ASD TRONCOS – FUTSAL CLUB 50 4 – 2

Ecco il buon Amat che, quando la squadra fa risultato, è preso da un sano entusiasmo e mi invia i suoi voti anche se senza commento alla squadra, ma che dire: bravo!!

ROSSO: nonostante la sua poca fiducia in Amat, storia dei Troncos, difensore che dà sempre sicurezza alla retroguardia, the Wall, il buon Rosso riesce a girare bene tutti e proprio tutti e proprio Amat gli risponde con un ottima prestazione. Scherzi a parte, bella vittoria, si vede sempre di più la sua mano, coerente nella gestione della gara e dei cambi. VOTO: 9 IL PROFESSORE.

PASCOLO: già spese buone parole. Michele  ha il pregio di non eccellere mai, di giocare con una qualità e quantità spaventosa in media. Gli daremo il 10 quando risolverà da solo un match, per ora 7,5 anche per il gol. VOTO: 7,5 CAPARBIO.

DE MARCHI: è evidente che la sua zampata sul secondo gol dimostra quanta voglia abbia di giocare, di segnare, di vincere. Più concreto, attento ed efficace di sempre, questo è un nuovo Digi a servizio della squadra. VOTO: 8 THE WOLF.

TECCO: nelle partite che contano la differenza deve farla anche l’esperienza. E lui ci mette tutta la sua esperienza in molti frangenti. Bellissimo l’assist per il gol di Cavassi. VOTO: 7 INSOSTITUIBILE.

CAVASSI: sempre umile, lucido, pronto a randellate quando serve e, se si alza il ritmo o la violenza, sempre calmo e pronto a rallentare il gioco. Giocare con lui è un piacere e una sicurezza. In più, segna e punge spesso anche davanti. VOTO: 8 ZANZARA.

BATESTA: ci mette tutta la sua solita voglia e grinta, ma stasera a Ricky manca soprattutto la zampata finale che, per un attaccante, è (quasi) tutto.  In un paio di occasioni dimostra poca freddezza e troppa fretta. Comunque, ci mette il piede dove serve e si rende utile nel bloccare qualche ripartenza loro. VOTO: 6,5 DA RITROVARE.

SALVADORI: entra e sembra una mosca sul vetro. Su, giù, sinistra, destra, torelli poco utili. Ma, poco a poco, il suo pressing e la sua grinta portano risultati e riesce anche a fare da boa davanti, smistando qualche pallone pesante e tenendo di mestiere palla. Segna il gol più brutto della storia, ma di quei gol che servono e pesano come macigni e fanno capire quanto uno ha voglia di buttarla dentro. VOTO: 8 THE WARRIOR.

AMAT: tornato ai suoi livelli, sopporta tutto, dagli urlacci del mister alle lamentele degli avversari. Comunque, dalle sue parti, anche i più pericolosi sbattono su di lui. Bene sulle linee, evita un probabile gol su palla messa in mezzo dalla fascia. VOTO: 7,5 RISORTO.

CODUTTI: due incertezze davvero pesanti , che è ipocrita nascondere. Il miglior Codutti è un altro, ma ha il pregio e glielo si vede da quanto si dispiace per gli errori, di conoscersi e lottare contro il suo peggior nemico: se stesso. Ci crede fino in fondo e mantiene  alta la concentrazione senza mai perdere la calma, altro suo lato sensibile. VOTO: 6,5 DI STIMA SI VINCE E SI PERDE ASSIEME: SUBUTTEO.

BITTOLO: poche bestemmie, poche lamentele con l’arbitro, forse aveva la febbre. VOTO: 10 TALISMANO.

TONINO: apre con una polemica nel pre-partita, si vede molto nervoso. E’ evidente che la dirigenza odia il nuovo mister e farà di tutto per non fargli mangiare la colomba. A fine match, negli spogliatoi, già anticipa una sua probabile vendetta, allorquando Rosso tornerà disponibile .VOTO: 2 SCORPIONE.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *