normativa

Normativa - Regolamento Attività - Gare
In vigore dal 21/09/2017
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 17/12/2015, 11/09/2015, 20/06/2013, 30/06/2012, 02/09/2010, 03/09/2009, 02/08/2008, 31/07/2007, 10/08/2006, 26/07/2000

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori deve essere compresa tra il numero 0 e il 99. Può essere schierato anche un giocatore che indossi una maglia senza numero.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell'iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta. Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della squadra avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell'arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore simile a quello della divisa arbitrale, l'associazione prima nominata deve fornire all'arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri enti o federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 R.D., salvo che l'arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 R.D.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, l'inosservanza dei punti b), c), d), e), f), non rendesse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 R.D.
h) Durante la gara il capitano, che deve indossare al braccio una fascia di colore diverso da quello della sua maglia, è l'unico tesserato che, a gioco fermo, può chiedere chiarimenti all'arbitro sulle decisioni assunte.
i) Per il calcio a 11 durante tutta la durata della gara devono essere presenti sul terreno di gioco un atleta con funzioni di capitano e uno con quelle di vicecapitano. Per il calcio a 5 gli stessi devono esser epresenti sul terreno di gioco o in panchina.
l) Qualora il capitano venisse sostituto o espulso o si allontanasse dal terreno di gioco per propria volontà, il vicecapitano assume la funzione di capitano, indossando la relativa fascia e indicando il suo vice tra gli atleti presenti sul terreno di gioco per il calcio a 11 e per il calcio a 5 anche tra quelli in panchina.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori deve essere compresa tra il numero 0 e il 99. Può essere schierato anche un giocatore che indossi una maglia senza numero.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell'iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta. Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della squadra avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell'arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore simile a quello della divisa arbitrale, l'associazione prima nominata deve fornire all'arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri enti o federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 R.D., salvo che l'arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 R.D.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), f), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 R.D.
h) Durante la gara il capitano, che deve indossare al braccio una fascia di colore diverso da quello della sua maglia, è l'unico tesserato che, a gioco fermo, può chiedere chiarimenti all'arbitro sulle decisioni assunte.
i) Per tutta la durata della gara devono essere presenti sul terreno di gioco un atleta con funzioni di capitano e uno con quelle di vicecapitano.
l) Qualora il capitano venisse sostituto o espulso o si allontanasse dal terreno di gioco per propria volontà, il vicecapitano assume la funzione di capitano, indossando la relativa fascia e indicando il suo vice tra gli atleti presenti sul terreno di gioco.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori deve essere compresa tra il numero 0 e il 99. Può essere schierato anche un giocatore che indossi una maglia senza numero.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell’iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.
Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della squadra avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell’arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore simile a quello della divisa arbitrale, l’Associazione prima nominata deve fornire all'arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), f), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori deve essere da O a 99.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell’iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.
Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della squadra avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell’arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore simile a quello della divisa arbitrale, l’Associazione prima nominata deve fornire all'arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), f), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Obblighi dei Tesserati e delle Associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori deve essere da O a 99.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell’iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.
Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell’arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore simile a quello della divisa arbitrale, l’Associazione prima nominata deve fornire all'arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), f), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori deve essere da O a 99.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell’iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.
Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell’arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore nero (o di tonalità molto scura), deve provvedere a fornire all'Arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'Arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'Arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), f), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori è libera
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell’iscrizione alla manifestazione. In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.
Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella della avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell’arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore nero (o di tonalità molto scura), deve provvedere a fornire all'Arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'Arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'Arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), g), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori è libera.
Sulla lista gara deve essere indicato il numero di maglia dell'atleta pertecipante.
Qualora, al momento della consegna della lista gara all'arbitro, non sia indicato il numero di maglia su detto documento,l'Atleta non potrà prendere parte alla partita, pena le sanzioni previste dall'art.93 RD. I primi calciatori riportati sulla lista gara non devono necessariamente essere quelli che cominciano la partita.I nominativi di questi ultimi devono però essere contrassegnati con una "P" sulla lista gara per il calcio a 11.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell'iscrizione alla manifestazione.In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell'arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore nero (o di tonalità molto scura), deve provvedere a fornire all'Arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'Arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'Arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), g), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori è libera.
Sulla lista gara deve essere indicato il numero di maglia dell'atleta pertecipante.
Qualora, al momento della consegna della lista gara all'arbitro, non sia indicato il numero di maglia su detto documento,l'Atleta non potrà prendere parte alla partita, pena le sanzioni previste dall'art.93 RD. I primi calciatori riportati sulla lista gara non devono necessariamente essere quelli che cominciano la partita.I nominativi di questi ultimi devono però essere contrassegnati con una "X" sulla lista gara per il calcio a 11.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore dichiarato al momento dell'iscrizione alla manifestazione.In caso di colore uguale o confondibile, la squadra prima nominata deve cambiare la propria muta.Qualora una squadra si presenti con una muta di colore diverso da quello ufficiale, la stessa dovrà cambiare la propria muta se è uguale o confondibile rispetto a quella avversaria.
c) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari e dell'arbitro.
d) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore nero (o di tonalità molto scura), deve provvedere a fornire all'Arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
e) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 88 RD, salvo che l'Arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 93 RD.
f) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'Arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
g) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), g), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 93 RD.

