normativa

Normativa - Regolamento Attività - Associazioni
In vigore dal 01/01/2019
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 17/07/2014, 30/06/2012, 03/09/2009, 02/09/2008, 26/07/2000

9 Inadempimenti economici. Procedura per il recupero del credito

A) Ogni associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
B) Sul Comunicato devono essere pubblicati i termini per il pagamento della quota sociale, del costo di iscrizione e delle tessere e di quant'altro collegato all'iscrizione a una manifestazione.
C) Entro una settimana dalla scadenza di un termine previsto dal precedente comma il Responsabile amministrativo o il Cassiere devono comunicare al Responsabile dell'Ufficio presidenza quali associazioni non hanno adempiuto, indicando le somme da recuperare. Di un tanto il Responsabile dell'Ufficio presidenza relazionerà al primo Consiglio direttivo utile.
D) Il Responsabile amministrativo o il Cassiere in coordinamento con il Responsabile dell'Ufficio presidenza attivano e seguono fino alla conclusione la procedura di recupero del credito.
E) La procedura prevede un avviso da pubblicare nell'area personale dell'associazione debitrice, con il quale la LCFC intima di versare l'importo dovuto entro un termine perentorio non inferiore a 5 giorni. Tale avviso deve consentire di operare nell'area personale solo dopo che l'incaricato dell'associazione ha assunto l'impegno di saldare il debito, cliccando l'apposita spunta.
F) In caso di mancato pagamento nel termine concesso, il Responsabile dell'Ufficio presidenza dispone la non effettuazione di ogni gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'associazione sarà sanzionata ai sensi dell'art. 93 R.D. per ogni gara non disputata.
G) Il Responsabile dell'Ufficio presidenza revoca la disposizione di cui al comma precedente nel giorno in cui il versamento del dovuto viene accreditato sul conto corrente della LCFC.
H) Il Responsabile dell'Ufficio presidenza comunica tempestivamente per telefono le proprie disposizioni alle squadre interessate e all'arbitro dell'incontro. Tali disposizioni devono anche essere pubblicate nell'area personale delle squadre interessate e sul Comunicato ufficiale.
I) La procedura sopra prescritta si applica, per quanto compatibile, in ogni caso di recupero del credito.

9 Inadempimenti economici. Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante avviso pubblicato sull'area personale dell'associazione interessata, la quale non potrà procedere oltre senza aver assunto l'impegno di saldare il debito.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la LCFC può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'associazione sarà sanzionata ai sensi dell'art. 93 R.D.;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'associazione è sanzionata ai sensi dell'art. 93 R.D.

9 Inadempimenti economici. Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante avviso pubblicato sull'area personale dell'associato interessato, il quale non potrà procedere oltre senza aver assunto l'impegno di saldare il debito.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

9 Inadempimenti economici, diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante raccomandata con avviso di ricevimento.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'Arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

9 Inadempimenti economici.Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante raccomandata con avviso di ricevimento da pubblicarsi sul Comunicato ufficiale.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'Arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

9 Inadempimenti economici.Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
Qualora un'associazione non ottemperi tali obbligazioni, la LCFC deve darne notizia all'interessata direttamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento e tramite pubblicazione della diffida ad adempiere sul Comunicato ufficiale, indicandone il termine perentorio entro il quale il pagamento deve essere effettuato.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'Arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

Articolo precedente: 8 Rappresentanza dell'associazione
Print Friendly, PDF & Email