normativa

Normativa - Regolamento Attività - Classifiche e qualificazioni
In vigore dal 16/09/2019
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 30/06/2011, 31/07/2007, 10/08/2006

32 Formazione della classifica dei gironi "all'italiana"

La formazione della classifica nei gironi “all'italiana” è stabilita a punti, con l'attribuzione di:
• due punti per gara vinta;
• un punto per gara pareggiata;
• nessun punto per gara persa.
Qualora al termine di una qualsiasi fase o manifestazione due o più squadre abbiano conseguito il medesimo punteggio in graduatoria, per determinare la miglior squadra classificata valgono in ordine progressivo i seguenti criteri:
a) maggior punteggio in Coppa amatori;
b) nel caso in cui vi sia la possibilità di disputarlo lo spareggio tra due o più squadre (la decisione spetta al responsabile del settore attività ed è insindacabile);
c) miglior punteggio conseguito negli incontri diretti ed eventuale classifica avulsa;
d) sorteggio.
Per le attività dell'ambito amatoriale ricreativo, la LCFC può prevedere criteri alternativi ai meriti sportivi nella formazione della classifica come di seguito previsto a puro titolo esemplificativo:
+ 10 punti vittoria - 1 punto ogni ammonizione
+ 6 punti pareggio - 3 punti ogni espulsione
+ 2 punti sconfitta - 10 punti perdita della gara (art. 38 R.D.).

32 Formazione della classifica dei gironi "all'italiana"

La formazione della classifica nei gironi “all'italiana” è stabilita a punti, con l'attribuzione di:
• due punti per gara vinta;
• un punto per gara pareggiata;
• nessun punto per gara persa.
Qualora, al termine di una qualsiasi fase o manifestazione, due o più squadre abbiano conseguito il medesimo punteggio in graduatoria e le norme di partecipazione non prevedano lo spareggio come criterio unico, per determinare la miglior squadra classificata valgono, in ordine progressivo, i seguenti criteri:
a) minori penalità in Coppa disciplina;
b) miglior punteggio conseguito negli incontri diretti;
c) migliore differenza reti conseguita negli incontri diretti;
d) maggior numero di reti segnate negli incontri diretti;
e) migliore differenza reti in classifica generale;
f) maggior numero di reti segnate in classifica generale;
g) sorteggio o, nel caso in cui vi sia la possibilità di disputarlo, lo spareggio tra due o più squadre. La decisione spetta al responsabile del settore attività ed è insindacabile.
Per le attività dell'ambito amatoriale ricreativo, la LCFC può prevedere criteri alternativi ai meriti sportivi nella formazione della classifica come di seguito previsto a puro titolo esemplificativo:
+ 10 punti vittoria - 1 punto ogni ammonizione
+ 6 punti pareggio - 3 punti ogni espulsione
+2 punti sconfitta - 10 punti perdita della gara (art. 38 R.D.)

32 Formazione della classifica dei gironi "all'italiana"

La formazione della classifica nei gironi “all'italiana” è stabilita a punti, con l'attribuzione di:
• due punti per gara vinta;
• un punto per gara pareggiata;
• nessun punto per gara persa.
Qualora, al termine di una qualsiasi fase o manifestazione, due o più squadre abbiano conseguito il medesimo punteggio in graduatoria e le norme di partecipazione non prevedano lo spareggio come criterio unico, per determinare la miglior squadra classificata valgono, in ordine progressivo, i seguenti criteri:
a) minori penalità in Coppa disciplina;
b) miglior punteggio conseguito negli incontri diretti;
c) migliore differenza reti conseguita negli incontri diretti;
d) maggior numero di reti segnate negli incontri diretti;
e) migliore differenza reti in classifica generale;
f) maggior numero di reti segnate in classifica generale;
g) sorteggio.
Per le attività dell'ambito amatoriale ricreativo, la LCFC può prevedere criteri alternativi ai meriti sportivi nella formazione della classifica come di seguito previsto a puro titolo esemplificativo:
+ 10 punti vittoria -1 punto ogni ammonizione
+ 6 punti pareggio -3 punti ogni espulsione
+ 2 punti sconfitta -10 punti perdita della gara (art. 38 RD)

32 Formazione della classifica dei gironi "all'italiana" (Ex Art.37)

La formazione della classifica nei gironi “all'italiana” è stabilita a punti, con l'attribuzione di:
• due punti per gara vinta;
• un punto per gara pareggiata;
• nessun punto per gara persa.
Qualora, al termine di una qualsiasi fase o manifestazione, due o più squadre abbiano conseguito il medesimo punteggio in graduatoria e le norme di partecipazione non prevedano lo spareggio come criterio unico, per determinare la miglior squadra classificata valgono, in ordine progressivo, i seguenti criteri:
a) minori penalità in Coppa disciplina;
b) miglior punteggio conseguito negli incontri diretti;
c) migliore differenza reti conseguita negli incontri diretti;
d) maggior numero di reti segnate negli incontri diretti;
e) migliore differenza reti in classifica generale;
f) maggior numero di reti segnate in classifica generale;
g) sorteggio.
Per le attività dell'ambito amatoriale ricreativo, la LCFC può prevedere criteri alternativi ai meriti sportivi nella formazione della classifica come di seguito previsto a puro titolo esemplificativo:
+ 10 punti vittoria -1 punto ogni ammonizione
+ 6 punti pareggio -3 punti ogni espulsione
+ 2 punti sconfitta -10 punti perdita della gara

Articolo successivo: 33 Promozioni, retrocessioni e qualificazioni
Print Friendly, PDF & Email