FELETTIS UNITED C.5 – BAR ERICA C.5 4 – 3

Esordio casalingo per il Felettis che come 4 anni fa, affronta fra le mura amiche quel Bar Erica che all’epoca gliene rifilò 7, dandogli il benvenuto nella massima serie. Mister Bergagna in settimana ha preparato nei minimi dettagli il match e soprattutto l’approccio alla gara che a Tarcento non era stato dei migliori. I padroni di casa, infatti partono ordinati, giocano semplice e con la cattiveria e la concentrazione giuste. Compatti in difesa e letali nelle ripartenze passano in vantaggio con capitan Burlon che servito da Alessandro cerca il secondo palo trovando la deviazione dell’ultimo difensore ospite che non lascia scampo al proprio portiere. Ma i carnici non si scompongono e rimettono subito la partita in parità con un gran tiro di Cescutti su cui Martina, provvidenziale sino a quel punto, nulla può. Sul finire del tempo però lo United ripassa in vantaggio, l’azione è da scuola calcio, 3 passaggi che tagliano fuori la difesa schierata, assist di capitan Burlon e diagonale forte e preciso di Dilena per il 2 a 1 con cui si chiude la prima frazione di gara. Nel secondo tempo i ritmi già buoni si alzano e il Bar Erica è bravo ad allungare il Felettis. La minor compattezza regala spazi e la maggior tecnica individuale degli arancio mette in difficoltà i ragazzi di mister Bergagna che capitolano sul diagonale del solito Cescutti. 2 a 2 e gara equilibratissima caratterizzata da continui ribaltamenti di fronte.

Alessandro firma il 3 a 2 per il Felettis United

Il 3 a 2 nasce dalla caparbietà diSandrigo che esce vincente da un contrasto sulla tre quarti e serve un assist d’oro ad Alessandro che col piattone destro realizza tra le gambe di Nodale. Il Felettis a questo punto si chiude a difesa dell’ennesimo vantaggio e, pur non concedendo spazi agli avversari, se non su una punizione su cui Sandrigo si immola mettendoci la faccia, viene nuovamente raggiunto dallo spunto personale di Radina che lascia sul posto due difensori e infila Martina in uscita. 3 a 3 e tutto da rifare. Mancano 8 al termine e capitan Burlon inventa su calcio piazzato: puntalone di destro raso terra, Nodale respinge, e sulla palla vagante al limite dell’area lo stesso Burlon calcia di sinistro trovando l’angolo giusto per il 4 a 3. Mister Bergagna inserisce Colladel punta centrale aumentando le doti difensive della squadra e, seppur con qualche affanno, si regala i primi due importantissimi punti in classifica. La lavagna a fine gara dice -18. (Fabio)

Risultati, Classifica, Tabellino e Cronaca diponibili su pagina “Storico”.