69 Sostituzione dei giocatori

a) Le Associazioni, nel corso delle gare ufficiali, hanno la facoltà di sostituire 7 giocatori, senza vincolo di ruolo per il calcio a 11.
Per il calcio a 5 le sostituzioni sono libere.
b) I giocatori di riserva devono sostare in panchina e sono soggetti alla disciplina prevista per le persone ammesse al campo.
c) Il numero massimo di giocatori di riserva è 7 per calcio a 11 e a 5.
d) Soltanto i giocatori di riserva iscritti nella lista gara possono sostituire quelli impiegati all'inizio della stessa.
e) Eventuali giocatori ritardatari, compresi quelli di riserva, hanno diritto di prendere parte al gioco in qualsiasi momento della partita, previa identificazione e assenso da parte dell'Arbitro, sempre che siano iscritti nella lista gara.
f) La segnalazione all'Arbitro dei calciatori che si intendono sostituire deve essere effettuata, a gioco fermo con l'esposizione dell'apposito cartello, all'altezza della linea mediana e fuori del terreno di gioco.
Nel calcio a 5 la sostituzione può avvenire anche durante l'azione di gioco, senza esibizione del cartello.
g) I giocatori sostituiti possono sostare in panchina.
Solo nella disciplina del calcio a 11 non possono riprendere parte alla gara.
h) I giocatori espulsi dal campo non possono essere sostituiti.I calciatori eventualmente inibiti a prendere parte al gioco prima che la gara abbia inizio possono essere sostituiti da calciatori di riserva.
i) Le Associazioni inadempienti ai commi a), c), d), e), g), h) incorrono nella sanzione della perdita della gara ( artt. 38 e 101 RD).

69 Obblighi dei tesserati e delle associazioni per il regolare svolgimento delle gare

a) La numerazione delle maglie dei giocatori è libera.I primi calciatori riportati sulla lista gara non devono necessariamente essere quelli che cominciano la partita.I nominativi di questi ultimi devono però essere contrassegnati con una "X" sulla lista gara.
b) Le due squadre devono indossare maglie del colore diverso;in caso di colori uguali o confondibili, l'Associazione prima nominata deve csostituire le proprie.
c) La squadra seconda nominata deve sempre presentarsi con i colori ufficiali dichiarati al momento dell'iscrizione all'attività;
d) Il colore della maglia dei portieri deve essere diverso o non confondibile con quello dei compagni, degli avversari.
e) Qualora una squadra abbia una muta di maglie di colore nero (o di tonalità molto scura), deve provvedere a fornire all'Arbitro una casacca di colore diverso dal proprio e da quello dell'altra squadra.
f) La casacca fornita non deve avere stemmi di altri Enti o Federazioni e deve rispettare le esigenze di decoro e igiene, pena la sanzione prevista dall'articolo 92 RD, salvo che l'Arbitro, per le condizioni della casacca, ritenga di non dover dirigere la partita, nel qual caso sarà applicata la sanzione prevista dall'articolo 97 RD.
g) La squadra prima nominata deve mettere a disposizione dell'Arbitro un numero sufficiente di palloni regolamentari per la disputa della gara.
h) Qualora, per l'inosservanza dei punti b), c), d), e), g), non fosse possibile l'effettuazione della gara o comportasse la sua fine anticipata, l'Associazione responsabile è soggetta alla sanzione prevista dall'articolo 97 RD.

Articolo precedente: 68 Tempi d'attesa
Articolo successivo: 70 Obblighi dei Tesserati e delle Associazioni a garanzia dell'ordine pubblico e degli Ufficiali di gara
Print Friendly, PDF & Email