Buja Millennium esempio di amatorialità

Mentre il San Daniele è sempre più vicino a concludere il girone Inferno al primo posto, forte di sei punti di vantaggio sulla seconda in classifica, è decisamente più complicato fare una previsione sulle restanti posizioni utili per i gironcini. Si contano infatti sette squadre racchiuse in due punti, alle quali va aggiunta anche la Dimensione Giardino che deve giocare alcune partite arretrate ma che dista solo quattro punti dal secondo posto. Molti dei risultati di questa 13ª giornata hanno favorito questo ammassamento, per esempio la sconfitta dello Spilimbergo per mano di un redivivo Manzano.E’ Tomasin il protagonista principale di questo “delitto perfetto” con la sua doppietta, che rende inutile il gol dello spilimberghese Cesaratto. Perde anche l’OverSangiorginaUd nello scontro d’alta classifica col San Daniele. Abbiamo già parlato del balzo in avanti dei sandanielesi, concentriamoci quindi sullo stop della Sangiorgina, uno stop che permette a molte inseguitrici un pericoloso riavvicinamento. E’ il caso del Milan Club S.Vito che, con la straripante vittoria per 5-1 sul Ziracco Calcio, si issa al secondo posto. Di Bellinato (2), Mattiussi, Serafin e Tracanelli. La Dimensione Giardino ottiene una vittoria importante contro il Cerneglons, colpito dalle mercature di Cantarutti e Battistella, quest’ultimo autore di due reti. Al Cerneglons non basta la doppietta di Petris per evitare la sconfitta. Sorridono a metà gli Warriors dopo il pareggio in casa del Premariacco, forse i più contenti per il risultato finale visto che, con questo pari, i padroni di casa hanno ottenuto il primo punto della loro stagione.

Il girone Purgatorio vede La Rosa ancora padrona del girone con due punti di vantaggio (ed una partita in meno giocata) sul Carnia United. Per mantenere il primato La Rosa doveva riuscire ad espugnare il campo del CRSF Versa, operazione riuscita grazie ai gol di Macuglia e Manfrin. Non è stata da meno l’impresa del Carnia United che ha ospitato e sconfitto la Folgore Over 40 in una partita che ci è stata raccontata da Alessandro Guidetti del Carnia: “Abbiamo espresso un ottimo gioco già nel primo tempo, terminato col risultato di due reti a zero, reti ad opera di Luca Nodale con un ottimo tiro al volo che si è insaccato alle spalle del portiere ospite e poi con il nostro bomber Clapiz. Nel secondo tempo la Folgore ha accorciato le distanze al 20′ con D’Odorico, abile ad inserirsi tra due difensori e trafiggere il portiere in uscita. Al 30′ Nodale segna il suo secondo gol della giornata superando in velocità i difensori e concludendo con un diagonale che non lascia scampo al portiere ospite. Ora abbiamo un trend di 4 vittorie consecutive e non ci nascondiamo: puntiamo decisamente alle prime 3 posizioni. Saranno le trasferte le insidie per noi visto che in casa non abbiamo mai perso sin qui”. Amasanda 86 e Over Gunners 95 non approfittano della caduta della Folgore e si spartiscono i due punti in palio nel match che li vedeva opposti. Ha del clamoroso invece la vittoria della Climassistance, ultima in classifica, contro l’Al Sole 2, squadra che invece è in piena lotta per la prima posizione. Luccitti e Manzella firmano il ribaltone finale, regalando alla Climassistance la prima vittoria stagionale.

