normativa

Normativa - Regolamento Attività - Direzione delle gare
In vigore dal 06/10/2016
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 21/06/2013, 20/06/2013, 31/07/2007, 10/08/2006, 26/07/2000

44 Assenza dell'arbitro designato

a) Qualora l'arbitro non fosse presente sul terreno di gioco 20 minuti prima dell'orario ufficiale dell'inizio della gara, è fatto obbligo al dirigente, o in sua mancanza, al capitano della squadra prima nominata di telefonare, alla presenza di un dirigente, o in sua mancanza, del capitano dell'altra squadra al designatore del settore arbitrale al numero d'emergenza indicato nelle norme di partecipazione, che invierà sul campo un altro direttore di gara. L'inadempimento di tale disposizione da parte dell'associazione prima nominata comporta la sanzione della perdita della gara.
b) Le due squadre devono quindi attendere l'arrivo del direttore di gara per un periodo almeno pari alla durata di un tempo previsto per la gara.
c) Nelle partite in cui sia prevista la presenza del doppio arbitro e il secondo non sia arrivato sul campo entro i termini indicati, l'altro arbitro dirigerà la gara da solo. All'arbitro ritardatario non deve essere corrisposto alcun rimborso spese qualora la partita sia iniziata senza di lui.
d) Qualora sia designata una terna arbitrale e siano presenti soltanto uno o entrambi i guardalinee ufficiali, la direzione della gara deve essere affidata a uno di loro. In tal caso, entrambe le associazioni devono mettere a disposizione un loro tesserato per svolgere la funzione di guardalinee di parte.
e) Nel caso l'assenza dell'arbitro si protragga oltre i termini previsti al punto b) del presente articolo, le due associazioni interessate devono affidare la direzione della gara ad altro arbitro della LLCFC qualora fosse presente sul campo di gioco. In ogni caso è inderogabilmente esclusa la facoltà di consentire alle associazioni di far dirigere le gare ad arbitri che non appartengano alla LCFC, pena la nullità della stessa partita. Qualora siano presenti più arbitri, la squadra prima nominata segnalerà telefonicamente i loro nominativi al designatore che assegnerà a uno di essi la direzione della gara.
f) L'associazione che si rifiutasse di accettare la direzione di un arbitro in ossequio alle presenti norme è considerata rinunciataria alla gara a tutti gli effetti.
g) Qualora le associazioni avessero ottemperato a tutti gli obblighi previsti dal presente articolo, ma l'arbitro dell'incontro giungesse sul terreno di gioco dopo i termini di cui al punto b) o il suo ritardo o un suo infortunio non consentisse la disputa della gara per sopraggiunta oscurità (nei soli campi di gioco sprovvisti di impianto di illuminazione, art.5/b R.A.), la LCFC corrisponderà a fine stagione alla squadra ospitante la somma di euro 60,00 e alla squadra ospite quella di euro 30,00, quale rimborso spese e risarcimento danni.
h) Gli stessi benefici sono concessi alle associazioni nel caso di errore tecnico accertato ai sensi dell'art. 37 R.D.
Interpretazione autentica:
Punto b) da non confondere con l'obbligo di attesa delal squadra avversaria, che è più breve, come previsto dall'art. 68/b R.A.

44 Assenza dell'arbitro designato

a) Qualora l'arbitro non fosse presente sul terreno di gioco 20 minuti prima dell'orario ufficiale dell'inizio della gara, è fatto obbligo al dirigente, o in sua mancanza al capitano, della squadra prima nominata di telefonare, alla presenza di un dirigente, o in sua mancanza del capitano, dell'altra squadra al Designatore del Settore arbitrale al numero d'emergenza indicato nelle Norme di partecipazione, che invierà sul campo un altro direttore di gara.
L'inadempimento di tale disposizione da parte dell'Associazione prima nominata comporta la sanzione della perdita della gara.
b) Le due squadre devono quindi attendere l'arrivo del direttore di gara per un periodo almeno pari alla durata di un tempo previsto per la gara.
c) Nelle partite in cui sia prevista la presenza del doppio Arbitro e il secondo non sia arrivato sul campo entro i termini indicati, l'altro Arbitro dirigerà la gara da solo. All'Arbitro ritardatario non deve essere corrisposto alcun rimborso spese qualora la partita sia iniziata senza di lui.
d) Qualora sia designata una terna arbitrale e siano presenti soltanto uno o entrambi i Guardalinee ufficiali, la direzione della gara deve essere affidata a uno di loro. In tal caso, entrambe le Associazioni devono mettere a disposizione un loro tesserato per svolgere la funzione di Guardalinee di parte.
e) Nel caso l'assenza dell'arbitro si protragga oltre i termini previsti al punto b) del presente articolo, le due Associazioni interessate devono affidare la direzione della gara ad altro arbitro della LCFC qualora fosse presente sul campo di gioco. In ogni caso è inderogabilmente esclusa la facoltà di consentire alle Associazioni di far dirigere le gare ad arbitri che non appartengano alla LCFC, pena la nullità della stessa partita. Qualora siano presenti più arbitri, la squadra prima nominata segnalerà telefonicamente i loro nominativi al designatore che assegnerà a uno di essi la direzione della gara.
f) L'Associazione che si rifiutasse di accettare la direzione di un Arbitro in ossequio alle presenti norme è considerata rinunciataria alla gara a tutti gli effetti.
g) Qualora le Associazioni avessero ottemperato a tutti gli obblighi previsti dal presente articolo, ma l'arbitro dell'incontro giungesse sul terreno di gioco dopo i termini di cui al punto b) o il suo ritardo o un suo infortunio non consentisse la disputa della gara per sopraggiunta oscurità (nei soli campi di gioco sprovvisti di impianto di illuminazione, art.5/b RA), la LCFC corrisponderà a fine stagione alla squadra ospitante la somma di euro 60,00 e alla squadra ospite quella di euro 30,00, quale rimborso spese e risarcimento danni.

