Turanovic lancia in orbita lo Zellina. San Marco, che colpo! Risano atomico

Giove Pluvio imperversa e nel gir A, si gioca solo su un campo, quello degli Highlanders: i varianesi dimenticano quanto successo nel turno precedente,  e superando, di misura il Sette sorelle, castigato da Ragone, e riguadagnano la testa. Sempre più complicato il gruppo B. Molte le squadre in grado di puntare in alto con il Millennium che  getta al vento una bella occasione  . Opposto aveva il Fobal e superarlo avrebbe significato rimanere agganciata al treno delle prime, Invece gli ospiti, tatticamente ordinati, hanno fatto loro il match, ottenendo due punti che li lanciano nel ghota del gruppo. “La Millennium – racconta Nicola Lemme – non ha saputo uscire da un gioco abulico condito da molte imprecisioni, soprattutto in difesa. Solo l’entrata di Dao , ben assistito da Azzolini, ha portato qualche pericolo e il gol della bandiera. Ma ormai era troppo tardi>>.  La prestazione di Turanovic (quaterna) e il sigillo di Malisan fanno capire che lo Zellina (5-1 al Romans) vuole recitare un ruolo da protagonista. L’impresa però è targata San Marco: batte la capolista Merce Rara per 3-2, Caldarola(2) e Lettig,  e la classifica diventa un rebus. Dinamico, aggressivo e pungente, concreto. Sono alcune doti con cui il Drag Store, ora ufficialmente candidato alla corsa promozione del gruppo C , ha castigando uno sciupone Anni 80,  ancora a secco di punti. Gli udinesi,  fermati anche dalle straordinarie parate del portiere ospite, per quanto espresso, forse sono stati penalizzati troppo nel punteggio e nulla hanno potuto nei confronti degli scatenati  Meroi (2),  Beltrame, Bona, e Andresini. Il Colugna rimane lassù grazie al sigillo di Prest, vittima la pizz Moby Dick, mentre il big match tra Rangers  e Valtramontina si chiude sul 3-3. Si cominciano a vedere i colori dell’Arcobaleno con gli osovani (4-3 agli Over Gunners) che albergano in vetta al gruppo D. Alle loro spalle gran movimento con  molte squadre che  tentano l’inserimento nei quartieri alti.  A partire dalla  Savognese (4-0 in casa del Gambero), fino ad arrivare al Carpacco, impegnato nel big match con il Blues, sconfitto per 2-0. >> Ci siamo affrontati a viso aperto – dichiara Gian Carlo Presello, giocando un buon calcio. Dopo qualche occasione abbiamo centrato il vantaggio,  giocando poi sulle ripartenze>>.  Ma a due passi dalla leader troviamo anche gli sconfitti Over Gunners e Blus,  l’Extrem (1-1 a Racchiuso) e il Montenars che con caparbietà supera il Digas per 3-2  (Dusefante, Marangoni e Tuti i risolutori). Terza Categoria. La leader Maialetto (A) è frenata sul pareggio da un volitivo Collerumiz in un turno che arride all’Axo Club e al Billerio, entrambi autori di bliz importanti. I buiesi in casa del Sole 2, trafitto da Adragna(2) e Pacco, il Billerio sul campo del Braulins, arresosi innanzi ai sigilli di Piccoli(2) e De Monte. Valmeduna, sotto inizialmente di due reti dimostra carattere, supera il Friulclean (4-3) e continua a comandare il gruppo B. Plotone in cui il Campagna, corsaro sul Savio, prova a innestare  la rincorsa al vertice. Incredibile Risano. Ma anche incredibile Virtus. Quest’ultima aveva tenuto il punteggio fino al 60mo sullo 0-0; poi il black out con un Risano, solitario capolista (C), capace di siglare 6 volte in 20 minuti. Luci della ribalta per il Gorizia (D) : gli isontini violano il terreno della leader Chiarisacco e riducono a un punto la distanza in classifica. Si accomoda in seconda fila il Bagnaria Arsa dopo il poker rifilato al Cormons. Real Sella (E) conferma la sua forza anche nel big match con un San Marco Iutizzo, battuto (4-2) e superato in graduatoria, che ha venduto cara la pelle. Va al Lignano , a segno con Valvasoni, Venturi e Gregoratti, il derby con l’Aprilia Marittima. Ma i locali non sono ancora al completo e le prestazioni ne risentono.

Pubblicato anche su Tremila Sport del 11/11/2011

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Leave a Reply

Devi essere loggato per inserire un commento