normativa

Normativa - Regolamento Calcio a 11
In vigore dal 07/03/2019
Per visualizzare il precedente testo dell'articolo (a destra) e le differenze rispetto a quello oggi in vigore clicca sulle seguenti date: 17/12/2015, 02/09/2010, 10/08/2006

4 Equipaggiamento dei giocatori

A) L’equipaggiamento obbligatorio di un giocatore è costituito da maglia da indossare dentro i calzoncini, calzoncini, calzettoni, parastinchi, scarpe da ginnastica o da calcio a 11.
B) I giocatori di ciascuna squadra devono indossare mute di colore identico, ma differente da quello della squadra avversaria. Ogni giocatore della stessa squadra deve essere contrassegnato da un numero differente, compreso tra lo 0 e il 99.
C) Il portiere deve indossare una maglia che consenta di distinguerlo facilmente dagli altri giocatori e dall'arbitro.
D) I parastinchi devono essere coperti completamente dai calzettoni, devono essere di materiale idoneo (gomma, plastica o similari) e devono offrire un grado di protezione adeguato.
E) Sono ammessi occhiali e altre protezioni che non rappresentino – a giudizio insindacabile dell’arbitro – alcun tipo di pericolo per il giocatore e gli altri partecipanti.
F) Nel caso in cui, durante un’azione, un giocatore perda un indumento obbligatorio, il gioco non deve essere interrotto.
INFRAZIONI E SANZIONI
G) Se l’arbitro rileva che un giocatore non indossa l’equipaggiamento obbligatorio:
- il giocatore deve essere allontanato temporaneamente dal terreno di gioco per consentirgli di mettersi in regola;
- il rientro, in prossimità della linea mediana, è subordinato all'autorizzazione dell’arbitro previa verifica della ristabilita regolarità;
- se il giocatore non rispetta le precedenti disposizioni deve essere ammonito, e in tal caso il gioco riprenderà con un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone al momento dell’interruzione del gioco.
H) Se l’arbitro rileva che un giocatore indossa un oggetto – a suo insindacabile giudizio – pericoloso per il giocatore e gli altri partecipanti:
- il giocatore deve essere allontanato temporaneamente dal terreno di gioco per consentirgli di mettersi in regola;
- se tale oggetto era già stato vietato dall'arbitro, prima o durante l’incontro, il giocatore deve essere ammonito;
- il rientro, in prossimità della linea mediana, è subordinato all'autorizzazione dell’arbitro previa verifica della ristabilita regolarità;
- se il giocatore non rispetta le precedenti disposizioni deve essere ammonito, e in tal caso il gioco riprenderà con un calcio di punizione indiretto a favore della squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone al momento dell’interruzione del gioco.

4 Equipaggiamento dei giocatori

L’equipaggiamento obbligatorio di un calciatore è costituito da maglia (da indossare dentro i calzoncini), calzoncini, calzettoni, parastinchi, scarpe da ginnastica o da calcio a 11.
I giocatori di ciascuna squadra devono indossare mute di colore identico, ma differente da quelle della squadra avversaria.
Le maglie dei calciatori devono essere numerate, con numeri compresi tra lo 0 e il 99, e ogni calciatore della stessa squadra deve essere contrassegnato con un numero differente.
I parastinchi devono essere coperti completamente dai calzettoni, devono essere di materiale idoneo (gomma, plastica o similari) e devono offrire un grado di protezione adeguato.
Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello di tutti gli altri calciatori, dell’Arbitro e dei Guardalinee.
Infrazioni e sanzioni
Qualora un calciatore non indossi l’equipaggiamento obbligatorio, l’Arbitro lo deve allontanare dal terreno per consentirgli di mettersi in regola.
Il calciatore dovrà rientrare in campo, previa autorizzazione dell’Arbitro, dall’altezza della linea mediana.
Se il calciatore entra o rientra sul terreno senza rispettare le due condizioni imposte dal precedente comma, l’arbitro deve interrompere il gioco e sanzionare il calciatore con l’ammonizione.
In tal caso il gioco riprenderà con un calcio di punizione indiretto eseguito da un calciatore della squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone al momento dell’interruzione del gioco.
Qualora si verifichi tra i giocatori un indebito scambio di maglie, l’arbitro non deve interrompere il gioco, ma, alla prima interruzione deve invitare i calciatori a indossare le maglie indicate nella lista gara e disporre l’ammonizione nei confronti di entrambi i giocatori.
Qualora in azione di gioco un giocatore perda un indumento, l’Arbitro non deve interrompere il gioco.

