meglio classificate in gironi diversi e su campionati a più livelli, valgono i seguenti criteri, in ordine progressivo, riferiti all'ultima fase a cui hanno partecipato.
1)migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2)miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3)miglior quoziente tra punti ottenuti e gare disputate;
4)miglior quoziente tra differenza reti e gare disputate;
5)miglior quoziente tra reti segnate e gare disputate;
6)sorteggio.

33 Promozioni,ripescaggi,retrocessioni e qualificazioni

Nel caso di campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione, di retrocessione e di qualificazione devono prevedere i seguenti criteri:
a) un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle associazioni che partecipano a ciascun livello;
b) nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le associazioni iscritte, mentre le qualificate sono determinate in relazione alla classifica dell'ultima fase a cui hanno partecipato.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie deve essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra non iscritta.
Le squadre non hanno la facoltà di rinunciare al ripescaggio.
Per il ripescaggio e la promozione delle squadre meglio classificate in gironi diversi valgono i seguenti criteri, in ordine progressivo, riferiti alla prima fase:
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3) miglior quoziente tra punti ottenuti e gare disputate;
4) miglior quoziente tra differenza reti e gare disputate;
5) miglior quoziente tra reti segnate e gare disputate;
6) sorteggio.
Per determinare le qualificazioni delle squadre meglio classificate in gironi diversi e su campionati a più livelli, valgono i seguenti criteri, in ordine progressivo, riferiti all'ultima fase a cui hanno partecipato.
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3) miglior quoziente tra punti ottenuti e gare disputate;
4) miglior quoziente tra differenza reti e gare disputate;
5) miglior quoziente tra reti segnate e gare disputate;
6) sorteggio.

33 Promozioni,ripescaggi,retrocessioni e qualificazioni

Nel caso di Campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione, di retrocessione e di qualificazione devono prevedere i seguenti criteri:
a) un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle Associazioni che partecipano a ciascun livello;
b) nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le Associazioni iscritte, mentre le qualificate sono determinate in relazione alla classifica dell’ultima fase a cui hanno partecipato.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie deve essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra non iscritta.
Per il ripescaggio valgono i seguenti criteri, in ordine di rilevanza, riferiti alla prima fase:
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3) maggior numero di punti ottenuti.

33 Promozioni, retrocessioni e qualificazioni

Nel caso di Campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione, di retrocessione e di qualificazione devono prevedere i seguenti criteri:
a) un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle Associazioni che partecipano a ciascun livello;
b) nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le Associazioni iscritte, mentre le qualificate sono determinate in relazione alla classifica dell’ultima fase a cui hanno partecipato.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie deve essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra non iscritta.
Per il ripescaggio valgono i seguenti criteri, in ordine di rilevanza, riferiti alla prima fase:
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3) maggior numero di punti ottenuti.
Qualora una manifestazione a più fasi e articolata in categorie di merito sia vinta da una squadra partecipante in una categoria inferiore, essa sarà promossa alla massima categoria senza pregiudizio per le squadre già promosse, mentre l'ultima delle non retrocesse in ogni categoria interessata, secondo i criteri previsti dal presente articolo, retrocederà a quella inferiore.

33 Promozioni e retrocessioni

Nel caso di Campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione e di retrocessione devono prevedere i seguenti criteri:
a) un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle Associazioni che partecipano a ciascun livello;
b) nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le Associazioni iscritte.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie deve essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra non iscritta.
Per il ripescaggio valgono i seguenti criteri, in ordine di rilevanza, riferiti alla prima fase:
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina e numero gare disputate;
3) maggior numero di punti ottenuti.
Qualora una manifestazione a più fasi e articolata in categorie di merito sia vinta da una squadra partecipante in una categoria inferiore, essa sarà promossa alla massima categoria senza pregiudizio per le squadre già promosse, mentre l'ultima delle non retrocesse, secondo i criteri previsti dal presente articolo, in ogni categoria retrocederà a quella inferiore.

33 Promozioni e retrocessioni

Nel caso di Campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione e di retrocessione devono prevedere i seguenti criteri:
a) un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle Associazioni che partecipano a ciascun livello;
b) nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le Associazioni iscritte.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre rinuncino al diritto alla promozione o non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie deve essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra rinunciataria o non iscritta.
Per il ripescaggio valgono i seguenti criteri, in ordine di rilevanza, riferiti alla prima fase:
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina;
3) maggior numero di punti ottenuti.
Qualora una manifestazione a più fasi e articolata in categorie di merito sia vinta da una squadra partecipante in una categoria inferiore, essa sarà promossa alla massima categoria senza pregiudizio per le squadre già promosse, mentre l'ultima delle non retrocesse, secondo i criteri previsti dal presente articolo, in ogni categoria retrocederà a quella inferiore.

33 Norme di partecipazione degli atleti ad attività non ufficiale

L'attività non ufficiale è sottoposta alle stesse regole previste per quella ufficiale, salvo eventuali deroghe che dovranno essere rese note- pena la loro inefficacia- sulle Norme di partecipazione alla manifestazione.

33 Promozioni e retrocessioni (Ex Art.39RA)

Nel caso di Campionati articolati in più livelli, i meccanismi di promozione e di retrocessione devono prevedere i seguenti criteri:
a) un numero di promozioni e di retrocessioni pari ad almeno un sesto delle Associazioni che partecipano a ciascun livello;
b) nei campionati a più fasi, le squadre promosse e retrocesse sono stabilite in base alla loro posizione in classifica ottenuta nella fase alla quale hanno partecipato tutte le Associazioni iscritte.
Qualora nella stagione successiva una o più squadre rinuncino al diritto alla promozione o non rinnovino l'iscrizione nei termini previsti, la copertura dei posti vacanti nelle varie categorie deve essere effettuata mediante ripescaggi di squadre provenienti dalla categoria di merito inferiore a quella della squadra rinunciataria.
Per il ripescaggio valgono i seguenti criteri, in ordine di rilevanza, riferiti alla prima fase:
1) migliore posizione in classifica nella categoria d'appartenenza;
2) miglior quoziente tra punti in Coppa disciplina;
3) maggior numero di punti ottenuti.
Qualora una manifestazione a più fasi e articolata in categorie di merito sia vinta da una squadra partecipante in una categoria inferiore, essa sarà promossa alla massima categoria senza pregiudizio per le squadre già promosse.

Articolo precedente: 32 Formazione della classifica dei gironi "all'italiana"
Articolo successivo: 34 Gare a eliminazione diretta
Print Friendly, PDF & Email