44 Assenza dell'arbitro designato

a) Qualora l'Arbitro non sia presente sul campo di gioco venti minuti prima dell'orario ufficiale d'inizio della gara, un Dirigente o in sua mancanza il capitano della squadra prima nominata deve telefonare, alla presenza di un Dirigente dell'altra squadra, al Designatore del Settore arbitrale al numero d'emergenza indicato nelle Norme di partecipazione, che invierà sul campo un altro direttore di gara.
L'inadempimento di tale disposizione da parte dell'Associazione prima nominata comporta la sanzione della perdita della gara.
b) Le due squadre devono quindi attendere l'arrivo del direttore di gara per un periodo almeno pari alla durata di un tempo previsto per la gara.
c) Nelle partite in cui sia prevista la presenza del doppio Arbitro e il secondo non sia arrivato sul campo entro i termini indicati, l'altro Arbitro dirigerà la gara da solo. All'Arbitro ritardatario non deve essere corrisposto alcun rimborso spese qualora la partita sia iniziata senza di lui.
d) Qualora sia designata una terna arbitrale e siano presenti soltanto uno o entrambi i Guardalinee ufficiali, la direzione della gara deve essere affidata a uno di loro. In tal caso, entrambe le Associazioni devono mettere a disposizione un loro tesserato per svolgere la funzione di Guardalinee di parte.
e) Nel caso l'assenza dell'arbitro si protragga oltre i termini previsti al punto b) del presente articolo, le due Associazioni interessate devono affidare la direzione della gara ad altro arbitro della LCFC qualora fosse presente sul campo di gioco. In ogni caso è inderogabilmente esclusa la facoltà di consentire alle Associazioni di far dirigere le gare ad arbitri che non appartengano alla LCFC, pena la nullità della stessa partita. Qualora siano presenti più arbitri, la squadra prima nominata segnalerà telefonicamente i loro nominativi al designatore che assegnerà a uno di essi la direzione della gara.
f) L'Associazione che si rifiutasse di accettare la direzione di un Arbitro in ossequio alle presenti norme è considerata rinunciataria alla gara a tutti gli effetti.
g) Qualora le Associazioni avessero ottemperato a tutti gli obblighi previsti dal presente articolo, ma l'arbitro dell'incontro giungesse sul terreno di gioco dopo i termini di cui al punto b) o il suo ritardo o un suo infortunio non consentisse la disputa della gara per sopraggiunta oscurità (nei soli campi di gioco sprovvisti di impianto di illuminazione, art.5/b RA), la LCFC corrisponderà a fine stagione alla squadra ospitante la somma di euro 60,00 e alla squadra ospite quella di euro 30,00, quale rimborso spese e risarcimento danni.

