FC11: La linea verde spinge il Dignano, San Lorenzo settebello

Ultima giornata di andata prima della sosta natalizia che terrà lontane dai campi le squadre del Collinare a 11, salvi i recuperi in programma già in questo weekend.

Il Bomber. Un solo gol quello messo a segno da Furlan del Merce Rara nella gara di Eccellenza contro il Real Sella, ma di un peso specifico notevole. Con questi due punti i neroliscati infatti si allontanano sensibilmente dalla zona rossa della classifica e provano a guardare verso le zone nobili, in un campionato difficilissimo da decifrare e senza un vero e proprio padrone.

Pareggio d’alta quota. Galli e Atletico Pertegada, rispettivamente ad oggi prima e terza del girone B di Prima, non vanno oltre l’1-1 nello scontro diretto. Alla rete locale di Dalla Bona risponde Brozzu. Un punto che gli ospiti accettano volentieri, considerando la gara in meno disputata rispetto ai diretti rivali di giornata e quindi la possibilità virtuale di balzare in testa e iniziare il girone di ritorno da primi in classifica.

Aggancio in vetta. Il pareggio imposto al Dream Team dalla Tecnospine, 1-1, permette al Dignano l’aggancio in vetta al girone A di Seconda. Durighello e compagni espugnano il campo del Colloredo-Digas 1-3 grazie alle reti dei giovanissimi D’Innocente (2000) e Marchessi (1998), e di Vanacore. Risultato davvero impressionante che conferma un trend interessante all’interno del Collinare a 11: delle formazioni neopromosse che non fanno fatica ad ambientarsi nella nuova categoria e recitano già ruoli da protagoniste con ambizioni di alta classifica.

Vittoria netta esterna. Ulteriore conferma di quanto appena detto viene dal San Lorenzo, campione d’inverno del girone B di Seconda con tre punti di vantaggio sugli Amatori Gonars, entrambe reduci da una promozione. Netta vittoria esterna per 1-7 sul campo de Le Aquile Cervignano per gli arancioneri, così raccontata da mister Plaino: “Abbiamo fatto la partita perfetta. Più volte quest’anno non abbiamo concretizzato la superiorità dimostrata sul campo e ci siamo fatti raggiungere e beffare lasciando per strada qualche punto. Contro Le Aquile non è invece stato così: dopo 90 secondi 1-0, al 25′ del primo tempo già 4-0. Lavorando sugli errori siamo riusciti a dare un’ottima quadratura: fondamentale è stato l’inserimento di alcuni elementi che hanno aumentato il tasso tattico e tecnico della squadra. In questo girone di andata abbiamo cercato di dare un segnale a noi stessi in primis e agli avversari, direi che ci siamo riusciti. Mi preme sottolineare il primo gol in LCFC siglato da Zentilin, festeggiato con entusiasmo da compagni e panchina“.

 

Print Friendly, PDF & Email