normativa

Normativa - Regolamento Attività - Associazioni
In vigore dal 17/07/2014
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 30/06/2012, 03/09/2009, 02/09/2008, 26/07/2000

9 Inadempimenti economici. Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante avviso pubblicato sull'area personale dell'associazione interessata, la quale non potrà procedere oltre senza aver assunto l'impegno di saldare il debito.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la LCFC può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'associazione sarà sanzionata ai sensi dell'art. 93 R.D.;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'associazione è sanzionata ai sensi dell'art. 93 R.D.

9 Inadempimenti economici. Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante avviso pubblicato sull'area personale dell'associato interessato, il quale non potrà procedere oltre senza aver assunto l'impegno di saldare il debito.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

9 Inadempimenti economici, diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante raccomandata con avviso di ricevimento.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'Arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

9 Inadempimenti economici.Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
In caso di inadempimento, la LCFC intima all'interessata di pagare entro un termine perentorio mediante raccomandata con avviso di ricevimento da pubblicarsi sul Comunicato ufficiale.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'Arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

9 Inadempimenti economici.Diffida e prelievo coattivo

a) Ogni Associazione deve adempiere alle obbligazioni contratte nei confronti della LCFC.
Qualora un'associazione non ottemperi tali obbligazioni, la LCFC deve darne notizia all'interessata direttamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento e tramite pubblicazione della diffida ad adempiere sul Comunicato ufficiale, indicandone il termine perentorio entro il quale il pagamento deve essere effettuato.
b) In difetto di adempimento nel termine concesso, la Lega può alternativamente disporre:
• la non effettuazione della gara successiva al predetto termine, con la conseguenza che l'Associazione è considerata rinunciataria a tutti gli effetti;
• il prelievo coattivo, da eseguirsi, prima dell'inizio della partita, mediante un incaricato della LCFC munito di regolare mandato scritto. In caso di rifiuto da parte dell'Associazione a ottemperare alla richiesta del delegato della LCFC, l'Arbitro, su segnalazione dell'incaricato in parola, non deve dare inizio alla gara. Anche in tal caso l'Associazione è ritenuta, a tutti gli effetti, rinunciataria.

Articolo precedente: 8 Rappresentanza dell'associazione
Print Friendly, PDF & Email