normativa

Normativa - Regolamento Calcio a 11
In vigore dal 31/07/2007
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 10/08/2006

11 Fuori gioco

Un calciatore si trova in posizione di fuori gioco quando è più vicino alla linea di porta avversaria sia rispetto al pallone, sia al penultimo avversario (qualunque parte della testa, del corpo o del piede del calciatore, escluse le braccia).
Un calciatore non si trova in posizione di fuori gioco quando:
• si trova nella propria metà del terreno di gioco;
• si trova in linea con il penultimo avversario;
• si trova in linea con i due ultimi avversari.
Essere in posizione di fuori gioco non è di per sé un’infrazione.
La posizione di fuori gioco di un calciatore deve essere punita solo se, nel momento in cui il pallone è toccato o giocato da uno dei suoi compagni, il calciatore, a giudizio dell’arbitro, prende parte attiva al gioco:
• intervenendo nel gioco (giocare o toccare il pallone calciato da un compagno di squadra);
• influenzando un avversario (impedire a un avversario, che ne è in grado, di giocare il pallone ostruendogli chiaramente la visuale, limitandogli i movimenti o facendo gesti e movimenti che lo ingannino o lo distraggano);
• traendo vantaggio da tale posizione (per esempio giocare un pallone che rimbalza sul palo o sulla traversa stando in una posizione di fuori gioco, oppure giocare un pallone che rimbalza su un avversario stando in posizione di fuori gioco).
Non è in fuori gioco il calciatore che riceve direttamente il pallone:
• su calcio di rinvio;
• su rimessa dalla linea laterale;
• su calcio d’angolo.
Per tutte le infrazioni alla Regola del fuorigioco, l’arbitro accorda alla squadra avversaria un calcio di punizione indiretto, che deve essere eseguito nel punto in cui l’infrazione è stata commessa.

11 Fuori gioco

Un calciatore si trova in posizione di fuori gioco quando è più vicino alla linea di porta avversaria (qualunque parte della testa, del corpo o del piede dal calciatore sia più vicino alla linea di porta avversaria rispetto al pallone e al penultimo difensore.Le braccia non sono incluse in questa definizione), sia rispetto al pallone, sia al penultimo avversario.
Un calciatore non si trova in posizione di fuori gioco quando:
• si trova nella propria metà del terreno di gioco;
• si trova in linea con il penultimo avversario;
• si trova in linea con i due ultimi avversari.
Essere in posizione di fuori gioco non è di per sé un’infrazione.
La posizione di fuori gioco di un calciatore deve essere punita solo se, nel momento in cui il pallone è toccato o giocato da uno dei suoi compagni, il calciatore, a giudizio dell’arbitro, prende parte attiva al gioco:
• intervenendo nel gioco (giocare o toccare il pallone calciato da un compagno di squadra);
• influenzando un avversario (impedire a un avversario, che ne è in grado, di giocare il pallone ostruendogli chiaramente la visuale, limitandogli i movimenti o facendo gesti e movimenti che lo ingannino o lo distraggano);
• traendo vantaggio da tale posizione (per esempio giocare un pallone che rimbalza sul palo o sulla traversa stando in una posizione di fuori gioco, oppure giocare un pallone che rimbalza su un avversario stando in posizione di fuori gioco).
Non è in fuori gioco il calciatore che riceve direttamente il pallone:
• su calcio di rinvio;
• su rimessa dalla linea laterale;
• su calcio d’angolo.
Per tutte le infrazioni alla Regola del fuorigioco, l’arbitro accorda alla squadra avversaria un calcio di punizione indiretto, che deve essere eseguito nel punto in cui l’infrazione è stata commessa.

Articolo precedente: 10 Segnatura di una rete e squadra vincente
Articolo successivo: 12 Falli e comportamenti antisportivi
Print Friendly, PDF & Email