4 Equipaggiamento dei calciatori

Nel caso in cui un giocatore indossi un oggetto pericoloso, l’Arbitro non consentirà l’accesso del giocatore al terreno di gioco.
L’equipaggiamento obbligatorio di un calciatore è costituito da maglia (da indossare dentro i calzoncini), calzoncini, calzettoni, parastinchi, scarpe da ginnastica o da calcio a 11.
I giocatori di ciascuna squadra devono indossare mute di colore identico, ma differente da quelle della squadra avversaria.
Le maglie dei calciatori devono essere numerate, con numeri compresi tra lo 0 e il 99, e ogni calciatore della stessa squadra deve essere contrassegnato con un numero differente.
I parastinchi devono essere coperti completamente dai calzettoni, devono essere di materiale idoneo (gomma, plastica o similari) e devono offrire un grado di protezione adeguato.
Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello di tutti gli altri calciatori, dell’Arbitro e dei Guardalinee.
Infrazioni e sanzioni
Qualora un calciatore non indossi l’equipaggiamento obbligatorio, l’Arbitro lo deve allontanare dal terreno per consentirgli di mettersi in regola.
Il calciatore dovrà rientrare in campo, previa autorizzazione dell’Arbitro, dall’altezza della linea mediana.
Se il calciatore entra o rientra sul terreno senza rispettare le due condizioni imposte dal precedente comma, l’arbitro deve interrompere il gioco e sanzionare il calciatore con l’ammonizione.
In tal caso il gioco riprenderà con un calcio di punizione indiretto eseguito da un calciatore della squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone al momento dell’interruzione del gioco.
Qualora si verifichi tra i giocatori un indebito scambio di maglie, l’arbitro non deve interrompere il gioco, ma, alla prima interruzione deve invitare i calciatori a indossare le maglie indicate nella lista gara e disporre l’ammonizione nei confronti di entrambi i giocatori.
Qualora in azione di gioco un giocatore perda un indumento, l’Arbitro non deve interrompere il gioco.

4 Equipaggiamento dei calciatori

Nel caso in cui un giocatore indossi un oggetto pericoloso, l’Arbitro non consentirà l’accesso del giocatore al terreno di gioco.
L’equipaggiamento obbligatorio di un calciatore è costituito da maglia (da indossare dentro i calzoncini), calzoncini, calzettoni, parastinchi, scarpe da ginnastica o da calcio a 11.
I giocatori di ciascuna squadra devono indossare mute di colore identico, ma differente da quelle della squadra avversaria.
Le maglie dei calciatori devono essere numerate, con numeri compresi tra l'1 e il 99, e ogni calciatore della stessa squadra deve essere contrassegnato con un numero differente.
I parastinchi devono essere coperti completamente dai calzettoni, devono essere di materiale idoneo (gomma, plastica o similari) e devono offrire un grado di protezione adeguato.
Il portiere deve indossare una maglia di colore diverso da quello di tutti gli altri calciatori, dell’Arbitro e dei Guardalinee.
Infrazioni e sanzioniQualora un calciatore non indossi l’equipaggiamento obbligatorio, l’Arbitro lo deve allontanare dal terreno per consentirgli di mettersi in regola.
Il calciatore dovrà rientrare in campo, previa autorizzazione dell’Arbitro, dall’altezza della linea mediana.
Se il calciatore entra o rientra sul terreno senza rispettare le due condizioni imposte dal precedente comma, l’arbitro deve interrompere il gioco e sanzionare il calciatore con l’ammonizione.
In tal caso il gioco riprenderà con un calcio di punizione indiretto eseguito da un calciatore della squadra avversaria nel punto in cui si trovava il pallone al momento dell’interruzione del gioco.
Qualora si verifichi tra i giocatori un indebito scambio di maglie, l’arbitro non deve interrompere il gioco, ma, alla prima interruzione deve invitare i calciatori a indossare le maglie indicate nella lista gara e disporre l’ammonizione nei confronti di entrambi i giocatori.
Qualora in azione di gioco un giocatore perda un indumento, l’Arbitro non deve interrompere il gioco.

Articolo precedente: 3 Numero dei calciatori
Articolo successivo: 5 Arbitro
Print Friendly, PDF & Email