44 Assenza dell'arbitro designato

a) Qualora l'Arbitro non sia presente sul campo di gioco venti minuti prima dell'orario ufficiale d'inizio della gara, un Dirigente della squadra prima nominata deve telefonare, alla presenza di un Dirigente dell'altra squadra, al Designatore del Settore arbitrale al numero d'emergenza indicato nelle Norme di partecipazione, che invierà sul campo un altro direttore di gara.
L'inadempimento di tale disposizione da parte dell'Associazione prima nominata comporta la sanzione della perdita della gara.
b) Le due squadre devono quindi attendere l'arrivo del direttore di gara per un periodo almeno pari alla durata di un tempo previsto per la gara.
c) Nelle partite in cui sia prevista la presenza del doppio Arbitro e il secondo non sia arrivato sul campo entro i termini indicati, l'altro Arbitro dirigerà la gara da solo. All'Arbitro ritardatario non deve essere corrisposto alcun rimborso spese qualora la partita sia iniziata senza di lui.
d) Qualora sia designata una terna arbitrale e siano presenti soltanto uno o entrambi i Guardalinee ufficiali, la direzione della gara deve essere affidata a uno di loro. In tal caso, entrambe le Associazioni devono mettere a disposizione un loro tesserato per svolgere la funzione di Guardalinee di parte.
e) Nel caso l'assenza dell'arbitro si protragga oltre i termini previsti al punto b) del presente articolo, le due Associazioni interessate devono affidare la direzione della gara ad altro arbitro della LCFC qualora fosse presente sul campo di gioco. In ogni caso è inderogabilmente esclusa la facoltà di consentire alle Associazioni di far dirigere le gare ad arbitri che non appartengano alla LCFC, pena la nullità della stessa partita. Qualora siano presenti più arbitri, la squadra prima nominata segnalerà telefonicamente i loro nominativi al designatore che assegnerà a uno di essi la direzione della gara.
f) L'Associazione che si rifiutasse di accettare la direzione di un Arbitro in ossequio alle presenti norme è considerata rinunciataria alla gara a tutti gli effetti.
g) Qualora le Associazioni avessero ottemperato a tutti gli obblighi previsti dal presente articolo, ma l'arbitro dell'incontro giungesse sul terreno di gioco dopo i termini di cui al punto b) o il suo ritardo o un suo infortunio non consentisse la disputa della gara per sopraggiunta oscurità (nei soli campi di gioco sprovvisti di impianto di illuminazione, art.5/b RA), la LCFC corrisponderà a fine stagione alla squadra ospitante la somma di euro 60,00 e alla squadra ospite quella di euro 30,00, quale rimborso spese e risarcimento danni.

44 Guardalinee di parte

Qualora non sia prevista o possibile la presenza di guardalinee ufficiali, le Associazioni sono inderogabilmente obbligate a porre a disposizione dell'arbitro, per assolvere alle funzione di guardalinee, un loro Tesserato.Quest'ultimo può partecipare alla gara anche come giocatore, purché sia inderogabilmente iscritto nella lista gara come tale. In questo caso può essere sostituito nella sua funzione di guardalinee in qualsiasi momento dell'incontro da altro tesserato della propria Associazione, inderogabilmente iscritto nella lista gara.Il guardalinee sostituito non può tornare a svolgere tali funzioni nella stessa partita.
L'atleta che sostituisce il guardalinee dopo aver preso parte alla gara come giocatore non può nuovamente prendere parte alla gara come tale.La funzione di guardalinee di parte è considerata partecipazione attiva dlla gara.
Non possono svolgere la funzione di guardalinee di parte tesserati squalificati o con età inferiore a quella prevista per la partecipazione alle gare del livello cui si riferisce la partita.
In deroga a quanto previsto dai due precedenti commi possono svolgere la funzione di guardalinee di parte gli atleti (non dirigenti) squalificati per un periodo non superiore a 1 mese.
Qualora il guardalinee di parte sia espulso durante la gara, deve essere sostituito da un altro tesserato della stessa squadra già indicato sulla lista di gara e già identificato dall'arbitro. In mancanza di tesserati in panchina, il guardalinee deve essere sostituito da un giocatore in campo.
Nel campionato over il guardalinee di parte può prendere parte al gioco in qualsiasi momento e può tornare a svolgere tali funzioni nella stessa partita, purché la sua sostituzione sia autorizzata dall'arbitro e il guardalinee vesta, sopra la divisa di gioco, una casacca di colore diverso. Il guardalinee, se anche giocatore, che non vestisse la divisa sotto la casacca dovrà essere ammonito.

44 Guardalinee Ufficiale

Nel calcio a 11 all'Arbitro devono essere affiancati due Guardalinee ufficiali indicati dal Designatore.
I Guardalinee ufficiali hanno il compito di:
a) collaborare con l'Arbitro nella direzione della gara;
b) redigere il referto, ove richiesto, in modo completo, veridico e leggibile.
La tenuta di gara dei Guardalinee ufficiali deve inderogabilmente essere uguale a quella dell'Arbitro, eccetto il fatto che deve essere inderogabilmente munito della bandierina e non del fischietto.

Articolo precedente: 43 Sospensione dalla direzione di gare
Articolo successivo: 45 Guardalinee ufficiale
Print Friendly, PDF & Email