L’ASD Calcio Medea, ancora a punteggio pieno, e l’Over Tricesimo, che ha perso solo una partita e lascio indovinare a voi contro di chi, sembrano ormai aver preso il largo rispetto alle altre compagini del girone Paradiso. Trascinato dalla tripletta di Bergomas, il Medea travolge il Totò e gli Amici, continuando nel suo percorso netto. Bastano, si fa per dire, quattro gol invece al Tricesimo per avere la meglio sugli Amatori Calcio Farra. Tolte le due corazzate, è il Feletto ’90 Sottocastello la formazione che occupa la posizione più alta, ovvero il terzo posto. In questa giornata ha pure superato, grazie ai gol di Grillo, Mesaglio e Morandini, la Virtus Udine 93, nella quale Floreani e Gallo hanno provato a pareggiare il risultato. La Brigata Brovada non va oltre il pareggio contro La Fortezza di Coradazzi e Tommasini, gli autori dei due gol che sono valsi il pareggio. Può festeggiare infine anche il Buja Millennium che, grazie a due protagonisti come Dervisci e Fava, realizzatori di doppiette, hanno superato il Portover per 5-3. C’è soddisfazione nelle parole di Carlo Ciani, presidente del Buja: “Il Portover è, ormai da un paio d’anni, una di quelle squadre con le quali ce la giochiamo sempre, anche se secondo me in questa partita la loro formazione era rimaneggiata. Noi invece, anche se magari non abbiamo qualità tecniche elevate, siamo comunque sempre in grado di avere un elevato numero di giocatori, specie quando giochiamo in casa. La partita alla fine è stata bella, combattuta. Noi ce la mettiamo sempre tutta ed alla fine siamo meritatamente riusciti a spuntarla. Per quanto riguarda la stagione direi che sta andando come al solito, con i risultati che tardano ad arrivare, un pò per colpa nostra visto che non abbiamo quella varietà tecnica che altre squadre offrona ma, in qualche caso,  anche per qualche direzione arbitrale che favorisce altre formazioni più forti.  Resta poi il fatto che noi non abbiamo quella voglia di stravincere che hanno altre squadre, noi siamo la squadra amatoriale per eccellenza. Abbiamo anche una età media piuttosto elevata, con gente che a 61 anni non vede l’ora di scendere in campo, e noi non possiamo che essere contenti per tutto questo. Per non parlare del dopo-partita: sia che giochiamo in casa, sia che giochiamo fuori andiamo sempre a cena insieme e qualche volta capita di avere più gente a mangiare che non a giocare, ma in fondo è questo il bello del calcio amatoriale”.

Paluzza da record, crolla l’ABS

Diciottesimo turno del campionato di Eccellenza, giocato d’anticipo la settimana scorsa dal Paluzza che ha ospitato i Forgjarins. Il risultato è incredibile, 37 i gol realizzati dai carnici contro dei Forgjarins costretti a scendere in campo in numero non congruo. Onore anche a loro per essersi presentati all’appello nonostante grosse problematiche d’organico. 

Continua...

Enrico Maiero: “Per il titolo non sarà lotta a due”

Cadono entrambe le capolista dei gironi di Eccellenza e Prima Categoria in questa prima giornata del girone di ritorno. Per quanto riguarda l’Eccellenza è il Real Tresesin a costringere il Paluzza alla prima sconfitta stagionale, trascinato da un Balzano in splendida forma, autore di tre reti. Questo risultato conferma il momento negativo dei carnici

Continua...

I Forgjarins ritrovano la vittoria

Si riaccendono le luci nei palazzetti delle squadre dei gironi Eccellenza e Prima Categoria del campionato di calcio a 5 collinare, nei quali si doveva ancora disputare la giornata conclusiva dei gironi di andata.

Nel girone di Eccellenza subito un big match, quello tra la Climassistance e la prima della classe, il Paluzza. Vince l’equilibrio tra le due formazioni, con Fierro due volte a segno assieme a Romanin come realizzatori della Climassistance, mentre per gli ospiti sono andati in rete Fior, Martinis e Zammarchi. Anche la diretta inseguitrice della capolista, ovvero la Taverna Maiero, è stata fermata sul pari, con un punteggio di 2-2, dalla Bombonera, che è riuscita a far valere anche il fattore campo. Izzo e Possa i marcatori fra i locali, mentre per la Taverna sono andati in gol Scarbolo e Vanin. La corsa verso la salvezza della Bombonera sembra andare a pari con quella del San Daniele (entrambe contano 11 punti dopo 12 partite disputate), il quale ha inaugurato la ripresa del campionato giocando venerdì scorso e vincendo contro il Pagnacco. Protagonisti per il San Daniele non solo i marcatori, tra i quali spiccano Venuto e Nobile, ma anche una difesa che continua ad incassare pochi gol e che, al giro di boa, è la sesta miglior difesa del girone. Subisce poco anche il Real Tresesin, ormai una realtà di questa stagione visto che, dopo la vittoria travolgente sull’Attimis Calcio, occupa il quarto posto della classifica, con ancora delle partite da recuperare. Nella vittoria di giornata è Balzano ad aver “spaccato” la partita con ben cinque marcature sulle undici di squadra. I gol della bandiera dell’Attimis sono quelli di D’Agostino (2) e Bombardier, troppo pochi per poter impensierire gli avversari. Seconda vittoria in stagione, quella dei Forgjarins, che inguaiano ulteriormente un Manzignel fermo ancora a quota 10 punti e quartultimo in classifica. Per i ragazzi di Forgaria i gol di Marcuzzi (3), Quarino (2), Meneghello e Quas sono quelli decisivi per ricominciare a raccogliere punti e riaprire una corsa verso una salvezza, anche se la classifica attuale sembra ancora drammatica. Vittoria di carattere anche quella del Felettis United in casa del Boca Juniors Risano. Decisivi, per la squadra che attualmente occupa il terzo posto in classifica, Dilena con una doppietta e Arduini. Non bastano i soliti Favero e Paolucci ad evitare la sconfitta per il Risano.

