Gir Titolo: Giais è sorpasso, Aurora non demorde

Gir Titolo: Giais è sorpasso, Aurora non demorde

Partita sentitissima a Giais dove si affrontano i locali, imbattuti in casa da oltre tre anni, e la capolista Aurora. Per gli uomini di Polo Friz forse una delle ultime occasioni per la corsa al titolo, per gli ospiti la possibilità di eliminare un diretto avversario.  E la partita decolla subito con l’Aurora che parte con il piede sull’acceleratore tanto da trovare il doppio vantaggio nei primi dodici minuti del match.

Al 4° il primo vantaggio:  cross dalla destra di Giulio Corazza per Andrea Muccignato  che al volo calcia male, la palla arriva a Patrick Piccinin  capace a indirizzarla, con un tocco di prima intenzione, nell’angolo basso alla sinistra di Paolo Bottecchia. Il Giais prova a replicare ma la conclusione di Christian Boschian finisce alta. Al 12° arriva il raddoppio: Edi Lorenzin, nel tentativo di allontanare la palla in area, faccia alla porta, colpisce e atterra Marco Toffolo che stava arrivando alle sue spalle. E’ rigore. Sul dischetto si presenta capitan Alessio Toffoli che, imperturbabile, realizza. I locali non ci stanno provandoci con un colpo di testa di Dino Lorenzin, prontamente bloccato da Andrea De Nobili. L’Aurora pare avere più brio, genera per tutta la prima frazione azioni offensive degne di nota come al 27°,  quando un bel lancio di Giulio Corazza serve Marco Toffolo, abile a creare l’assist per Giulio Zago la cui potente conclusione  è deviata con i pugni dall’attento Paolo Bottecchia.

Gli ospiti non riescono a triplicare e, nella ripresa, la gara cambia. Gli equilibri si capovolgono con il Giais che sale in cattedra accorciando subito le distanze con Diego Marcolin, lesto ad intercettare una palla uscita da una mischia e piazzarla nell’angolo dove De Nobili non può arrivare. Un giro di lancette e arriva il pareggio del Giais grazie a una punizione velenosa di Christian Boschian. L’Aurora perde consapevolezza, è evidente anche un calo fisico ma l’orgoglio e il carattere ci sono:  prima Giulio Corazza, solo davanti al portiere spara alto e, poco dopo, Giulio Zago, dal limite dell’area, fa partire una rasoiata che sfiora la traversa. Gli ospiti faticano in fase difensiva e al 63° ecco il Giais mette la freccia e sorpassa. Un retro passaggio incerto di Ferretto Massimo, innesca Gabriele Zammattio che calcia in porta, De Nobili prova l’uscita con i piedi, devia leggermente un pallone che però s’infila in rete. L’Aurora, pur ferita, cerca di rimettere in piedi il match. Marco Toffolo intercetta palla al limite dell’area e segna, sfuggendo a Edi Lorenzin che cade, portando la partita nuovamente in pari. L’arbitro vede un fallo su Lorenzin e annulla il gol; un episodio discutibile e fortemente contestato dagli ospiti che reclamano una caduta autonoma del difensore nel cercare di fermare Toffolo.
Finisce così un match decisivo per la classifica: Con il 3-2 odierno il Giais guadagna la vetta  lasciando  l’Aurora a inseguire. Attenzione perchè nulla è ancora perduto: il calendario, nei prossimi turni, prevede molti scontri diretti in una classifica cortissima dove ogni prossimo passo falso può costare caro a chiunque. Nonostante la sconfitta lo spirito rimane alto, lo dimostra il piacevole e lungo terzo tempo al chiosco dei padroni di casa.

Contributi  fornito da Alberto Tubia

Print Friendly, PDF & Email
We have placed cookies on your computer to help make this website better. Read the cookies policy
yes, I accept the cookies