OVR40: Tra Farra, Versa e Medea, è un Isontino pigliatutto

PARADISO

Isontino caput mundi, in attesa che dalla longobarda Cividale i Gjanes lancino l’assalto alla Fortezza Gradisca prima e alla vetta degli Amatori Farra poi. Sì, perché l’ottava giornata del girone Paradiso è un inno al territorio goriziano, con l’ennesimo successo della capolista blucerchiata e con un altro squillo importante del Versa.

Ma andiamo con ordine: da evidenziare ancora una volta la prova di forza di Tonetti e compagni, che a Tavagnacco mettono a ferro e fuoco il campo di Totò e gli amici con un secco 4-0 in cui il ruolo da protagonista va ai goleador Spessot e Vitale. La vittoria lancia in fuga i farresi, ora a +4 sulla Folgore Over 40, fulminata 3-1 nella tana del Versa da Macoratti, Mazzero e Zomero, implacabili in zona gol. Il successo porta i gialloblu a una sola lunghezza dalla stessa Folgore, appaiata ora in seconda posizione da una Coop Premariacco che non riesce a sfondare il bunker della Brigata Brovada, capace di riportarsi a Udine un punto importante. E così, a quasi un terzo di campionato, si delinea una corsa a due per il primato: sì, perché l’unica squadra che – numeri alla mano – può togliere il primato agli Amatori Farra sono quei Gjanes che sinora hanno disputato solo quattro partite, ma vincendole tutte. Il recupero con la Fortezza Gradisca è fissata per il prossimo 31 gennaio. Da segnalare la caduta delle Valanghe, sconfitte a domicilio per 2-1 dalla Climassistance: hanno pesato le assenze di Gervasi e Martarello, i due bomber-principe della squadra con 7 gol a testa segnati sinora.

INFERNO

Continua a regnare l’equilibrio nel girone Inferno. La vetta ora non è più di proprietà del Billerio Magnano, che cede il trono al duo Vecchie Glorie San Daniele e Amatori Medea dopo il deludente pareggio senza reti maturato in casa contro una Dimensione Giardino capace di compiere l’impresa di giornata, frenando l’ormai ex prima della classe a domicilio. Ne approfittano così biancorossi e giallorossi: Masini con una doppietta trascina nel big match di giornata i sandanielesi (alla terza vittoria consecutiva) nell’italogermanico 4-3 ai danni dello Ziracco, a cui non basta un sontuoso Dorlì con due assist meravigliosi per le reti di Stefanutti e Riuli. Dal canto suo, Medea saccheggia Tricesimo grazie a Milan e Severo. Da segnalare la prova di forza del Depover, che trascinato da un immarcabile Bruno (tripletta per lui) demolisce con un tennistico 6-1 il Carnia United.

Matteo Femia

 

Print Friendly, PDF & Email