Nuovo campionato – 3 vs 3 “sfida nella gabbia”

Il campionato inizierà indicativamente in ottobre 2018 e terminerà entro giugno 2019.
Alla manifestazione possono partecipare giocatrici e giocatori che abbiano compiuto 18 anni.
Il campionato è sperimentale e potrà svolgersi in più fasi in relazione alle squadre iscritte.
La manifestazione si giocherà esclusivamente nelle giornate di mercoledì e giovedì, in orario serale, esclusivamente nella struttura Bienneci di via Manzano a Premariacco.

Locandina

Le interviste impossibili: FIFA vs Coppa Disciplina

Associare i risultati sportivi a un comportamento corretto non è utopia. La Lega Calcio Friuli Collinare persegue da sempre i valori  legati alla Coppa Disciplina, istituto imprescindibile rispetto alla propria attività. Anche la FIFA  ha voluto dare un segnale, purtroppo apprezzato da pochi, relativo ai  valori fondanti dello sport come correttezza e lealtà sportiva.

Continua a leggere...

Il nuovo Consiglio elegge le cariche e si conforma al GDPR

Primo Consiglio direttivo dopo l’elezione a Presidente di Daniele Tonino. Sul tavolo alcuni argomenti importanti come le nomine delle varie cariche istituzionali,  l’adeguamento alla nuova legge sulla privacy e alcune modifiche normative rilevanti che trattiamo in un altro articolo.

Continua a leggere...

Assemblea 5 luglio, la fotogallery

Tonino al secondo mandato

Giovedì 5 luglio scorso, presso l’auditorium di Povoletto, si  è tenuta l’Assemblea elettiva della LCFC. I rappresentanti delle associazioni e i delegati del settore arbitrale hanno riconfermato Daniele Tonino alla massima carica.

L’Assemblea è stata preceduta dalle premiazioni delle squadre vincitrici la Coppa disciplina, dei campionati Friuli Collinare c11, Friuli Collinare c5 e “Geretti” over 40, di quelle promosse durante la scorsa stagione e dei capocannonieri.

La relazione di Daniele Tonino sul mandato appena concluso ha aperto i lavori istituzionali. Il Presidente ha evidenziato il sostanziale rispetto del programma e alcuni grandi risultati ottenuti, come la modifica della normativa nazionale sui defibrillatori. Ha rilevato come i dirigenti delle associazioni siano oggi chiamati a una maggior impegno, anche in considerazione delle responsabilità che derivano dalla normativa nazionale e dai regolamenti del CONI. Ha inoltre invitato tutti a essere innovativi, come lo è stato il progetto Calcioxenia. E infine ha sottolineato la grande trasparenza della LCFC che consente a tutti i soci di accedere a ogni dato e informazione della nostra Associazione.

Chiusa la relazione si è entrato nel vivo dei lavori istituzionali con la nomine, nell’ordine,  del Presidente dell’Assemblea (Giampaolo Bertoli) e dei componenti la commissione elettorale. Espletate queste votazioni Bertoli ha ricordato che l’unica candidatura alla Presidenza è quella proposta da Daniele Tonino, che prevede come consiglieri i seguenti soci: Paolo Comini, Fabrizio Pettoello, Luca Arsellini, Adriano Cantoni, Bruno Marcuzzi, Carla Pascutti, Andrea Peressoni, Renzo Rossi, Roberto Valerio, Ivan Zanello, Paolo Zorattini. Bertoli ha fatto presente che in caso di unica candidatura, la votazione è effettuata con voto palese per alzata di mano e sono eletti i  Consiglieri iscritti nella lista costituente il Consiglio direttivo presentato dal presidente eletto. Bertoli ha quindi proposto all’Assemblea di votare il Presidente e il Consiglio direttivo composto dai nominativi indicati nella lista. La votazione ha eletto Daniele Tonino come Presidente e il Consiglio direttivo composto dai nominativi indicati nella lista con  187 voti favorevoli, 2 astenuti e 0 contrari. Ricordiamo che erano presenti 181 associazioni ( su 224), 8 delegati del Settore arbitrale (su 10) e 0 del Settore disciplinare (su 1) per un totale di 189 voti su 235.

Conclusa la parte burocratica Pettoello ha presentato il nuovo campionato territoriale nella destra Tagliamento, che si chiamerà Area PN.  Ha ricordato che le squadre  Campionato pordenonese Amici del Calcio hanno scelto di entrare a far parte della LCFC dopo aver valutato le proposte della FIGC e di alcuni Enti di promozione sportiva.  La LCFC ha proposto il mantenimento delle regole del precedente campionato, per dare una segnale di rispetto della storia trentennale dell’organizzazione pordenonese. In seguito tali norme andranno tendenzialmente a uniformarsi con quelle della LCFC, con qualche differenza giustificata dalle peculiarità territoriali, come avviene per la Carnia. Pettoello ha infine sensibilizzato le squadre della LCFC che si trovano nel territorio ad aderire al nuovo campionato.

Peressoni ha presentato l’innovativa e apprezzatissima App della LCFC che si può scaricare dagli store Android e Apple e che darà la possibilità ai tesserati di essere sempre aggiornati su tutta l’attività amatoriale.

Applicazione LCFC

È possibile scaricare l’app ufficiale della Lega Calcio Friuli Collinare direttamente dai qui

Con questa app ci proponiamo di raggiungere il più ampio numero di soci e non, per metterli nelle condizioni di essere protagonisti e di ricevere sempre migliori servizi e informazioni puntuali.
Nel tempo verranno rilasciati ulteriori aggiornamenti per correggere eventuali bug, ma soprattutto per rilasciare nuove funzionalità.
Sono molto ben accetti consigli per migliorare questa app, che consideriamo un servizio in più per il tesserato della Lega Calcio Friuli Collinare e per gli appassionati del mondo amatoriale.

Tonino: libertà, coraggio, passione

Daniele Tonino, non essendoci liste concorrenti, si avvia verso il suo secondo mandato. Subentrato a Corrado Lunetta, durante il suo primo triennio ha trovato parecchie perturbazioni gestionali da superare, una su tutte la   “tempesta” che avrebbe potuto mettere in crisi l’organizzazione di molte associazioni (leggasi  l’obbligo dei defibribillatori).

Continua a leggere...

Intervista doppia: Seffino vs Maldera

L’attesa è finita! Sabato 30 giugno si affronteranno a Faedis Cassacco Startrep e Bar all’Angolo per la finale di Coppa Friuli a 11. I gialloneri hanno conquistato il pass vincendo i quarti di finale ai calci di rigore contro i Redskins e la semifinale contro il CornoCalcio Show Biz, la formazione costruita sull’ossatura degli Warriors ha invece brillantemente vinto i quarti contro il bar Montecarlo e ha dato vita ad una semifinale con numerose reti contro il Real Sella. Abbiamo posto per presentare la sfida al mister del Cassacco Lorenzo Seffino e a Damiano Maldera, uno della “vecchia guardia” del Bar all’Angolo, le stesse domande.

Qual è stato il segreto della vostra cavalcata?

Seffino: “Inizialmente siamo andati sotto alle aspettative faticando molto in un girone molto tosto, poi abbiamo ritrovato la voglia di divertirci e l’entusiasmo ha fatto il resto

Maldera: “La nostra ossatura consolidata ha fatto sicuramente la differenza con l’innesto di tre/quattro elementi di spessore, amalgamatisi molto bene in lunghi terzi tempi. Mister Monai ha l’imbarazzo della scelta e chiunque pesca dalla rosa, questo fa bene. Speriamo di dimostrarlo anche sabato

Chi è stato secondo te il giocatore più decisivo?

Seffino: “Sicuramente non mi piace fare nomi, tutti hanno contribuito. Devo però dire che Miki Ziraldo ci ha dato quell’equilibrio che non sempre abbiamo avuto in stagione

Maldera: “Potrei fare molti nomi, a partire dalla coppia di avanti Monorchio-Tonizzo, all’ottimo Bussetto in difesa fino a Bertoni-Barile in mezzo. Chi ha dato qualcosa in più è stato sicuramente Michele Guadagnino: gol a parte riesce sempre a ribaltare l’azione e fare la differenza con la sua velocità. Se potessi dargli un consiglio, gli direi di passare di più la palla per diventare ancora più determinante

Cosa temi più della squadra avversaria?

Seffino: “Basta leggere i nomi dei nostri avversari, soprattutto della linea offensiva che solitamente schierano (Tonizzo e Monorchio, ndr). Comunque noi ci faremo trovare pronti per l’appuntamento

Maldera: “Sinceramente non li conosco molto bene ma se sono arrivati fino in finale non è un caso. Li rispetto e li rispettiamo nella maniera più assoluta ma non abbiamo paura di nessuno“.

Che partita sarà e chi credi possa essere protagonista nella finale di sabato?

Seffino: “Mi aspetto una gara molto frizzante e aperta, con due squadre che se la giocheranno possibilmente a viso aperto. Un protagonista? Lo spirito dello Startrep!

Maldera: “Sarà una finale. Considerando che siamo a fine stagione e ci sarà caldo non prevedo molto spettacolo, spero però di essere smentito. Sarà la squadra a fare la differenza anche se Tonizzo con un gol potrebbe diventare il capocannoniere della competizione. Egoisticamente mi piacerebbe andare a segno, sarebbe il 50esimo gol con questa maglia e segnarlo in finale avrebbe un sapore particolare

 

css.php