FC11: R.Sella-Sette Sorelle e Highlanders-Turkey, è volata!

Terzultima giornata di campionato in Eccellenza e Prima del Collinare a 11. Siamo ormai a fine stagione, ed in tutti i gironi le squadre si stanno preparando per il rush finale che andrà a decidere la graduatoria finale.

Nell’élite amatoriale tramontano quasi definitivamente i sogni di gloria della Valmeduna, fermata 1-1 sul campo del solido Merce Rara: agli ospiti non basta il solito acuto di capitan Fantin (18 reti in campionato), vanificato da Bernardis. Continua la propria corsa in testa lo Ziracco, forte sia della gara in meno disputata che di una miglior Coppa Disciplina rispetto agli inseguitori dell’Adorgnano. Nell’ultimo turno la capolista mette a segno il colpo esterno contro il Drag Store, doppietta di Braida nel 2-4 finale. Jalmicco e Vacile non si fanno del male, fermandosi su uno 0-0 che soddisfa certamente di più i locali, ancora a caccia di qualche punto per blindare la permanenza in categoria. Più delicata la situazione della Lokomotiv Trivignano, che dopo la sconfitta in casa contro l’Adorgnano – rete decisiva di Clocchiatti – si ritrova ad un solo punto dalla penultima della classe Warriors. Chiude il quadro il rotondo 4-0 con cui il Nojar-Zellina supera la Thermokey, doppiette di Menon e Carturan.

Con il discorso retrocessione già archiviato, nel girone A di Prima sarà interessantissima la corsa al primo posto che vale la promozione immediata alla categoria superiore. Al momento ad occuparlo sono gli Highlanders, vincitori per 3-0 sui Gunners, doppietta di Allushi, ma il Turkey Pub non ha alcuna intenzione di mollare la presa e lo dimostra espugnando il campo del Tramonti con le reti di Cudicio e Strazzolini. Tra le altre gare spiccano il 4-2 con cui il Colugna supera il Braulins, doppiette di Mattiussi e Taddio, e il rotondo 3-0 che il Campeglio impone al Cassacco Startrep, reti di Nardi, Miconi e Galvani. Dividono la posta in palio infine Dinamo Korda e Racchiuso, rispettivamente sesta e quarta forza del campionato.

Nel girone B probabilmente si assisterà ad una lotta all’ultimo respiro tra Real Sella e Sette Sorelle per stabilire chi avrà accesso diretto all’Eccellenza: nell’ultimo turno la capolista espugna il campo dello Sclaunicco con una rete di Cumero, mentre la diretta inseguitrice supera sul terreno amico la Polisportiva Bibione per 2-1. Così racconta Cusin del Sette Sorelle: “Fino ad ora è stata una stagione esaltante. Una buona amalgama tra i giocatori ed il punto fermo nel mister Moretto sono la pozione che a due giornate dalla fine, più il recupero contro il Real Sella, vede la nostra compagine giocarsela punto a punto per la vetta. Tutto l’ambiente è carico per le ultime tre partite, la concentrazione è al top, la situazione disciplinare ottima e per tutto lo staff sarà importante poter contare su tutti gli effettivi. Ovviamente il finale è duro, ma il gruppo è unito e le fatiche si superano insieme. Contiamo anche di vincere la Coppa Disciplina perché riteniamo sia bello rispettare gli avversari in campo e fuori, dove si fa festa tutti insieme. Questa è una bella opportunità per noi, dopo oltre vent’anni di LCFC, e riuscire a centrare l’obiettivo della promozione diretta ripagherebbe tutti gli sforzi fatti dalla società in questi anni: prima comunque vengono il rispetto e la lealtà nei confronti di compagni, avversari e arbitri“. In coda il San Marco Iutizzo ruggisce e segna quattro reti (tripletta di Caruso) ad un Tissano ormai rassegnato. Termina invece con un rotondo 5-0 MuzzanellaPozzuolo, incontro tra due squadre senza grosse ambizioni di classifica in questo finale di stagione. Le reti portano le firme di Finatti, Passaro, Persello, Tomba e Zentilin. Cinque le reti anche del match tra Corno Calcio ShowBiz e Atletico Pertegada, vinto 2-3 dagli ospiti: decisiva la doppietta di Beganovic. Chiude il quadro la vittoria del La Rosa sul Ruda che sigilla il terzo posto in classifica dei locali.

Print Friendly, PDF & Email