Villa Primavera, amici che vincono

 

 

Non esistono linee di confine se c’è l’amicizia. Nello sport in particolare. E allora ecco che due gruppi di calcio a 11 (uno della Lcfc, l’altro degli amatori FIGC)  decidono di unirsi per formare un entità diversa, che sia la rappresentazione di una passione comune, ma soprattutto che possa portare degli amici a giocare insieme, vestendo un’unica maglia. Nasce così il l’AC Villa Primavera, nuova realtà che milita, in terza categoria, nel campionato Friuli Collinare di calcio a 5. >> E’ un team di giovani quarantenni – dichiara il presidente Marco Santarelli – che ha deciso di cimentarsi  nel calcetto. L’avanzare dell’età, la voglia di giocare al coperto, le diverse prestazioni atletiche, la volontà di provare a lottare ancora per qualche bel traguardo,  alcune delle motivazioni che ci hanno indotto a formare il Villa Primavera. L’obiettivo è tentare subito la promozione. D’altronde, inutile nasconderlo, abbiamo una rosa  composta da giocatori di buon spessore tecnico che nonostante l’età  (media sui 45 anni con punte di 53 anni, vedi Paviotti) ha ancora in serbo buone motivazioni e grandi stimoli. A contenere e gestire questo bel gruppo c’è mister Ezio Zorzi il cui compito è quello di far coniugare talento e sostanza in un quintetto dove ci sono molte individualità>>. E le camisete bianche di Santarelli hanno subito impresso un buon ritmo a un girone dove  a contendergli lo scettro c’è la  Pol. Valnatisone, quest’oggi costretta alla patta dalla terza forza, l’UC 3 Stelle. Ma diamo uno sguardo al campionato partendo dall’Eccellenza. A sventolare il vessillo di prima della classe l’Elettrotec  che, approfittando dei pareggi della Tana del Luppolo (4-4 con la New Team) e del Bar Erica (5-5 con lo Stellare), superato il Calipso Boys,  prova ad accelerare. In crescita anche il Varmo c5 che pare aver ritrovato lo smalto di un tempo dopo il 9-4 ottenuto contro il Niù.  Nel gir A di Prima categoria corsa a se per la Bombonera,  in un turno favorevole ai Grifoni: i bianco celesti superano (10-8) nel big match il Moggio con qualche difficoltà ma si candidano  ufficialmente alla promozione. Nel gruppo B nemmeno la pioggia ferma il Felettis: il team di mister Bertagna, grazie alla doppietta di Vida e ai sigilli di capitan Burlon, Di Lena e Pali, mantiene la leadership in condominio con lo SCU. Quest’ultimo passa  su un Log &Met che, come dichiara il locale Daniele Tonino, >> è stata colpita dagli ospiti con tempismo chirurgico e che ogni velleità di riaprire la gara è stata neutralizzata da uno SCU che ha meritato di portare a casa bottino pieno>>. In seconda categoria gran risultato del Cergneu che incanta il Mercante del Mondo rifilandogli un cappotto (9-1) firmato da Balloch(3), Picogna(2), Marchiol(2), Paoloni e Capitan. Grande equilibrio nel gir B con, al vertice, molte squadre nel fazzoletto di pochissimi punti.  Tra queste la pizz. Zaliclò, la più prolifica del girone, pronta a superare lo Show Biz per 8-4, e l’E.E.Gjgiote che, nonostante l’assenza del portiere, trova soddisfazione contro il Jolly Lauzacco 8-2. >> Gara tranquilla – racconta Massimo Gallarati con il punteggio mai in discussione. Un plauso particolare a Gianpaolo D’Aietti, improvvisatosi portiere dopo la defezione dei nostri due estremi titolari>>. E la corsa continua…

 

Pubblicato anche su Tremila Sport del 16/12/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento

css.php