Si gioca anche in Prima Categoria, dove sono scese in campo autentiche corazzate come il Talmassons, il Muppet ed i Banana Five. La capolista Talmassons riparte da tutto il buono che aveva mostrato nella fase pre-natalizia, travolgendo il Caratel Coderno a suon di reti, ben undici. Tonetti e Vissa i marcatori più brillanti per il Talmassons, entrambi autori di triplette. Anche il Muppet trova una prestazione offensiva in doppia cifra, sono dieci le reti rifilate alla Pol. Valnatisone, squadra comunque tosta e dura da battere. Nel Muppet sono le triplette di Cucchiaro e Nadalutti a trascinare la squadra mentre non bastano le doppiette di Chiabai e Cumer a salvare la Valnatisone dalla sconfitta. Il Capo Horn  sorprende una squadra rodata come i Banana Five strappando un punto d’oro in trasferta: di Mancini (2) e Miliani le reti per gli ospiti, mentre i locali hanno trovato il gol con Arlesio, Martorel e Vicenzino.

Campioni di etica

Si chiama “Modello per la certificazione etica nello sport” e a introdurlo è stata l’impresa sociale Esicert spa di Padova. Un’iniziativa pensata per premiare proprio i valori etici e sociali che un bravo sportivo dovrebbe avere e per valorizzare così, con la giusta visibilità, le società che decidano di operare entro una siffatta visione dello sport.

Continua...

Scivolano le capoliste, ora la pausa

I gironi di Eccellenza e Prima Categoria hanno disputato la dodicesima giornata di campionato, ultima uscita dell’anno prima dell’inizio della pausa invernale. Entrambi i gironi hanno visto la capolista incapace di salutare l’anno con una vittoria, concedendo alle inseguitrici un riavvicinamento.

La partita fra San Daniele e Paluzza, giocata mercoledì scorso, ha visto la primatista del girone, il Paluzza, per la prima volta costretto ad un risultato diverso dalla vittoria. Le due formazioni si sono infatti annullate in un pareggio. La Taverna Maiero non perde l’occasione per avvicinarsi al primo posto, superando un Pagnacco che sta faticando non poco in questa stagione, colpito in questo match dalla tripletta di Maiero e dalle reti di Spollero e Vanin. Punti fondamentali raccolti con personalità, quelli ottenuti dalla Bombonera contro la Climassistance. Queste le parole di Lorenzo Saracco, giocatore della Bombonera: “E’ stata una vittoria importante, che ci permette di dare continuità al successo di Forgaria. Diversamente da come può far pensare il risultato, il primo tempo é stato molto equilibrato e si é chiuso sul 2-2. Nella ripresa abbiamo trovato 3 gol in rapida successione e la partita è stata poi in discesa per noi. La nostra stagione finora è stata altalenante: 5 vittorie e 6 sconfitte, alcune delle quali condizionate pesantemente dalle assenze e da un organico ridotto. Speriamo di aver maggiore continuità di risultati nel girone di ritorno per riuscire a centrare la salvezza, che naturalmente é il nostro obiettivo”. Momento altalenante del Felettis che, dopo una sconfitta, torna a vincere contro i Forgjarins, raggiungendo pure la terza posizione in classifica. Un super Dilena, autore di sei delle complessive 13 reti di squadra, ha reso ancora più semplice la vittoria del suo Felettis, confermandosi anche come terzo miglior marcatore. Continua a vincere anche il Real Tresesin, anche su un campo difficile come quello del Boca Juniors Risano. De Sabbata e Favero non sono bastati ai padroni di casa per contrastare l’ottima prestazione di Mosanghini, tre volte a segno, alla quale si sono aggiunti Marinigh, Missio e Pascoletti come marcatori.

Il Muppet interrompe la striscia positiva dell’ABS trovando una vittoria di spessore fra le mura amiche. Vittoria che arriva grazie al triplice marchio impresso da Marini, anche se il top scorer dell’incontro è Poti dell’ABS, autore di un poker bello ma, purtroppo, inutile ai fini del risultato finale. Il Cergneu prova a risollevare la testa dal fondo della classifica, pescando la prima vittoria stagionale ai danni del Jalmicco. Marcatori del Cergneu sono Princi e Krcic con triplette e Gaier e Pascolo con due gol a testa, mentre al Jalmicco non bastano quattro gol di Bisiol. Continua a collezionare punti importanti per la salvezza il Real Madris, questa volta contro un eccellente avversario, il Talmassons che, a causa di questa sconfitta, perde l’occasione per riprendersi il comando della classifica. Bene anche l’Aquileia che, con due reti di Civita ed i gol di Ginocchi e Tentor, supera il Forte & Chiaro.

Francesco Paissan